Lisa Ann, la Milf più famosa del mondo sbarca in Italia

Lisa Ann, la Milf più famosa del mondo in arrivo in Italia per un tour

A giugno arriva in Italia dagli USA Lisa Ann, la MILF più famosa dell’adult entertainment mondiale… 

Roma, 14 giugno 2018 – Chi disse MILF, disse Lisa Ann. E tra poco il sogno erotico di migliaia e migliaia di giovani di tutto il mondo sbarcherà in Italia per un tour che toccherà Torino (22 giugno), Cuneo (23 Giugno), Venezia (29 giugno), Vicenza (30 giugno), Bucarest – Romania (6 luglio), Monza e Brianza – Lissone (7 luglio), Sardegna – Sanluri (13 luglio), Firenze (14 luglio), Roma (19 luglio). Queste le città e le location in cui è pronta a sbarcare Lisa Ann grazie all’ennesima brillante iniziativa della ex-showgirl Alexia Mell e D.G. con la loro Fantasy Studio.

Nata e cresciuta in Pennsylvania, la procace e ‘matura’ diva XXX proviene da una famiglia di chiare origini italiane. Inizia a “mostrarsi” già a 16 anni, quando si esibisce come ballerina in alcuni locali notturni.

A vent’anni, dopo aver conseguito la specializzazione in assistenza odontoiatrica, si trasferisce a Los Angeles per entrare definitivamente nel mondo dell’adult entertainment. In America raggiunge la celebrità assoluta quando lavora nel set del film “Who’s Nailin Paylin?” – presentato il giorno delle elezioni – parodia della candidata repubblicana Sarah Palin.

Questa non sarà l’unica parodia lanciata da Ann, vera e propria esperta nella categoria. Nel 2010, insieme a Nikki Benz e Sean Michaels, viene scelta per condurre gli XRCO Awards e appare in un annuncio di servizio pubblico diretto da Michael Whiteacre per la Free Speech Coalition, con tema la violazione del copyright dei contenuti per adulti.

LE BATTAGLIE PER I DIRITTI CIVILI DELLE DONNE DI LISA ANN

Nell’ottobre del 2010 un episodio che per forza di cose non lascia indifferente Lisa Ann e che le apre di riflesso un mondo nuovo. Un suo collega di film hard riceve la diagnosi positiva all’HIV: da quel momento la stupenda Ann decide che avrebbe girato scene solo ed esclusivamente con l’uso dei profilattici.

Ma non solo, perché l’intraprendente MILF americana per antonomasia si fa promotrice di una campagna che incoraggia i suoi colleghi di set al costante uso del condom. Due anni dopo, nel 2012, chiese addirittura di intervenire legalmente per l’uso del preservativo nei film porno.

La carriera di Lisa Ann da allora è in continua ascesa, tanto che nell’aprile del 2013 il New York Post la incorona riportando la notizia che sulla piattaforma Pornhub proprio la Ann è l’attrice pornografica femminile più ricercata.

Attenta ai diritti delle attrici della sua categoria, Lisa si è dedicata anche ad attività di coraggiosa denuncia: pone all’attenzione generale, infatti, il fatto che le sue colleghe sono maggiormente remunerate per le scene con attori di colore, anali e di gruppo.

Si impegna, inoltre, per il riconoscimento di pensione e assicurazione sanitaria agli attori porno. Nel 2014, però, con una lettera scritta di proprio pugno e pubblicata sul suo profilo Facebook, annuncia il suo ritiro come attrice pornografica. La fine di ogni cosa per lo sconforto generale dei suoi fans? No, è un falso campanello d’allarme, perché a gennaio la sua carriera riprende.

Insomma, un turbinio di emozioni che rispecchiano e riflettono la carriera di un’attrice destinata a far parlare di sé sempre e comunque, apripista del genere MILF, tra i più amati nell’intero globo.

Adesso il fascino di Lisa Ann potrà essere ammirata anche nel Belpaese, curve che scaleranno le gerarchie italiche delle più desiderate grazie anche alla Fantasy Studio Agency, di Alexia Mell e il marito D.G., che ha portato in Italia l’attrice americana, sempre attenta ad esaudire i desideri dell’esigente popolo italiano della notte.

 

Lisa Ann, la Milf più famosa del mondo in arrivo in Italia per un tour (Foto Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Lisa_Ann#/media/File:Lisa_Ann_AVN_Awards_2013_2.jpg)

Barbara De Rossi, continua il tour de ‘Il Bacio’: dalla Penisola Sorrentina al San Babila di Milano

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti continuano la tournée nazionale de “Il Bacio”, insignita a Piano di Sorrento del prestigioso Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” per il teatro di prosa.

Milano, 24 gennaio 2018 – La tournee de “Il Bacio” di Ger Thijs con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti approda il 30 gennaio prossimo, fino al 4 febbraio, al Teatro San Babila di Milano e a primavera raggiungerà la capitale, facendo tappa al Teatro dell’Angelo di Roma, diretto da Antonello Avallone.

Lo spettacolo è stato insignito del Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”® per la categoria “evento teatrale della stagione 2017/2018”, ed è stato consegnato ai due protagonisti Barbara De Rossi e Francesco Branchetti al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento (Na), durante una serata-spettacolo inserita tra i grandi eventi della Regione Campania.

“Un’affascinante epopea tra le pozzanghere dell’inquietudine”, così recita la motivazione del riconoscimento, scritta dal direttore artistico Mario Esposito che annuncia già i preparativi per l’edizione 2018 del prestigioso Premio culturale.

“Il Teatro di prosa sarà anche stavolta al centro dei nostri interessi con le proposte delle nuove stagioni“, dichiara Esposito. “Siamo ormai alla ventitreesima edizione di un riconoscimento che ha raggiunto una notorietà nazionale ed una accreditamento tra gli addetti ai lavori nei diversi campi della comunicazione”.

Entusiasta Francesco Branchetti, regista e interprete de “Il Bacio”.

“ Il Bacio è uno spettacolo che nasce da un sogno e quindi è stato particolarmente bello aver ricevuto un premio per uno spettacolo nato da un sogno. Eravamo in tournee insieme con Barbara per la Medea ed abbiamo pensato di realizzare un altro  spettacolo insieme. La nostra scelta è caduta su “il Bacio” di Ger Thijs direttore del teatro nazionale olandese perché esso affronta piccoli problemi del quotidiano guardando alla direzione dei sentimenti, in un periodo storico in cui questi valori sono in crisi. Il Bacio narra come l’amore e i sentimenti possano cambiare la vita” ha commentato Branchetti.

“Il Bacio è un viaggio interiore. È la nascita di un sentimento ma anche una scoperta, un confronto tra un uomo e una donna che in un bosco trovano la loro complicità, un luogo di mezzo, di compromesso fisico ed interiore” ha commentato l’attrice e conduttrice televisiva Barbara De Rossi.           .

E a proposito del suo rapporto con il teatro, la De Rossi aggiunge:  “è una esperienza che iniziai più di ventidue anni fa e che poi lasciai perché volevo fare la mamma. Ora con Francesco Branchetti da tre anni ho ripreso questa avventura, con un desiderio di portare in scena un teatro di qualità. Il teatro è del resto una grande forma di libertà e di appuntamento con il pubblico che sceglie di venire a teatro per vedere te”.  

 

Barbara De  Rossi e Francesco Branchetti sul palco del Premio Penisola Sorrentina

 

Emmy Awards, Natalia Denegri è la prima italo argentina a vincerne 3

Roma, 12 dicembre 2017 – Natalia Denegri, diva argentina di origini italiane ha superato sé stessa conquistando 2 nuovi Emmy, per un totale di 3 premi, riaffermandosi come star internazionale nel panorama televisivo degli Stati Uniti.

La 69a edizione degli Emmy Awards, che si sono svolti recentemente presso il lussuoso Rosen Center Hotel di Orlando, ha confermato decisamente il successo di Natalia Denegri nella Tv americana.

L’ambita statuetta torna nelle mani della conduttrice e produttrice, questa volta premiata per ben 2 volte per 2 documentari di grandissimo impatto, realizzati insieme al anche noto Nelson Bustamante.

La gloriosa notte della Denegri è iniziata con il premio nella categoria di “interesse generale” per il documentario “RCTV, 10 anni dopo” (RCTV, 10 años después). Un lavoro molto umano e pieno di speranza, che mostra il destino dei lavoratori di Radio Caracas Television, il canale tv pioniere del Venezuela, dopo un decennio dalla sua chiusura per ordine dell’ex presidente Hugo Chávez.

E, come se non bastasse, il secondo riconoscimento è arrivato subito dopo per “Cercando Dio” (Buscando a Dios), nella categoria “programma religioso”. Il documentario racconta la bellissima storia di un uomo che, dopo aver saputo di essere malato di cancro, promette di visitare una chiesa diversa ogni domenica per tutto l’anno.

Il successo non è una novità per la diva argentina. Natalia era già stata sul red carpet degli Emmy 2015, per ricevere il suo primo premio per il documentario “Doppio Esilio II” (Doble Exilio II), che raccontava la storia dei cubani emigrati in Venezuela e che per la seconda volta sono stati costretti a emigrare negli Stati Uniti. Nel 2016 aveva poi conquistato altre due nomination.

Un anno di grandi successi per la Denegri

Il premio più importante della televisione degli Stati Uniti non è l’unico successo di Natalia Denegri dell’anno.

È stata infatti pluripremiata nel mondo del grande schermo per il film UMA, il primo lungometraggio prodotto dalla sua compagnia Trinitus Productions: al Burbank International Film Festival di Los Angeles e al Georgia Latino Film Festival ad Atlanta, lo scorso settembre.

Poi all’International Film Festival of India a novembre e al World Cinema Milan la stessa sera degli Emmy Awards. Un film in cui partecipa lei stessa con un ruolo da protagonista.

Il 2017 sarà anche ricordato nella carriera di Natalia Denegri come l’anno del suo primo libro in italiano, “Cuori Guerrieri”, edito da Infinito Edizioni e presentato con grande successo sia a Roma che a Venezia.

Il libro contiene le storie più commoventi e ispiratrici che sono state presentate nel suo famoso programma Corazones Guerreros, trasmesso in prima serata negli Stati Uniti attraverso Mega TV.

“È stato un anno di grandi emozioni” ha detto Natalia, e non solo per l’inarrestabile progresso della sua carriera, ma anche per il suo instancabile lavoro umanitario.

Oltre alla nota attività sociale che svolge costantemente con il suo programma televisivo, quest’anno l’abbiamo vista su due “voli della speranza”, organizzati insieme alla Fondazione Hassenfeld Family, per portare aiuti umanitari all’isola di Porto Rico, dopo il passaggio dell’uragano Maria.

Lavoro che si è guadagnato il riconoscimento del Congresso degli Stati Uniti, confermandola come una “diva dal cuore guerriero”.

 

TV, nominati “Ambassador 2017″ gli attori Lino Guanciale e Francesca Cavallin

Il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” nomina “Ambassador 2017” gli attori Lino Guanciale e Francesca Cavallin. Il Commissario Cagliostro tornerà a maggio prossimo in tv per la seconda serie del noir RAI  “La porta rossa”.

Napoli, 11 dicembre 2017 –  Ogni fine anno la direzione artistica del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, kermesse di cultura e spettacolo di rilievo nazionale inserita tra i grandi eventi della Regione Campania, nomina due Ambassador dell’anno, un personaggio maschile ed uno femminile, sulla base dei consensi, delle segnalazioni della critica, del gradimento ottenuto tra i personaggi che si sono resi protagonisti del prestigioso Premio nazionale riservato ai protagonisti della cultura e della televisione.

Ad essere incoronati della palma di “Ambassador 2017” sono due attori del piccolo schermo: Francesca Cavallin (premiata nel 2013 e dal 2014 giurata della rassegna) e Lino Guanciale, il re delle fiction, protagonista di serie di successo come “Che Dio ci aiuti”, “Non dirlo al mio capo”, ma soprattutto “La porta rossa”, insieme con Gabriella Pession.

Francesca Cavallin per la RAI ha interpretato il ruolo di Bianca (moglie di Lele, interpretato da Giulio Scarpati) nella serie fortunata “Un medico in famiglia” oltre ad essere stata protagonista, insieme con Luca Zingaretti, della serie dedicata ad Adriano Olivetti e quest’anno aver riscosso grande successo nel ruolo di Pina nella fiction “Di padre in figlia”.

“Ci vorrà un po’ di tempo ma vedremo la seconda stagione. A maggio si parte, Carlo Lucarelli e gli autori stanno lavorando ad una serie che sia ancora più avvincente della prima”, dichiara l’attore nativo di Avezzano ma ormai di casa a Trieste.  

A tracciare il profilo di Lino Guanciale è Francesca Cavallin, componente della Giuria di qualità diretta da Mario Esposito:

“Lino è un attore completo. Un attore di prosa, di cinema, di televisione. È un uomo straordinario che da molti anni fa un lavoro eccellente nelle scuole e contribuisce ad avvicinare i nostri ragazzi alla recitazione, al teatro, alla prosa, ma soprattutto al valore profondissimo del nostro lavoro. Dando alle giovani generazioni il senso straordinario del nostro Paese e del suo patrimonio artistico-culturale”.

 

Lino Guanciale e Francesca Cavallin

 

 

 

 

 

Sarà la top model cubana Cicelys Zelies la madrina del Premio Penisola Sorrentina

Napoli, 24 ottobre 2017 – Sarà la top model internazionale Cicelys Zelies la madrina del Premio Penisola Sorrentina.

L’evento, che si svolgerà il 28 ottobre a Piano di Sorrento, vede in prima fila il gotha campano del turismo e dei beni culturali oltre ad una delegazione della Presidenza della Regione Liguria per celebrare il gemellaggio culturale in essere.

Oltre all’alta moda internazionale e la bellezza alla 22a edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, per valorizzare il territorio e i beni culturali dimCsmpania e Liguria ci saranno anche la tv, il cinema ed il teatro.

Un premio andrà al re della fiction Lino Guanciale, protagonista della fortunata serie Rai “La porta rossa”.

Dopo tanti mesi di attesa la serata-evento è in programma il 28 ottobre a Piano di Sorrento, e sarà condotta e diretta dal giornalista Mario Esposito.

Promossa dal Comune di Piano di Sorrento, la manifestazione spettacolare di rilievo nazionale è inserita nel cartellone POC dei grandi eventi della Regione Campania.

Ad accogliere i premiati sul palco, insieme con il patron, ci sarà quest’anno una madrina internazionale: la top model cubana Cicelys Zelies, reduce dalla settimana della moda milanese e reginetta del piccolo schermo, accanto a Pietro Chiambretti e Paolo Bonolis, oltre che a capo delle undici modelle ufficiali di Casa Sanremo Style.

Un ulteriore elemento di collegamento con la regione Liguria, con cui il Premio “Penisola Sorrentina” ha attivato un importante gemellaggio, e con il più importante evento canoro italiano, quale è appunto il Festival di Sanremo.

A ritirare i premi dell’anno, oltre l’attore Lino Guanciale, saranno:

– l’autore e conduttore televisivo Giancarlo Magalli (premio Dino Verde);

gli attori Francesco Branchetti e Barbara De Rossi (teatro); gli Audio2 (premio musicale Lino Trezza);

Virginia Conti e don Domenico de Stradis conduttori della trasmissione “Quel che passa il Convento” in onda su TV2000, la tv della Conferenza Episcopale Italiana  (comunicazione);

– il direttore del Centro produzioni RAI di Napoli Francesco Pinto (genius loci award); Eugenio Bennato (alla carriera per il progetto musicale e tetarale “Da che Sud è Sud”, prodotto da Rolando D’Angeli).

Attesissimo lo scambio culturale con la Regione Liguri che vedr il governatore ligure Giovanni Toti ritirare un premio speciale per la campagna di marketing territoriale “La Liguria dei red carpet”.

Davide Viziano, ex Presidente di Genova 2004 Capitale Europea della Cultura e patron di Palazzo Meridiana, consegnerà un premio speciale all’artista sannita Giuseppe Leone per la sua opera di valorizzazione della Campania e del cammeo attraverso la mostra “Il Viaggio” svoltasi a Genova nell’ambito delle iniziative collaterali del Premio.

 

 

La top model Cicelys Zelies madrina del Premio Penisola Sorrentina 2017

 

 

 

###

 

Contatti Stampa:

Il Simposio delle Muse

ilsimposiodellemuse@libero.it

 

 

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti i vincitori del Premio per il Teatro

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti si aggiudicano il Premio per la sezione teatro 2017 della 22a edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Roma, 21 settembre 2017 – Barbara De Rossi e Francesco Branchetti sono i vincitori del ‘Premio per il Teatro’, della ventiduesima edizione del Premio “Penisola Sorrentina” che si svolgerà al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento il 28 ottobre.

Il riconoscimento viene assegnato per l’interpretazione nello spettacolo “Il Bacio” del drammaturgo olandese contemporaneo Ger Thijs , andato in scena la scorsa stagione a Firenze, Bologna, Torino e altre città italiane e ora di nuovo in scena, nei primi mesi del 2018, al Teatro San Babila di Milano, al Teatro dell’Angelo di Roma e in diverse città del sud Italia e isole.

Dopo la tounee a Bologna, Firenze e Torino il riconoscimento arriva alla vigilia della nuova stagione che farà tappa al Teatro dell’Angelo di Roma e al San Babila di Milano.

L’annuncio ufficiale è stato dato nella sala del Consiglio comunale di Piano di Sorrento dal direttore del Premio Mario Esposito, dal sindaco di Piano di Sorrento Vincenzo Iaccarino e dall’Assessore alla cultura Carmela Cilento. Premio riconosciuto tra i grandi eventi di rilievo nazionale della Regione Campania e la cui consegna avverrà il 28 ottobre al Teatro delle Rose.

“Siamo estremamente onorati di ricevere questo premio così prestigioso che in passato hanno ricevuto artisti straordinari e siamo felici di riceverlo per uno spettacolo come Il Bacio che amiamo infinitamente”, è la risposta dei due attori appena raggiunti dalla notizia.

“Il Bacio” di Ger Thijs è  un testo straordinariamente e profondamente  intriso di umanità; è la storia di un incontro tra un uomo e una donna.

Una panchina, un bosco, dei sentieri, due vite segnate dall’infelicità, forse dalla paura ma che, in una sorta di magica “terra di mezzo”, arrivano a sfiorarsi, a toccarsi. Una donna che va alla ricerca del suo destino, un uomo che fa i conti con i suoi fallimenti e con la sua storia.

I nomi di Barbara De Rossi e di Francesco Branchetti  si aggiungono nell’albo d’oro del Premio “Penisola Sorrentina” per il teatro a quelli di Ugo Pagliai, Benedicta Boccoli, Giulio Scarpati, Antonello Avallone, Peppe Barra, Edoardo Sylos Labini e Luca Barbareschi.

Definiti i vincitori della sezione teatro 2017, la giuria è ora all’opera per definire i vincitori delle altre sezioni, che sono dedicate alla musica, alla fiction, alla comunicazione e alla tv.

 

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti, vincitori del Premio del Teatro di Penisola Sorrentina

 

Imparare il Musical: iscrizioni aperte per la Summer Class 2017

Ritorna la Summer Class, V Edizione, per imparare a recitare in un Musical. Dal 28 agosto al 2 settembre 2017 presso il Castello dei Conti Guidi a Poppi (AR)

Roma, 29 marzo 2017 – Sei giovane e ti piacerebbe imparare a recitare in un musical? Giunta alla quinta edizione, ritorna anche quest’anno la Summer Class Musical Weekend, una full-immersion di una settimana nel favoloso mondo del musical con esibizione finale.

L’edizione 2017, curata come sempre da Francesca Cipriani, si terrà al 28 agosto al 2 settembre 2017 presso il Castello dei Conti Guidi (Piazza della Repubblica, 1 – Poppi (Arezzo), è rivolta ad aspiranti giovani interpreti dagli 8 ai 20 anni, e sarà dedicata allo studio di un musical molto noto ed apprezzato da grandi e piccini: la Sirenetta.

Copione, liriche e libretto verranno riadattati da professionisti del calibro di Cinzia Pennesi, Luca Buttiglieri e Denis Biancucci, che guideranno i ragazzi in un denso e gioioso percorso di studio delle parti cantate, danzate e recitate. Culmine della settimana di lavoro sarà lo spettacolo finale, aperto al pubblico, nel quale i ragazzi potranno mostrare le competenze apprese nelle tre discipline.

Perché è stata organizzata la Musical Summer Class Weekend?

Perché in Italia manca un percorso di musical riconosciuto e dedicato specificatamente a bambini e ragazzi, tuttavia nei cartelloni teatrali fioriscono titoli che vedono protagonisti artisti sempre più giovani.
Per colmare questa lacuna, è nato Musical Weekend: un percorso formativo per giovani promettenti che si snoda nell’arco di un anno per approfondire recitazione, canto e danza.

“La Summer Class si può definire uno spin-off estivo del percorso invernale del Musical Weekend”, spiega Francesca Cipriani (www.francescacipriani.net), ideatrice del progetto.

“Ha lo scopo di ricreare atmosfera, competenze e ritmi di apprendimento di una reale sessione di lavoro: la scelta del team docente è quindi fondamentale, come è fondamentale un’accurata selezione degli allievi. Naturalmente non ricerchiamo giovani già pronti all’avviamento professionale, ma ragazzi curiosi, desiderosi di apprendere e che abbiano già avuto qualche contatto con le discipline del musical. Il tutto in un’atmosfera sana, ludica e gioiosa”.

Crescita artistica e personale

Tutti i ragazzi saranno ospitati nella struttura del Castello: la settimana di studio rappresenterà quindi anche un importante momento di condivisione di spazi, tempi e momenti conviviali.

“Siamo convinti che non possa esserci crescita artistica senza una corrispettiva crescita sul piano personale. Rispetto dell’altro, disciplina, puntualità, spirito di squadra, capacità di collaborare con persone di età e con competenze differenti sono infatti elementi imprescindibili per porre le basi di un’attività che in futuro potrebbe diventare anche professionale”.

Un team docente d’eccezione

Tratto distintivo è la scelta di docenti di prim’ordine e nel pieno della carriera, in grado dunque di trasmettere saperi e innovazioni delle più moderne tecniche di musical.

“I nostri coach sono selezionati sulla base della loro professionalità, ma anche della capacità di lavorare con bambini, adolescenti e ragazzi. Nell’edizione 2017, la direzione musicale e il vocal coaching sono affidati a Cinzia Pennesi, Direttrice d’orchestra, compositrice e autrice di molti lavori per il teatro. Cinzia vanta una profonda esperienza nel Teatro musicale ed ha un talento innato nel lavorare con giovani artisti. La recitazione è invece affidata all’esperienza di Luca Buttiglieri, performer in musical di spicco come “Priscilla la regina del deserto”, “La Famiglia Addams”, “Aladin”, “Pippi Calzelunghe”, “Disneylive”. Luca è Team Leader del percorso formativo Musical Weekend.
Durante le giornate di studio i ragazzi potranno avvalersi del maestro ripetitore Denis Biancucci, pianista e direttore musicale per Stage Entertainment, multinazionale leader nel settore dell’intrattenimento dal vivo. Denis suonerà dal vivo anche durante lo spettacolo.

Il Musical 2017

In fondo al mar”, titolo della suite che verrà messa in scena dai ragazzi al termine della Summer Class, racconta la storia di Ariel, una sirena insoddisfatta della propria vita e desiderosa di conoscere il mondo degli umani. Assieme al suo migliore amico, il pesce Flounder, Ariel visita il gabbiano Scuttle, che le offre una conoscenza decisamente sommaria della cultura umana. Ignorando gli avvertimenti del padre Re Tritone e del consigliere Sebastian sui rischi del contatto con il mondo umano, l’adolescente e ribelle Ariel sceglie di affiorare in superficie e diventare lei stessa un’umana.

Sarà la perfida Ursula, strega del mare e acerrima nemica di re Tritone, ad aiutarla nell’impresa, ma presto i suoi obiettivi si riveleranno ben altri.

“L’ambientazione e i personaggi della storia di Ariel, umani, ma anche oggetti ed animali del mare, offrono spunti particolarmente stimolanti per ragazzi di tutte le età. L’apertura della Summer Class Musical Weekend ad una fascia ampia di età, dagli 8 ai 20 anni, è tesa a far sì che sia i bambini sia i ragazzi possano trovare spazio di crescita e gratificazione, imparando e prendendo spunto l’uno dall’altro”.

L’accesso avviene previa selezione e per candidarsi bisogna inviare due foto, con la propria biografia alla mail info@francescacipriani.net.

Per maggiori informazioni sul corso e gli organizzatori visitare il sito internet www.francescacipriani.net.

 

###

 

RIVOLTO A BAMBINI E RAGAZZI PROVENIENTI DA TUTT’ITALIA

Da Hollywood a Roma il Corso “Chubbuk” con le Tecniche di Recitazione degli Attori di Successo

Roma, 15 febbraio 2016 – Di cosa ha bisogno e cosa deve fare un’attore per avere successo oggi? La risposta verrà dalla 2 giorni di corso di recitazione full immersion nel mondo della recitazione previsti dal workshop “Tecnica Chubbuck“, incentrato completamente sul lavoro dell’attore, che si terrà a Roma il 20 e 21 febbraio prossimi.

Una tecnica pratica e veloce, quella dello Chubbuck, che fornisce strumenti indispensabili per ottenere il successo nel mondo della recitazione.

Un workshop pratico di “Tecnica Chubbuck” di circa 16 ore, che prevede un lavoro intensivo in cui ogni partecipante apprenderà:

– Come costruire un monologo potente ed efficace tramite l’utilizzo dei 12 strumenti della ‘Tecnica Chubbuck’.

– Come realizzare self tape professionali, potenti ed efficaci da inviare alle produzioni ed ai casting directors.

– Come costruire un curriculum professionale e di successo da inviare alle produzioni ed ai casting directors.

– Come realizzare foto professionali e/o book da poter inviare alle produzioni ed ai casting directors senza ingenti investimenti economici.

– Come riuscire a trovare un’Agenzia che possa rappresentare l’artista in modo serio e professionale.

– Come spingere e sollecitare la propria Agenzia a promuovervi efficacemente.

– Come posizionare la propria immagine e come evitare danni d’immagine e/o professionali presenti e futuri che potrebbero compromettere la carriera artistica.

– Come riposizionare la propria immagine in caso di danneggiamento.

Patrizia de Santis è l’unica insegnante italiana alla quale è stata riconosciuta in America la certificazione ufficiale d’insegnante presso “Ivana Chubbuck Studios di Hollywood L.A.  dopo un lungo ed intenso ‘Teacher Training’ con Ivana Chubbuck in persona.

Durante il workshop Patrizia de Santis fornirà una formazione indispensabile a tutti gli attori che desiderino intraprendere una carriera seria, di successo e soprattutto di respiro internazionale.

Il corso si terrà il 20 e 21 febbraio presso la Playhouse in Via Polia 44/46 a Roma, sono disponibili solo 16 posti e solo 2 dei talent della Play House, potranno usufruire di uno sconto del 20% sulla quota.

Gli uditori potranno invece partecipare in numero illimitato con un costo per assistere come solo uditore di € 50.

Per ulteriori informazioni sul corso ci si può rivolgere alla Play House di Roma alla mail info@playhouseroma.it o al tel. 346 2102597.


###

Per interviste e contatti:

info@playhouseroma.it

tel. 346 2102597

Exit mobile version