Nasce Epictour, l’App per sfidarsi sul patrimonio culturale italiano e vincere viaggi

L’App, per Apple e Android, sfida a scalare la classifica attraverso quesiti, prove creative fotografiche e geolocalizzate, mettendo in palio epici viaggi…

Bologna, 18 maggio 2018 – In quante contrade è divisa Siena? In quale regione si trova il borgo di Gromo? Quale paese ospita il Volo dell’Angelo? Sono alcune delle domande presenti nell’App EpicTourun gioco limpido e libero, un quiz semplice nei meccanismi ma al contempo creativo e approfondito nei contenuti.

Più di 2000 le domande di vario genere e livello che andranno ad abbracciare il patrimonio artistico, storico e culturale italiano. Non ci sono solo domande a risposta aperta o multipla ma anche 300 prove creative fotografiche nelle quali entrerà in gioco la parte artistica dei giocatori e 400 sfide geolocalizzate presso zone monumentali, castelli e centri storici.

Viene chiesto per esempio di fare un selfie con la stessa espressione che aveva Alessandro Volta quando ha inventato la pila o di scrivere su un foglio, e poi fotografarlo, quale tipo di pittura suscita personalmente maggior stupore.

Epictour permette ai giocatori di misurare e “stimolare” la propria sensibilità per il bello che li circonda, in tutte le sue forme mettendo nel contempo in palio due viaggi epici per due persone ciascuno. 

Lo smartphone e la tecnologia della geolocalizzazione divengono dunque strumenti imprescindibili per apprezzare i monumenti e la cultura di cui possiamo godere in ogni città d’Italia, ma anche per coltivare la propria cultura e creatività da qualsiasi luogo ci si connetta, anche da casa propria.

I giocatori di EpicTour hanno voglia di mettersi alla prova, non hanno fretta, se non di testare le proprie conoscenze, ed affinare le proprie abilità, divertendosi. Sanno di partecipare ad una vera e propria futuristica caccia al tesoro nella quale si possono vincere splendidi viaggi.

«Lo scopo iniziale» – racconta Emiliano Neri, tra gli ideatori del progetto, skipper e vigile del fuoco volontario – «era di creare un gioco, che avrebbe avuto un rilievo anche a livello internazionale. Incredibilmente l’Italia possiede circa la metà del patrimonio artistico culturale mondiale, è quindi il luogo ideale per il lancio di EpicTour. La civiltà italica ha una storia importantissima che rischia di essere dimenticata, travolta dai ritmi che il tempo che viviamo ci impone e che potrebbe minarne le radici. Con EpicTour abbiamo la presunzione e la speranza di dare un piccolo contributo per difendere la nostra ricchezza culturale».

«Abbiamo l’obiettivo di coinvolgere un grande numero di italiani», prosegue l’altra mente del progetto Bruno Taglione – speaker radiofonico e amante della storia medievale – «per poi esportare EpicTour in tutti gli altri stati e continenti, fino a quando non diverrà un gioco globale che potrà dar vita ad una comunità consapevole e partecipe dell’ambiente che la circonda. In questa ottica di globalità, noi creatori di EpicTour abbiamo deciso di premiare il vincitore facendogli scoprire il resto del mondo. Per questo concorso inaugurale il viaggio in palio è un tour di 11 giorni nella mistica India del Nord».

EpicTour affronta molto eticamente il trattamento dei dati personali degli utenti, avvalendosi dell’utilizzo di geolocalizzazioni dinamiche all’interno del gioco e non conservando dati personali sensibili, se non per gli adempimenti di legge. Nonostante la tendenza odierna a conservare i dati sensibili per poi rivenderli, gli utenti EpicTour non avranno preoccupazioni riguardo alla sicurezza della loro privacy e potranno così godersi questo “epico viaggio” attorno alle bellezze del loro paese, senza alcun pensiero.

EpicTour è disponibile sia nelle versioni iOS e Android al costo di 1,19 euro, ma è possibile provare gratuitamente l’applicazione prima di decidere se continuare a giocare e partecipare al concorso.

Una volta acquistata l’applicazione EpicTour l’utente potrà giocare senza che gli venga richiesto o addebitato nessun costo per tutta la durata del concorso.

Per maggiori informazioni è disponibile il sito internet www.epictourapp.com mentre per leggere il regolamento del concorso basta visitare la pagina www.epictourapp.com/regolamento.

 

 

###

 

Ufficio stampa

Emiliano Neri

Tel. 320 0888414

emiliano@epictourapp.com

info@epictourapp.com

sito web: www.epictourapp.com

 

 

Cyber bullismo: arriva Olly, l’App per confidarsi tra amici di scuola

Milano, 7 febbraio 2018 – Contro il cyber bullismo arriva Olly,  l’App per confidarsi e scambiarsi complimenti e segreti, tra amici e compagni di scuola. L’App è disponibile da oggi, in occasion della Giornata Contro il Bullismo, sia su AppStore che PlayStore ed è stata pensata da due giovani studenti milanesi, con l’aiuto dei genitori, per aiutare gli amici ed i compagni di scuola vittime del bullismo.

Nello specifico Olly (www.playolly.com) è un gioco per teen-ager, divertente e positivo: rispondendo a simpatiche domande si possono fare complimenti e confessare agli amici cosa si pensa di loro e che magari non si aveva il coraggio di dire a voce.

E’ un po’ come il gioco della verità, con la differenza che le domande a cui si deve rispondere sono sempre positive e le nostre risposte sono sempre anonime.

Olly è un’App che va controtendenza, perché invece di semplificare la pubblicazione e la diffusione di messaggi negativi e a volte cattivi, amplificati dai “mi piace”, dai dati sulle visualizzazioni e dalle condivisioni, con Olly si può scegliere di rispondere a domande positive e regalare Olly Coin ai nostri amici.

Con gli Olly Coin poi si ha un mezzo per aumentare l’autostima di chi gioca, al contrario dei Social Network che a volte, quando usati scorrettamente, aumentano la frustrazione e il senso di inadeguatezza.

Giocando a Olly un ragazzo potrà scoprire cosa pensano di lui i compagni scuola, se lo ritengono simpatico, divertente o se pensano che si veste in modo cool e se sa ballare la Papu Dance.

I primi 100 ragazzi tra i 12 e i 16 anni che hanno provato finora l’App l’hanno promossa a pieni voti.

Per scaricare l’applicazione basta andare su http://scarica.playolly.com e d è già partito il passaparola che sta diffondendo Olly ta i ragazzi di molte classi e battere il cyber bullismo anche grazie ad un’App.

Arriva Olly, l’App per battere il cyber bullismo, aiutando i ragazzi a confidarsi tra loro

Ferrara, arriva l’App per visitare le Delizie Estensi

Arriva l’App per smartphone che permette la visita delle Delizie Estensi di Ferrara

Ferrara, 15 novembre 2017 – Il territorio provinciale ferrarese ha da oggi uno strumento nuovo e coinvolgente che racconta le bellezze artistiche e architettoniche realizzate in epoca estense: le Delizie Estensi. Si tratta di un’App che turisti, visitatori o semplici curiosi della storia e del patrimonio storico ferrarese, possono scaricare gratuitamente sul proprio smartphone o tablet.

L’App “Le Delizie estensi” è realizzata dalla Provincia di Ferrara in collaborazione con Le Immagini Ferrara, agenzia di comunicazione e Paramecio Studio

Il paesaggio culturale estense è dal 1999 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco per la vasta area dell’antico delta del Po in cui furono costruite dagli Estensi le dimore extraurbane chiamate Delizie.

Il territorio si caratterizza sia per la bellezza dei singoli monumenti che per l’insieme significativo e coerente di un ambiente pianificato nel Rinascimento dove, in una maniera ancora oggi perfettamente leggibile, è possibile godere di un paesaggio naturale in cui si inseriscono le emergenze monumentali estensi.

L’applicazione realizzata racconta tutto questo, in un viaggio attraverso il paesaggio culturale ferrarese rinascimentale, con le sue dimore da diporto, le Delizie appunto, i giardini, le leggende e i misteri.

Grazie all’App è possibile:

  • entrare nelle stanze dei Duchi d’Este,
  • ascoltare le storie con audioguida,
  • leggere le curiosità ed esplorare le dimore attraverso video dall’alto e foto navigabili a 360°.
  • Inoltre sono stati inseriti anche giochi interattivi e quiz per divertire il visitatore
  • informazioni geo-localizzate per accompagnarlo nell’esplorazione del territorio.

Un video per immaginare la vita a castello

L’App si apre con un video che rievoca le atmosfere di epoca rinascimentale, ambientato nel Castello di Ferrara. I figuranti del Palio Estense, nei loro magnifici abiti di scena, hanno interpretato i duchi d’Este, ricreando magicamente le atmosfere di un’epoca di fasti rinascimentali.

Altra particolarità sono le immagini a realtà aumentata presenti nella gallery, che permettono di scoprire come dovevano apparire gli ambienti di alcune Delizie all’epoca dei duchi d’Este.

Una guida portatile in 4 lingue

Questa guida portatile, da tenere sempre in tasca, è gratuita e scaricabile da App Store o Google Play in qualunque momento. Una volta scaricata non è più necessaria la connessione internet per godere delle storie e delle curiosità che contiene, basta aprirla e scegliere la Delizia che si vuole visitare, selezionando la lingua (italiano, tedesco, inglese e francese) in cui si ascolterà l’audio-guida o si leggeranno i testi.

 

Arriva SafeBag24, l’App per rintracciare i bagagli persi

Milano, 17 luglio 2017 – A partire da oggi 17 luglio sarà lanciata al grande pubblico l’App SafeBag24.

Grazie a questa innovativa App i viaggiatori aeroportuali potranno avere la tracciatura in real time del proprio bagaglio ed essere in contatto, 24 ore su 24, con i customer care di oltre 2200 aeroporti internazionali grazie all’infrastruttura telefonica VoIP implementata da TelcaVoIP International.

L’App sarà naturalmente disponibile sie per i sistemi Android che IOS, ed è prevista oltretutto una importante campagna pubblicitaria sui network del gruppo Mediaset per far conoscere l’App a tutti e viaggiatori.

Per permettere all’App di rintracciare i bagagli viene sfruttata la tecnologia della TelcaVoIP International, azienda dal Dna italiano leader in Europa per le telecomunicazioni VoIP, garantisce ai viaggiatori la rintracciabilità dei propri bagagli aeroportuali su oltre 2200 aeroporti internazionali grazie alla partnership con SafeBag24.

TelcaVoIP International ha terminato l’implementazione completa delle telecomunicazioni IP VoIP per il gruppo Safe-Bag e le innovative soluzioni IP VoIP proposte da TelcaVoIP International (www.telcavoip.net) garantiranno al gruppo Safe-Bag assoluta scalabilità dei sistemi, qualità nelle telecomunicazioni, un disaster recovery real-time, ed un abbattimento dei costi pari al 85% rispetto alle tradizionali soluzioni di comunicazione.

 

Un anno di vita per FiscalGregan, l’app delle scadenze fiscali per commercialisti

Roma, 27 marzo 2017 – Ha compiuto un anno di vita l’App gratuita FiscalGregan, presente su piattaforma IOS e Android, che permette di restare sempre aggiornato su scadenze fiscali, lavoro e finanziamenti.

Per non impazzire ogni volta con le scadenze fiscali l’App di Fiscal Gregan garantisce al commercialista, ed ai suoi clienti, la lista aggiornata delle principali scadenze fiscali, previdenziali e finanziamenti.

Le scadenze, attualmente oltre 300, potranno possono essere visualizzate tramite una vista ad agenda o da un comodo calendario.

Il professionista potrà interagire con i propri clienti creando scadenze personalizzate o inviando messaggi diretti per una rapida comunicazione.

Dopo il primo periodo di rodaggio l’App è stata scaricata da oltre 2.000 utilizzatori.

FiscalGregan oltre a tenere aggiornati gli utilizzatori sulle scadenze, permette anche l’invio di messaggi tra i vari utilizzatori e le comunicazioni da parte dei propri consulenti.

I commercialisti possono inoltre utilizzare FiscalGregan tramite piattaforma web trasformando così l’App anche in un importante strumento di gestione dello studio professionale.

FiscalGregan è distribuita gratuitamente da AIACE (Associazione Italiana Assistenza Consumatore Europeo) ed è sviluppata da Rainbow srsl, che ha sviluppato l’apprezzata piattaforma web per protocollazione, documentale e analisi di anomalie bancarie.

Per ulteriori informazioni sul servizio si può visitare il sito internet www.fiscalgregan.it oppure scaricare direttamente l’app da Appstore o Google Play Store.

 

Scadenze fiscali: su Appstore FiscalGregan, l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

 

Scadenze fiscali: su Google Play Store FiscalGregan, l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

     

 

 

###

 

Contatti stampa:

info@aiaceweb.it

 

 

Scadenze fiscali, FiscalGregan è l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

Vi sono due startupper italiani dietro RipCemetery, l’App per ricordare i cari scomparsi

Ferrara, 16 gennaio 2016 – Vi sono 2 giovani italiani dietro RipCemetery, l’App che sta rivoluzionando il modo di ricordare e commemorare i propri cari scomparsi, portandoli sempre con sé, nel cellulare.

L’ App, che sta facendosi pian piano conoscere in tutto il mondo, vuole essere un modo nuovo e social per ricordare i propri defunti, siano persone o animali, e per tenere con sé i propri riferimenti religiosi, potendosi rapportare virtualmente con loro con un fiore, un post-Rip, con una dedica, un messaggio o una foto.

COME FUNZIONA L’APP DI RIPCEMETERY

Una volta scaricata l’applicazione gratuita, sia da Apple Store che Google Playstore, si possono creare le pagine dei nostri cari, con texture di fondo e cornici ove inserire le foto, per la maggior parte gratuite, così come saranno a disposizione tutta una serie gratuita di fiori e modelli di post-Rip che si potranno deporre sulla pagina.

Tramite l’App si potranno ricordare anche gli anniversari delle scomparse, le ricorrenze di episodi vissuti insieme, compleanni, onomastici e tutto ciò che interiormente ci connette al nostro caro defunto.

Fondamentale la possibilità di condividere il proprio stato d’animo con gli amici in Facebook, perché anch’essi potrebbero avere il piacere di partecipare insieme a voi nel ricordo, oppure potete conservare il tutto in modo privato.

Tramite l’app si ha poi la possibilità di venire a conoscere se qualcuno ha visitato i nostri cari, avvisandoci, cosa che non può avvenire per i cimiteri reali ad esempio.

Se poi per i propri cari è stata scelta la via della cremazione, con ceneri raccolte o sparse, e quindi manca una vera e propria collocazione fisica ove potersi recare, il vostro RipCemetery diventa ancora più utile e necessaria per gestire la commemorazione dei propri cari.

Un utile tutorial accompagnerà i vostri primi passi, e dopo pochi giorni con RipCemetery vi sentirete sempre più vicini a coloro che avete amato.

I giovani fondatori aggiornano l’App costantemente, e cosa da non sottovalutare è che l’App di RipCemetery non prevede alcun tipo di  pubblicità, ma solo il massimo riserbo, silenzio e discrezione.

 

I 2 GIOVANI STARTUPPER DIETRO RIPCEMETERY

 

Dietro RipCemetery vi sono 2 giovani startupper, Jacopo Vitali e Gianluca Tomasi,

Tutto nacque alcuni anni fa quando Jacopo Vitali, oggi 39 anni, comicniò ad avere i primi successi come grafico dopo aver realizzato graficamente in Second Life la famosa città “La Cittadella” (http://moolto.ning.com/video/la-cittadella) e dopo aver realizzato per Magnolia, società produttrice dell’ Isola dei Famosi per la RAI, l’Isola dei Famosi in Second Life per trasmetterla in parallelo con la reale (http://moolto.ning.com/video/isola-dei-famosi)

Yusuf Xue unitamente ad un suo giovane amico pilota di elicotteri italiano con nickname Maxes Loon ebbe altresì l’idea di realizzare il Facebook di Second Life con il nome di Moolto visibile in: www.moolto.com

Nel 2012 a Jacopo Vitali scomparse per un incidente in moto il più giovane cuginetto Alessio Vitali, di soli 17 anni, e quando gli zii scelsero la strada della cremazione del loro figlio, e Jacopo si pose l’interrogativo: “Ma quando io vorrò andare a trovare mio cugino come farò? “.

Da questa domanda scattò nella mente l’idea della nuova app RipCemetery, ma Jacopo è un grafico ed aveva la necessità di agganciare qualcuno che credesse nell’idea ed in grado di occuparsi della parte informatica per la costruzione della app a livello di social. Ebbe così la fortuna di incontrare Gianluca Tomasi di soli 20 anni e studente al Politecnico di Milano, che nel 2012 conquistò la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Informatica.

Con grande entusiasmo insieme si misero subito al lavoro, coscienti unicamente delle loro capacità e senza le possibilità economiche che normalmente necessiterebbero per la creazione di un social dalle proiezioni planetarie, resistendo alla tentazione di espatriare e seguendo la strada di tanti giovani italiani, rimanendo nel loro piccolo paese di Comacchio in provincia di Ferrara.

Capivano che la materia era delicatissima, e mentre sviluppavano il progetto, fecero un sondaggio sul web a livello internazionale e con grande sorpresa registrarono oltre 2000 recensioni in tutto il mondo, realizzando che le potenzialità c’erano: il tema era sentito, ed il ricordo dei propri cari defunti doveva entrare nel web in forma di social, per le persone e anche per gli animali.

Leggevano nel frattempo che Facebook aveva il grosso problema della esistenza di oltre 30 milioni di profili aperti di persone scomparse, e non era proprio il massimo per un social di rapporti fra vivi, e tantomeno poteva Facebook diventare un giornale di necrologi: per questo era necessario un social dedicato al tema.

Registravano altresì l’esponenziale tendenza mondiale della scelta della cremazione, che in alcuni paesi tipo Giappone e Svizzera rasentano il 100%, e gli studi prevedevano che nel successivo ventennio i tradizionali cimiteri non avrebbero avuto più ragione di esistere.

Un incoraggiamento lo ricevettero anche dalla intervista che Radio Vaticano volle fare loro in diretta apprezzando la modernità dell’idea, ed altri segnali venivano da diverse emittenti televisive internazionali cominciarono ad invitarli per sapere della loro idea.

Jacopo e Gianluca nel frattempo hanno continuato a sperimentare l’app ed hanno ottenuto la condivisione in Facebook.

Dopo aver terminato la prima fase i ragazzi sfornano un video per promuovere l’app un bel filmato in cui Jacopo è l’attore:                                                                                                                                                                                                                                                                                              https://www.youtube.com/watch?v=qGBUpKZnKUw e oggi tutti possono scaricare gratuitamente l’app RipCemetery sia per IOS che ANDROID.

Mentre il mondo intero conoscerà presto questo nuovo social dedicato ai cari scomparsi, Jacopo e Gianluca sono impegnatissimi all’aggiornamento continuo dell’app, con nuove funzioni in arrivo, delle quali non vogliono anticipare nulla, ma che potranno risolvere il problema della presenza su Facebook di profili di persone defunte, oltre ad una ulteriore funzione “top secret” che promettono di svelare presto al pubblico..

 

 

 

###

 

Contatti:

info@ripcemetery.com

 

 

 

 

Emergenza Terrorismo: Arriva BékeApp, per la Difesa Contro gli Attentati e le Calamità

Roma, 11 gennaio 2016 – In seguito agli attentati di Parigi molte persone hanno rinunciato a vivere la propria vita come di consueto o, pur continuando a seguire la routine quotidiana, hanno iniziato ad avere maggiori preoccupazioni ed apprensione sulla sicurezza collettiva.

Da questa comune sensazione è nata l’idea di Békeapp, un’app per smartphone e tablet in grado di avvisarci in tempo reale se noi o i nostri cari ci troviamo in una situazione di pericolo.

In base ai colori della mappa si sarà in grado di controllare se la zona dove si sta andando è a rischio e si potrà verificare all’istante se i propri cari si trovano in zone di pericolo o meno.

La parola ungherese “Békesignifica “Pace”, che vuole essere un po’ lo scopo dell’app. Grazie ad essa infatti l’utente potrà sentirsi più al sicuro, avere la situazione sotto controllo e di conseguenza vivere in “pace” e tranquillità i propri spostamenti ed abitudini quotidiane.

Békeapp fornisce anche notizie di prima mano riguardanti spettacoli, mostre, concerti, musei e gli eventi a cui si potrebbe essere interessati.

Lo staff italiano che ha ideato questo progetto ha lanciato una campagna di raccolta fondi sul sito statunitense Kickstarter per realizzare l’applicazione a cui tutti potranno contribuire in cambio di riconoscimenti e regali esclusivi.

###

 

Per interviste e maggiori informazioni:

https://www.kickstarter.com/projects/462224056/bekeapp

bekeapp@gmail.com

Exit mobile version