Le riflessioni del Manzoni su guerra e pestilenze: quando la mente si lascia vincere da presunzione e stoltezza

0

Roma, 12 giugno 2020 – È stato pubblicato lo studio che si propone di analizzare “I promessi sposi“, il capolavoro manzoniano, che tratta un punto di vista particolare: la presenza di quel che di peggio esiste nel mondo, di quel male che nella storia assume diverse forme. Quasi un quadro apocalittico, a livello civile, morale, esistenziale.

L’opera, dal titolo “Guerra carestia peste con i Frati Cappuccini nell’opera manzoniana“, elaborata dal Prof. Francesco Di Ciaccia, docente presso l’Università Statale di Milano, al Dipartimento di Filologia moderna, ed esperto dell’opera manzoniana,  accosta successivamente le tre tematiche ricordate nel titolo: la guerra, la carestia e la peste, cogliendo quanto di queste realtà sia imputabile alla mente umana quando non sia sorretta dalla fede, e si lasci vincere dalla malattia del volere, dalla presunzione e dalla stoltezza.

Parlare di distruzioni e massacri, parlare dei morsi della fame e dell’inedia generalizzate, parlare di patimenti con lo spettro di pandemie che prostrano il tessuto sociale non significa altro che parlare dell’umanità.

Raccontare la storia universale. Ma non è tutto. Se fosse solo questo, sarebbe quasi un bel vivere. Si deve anche parlare di offuscamento dell’intelletto, si deve anche dire del dominio dell’“opinione” sulla ragione.

La coscienza ne resta stordita. E si affollano i pregiudizi, si addensano le paure, si scatenano ingiustizie. Tutto ciò, ho detto, non è romanzo. O meglio: è romanzo. Ma romanzo così desolante, che è realtà storica: avvenimenti nel tempo e nello spazio.

Tutto questo è nell’opera di maggior successo di Alessandro Manzoni.
Però, nella storia c’è anche la consolazione di contro alla disperazione, c’è anche il dono di contro alla rapina, c’è anche la difesa del giusto e del debole di contro alla sopraffazione e all’angheria, e c’è l’amore, che cura, di contro all’incuria.

E questo è romanzo. O meglio: non è romanzo.

È romanzo così verosimile, che anch’esso diventa realtà.

Si tratta, per dirlo con un titolo, de “I promessi sposi”, con l’Appendice della Storia della Colonna infame.

Certo, nel libricino che io presento c’è anche dell’altro. C’è studio critico, c’è indagine storica, c’è qualche osservazione addirittura filosofica, se non proprio teologica, e c’è molta storia dei frati minori cappuccini nel loro servizio, diventato addirittura ufficiale, pubblico, socio-civile, nella società europea Cinque-Seicentesca, alla popolazione strapazzata dalla pandemia” spiega il Prof. Di Ciaccia.

Si tratta dunque di un libricino, sì, ma abbastanza variegato da prendere in considerazione, ad esempio, anche i rapporti di Alessandro Manzoni con le istanze risorgimentali dell’Italia, la sua posizione nei confronti del potere temporale del papato.

Ma c’è anche spazio per immersioni esistenziali nel romanzo e fuori dal romanzo, per stralci biografici e storici su personaggi ed episodi, nel romanzo e fuori dal romanzo, come la cantonata della cannonata in un cantone di Milano, in quel di Monforte, il 9 maggio 1898. In pratica c’è da leggere e c’è da tralasciare. Tutto dipende dai gusti, dal tempo e soprattutto dalla curiosità“, conclude il Prof. Francesco Di Ciaccia.

Gli interessati possono trovare l’opera “Guerra carestia peste con i Frati Cappuccini nell’opera manzoniana”, Edizioni Biblioteca Francescana (549 pagine 549 + 64 illustrazioni f.t., in b/n e a colori, € 34,00 (I.C.), ISBN 978-88-7962-335-3) in 2 modi:

1. Chiedendola a Edizioni Biblioteca Francescana, Piazza Sant’Angelo, 2, 20121 Milano (MI), tel./fax: +39-02.29002736 e-mail: info@bibliotecafrancescana.it

2. Cercandola direttamente nei vari store online: https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&q=guerra+carestia+peste.+con+i+frati+cappuccini+nell%27opera+manzoniana, o acquistandola direttamente tramite l’ecommerce della Eidizioni Biblioteca Francescana, alla pagina web http://edizioni.bibliotecafrancescana.it/it/centro-studi-cappuccini-lombardi-nuova-serie/357-guerra-carestia-peste-con-i-frati-cappuccini-nellopera-manzoniana.html.

 

 

###

 

Per interviste e informazioni:

Tel: 02.29002736

E-mail: info@bibliotecafrancescana.it

 

 

 

guerra-carestia-peste-con-i-frati-cappuccini-nell' opera-manzoniana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

About Author

Ordinario liceale di lingua e letteratura italiana e latina, incaricato di filosofia ai Corsi propedeutici per l’Università, professore a contratto presso il Dipartimento di filologia moderna dell’Università degli studi di Milano, collaboratore alla cattedra di storia del cristianesimo dell’Università degli studi di Milano, giornalista pubblicista, direttore di Collane editoriali, editor di opere manoscritte federico-borromaiche, traduttore di scritti latini cinque-seicenteschi. Ha ricevuto, tra gli altri Premi in danaro per la saggistica, il «Nazareno» (Roma 1989), il «Minturnae-P. Fedele» (Minturno 1990), il «Giovanni Gronchi» (Pontedera 1990), i Premi della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la saggistica (1988) e per la narrativa (2000). Laureato in filosofia e abilitato agli insegnamenti, tra gli altri, di storia e filosofia e di italiano e latino per i Licei, è scrittore, saggista e critico letterario.

Comments are closed.