United Colors Of Photography 2022, ritorna il Festival Nazionale della Fotografia

10° Festival Nazionale della Fotografia – United Colors Of Photography – UCOP 2022 – www.ucop.it

Roseto degli Abruzzi, 4 luglio 2022 – Dal 6 al 9 ottobre prossimi prenderà il via il 10° Festival Nazionale della FotografiaUnited Colors Of Photography, presso l’Hotel Bellavista di Roseto degli Abruzzi (Lungomare Trento 75).

L’evento si terrà con l’alto patrocinio della Regione Abruzzo, e il patrocinio della Provincia di Teramo e del Comune di Roseto degli Abruzzi.

La 10a edizione di uno degli eventi fotografici più importanti d’Italia, giunge così  all’importante traguardo della decima edizione.

Un traguardo tagliato con fatica visto che la pandemia del Covid-19 ha di fatto bloccato tante iniziative e UCOP non è stata certo risparmiata.

Comunque sia la 10a edizione si preannuncia più ricca e completa del solito, con un programma denso di speciali attività e ospiti di fama mondiale.

Quattro giorni davvero intensi, che appagheranno largamente le aspettative degli appassionati di fotografia e, quest’anno grande novità, anche gli appassionati di pittura e scultura.

Nel ricchissimo programma, che è possibile trovare nel sito ufficiale www.ucop.it, si trovano  workshop davvero interessanti e unici, che si susseguiranno a ritmo incalzante nei 4 giorni dell’eventi.

Gradito ritorno di un grande fotografo italiano, Saro Di Bartolo, che tre l’altro ha voluto fortemente, per conto della Besharat Art Fundation tramite il progetto “Art in the Schools” di cui è ambassador, donare alle scuole rosetane una mostra permanente di opere fotografiche sue e di Simon Lister, anch’egli fotografo di fama mondiale.

Saro Di Bartolo espone le sue opere per la Besharat Art Fundation anche a fianco di Steve McCurry, David Lazar e Hartmut Schwarzbach.

Davvero un dono molto importante e apprezzato che è stato attuato solo in pochissimi istituti italiani e nel mondo. Tale mostra di 60 opere sarà esposta anche durante la manifestazione.

Saro Di Bartolo è un fotografo d’eccezione, autore di numerosi reportage in tutto il mondo tra cui spicca una delle sue ultime produzioni “Bangladesh”. È stato inoltre traduttore ufficiale a fianco di personaggi del calibro di Christian Barnard, George Bush, Mikhail Gorbaciov, Henry Kissinger, Javier Perez de Cuellar, Sting e tantissimi altri.

Le sue immagini si distinguono per il valore compositivo, lo scrupolo nella ricerca dell’inquadratura migliore, la cura di ogni dettaglio. Nel corso dei suoi viaggi ha raccolto un ricco patrimonio d’immagini, frutto d’intuizione e sensibilità. Quando la fotografia raggiunge tali livelli, diventa pura espressione artistica.

Una performance insolita e di forte impatto emotivo, sarà presentata dal fotografo napoletano Enzo Truppo e dall’artista scultore e pittore Alessandro Flaminio, anch’esso partenopeo.

Truppo fa del suo lavoro una vera e propria ricerca antropologica, scavando in profondità alla ricerca della bellezza. Attraversa la sfera umana, dedicando la sua attenzione a quella parte più intima e pura celata dietro l’apparenza. Per Enzo la fotografia è un continuo viaggio di luce attraverso le ombre.

Il maestro Alessandro Flaminio è uno dei nomi di spicco tra gli artisti contemporanei, attivo nella realizzazione di opere d’arte che spaziano dalla pittura alla scultura, finanche ai gioielli.

Dal connubio tra i due artisti scaturisce una performance nella quale la figura umana si amalgama con la pittura e la scultura attraverso pose, movimenti di danza e musica sapientemente miscelati e modellati dalla luce, il cui risultato finale è racchiuso in uno scatto fotografico potente e armonioso.

Altri relatori della quattro giorni fotografica:

  • Giovanni Albani Lattanzi: fotografia di paesaggio con uscita a Campotosto e post-produzione Landscapes.
  • Emanuele Brizioli: Fotografia Astronomica teorica e pratica.
  • Francesco Pierini: Fotografia di Hiking nei calanchi rosetani al tramonto e in spiaggia all’alba.
  • Marcello Machelli: Fotografia di Still-Life.
  • Domenico Addotta e Paolo Pettigiani: Fotografia all’infrarosso.
  • Betty Colombo e Rory Cappelli: Fotogiornalismo oggi.
  • Ivan D’Antonio: Movie Production.
  • Alessandro Trovati (Canon Ambassador): Fotografia Sportiva, con la partecipazione della ASD Scuola Karate Italia Hombu Dojo di Mosciano S. Angelo.
  • Raffaele Ingegno: Fotografia di Ritratto in studio e in esterno.
  • Marco Cimorosi: Urban Photography.
  • Francesco De Marco: Food Photography.
  • Simone Durante: Video Making.
  • Giovanni Giuliani: Architetture Photography.

Per tutte e quattro le giornate, su prenotazione, sarà prevista la lettura portfolio a cura di Enzo Maniccia.

All’interno della manifestazione ci saranno esposizioni personali e collettive di Fotografia, Pittura e Scultura:

  • Spiritum, di Enzo Truppo e Alessandro Flaminio (fotografia e scultura).
  • Sisters, di Saro Di Bartolo.
  • Faces of Innocence, di Saro di Bartolo e Simon Lister.
  • L’Anima del Corpo, di Betty Colombo.
  • Reinassance, di Raffaele Ingegno.
  • Guardo, Osservo, Scatto… quindi sono, di Giovanni Giuliani.
  • Urban, di Marco Cimorosi.
  • Contrasti Radioattivi, di Paolo Laddomada.
  • Urban Infrared, di Domenico Addotta.
  • Infraland, di Paolo Pettigiani.
  • Lanscape Visions, di Domenico Addotta.
  • Common People, di Gaetano La Rocca.
  • Particolori, di Fabrizio Bonatti.
  • Il mondo sul palcoscenico del Salotto di Milano, di Ennio Vicario.
  • Paesaggi Alternativi, di Giovanni Albani Lattanzi.
  • Mostra fotografica collettiva.
  • Mostre di Pittura di:
  • Luciano Astolfi, Lucio Monaco, Roberto Di Giandomenico.
  • Mostra di Pittura collettiva.

Durante la cena di gala di sabato 9, saranno presentati gli ospiti e premiati i vincitori del contest legato alla fotografia di paesaggio. Saranno presentati sei libri fotografici.

Sarà possibile testare numerose attrezzature fotografiche e accessori tra cui molte novità messe a disposizione da Canon Italia, Universo foto, Toscana Foto Service e Simon Service.

La kermesse fotografica aprirà i battenti giovedì 6 ottobre e terminerà domenica 9 ottobre.

L’evento è gratuito ed aperto a tutti. Solo alcuni workshop necessiteranno di prenotazione.

Per informazioni, prenotazioni e programma: www.ucop.it

Scarica il Press-Kit: https://www.ucop.it/wp-content/uploads/2022/07/PRESS-KIT.zip

Taxi: arriva l’App per le recensioni di tassisti e NCC

Roma, 27 giugno 2022 – Quante volte abbiamo avuto a che fare con un tassista che non ha soddisfatto le nostre esigenze?

Qualche disguido con un autista o compagnia di noleggio con conducente, i cosiddetti NCC, è capitato a tutti: prezzi esorbitanti, strade sbagliate, strade allungate appositamente o per sbaglio, disservizi vari, conducente poco cortese o peggio ancora maleducato.

Gli incidenti con i tassisti sbagliati sono all’ordine del giorno, ma le cose per fortuna stanno per cambiare.

A breve gli utenti dei taxi e degli NCC italiani  infatti avranno un’arma in più per difendersi dai disservizi di tassisti e NCC, grazie a Taxi Advisor, un’App che ci aiuterà ad individuare un taxi, o un’impresa di trasporti NCC a cui affidarci, grazie alle recensioni degli altri utenti.

Tutti potranno così accedere alle opinioni ed esperienze di altri utenti di taxi e NCC utilizzati, con la  possibilità di interagire con loro per uno scambio di informazioni utili.

In questo modo si avrà la certezza di scegliere il tassista o conducente giusto per le nostre esigenze, senza sorprese.

L’App sarà diffusa, a partire da settembre, tramite tutti gli App store, e ha tutte le premesse per migliorare e rivoluzionare il mondo della viabilità urbana.

Come funziona Taxi Advisor

Scaricando Taxi Advisor si accederà al portale delle recensioni online, con la possibilità di leggere le varie opinioni sul servizio taxi, noleggio con conducente o impresa di trasporto in questione.

Chi usufruisce di tali servizi potrà poi a sua volta condividere la propria esperienza con gli altri, in modo che anche loro possano scegliere il servizio giusto che fa al proprio caso.

Come ad esempio già oggi avviene nel mondo della ristorazione o del turismo.

Ecco cosa si potrà fare nello specifico con l’App di Taxi Advisor:

– entrare in contatto diretto con altri utenti

– cercare un taxi o un NCC in base a nome in codice, numero di licenza e di targa

– individuare un’impresa di trasporto

– leggere e scrivere una recensione

– geolocalizzare in tempo reale la posizione delle rimesse NCC.

– Segnalare un taxi abusivo.

Una soluzione contro i taxi abusivi

Altra funzionalità non da poco, è il fatto  che grazie all’App si potrà segnalare un taxi o NCC abusivo.

Un problema serio quello dell’abusivismo, che va a gravare non solo sull’economia del paese, per le mancate tasse, ma anche pericoloso per gli stessi clienti che rischiano di salire su auto poco affidabili, con autisti poco raccoomandabili

Infatti salire su un Taxi / NCC abusivo ha innumerevoli rischi:

– Il conducente potrebbe avere la licenza taxi anche se detta licenza fosse stata sospesa o revocata, e ciò dunque per una motivazione ben precisa;

– Il conducente potrebbe non avere effettuato per l’auto una buona manutenzione;

– Il conducente potrebbe non avere la polizza assicurativa oppure averne una che garantisca soltanto egli stesso, quindi il cliente non potrà chiedere il risarcimento dei danni subiti oppure potrà chiederli, eventualmente, soltanto all’autista.

Gli abusivi potrebbero chiedere dei costi stellari oppure preventivare un prezzo ma poi non rispettarlo e chiedere altro.

Altro rischio conviene  gli abusivi è che si potrebbe essere fermati per dei controlli di polizia e rischiare a livello personale in quanto si sta viaggiando su di una vettura irregolare, senza saperlo.

Da qui l’importanza di avvertire gli altri utenti sulla legalità e correttezza di determinati autisti.

Chi è Gianluca Poggi, il creatore di Taxi Advisor

Gianluca Poggi è un giovane imprenditore romano. È appassionato di economia, marketing e tecnologia ed all’età di 18 anni aveva già ricoperto il ruolo di assistente presso una società di investimenti immobiliari, con cui oggi collabora in qualità di dirigente.

Fondatore e general manager di G-Network Italia, si occupa della creazione e gestione di piattaforme digitali innovative per professionisti e aziende in ogni settore.

L’obiettivo di Gianluca Poggi è quello di aiutare le imprese, e i loro clienti, contribuendo a rafforzare l’economia e la comunicazione tra vari attori del panorama imprenditoriale italiano.

Da oggi grazie a Taxi Advisor, ideato da Gianluca, gli italiani potranno muoversi più facilmente e serenamente sui taxi e NCC di tutta Italia.

 

 

Gianluca Poggi, creatore di Taxi Advisor

In Versilia ritornano le auto d’epoca

In Versilia, a Marina di Pietrasanta, raduno di auto d’epoca in saluto al passaggio della “1000 Miglia”

Marina di Pietrasanta, 15 giugno 2022 – Dopo il grande successo dell’edizione passata Marina di Pietrasanta saluta la “1000 Miglia” con un raduno di auto e moto storiche promossa dal gruppo GoVersilia con il patrocinio del Comune di Pietrasanta.

Si chiama Pietrasanta Classic Bar.Ma. in onore di Barsanti e Matteucci, l’evento nato grazie ad un gruppo di cittadini mossi dalla passione per il territorio ed il fascino del passato che solo i motori d’epoca sanno suscitare.

Il raduno promosso da “GoVersilia” in occasione del passaggio della “1000 Miglia” offre, ai singoli privati la possibilità di partecipare con i propri veicoli d’epoca gratuitamente.

L’iscrizione al raduno è a numero limitato e gratuita per i membri del Gruppo.

L’appuntamento è per il 17 giugno 2022,  i veicoli iscritti potranno accedere a partire dalla mattina fino a tarda serata.

Le auto e le moto d’epoca potranno essere ammirate durante l’intera giornata passeggiando sul lungomare pietrasantino nel tratto compreso tra il Pontile di Tonfano di Marina di Pietrasanta ed il Jamaica Pub. Il tutto incorniciato in un angolo di paradiso del territorio versiliese. Nel tratto della storica Via Versilia i visitatori potranno invece passeggiare sulla via pedonale appena rinnovata ed ammirare le opere d’arte di recente installazione. Inoltre tutta l’area limitrofa offre un’ampia scelta per degustare le prelibatezze locali e visitare le attività con le loro offerte stagionali. Non per ultimo durante l’intera giornata l’ampia offerta degli stabilimenti balneari limitrofi al raduno dove i partecipanti e visitatori potranno rilassarsi in spiaggia e fare bagni.

Questa sarà una buona occasione per ricordare ai frequentatori, simpatizzanti e cittadini di Pietrasanta che il motore a scoppio nacque anche qui grazie alle genialità di un fisico e di un ingegnere.

Il 6 giugno 1853 due Toscani depositarono all’Accademia dei Georgofili un documento con la descrizione dell’invenzione del primo motore a scoppio della storia. Questo portò alla nascita della prima vettura della storia, il triciclo di Benz. Padre Eugenio Barsanti, un insegnante di fisica nato a Pietrasanta, e l’ingegnere Felice Matteucci di Lucca, contribuirono così alla nascita del “Futurismo” in quanto fu proprio il motore a scoppio a permettere la nascita di quell’ebrezza della velocità che, in seguito, divenne leggenda nei nomi di Enzo Ferrari, Antonio Ascari, Tazio Nuvolari, Clemente Biondetti…..

Tante novità quest’anno per il passaggio della gara storica, tra cui il senso di marcia che sarà invertito nuovamente rispetto alle ultime edizioni e vi anticipiamo il prestigioso “Premio Eleganza Clemente Biondetti 2022”, dedicato a questo grande corridore toscano, dominatore di ben quattro Mille Miglia, di cui tre consecutive (1947, 1948 e 1949 ) che sarà consegnato dagli organizzatori dell’evento e da una giuria di eccellenza.

Non potranno mancare gli scatti fotografici ed insieme alla manifestazione sarà organizzato un contest fotografico delle migliori foto sia alle auto in esposizione che a quelle di passaggio. Il regolamento ed ulteriori informazioni saranno pubblicate sul gruppo GoVersilia nei prossimi giorni.

In sostanza una ghiotta occasione per gli amanti delle auto d’epoca e della storia della mitica 1000 miglia.

Vi terremo aggiornati con tutte le novità. Nel frattempo tenete caldi i motori.

Per ulteriori informazioni e/o iscrizioni visitate il gruppo GoVersilia al seguente link:  GoVersilia |   oppure scrivere a goversilia@gmail.com.

 

Passaggio della Mille Miglia sul lungo mare di Tonfano Marina di Pietrasanta durante il Classic Bar.Ma. 2021

 

Manifesto GoVersilia Pietrasanta Classic Bar.Ma. 2022

#GoVersilia #Pietrasantaclassicbarma #tonfano #pietrasanta #marinadipietrasanta #autostoriche #passaggiomillemiglia #tonfano #versilia

Torna a Montauro il Mat Festival: il Festival del materassino, al Dadada Beach Village

Al Dadada Beach Village dal 23 al 26 giugno torna il MAT Festival, il festival dei materassini

Catanzaro, 13 giugno 2022 – Ci siamo, l’estate è arrivata e c’è tanta voglia di divertirsi, far festa e stare insieme.

C’è voglia di tuffarsi in mare, crogiolarsi al sole, assaporare una bibita fresca e farsi cullare dalle onde su un materassino dalle forme più stravaganti ed originali. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per una nuova spettacolare edizione del MAT Festival ovvero il festival dei materassini da mare.

Segnatevi queste date: dal 23 al 26 giugno, a Montauro (Catanzaro, Calabria) in località Calalunga, davanti lo specchio di mare del Dadada Beach Village prenderà il via la terza edizione del MAT Festival, una competizione agonistica – sportiva di nuoto per non “professionisti” a bordo esclusivo di un materassino gonfiabile, suddivisa in categorie di età: Junior (dai 16 ai 18 anni), Senior (dai 19 ai 30 anni), Master (dai 31 ai 49 anni), Over (dai 50 ai 65 anni).

Cosa fare per partecipare?

Scatenatevi nel trovare i materassini più originali, improponibili e possibilmente unici. E se non ci riuscite state tranquilli, il Dadada Beach Village metterà a disposizione una “compilation” di gonfiabili di ogni tipo, a forma di unicorno, fenicottero, mango, banana o – seguendo i trend dell’estate – a forma di pizza e di dromedario, che sia monoposto o addirittura un isolotto “multiproprietà” non importa, la cosa veramente importante è che sia divertente, stravagante, colorato.

Il materassino, in spiaggia, è come il pallone o i racchettoni: unisce tutti.

Al Dadada Beach Village sarà un inizio d’estate scoppiettante, il MAT Festival darà il via ad una stagione estiva divertente, ricca e decisamente coinvolgente.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet ufficiale www.matfestival.it.

 

Versilia: arriva Errante, la mostra fotografica più grande

Arriva Errante, La mostra fotografica più estesa della Versilia

Viareggio, 1 giugno 2022 – In queste settimane in Versilia si sta lavorando alla realizzazione di “Errante”, la mostra fotografica più estesa nel territorio della Versilia.

Questo evento unico, a cura del Gruppo GoVersilia, si terrà nei comuni di Pietrasanta, Stazzema, Seravezza, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa e Viareggio.

Le opere fotografiche verranno esposte nei locali creando il substrato per il concorso fotografico Errante, nome che ben rappresenta l’errare dei partecipanti al concorso.

Infatti, chiunque pubblichi un scatto che rappresenti la bellezza dell’opera esposta insieme alla bellezza del locale nella quale è stata posizionata verrà inserito nella lista dei finalisti al concorso.

Un modo nuovo per visitare e conoscere meglio il territorio della Versilia ed i suoi angoli nascosti, le realtà locali con le loro proposte per il visitatore e l’arte dei fotografi che vivono questa terra e ci trasmettono emozioni cogliendo attimi preziosi ed unici di questo magnifico tratto di costa meta turistica per eccellenza.

“È proprio il caso di dire l’unione fa la forza”, dice Katia Corfini, presidente di GoVersilia.

Presto verrà pubblicato il regolamento con all’elenco dei partecipanti.

Nel frattempo per ulteriori informazioni visitare il Gruppo Facebook GoVersilia Gruppo GoVersilia

Email: goversilia@gmail.com

 

 

Fotografo del territorio in azione

 

“Errante”
Centro storico di Pietrasanta, scatto membro di Goversilia

 

 

 

 

Un raggio di luce in missione di pace, dalla Sicilia a Capo Nord

 Dalla Sicilia a Capo Nord, ispirato alla spada di luce di S.Michele Arcangelo il regista Paolo Goglio ha attraversato l’intera Europa proiettando un raggio di luce dal suo camper: su richiesta il raggio della pace potrà arrivare nei comuni di tutta Italia

Roma, 18 maggio 2022 – E’ partito il giorno di Capodanno da Capo Passero, il punto più a sud d’Italia, proiettando in cielo dal tetto del suo camper un raggio di luce, ispirato alla spada dell’Arcangelo Michele, luminoso simbolo di pace e di giustizia. Dopo aver fatto tappa sull’Etna e in numerose località della Sicilia, Paolo Goglio, regista documentarista, ha portato il raggio di luce in numerose regioni della penisola, proiettandolo anche nel cuore dell’Italia, sul Gran Sasso e ad Amatrice, invocando non solo un messaggio di pace ma anche di amore e di speranza.

Dopo una fase di preparativi per affrontare le condizioni ostili dell’estremo nord Europa, ha attraversato Svizzera, Germania e Danimarca facendo successivamente una lunga sosta forzata in Svezia, a causa di un guasto agli impianti del suo camper. Il corriere che doveva recapitargli un pezzo sostitutivo ha sbagliato destinazione di consegna ed è così rimasto fermo per più settimane tra i ghiacci del Mar Baltico. E’ ripartito dopo aver provveduto di persona alla sostituzione, coadiuvato in teleassistenza da Mattia Bi-van, esperto di allestimenti meccanici su mezzi plein-air. Attraversato il confine Finlandese ha raggiunto il Circolo Polare Artico facendo un ultimo check di allestimenti e forniture ad Alta, la città più settentrionale del mondo. Mancavano solamente 235 Km ma le strade erano ai limiti della praticabilità a causa di ingenti nevicate. Ha scelto di proseguire con prudenza ed è giunto infine a Capo Nord, il punto più settentrionale d’Europa, nonostante negli ultimissimi chilometri una tempesta artica di vento e ghiaccio lo avesse quasi arrestato. Di fronte al monumento che rappresenta i confini del mondo intero, nella notte ormai crepuscolare, ha elevato al cielo per un’ultima volta il raggio di luce, proprio mentre il vento era calato e i fiocchi di neve scendevano dolcemente dal cielo creando un suggestivo e fiabesco motivo, suggellando la magia del momento.

Paolo Goglio è un ex produttore televisivo, dopo aver chiuso l’azienda nel periodo di crisi economica del 2009 si è ritirato a vivere in campeggio e da qui ha iniziato a ritrovare nuovi stimoli artistici e creativi, ascoltando e osservando spazi naturali, incontaminati e carichi di energia.

A settembre dello scorso anno ha realizzato un documentario ad Avigliana (To) sulla spada di luce che i padri Rosminiani proiettavano in cielo dalla Sacra abbazia di S.Michele Arcangelo. E’ rimasto molto toccato da questa esperienza e nei mesi successivi ha concepito questa missione di luce per collegare l’intero continente, dall’estremo sud all’estremo nord, tramite una linea visiva in cui di notte accendeva un grande proiettore sul tetto del camper.

E’ proprio quando giungono le tenebre che il faro si accende e indica la rotta alle navi in transito.” illustra Paolo Goglio, presidente della associazione Amore con il Mondo ODV.

“Non è solamente un riferimento geografico, è un indizio prezioso soprattutto per chi si trova alla deriva, senza punti di riferimento, scoraggiato, avvilito. In un momento particolarmente duro e difficile per ciascuno di noi, è come se ci ritrovassimo smarriti e confusi da eventi che oscurano la visione della vita e così tutto diventa più complesso, incerto e la sofferenza del naufragio interiore prevale sulla gioia di vivere. Sono consapevole che alcuni possono vedere solamente una lampadina che si accende, un artista pretestuoso o una performance insensata, ma per osservarlo, anche solo per un istante, rivolgeranno lo sguardo al cielo”, racconta ancora Goglio.

Nel corso del lungo viaggio Paolo Goglio ha realizzato immagini e articoli su riviste specializzate del settore plein-air, valorizzando i numerosi territori attraversati e lo stile di vita del camperista solitario, immerso nei panorami naturali e nell’ascolto di silenziosi scenari e sconfinati orizzonti.

A settembre il viaggio del raggio di luce diventerà un film, presentato in anteprima al Salone del Camper di Parma, presso lo stand della rivista Camperpress.

E’ possibile seguire tutte le news e gli aggiornamenti sul canale Youtube dove l’autore ha realizzato una playlist dedicata e sui principali canali social.

Chi desidera organizzare una tappa del raggio di luce nel proprio comune può contattare direttamente il regista Paolo Goglio a questi riferimenti:

paolo@amoreconilmondo.com

Tel. +39 335 6342166

www.amoreconimondo.com

 

 

 

 

 

 

 

Ad Arezzo ritornano i Dandy: al via il raduno italiano dedicato all’eleganza

Sabato 4 e domenica 5 giugno la sesta edizione del raduno italiano dedicato all’eleganza torna ad animare la Fiera Antiquaria

Arezzo, 13 maggio 2022 – “Il culto della differenza nell’epoca dell’uniforme”, per citare Roger Kempf, torna ad Arezzo: il 4 e il 5 giugno difatti è in programma il 6° DandyDays, il Raduno Dandy Italiano, l’evento collaterale della Fiera Antiquaria realizzato col patrocinio del Comune e della Provincia di Arezzo e la collaborazione della Fondazione Arezzo Intour.

I DandyDays – Maestri d’eleganza per le vie del centro hanno uno scopo benefico: i fondi raccolti verranno donati all’istituto “Casa Thevenin” di Arezzo – che accoglie bambini con problemi familiari e difficoltà scolastiche e ragazze madri in situazioni di disagio – per l’acquisto di un nuovo pulmino.

“Casa Thevenin è lieta di collaborare all’organizzazione dei DandyDays, una manifestazione che abbinata alla meravigliosa Fiera Antiquaria nella cornice storica di Arezzo, rende questa città ancora più glamour”, commenta Sandro Sarri, il direttore dell’istituto aretino.

“I dandy – prosegue – restano amici del Thevenin: non possiamo quindi che ringraziare i patron dell’evento, tutti i galantuomini che parteciperanno, le aziende amiche che contribuiscono alla buona riuscita del raduno e augurarci una due giorni davvero speciale”.

“L’avventura artistica dei DandyDays – spiegano Alessio Ginestrini e Stefania Severi, i due ideatori dell’evento – è nata di getto durante il ‘Pitti Uomo’ di Firenze di qualche anno fa. La nostra due giorni è dedicata a uomini e donne amanti dello stile e dell’eleganza con uno spiccato senso di creatività. La scintilla che ci accende le menti e gli animi estrosi trasforma le strade del centro storico in un progetto ogni volta nuovo e sorprendente”.

“I DandyDays tornano ad animare l’Antiquaria con il loro tocco di stravagante eleganza che bene si combina con la manifestazione – dichiara l’assessore al turismo del Comune di Arezzo e presidente della fondazione Arezzo Intour, Simone Chierici –. L’evento poi, dedicato alle auto storiche, contribuirà ad arricchire ulteriormente la Fiera offrendo ai visitatori l’occasione per ammirare da vicino auto leggendarie. Grazie ai DandyDays, l’Antiquaria di giugno si preannuncia quindi particolarmente vivace, di certo ancora più attrattiva per i turisti che vorranno venire ad Arezzo”.

I testimonial

Attesi gentiluomini e stilose dandy lady da tutta Italia e anche dall’estero. Testimonial della manifestazione – in qualita? di gran cerimoniere – Stefano Agnoloni, maestro di stile e buone maniere. E, ancora, Niccolò Cesari brand ambassador e creativo digitale, Mr JP alias Jean Pierre Xausa, ambasciatore dell’artigianato italiano, fashion designer e referente nazionale per la Federazione Unimpresa moda uomo e donna Triveneto e Umberto Uliva gentleman e modello di successo.

Il programma

La “due giorni”, come in passato, si preannuncia densa di eventi e di appuntamenti: si parte sabato 4 giugno alle 10 il “Club del Saracino” di Arezzo farà il suo ingresso al Prato accompagnato da leggendarie auto d’epoca per “lanciare” il primo Benefit “Rally automobilistico della moda”: una mostra statica di veicoli storici in sosta sino alle 23.30 (le iscrizioni all’evento di auto moto d’epoca saranno devolute interamente a Casa Thevenin). Il Prato, alle 10.30, ospiterà una colazione con gazebi espositivi e una piccola rappresentanza del Golf club Casentino protagonista di una performance gratuita all’insegna di sport e salute. Appuntamento alle 11 all’Atrio d’Onore della Provincia di Arezzo per il taglio del nastro in presenza delle autorità cittadine, dove artigiani e commercianti si danno appuntamento per un’esposizione di capi di abbigliamento e accessori artigianali unici. A mezzogiorno tutti al brunch di benvenuto privato nel chiostro del Comune, dove sarà possibile ammirare i colori della Giostra del Saracino mentre alle 14.30 si avvierà la passeggiata guidata dei dandy e delle loro signore per le vie del centro storico con la guida turistica Debora Bresciani, alla scoperta della città. Francesco Maria Rossi invece aspetta gli “gentili ospiti” nella terrazza della Fraternita dei Laici per una tavola rotonda, in programma alle 16, dal titolo “Dandy e potere: confronto, ribellione, rifondazione estetica?”. Alle 18.30 si torna al Prato: i dandy si “vestiranno” da giudici per premiare la più bella auto storica in mostra. Non mancherà poi la cena di gala a scopo benefico curata dal ristorante “Logge Vasari” nel giardino di Casa Thevenin, arricchita dalla presenza dell’Associazione italiana sommelier (Ais Toscana), dall’associazione nazionale assaggiatori grappa e acquaviti (Anag Toscana) e la Compagnia toscana sigari (Cts) che per l’occasione presenterà la sua produzione di sigari italiani di alta qualità realizzati secondo la tradizione della tabacchicoltura toscana della Valtiberina. La serata – che partirà alle 21 e che sarà presentata dallo show girl Valentina Marconi – sarà accompagnata dal tappeto sonoro di Sonia Mazza e da una selezione di brani tratti dal suo primo LP, “Amore straniero”.

Domenica 5 giugno si apriranno gli occhi alle 10 nell’Atrio d’Onore della Provincia di Arezzo dove artigiani e commercianti si danno appuntamento per un’esposizione di capi di abbigliamento e accessori artigianali unici con ingresso libero. Mezzora prima dalle 9.30 in poi, una delle novità del 2022: il primo “Dog exhibition show” al Prato di Arezzo, l’esposizione nazionale canina di bellezza organizzata dai responsabili dell’Arci Caccia Toscana all’interno del ricco cartellone di eventi dei DandyDays, aperta a tutte le razze di cani iscritti all’anagrafe canina con o senza certificato di pedigree, cani non di razza e giovani presentatori. Anche per questo evento le iscrizioni saranno devolute in beneficienza all’istituto Casa Thevenin. Alle 11,30 la seconda passeggiata di tutti i dandy e le dandy lady alla scoperta della Fortezza Medicea che si chiuderà alle ore 13 nel Chiostro del Comune di Arezzo per un autentico brunch dal sapore toscano. La visita ai musei della città e alle bancarelle della Fiera antiquaria è in agenda alle 15, in attesa del gran finale: alle 18 ritrovo all’Atrio d’Onore della Provincia per i saluti e l’arrivederci alla prossima edizione dei DandyDays.

La tavola rotonda
Arezzo, Terrazza di Fraternita in Piazza Grande
Sabato 4 giugno – ore 16
“Dandy e potere: confronto, ribellione, rifondazione estetica?”
Moderatore: Francesco Maria Rossi

Chi è un dandy? Fondamentalmente è qualcuno che promuove eleganza ed equilibrio estetico, ricerca il bello e le belle maniere, vuole salvare il mondo dalle brutture e dallo scempio: egli fa del vestire e dell’apparire – il suo “outfit” – un modo di essere e relazionarsi con gli altri e la società, un modo di affrontare anche problemi seri e molto attuali.

La tavola rotonda Dandy Days di quest’anno affronterà come sempre temi legati alla contemporaneità. L’anno scorso abbiamo parlato di sostenibilità ambientale, di “dandy green” fra consumismo e decrescita felice, virtualità e materia. Quest’anno alziamo il tiro e parliamo del rapporto eterno e complesso fra dandy e potere, libertà individuale e appartenenza collettiva. Dalla Reggenza inglese (1811-1820, periodo in cui nasce il dandismo ufficiale) e sino ad oggi ogni vero dandy ha mantenuto col potere un atteggiamento vigile, critico, difficile, a volte contraddittorio. Che si parli in grande di democrazie, monarchie, o persino dittature della “globalizzazione fredda”, ma anche di un assessore alla cultura del nostro Belpaese o del consigliere regionale di turno, l’approccio dandistico può davvero portare una ventata d’aria nuova e freschissima. La domanda retorica è perentoria: “Dandy e potere: confronto, ribellione, rifondazione estetica?”.

Dandy Days crede che su tutti questi temi fondamentali il dandismo contemporaneo abbia da dire (e da fare) qualcosa di importante, con grande senso di responsabilità e consapevolezza. Se è vero che l’odierna società di massa ha negato la naturalezza e la spontaneità, frammentando la realtà in mille rivoli, se è vero che il consumo ha vinto sulla politica e sulla religione, pervadendo anche le aree più intime del genere umano, allora il dandy, nella sua continua ricerca di unità attraverso mezzi etici ed estetici, nel suo individualismo colmo di senso della responsabilità personale, nella sua ricerca utopistica di eleganza e sincerità stilistica a 360 gradi, può davvero dare un contributo per salvare la bellezza del mondo, ovvero l’essenza stessa della nostra vita (la cosiddetta “vita vera”) e il senso di giustizia, equità e libertà.

 

Una tavola rotonda – quella coordinata dal giornalista Francesco Maria Rossi nella giornata di sabato 4 giugno 2022, ore 16, presso la Terrazza di Fraternita in Piazza Grande ad Arezzo – ricca di ospiti importanti e dalla forte personalità, per un dibattito caleidoscopico e appassionato. Naturalmente si parlerà di tante altre cose: della bellezza come eleganza, del rapporto con gli animali domestici e degli status symbol che hanno valore per i dandy. Dell’apparire, dell’essere e del fare, della contemporaneità, naturalmente dell’amore… Il futuro appartiene ai dandy: se Oscar Wilde ne era fortemente convinto, noi non possiamo che confermarlo con entusiasmo. E con noi, gli organizzatori dell’evento aretino, Alessio Ginestrini e Stefania Severi.

_________________________________________________________________________________

È possibile scaricare il materiale stampa relativo ai DandyDays 2022 dal collegamento attivo sottostante:
>> Cartella stampa DandyDays 2022 (crediti fotografici di Alessandro Bonfanti)

Ufficio comunicazione DandyDays
Francesca Garavini cell. 393 6634913 – francesca.garavini@gmail.com

Contatti stampa Fondazione Arezzo Intour
Sonia Corsi – cell. 335 1979765 / Elena Giovenco – cell. 331 5353540 – press@arezzointour.it

Profili social
https://www.facebook.com/DANDYdaysArezzo/
https://www.instagram.com/dandydays_arezzo/
https://www.facebook.com/fierantiquariadiarezzo/
https://www.instagram.com/fiera_antiquaria_arezzo/

 

Maestri d’eleganza per le vie del centro
DandyDays Arezzo 2022
Maestri d’eleganza per le vie del centro

“100 Pasolini”: la mostra nelle città di Casalnuovo e Brusciano per celebrare Pier Paolo Pasolini

Napoli, 9 maggio 2022 – Per celebrare i 100 anni di Pier Paolo Pasolini si terrà la mostra 100 PASOLINI” nelle città di Casalnuovo di Napoli e Brusciano, a partire dal 20 di maggio prossimo.

Le foto, in particolare, assumono un ruolo importantissimo per raccontare Pasolini. Le immagini lo hanno reso una “icona” del suo tempo: abbiamo imparato a riconoscere il volto di Pasolini tra mille altri, per una persistenza delle sue caratteristiche somatiche e per una progressiva enfasi che aumentava anno dopo anno.

Si preannuncia una mostra di straordinaria bellezza, organizzata con cura dall’associazione “Una Citta’ Che… di Casalnuovo di Napoli.

Per l’occasione l’artista Giuseppe Castiello ha realizzato un ritratto realistico di Pasolini, eseguito a grafite e pastelli secchi. Pasolini viene immaginato dal disegnatore in una posizione che tutti su questa terra negli ultimi 15 anni abbiamo assunto…e nessuno è stato “escluso”, un gesto semplice: Pasolini che guarda il suo smartphonePerché se fosse stato in vita lo avrebbe fatto!

Attraverso la nostra attività di ricerca e di reperibilità di materiale da esporre, siamo riusciti a costituire un archivio di straordinario interesse sulla vita dell’autore poliedrico. Da collezionisti privati, da librerie storiche e piccole gallerie d’arte o centri studi, abbiamo acquisito una serie di fotografie” dell’epoca, scattate a Pasolini da grandi fotografi del periodo della cosiddetta “Dolce vita” come Vittorio La Verde, Ezio Vitale, Mario Dondero, per citarne solo alcuni. Ma anche “prime edizioni” e “edizioni numerate” di molte delle sue opere letterarie, e “locandine” originali dei suoi film più famosi”, racconta Giovanni Nappi, curatore della mostra.

L’iniziativa ha fatto registrare il patrocinio morale del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia, nel Friuli.

L’esposizione di Casalnuovo di Napoli sarà finanziata dalla Regione Campania, con il contributo annuale concesse alle Biblioteche che opera sul territorio regionale.

 

Le date della mostra

Dal 10 al 12 giugno a Casalnuovo di Napoli

L’appuntamento con l’esposizione, presso il piccolo Museo Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi di Casalnuovo di Napoli, alla Via Roma 148, è per venerdì 10 giugno dalle ore 19.00, sabato 11 e domenica 12 giugno, invece, sarà possibile visitare la mostra dalle 10.00 alle 13.30.

Per il week end è possibile prenotare “visita guidata”, inviando mail su unacittache@gmail.com

La mostra itinerante

Prima di giungere nella città di Casalnuovo di Napoli, dove il materiale vi resterà in via definitiva, l’iniziativa “100 PASOLINI” farà tappa a Brusciano, ospitata dal Museo Cripta Cristo Rivelato.

Un gemellaggio voluto dall’AssociazioneFronte Comunee patrocinato dal Comune di Brusciano.

<Un “provocatore dell’ anima” Pier Paolo Pasolini. Ritengo sia doveroso omaggiare un’intelligenza come la sua, che tanto ha donato al mondo della Cultura del nostro Paese e non soltanto.  Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito che ci è pervenuto dagli organizzatori della mostra e invito i cittadini a partecipare, sono occasioni come queste che ci lasciano un’impronta nell’anima>, il commento di Giacomo Romano, Sindaco della Città di Brusciano.

<La nostra associazione ha tra i suoi obiettivi la promozione della cultura e questa è certamente la migliore delle occasioni. Fotografie, articoli, locandine, esposte nella nostra Brusciano per ricordare uno degli uomini che più ci invidiano in tutto il mondo per il patrimonio che ha saputo lasciarci>, Nicola Braccolino, presidente Associazione “Fronte Comune”, racconta così l’idea di proporre la mostra sul territorio bruscianese.

Dal 20 al 22 maggio 2022 l’appuntamento è a Brusciano

Orari :

  • Venerdì 20, dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e dalle 16.00 alle 19.00
  • Sabato 21 e Domenica 22, dalle ore 10.00 alle ore 13.30

 

 

 

 

 

 

Dubai: dopo l’Expo dei record, l’emirato riparte da imprese, futuro e metaverso.

Dubai, 8 aprile 2022 – Sono stati i 25 milioni di visitatori, in un contesto straordinario tra innovazione, architettura, tecnologia e futurismo, ad aver confermato Expo Dubai 2020 come il più grande evento nella storia del Medio Oriente.

L’Esposizione Universale emiratina che ha radunato il mondo intorno al tema “Connecting minds, creating the future” si è chiusa con un bilancio oltre le aspettative e numeri che parlano di un’esperienza culturale irripetibile.

Un sito ospitante di 4,38 chilometri quadrati, 35.000 volontari, 200 paesi, 4.912 pannelli solari, 50 cucine nazionali, 1 padiglione per la parità di genere, 142 esperti di settore provenienti da 76 paesi, 182 giornate dall’inizio dell’evento ed oltre 1 milione di visitatori solo negli ultimi 3 giorni.

Opportunità, Mobilità e Sostenibilità, sono stati i macrotemi che hanno unito i Paesi partecipanti intorno a progetti, idee e innovazioni nel campo delle infrastrutture materiali e immateriali. Un successo che ha premiato il Padiglione Italia con oltre 1,6 milioni di visitatori e 13 milioni di contatti online con la riproduzione stampata in 3D del David di Michelangelo diventata una delle icone dell’Esposizione.

L’Italia è stato il Paese leader tra quelli che hanno scelto la formazione come tema portante, con 140 giornate educational a cui hanno aderito oltre 4.000 persone di 26 diverse nazionalità.

Monica Perna, l’imprenditrice expat dell’education, racconta l’esperienza di volontaria per 3 mesi all’evento e come Dubai metterà a frutto il patrimonio di strutture, risorse e progetti nati dall’Esposizione Universale appena conclusa.

Un’esperienza esclusiva e altamente formativa, a contatto con avanguardie tecnologiche, architetture ed effetti spettacolari, prodotti, costumi e culture tipiche dei Paesi a cui noi imprenditori italiani expat a Dubai siamo grati per il patrimonio di legami e risorse che questo evento ha saputo catalizzare in questa terra già così densa di opportunità e stimoli”. Così racconta entusiasta Monica Perna, imprenditrice italiana del settore formazione ed educazione, English Coach e CEO della Auge International Consulting, dopo la sua esperienza come Country Team Member tra i volontari di Expo che, con le loro abilità comunicative, hanno contribuito al successo dell’evento.

Il sipario su Expo 2020 Dubai è calato il 31 marzo, ma la città più futuristica al mondo si prepara già per un post-Expo che intende valorizzare quanto appreso nel corso dell’evento:  l’area Expo diventerà District 2020, una città smart dove tutto sarà raggiungibile in soli 15 minuti.

“Dopo l’Esposizione Universale, – prosegue la Perna – Dubai si prepara ad una nuova fase di sviluppo e apertura di cui io e la mia impresa intendiamo essere partecipi. Le più recenti tecnologie del Metaverso applicate all’Education, il settore in cui la mia impresa opera, hanno dato a me e a molti altri imprenditori, mezzi e modi di espressione che difficilmente avremmo potuto trovare altrove. La fase post Expo – aggiunge l’imprenditrice brianzola, amministratrice di un’impresa che impiega 28 persone, tra cui diversi italiani, e forma più di 800 mila studenti in tutto il mondo – sarà un momento di potenziamento del modello Dubai che punta su futuro, semplificazione dei processi, politiche fiscali e di espansione, città smart, sicure e sostenibili, dove è anche possibile fare transazioni in criptovaluta grazie alla legge sugli asset virtuali entrata in vigore lo scorso marzo”. 

Lo scopo è quello di fare di Dubai un Hub per attrarre investitori nelle blockchain e nelle criptovalute, nel settore immobiliare, tecnologico e digitale, pronto ad accogliere una nuova generazione di giovani imprenditori, spesso expat, con capacità di spesa e progetti innovativi a cui la città intende offrire terreno fertile e il migliore contesto competitivo e culturale.

Monica Perna insieme al management ed alcuni colleghi dello staff del Padiglione della Repubblica di San Marino ad Expo 2020 Dubai dove ha collaborato come volontaria

Apre a Tulipania il primo labirinto di tulipani da raccogliere

Bergamo, 5 aprile 2022 – Ha aperto ufficialmente i battenti lo scorso 2 aprile a Tulipania il labirinto per la raccolta di tulipani. Per gli affezionati Tulipania è ormai ogni anno un appuntamento con la primavera che sboccia. Per chi ancora non ci è mai stato è un’occasione per scoprire i colori che la bella stagione porta con sé.

Ancora una volta quindi, come già da alcuni anni, il campo di tulipani da vivere, sito in Terno d’Isola (BG), si anima aprendo i cancelli agli entusiasti visitatori.

Quest’anno ad ospitare Tulipania sarà per la prima volta un campo di circa 25.000 Mq, più di due volte il Duomo di Milano.

Nel campo sono stati piantumati più di 200.000 bulbi di tulipani di decine di varietà diverse.

Gli ospiti potranno ammirare, fotografare e raccogliere i  bellissimi fiori, accompagnati in questa esperienza dallo staff, che insegneranno anche il corretto modo di recidere il tulipano, nel rispetto della pianta.

Il labirinto di tulipani

Tra le tante varietà di tulipani presenti nel campo, alcune sono precoci, altre tardive. Questo garantisce un periodo di fioritura che si prolungherà almeno per tutto il mese di aprile, ma anche una grande varietà nell’impressione cromatica: il colpo d’occhio sarà ogni volta diverso, e quindi ci verrà voglia di tornare anche più volte.  E a rendere ancora più piacevole l’effetto visivo, quest’anno Tulipania propone la novità assoluta: il labirinto di tulipani. Una proposta che divertirà i più piccoli, ma che lascerà a bocca aperta anche i grandi.

I giochi e le iniziative durante la fioritura

E l’esperienza di Tulipania non si ferma alla raccolta dei fiori. Nel sito sono infatti allestite postazioni di gioco per i bambini, sempre lungo il filo conduttore della sostenibilità e del ritorno ai giochi di un tempo. Sempre molto apprezzate, ad esempio, la piscina di paglia e il percorso sui ceppi.

Tra le novità di quest’anno anche la possibilità di un pic-nic nel campo. Ai partecipanti verrà fornito tutto l’occorrente per trascorrere una piacevole giornata insieme. E nel corso della stagione verranno proposti aperitivi tra i fiori, per fermarci ad apprezzare un po’ più a lungo il piacevole ambiente del campo.

Tulipania però non è solo sul campo. Per chi non resiste alla voglia di primavera, Tulipania ha studiato come velocizzare la crescita dei fiori, che possono essere acquistati online e consegnati a domicilio. Il servizio è attivo su tutta Italia.

Le proposte di Tulipania, poi, non si fermano con il finire della primavera. Il campo è attivo per quattro stagioni all’anno.

In estate, infatti, saranno i girasoli a colorare le giornate agli ospiti. Mentre le zucche, da colorare, intagliare, ma anche gustare, saranno un modo divertente per avvicinarci ad Halloween. E con l’arrivo dell’inverno le zucche si trasformeranno in simpatiche decorazioni natalizie.

Informazioni utili

Raggiungere Tulipania è semplice, si trova nella zona ovest di Bergamo, a due passi da Milano (35 minuti da via Palmanova), e comodamente raggiungibile dall’uscita di Capriate della A4. Inoltre il campo è dotato di ampio parcheggio interno. All’occorrenza, si può usufruire anche del parcheggio comunale che si trova proprio di fronte all’ingresso.

È un’ottima meta per una gita in famiglia, e le proposte, naturali, di svago e culturali, nei dintorni non mancano. Infatti a pochi minuti da Terno d’Isola è possibile visitare Bergamo Alta,il suggestivo centro storico medievale della città lombarda, o la casa natale di Papà Giovanni XXIII a Sotto il Monte, La torre del sole il parco astronomico tra i più grandi d’italia. Oppure cercare un momento di relax sulle montagne adiacenti, come il Pertus.

L’ingresso

L’ingresso al labirinto è libero, e si pagheranno  solo i fiori che si vorrà raccogliere o portare a casa. La prenotazione è gratuita dal sito www.tulipania.world.

L’indirizzo del campo presso cui recarsi per la raccolta è  Via Marco Biagi 95 Terno D’isola Bergamo

Per info e prenotazioni: www.tulipania.world

Pagina Facebook @tulipania

Pagina Instagram @tulipania.world

 

 

Il labirinto di tulipani di Tulipania, primo nel suo genere

 

Bambino cammina nel labirinto di tulipani
il tuliaperitivo, l’aperitivo di tulipania
il tuliaperitivo, l’aperitivo di tulipania su tavoli di colori primaverili
a Tulipania tanti gadget e scenografie country chic per foto originali e memorabili
la raccolta avviene in autonomia, lo staff fornirà tutto l’occorrente

 

Exit mobile version