Studiare all’estero: High School o Università americana?

Università negli Stati Uniti

Bologna, 21 novembre 2022 – Frequentare un anno scolastico all’estero è sempre più in auge tra gli adolescenti italiani, ma un cambiamento è in arrivo. Con un aumento del 38% rispetto al 2016, e del 191% rispetto al 2009, questa esperienza si conferma fondamentale per i ragazzi di oggi, consapevoli dell’importanza di diventare cittadini del mondo.

Una riflessione post pandemia è tuttavia necessaria. Da un lato ci sono gli studenti, pronti più che mai a mettersi in gioco e a confrontarsi con un sistema scolastico diverso, desiderosi di stringere nuove amicizie per la vita dopo questi ultimi anni di rinunce sociali.

Dall’altro ci sono le famiglie che decidono di ospitare, di aprire le proprie porte e accogliere un adolescente, in nome di uno scambio culturale, senza quindi alcuna retribuzione. Famiglie che però fanno sempre di più i conti con la crisi economica attuale.

Tra le destinazioni più in difficoltà ci sono gli Stati Uniti – notoriamente la scelta più gettonata – che accolgono migliaia di studenti da tutto il mondo. Negli ultimi due anni trovare famiglie ospitanti per tutti sta diventando una sfida enorme, e qualche studente ha dovuto ripiegare su altre mete.

Come fare quindi per vivere il tanto desiderato American Dream?

Posticipare la partenza dopo il diploma e frequentare un campus universitario americano risponde perfettamente a questa domanda. Non solo, permetterebbe ai giovani italiani di orientarsi sul proprio futuro.

I campus americani sono un microcosmo ideale per gli studenti, tutto è pensato per loro, dal vitto all’alloggio, dalle attività extracurriculari a quelle lavorative, per potersi mantenere le piccole spese. L’offerta formativa è incredibile: gli studenti nei primi due anni possono frequentare corsi diversi, per orientarsi e decidere consapevolmente in cosa laurearsi.

Il Nord Europa considera fondamentale un gap year di orientamento post diploma, prima di iniziare l’università. In Italia prendersi un anno sabbatico è stato spesso considerato un anno perso, ma se quest’anno fosse invece sfruttato per sostenere esami universitari, potenziare il livello di inglese, vivere in un ambiente internazionale e lasciare un’impronta riguardevole sul proprio CV?

Se a spaventare sono i costi, il programma Campus USA di Mondo Insieme e di Go Campus rasserena le famiglie italiane con la garanzia di borse di studio che coprono fino al 70% dei costi annuali di vitto, alloggio e studi. E se l’anno all’estero diventa una scelta di vita, gli studenti possono completare il percorso di studi negli USA e laurearsi a tutti gli effetti, portandosi dietro la borsa di studio per gli anni necessari.

“Avere un’esperienza a stelle e strisce nel CV è un fiore all’occhiello per gli studenti italiani” – commenta il Direttore di Mondo Insieme, Livio Ceppi, “che sia un anno in famiglia, in una boarding school – l’equivalente cioè dei nostri Convitti – o appunto presso un’università americana”.

Per saperne di più è in programma una presentazione del Menlo College – prestigiosa Business School della Silicon Valley, in California – in data 22 novembre.

Ulteriori webinar previsti nel 2023: Southern Utah University (Utah), North Park University (Chicago, Illinois), Northern Arizona University (Flagstaff, Arizona), Stetson University (Deland, Florida), Truman State University (conosciuta come la Harvard del Midwest a Kirksville, Missouri), College of Charleston (Charleston, South Carolina), Boise State University (Boise; Idaho), ecc.

Maggiori informazioni sui webinar online e gli incontri informativi con le università americane sono reperibili sul sito intrrnet www.mondoinsieme.it, e alla info@mondoinsieme.it, o al tel. 051 6569257.

 

 


Da oggi ad Alassio il gelato all’aglio nero di Vessalico

Alassio (Savona), 4 novembre 2022 – Per la prima volta al mondo nasce in Italia il gelato all’aglio nero. Uno scherzo? No, da oggi è possibile chiedere un cono all’aglio nero di Vessalico ad Alassio, presso la gelateria Perlecò.

Aldo De Michelis gelatiere di Perlecò assicura sulla bontà del prodotto, per questo abbiamo deciso di saperne di più facendogli qualche domanda.

– Aldo, ci spiega come è nato il gelato all’aglio nero di Vessalico?

Partecipavamo ad una fiera a Sanremo e nostro vicino di stand Osvaldo titolare dell’Azienda agricola Osvaldo Maffone.

Mi propose l’assaggio del suo aglio nero e fu un vero colpo di fulmine! Un caleidoscopio di sapori ben distinti e perfettamente amalgamati.
L’ideale per un buon gelato.
E con l’entusiasmo che solo la passione può generare ci siamo messi al lavoro.

– E’ stato difficile ottenere il gelato di aglio nero di Vessalico?

Quando affrontiamo un nuovo prodotto ci poniamo diversi obiettivi, il più importante dei quali è “cosa vogliamo ottenere”? In questo caso vista la particolarità e complessità del sapore ci siamo proposti di mantenere il più possibile il gusto originale.

I primi tentativi risultavano piuttosto “timidi”, ma siamo arrivati ad un gusto davvero “sfrontato”, uno dei migliori che abbia mai assaggiato.

La stessa impressione l’hanno avuta i visitatori della fiera di Porto Maurizio dove abbiamo portato il gelato: ed è stato subito un vero successo!

– Un gelato da affiancare a nocciola e fiordilatte?

Sì. Si tratta di un gusto che può benissimo stare tra le proposte della vetrina. Sarà sicuramente a Perlecò tra i gusti “a rotazione” che affiancano i classici.

Ma è anche un gusto che può costituire una “materia prima” per bravi Chef. Non è un caso se Luca Guidetti chef del ristorante “Il Moncalvo” di Acqui Terme ed allievo della trasmissione “Antonino chef accademy” lo proporrà così:
crema di carota, crumble di nocciola e meringa, gelato Perlecò di aglio nero di Vessalico dell’Azienda agricola Osvaldo Maffone. Un pre-dessert originale e gustosissimo in grado di accontentare anche i palati più fini.

– Hai parlato di caleidoscopio di gusti, ma che gusto ha l’aglio nero?

Sono tanti. Intanto un profumo inebriante. Liquirizia, frutta secca, cipolla rossa. Un sapore armonioso, come il profumo. Difficile da spiegare, e molto più facile da capire assaggiandolo.

– Perché l’aglio nero? Non bastano i gusti in vetrina?

Perché abbiamo un territorio generosissimo. Materie prime di qualità assoluta spesso dimenticate. L’aglio di Vessalico è una eccellenza a livello mondiale. Questa trasformazione contribuisce a valorizzarlo ulteriormente. Il gelato è un prodotto popolare in grado di enfatizzare la conoscenza e diffusione di un prodotto sicuramente di nicchia.

I gusti in vetrina sono molti, sicuramente. Ma probabilmente si può fare a meno del gusto “puffo” e proporre, invece, gusti più naturali e vicini al territorio.

– Alassio sempre più “capitale del gelato” insomma.

La nostra città ha sempre avuto gelatieri di avanguardia. Penso a Giacomel che già 40 anni fa proponeva gusti gourmet prima che questo concetto esistesse.

Siamo ben felici di rappresentare una linea di continuità con questi pionieri del gelato.
Noi abbiamo appena iniziato il nostro cammino. Abbiamo intenzione di percorrere ancora tantissima strada. Continuando a studiare, provare, sbagliare e correggere gli errori per dare ai nostri clienti qualcosa che possa andare anche oltre le loro aspettative.

– Prossime sfide?

Non le conosciamo ancora nel dettaglio ma, sempre rimanendo su prodotti di territorio, ci hanno proposto un paio di grappe variamente aromatizzate che ci intrigano molto.

Un altro progetto riguarda la “stroscia” non appena ne troveremo una “gluten free” visto che abbiamo abbracciato questa filosofia di offerta. Tutti i nostri prodotti sono infatti senza glutine.

 

Gelateria Perlecò, Il gelato vista mare

 

Gelato di aglio nero di Vessalico, by Perlecò

 

Da passeggio ma non solo, e il gelato di Perlecò fa ancora parlare di sè

 

 

A Montechiaro d’Asti la 34^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco

 In arrivo il 6 novembre 2022 la nuova edizione della fiera: special guest di quest’anno Cristiano Malgioglio e Max Pisu da Zelig

Asti, 31 ottobre 2022 – Domenica 6 novembre 2022, a Montechiaro d’Asti, dall’alba al tramonto, si svolgerà la 34^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco con mostra mercato del Tartufo Bianco e prodotti tipici.

Tanti profumi, musica, arte, enogastronomia in programma, oltre all’ospite d’onore della manifestazione il cantautore Cristiano Malgioglio, che visiterà la mostra mercato alle ore 11:30, incontrerà il pubblico e parteciperà alla premiazione dei migliori esemplari di tartufo bianco.

Nel pomeriggio inoltre si terrà uno spettacolo comico con Max Pisu, direttamente da Zelig e Colorado Show, ingresso gratuito.

I ristoranti locali proporranno per l’occasione menù a prezzi convenzionati con piatti tipici al tartufo.

La Fiera si svolgerà nel “PalaTarfufo”, che garantisce l’evento anche in caso di maltempo, e sono previsti inoltre anche bus navetta dai parcheggi all’area mercatale.

Per informazioni e programma completo della manifestazione, si può consultare il sito internet www.comune.montechiarodasti.at.it oppure si può chiamare il numero 0141-999136.

 

Comunicato a cura del Comune di Montechiaro D’Asti

Il Sindaco Luzi Paolo

 

A Sorrento il cinema incontra la realtà virtuale

All’esperto internazionale di realtà virtuale e aumentata docente a Manchester, Timothy Jung, il Premio Penisola Sorrentina

Sorrento-Napoli, 21 ottobre 2022 – La tecnologia è ormai in grado di influenzare il nostro modo di vivere tramite un impatto diretto sulle percezioni, in particolare vista e udito, accrescendole in termini di sensibilità ed esperienza.

Di cinema tra estetica, tradizione ed innovazione si parlerà a Sorrento il 28 ottobre, in occasione dell’inaugurazione del Premio Penisola Sorrentina, prestigioso evento promosso dal Comune di Sorrento con la direzione artistica di Mario Esposito e il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Direzione generale cinema ed audiovisivo del Ministero italiano della Cultura e della Film Commission Regione Campania. A moderare i lavori saranno il patron della kermesse, Mario Esposito e la giornalista Raffaella Salamina, direttrice de Il Giornale Off.

Produrre nuova cultura, nel solco della tradizione, ma anche della modernità, dello sviluppo e del rilancio: è questa la mission del “Premio Penisola Sorrentina”, annuncia il Sindaco di Sorrento Massimo Coppola.

La realtà virtuale e la cinematografia sono un connubio che va avanti da più di vent’anni: sono decine i film che hanno preso spunto da un mondo parallelo fatto di connessioni e relazioni tridimensionali. Best experience dell’incontro sarà quella del progetto audiovisivo: “La Divina Commedia in VR: l’Inferno, un viaggio immersivo”, prodotto da ETT Spa – azienda del Gruppo SCAI esperta in creatività e innovazione digitale – unica realtà italiana ammessa, ad aprile scorso, all’evento clou internazionale delle tecnologie immersive, ovvero la XR International Conference di Lisbona .

“La Divina Commedia VR: l’Inferno, un viaggio immersivocortometraggio, della durata di circa sette minuti, accompagnato dalla voce dell’attore Francesco Pannofino, permette allo spettatore di vestire i panni del Sommo Poeta e di varcare le soglie dell’Inferno per intraprendere il suo viaggio. Integrazione di computergrafica e riprese cinematografiche in Realtà Virtuale, grazie alle quali è possibile vivere un’esperienza coinvolgente ed immersiva. In particolare, ETT si è occupata interamente della produzione in CGI Animation, con un lungo lavoro di ideazione, progettazione e realizzazione di modelli animati in 3D, partendo da uno storyboard profondamente legato ai versi e alle allegorie della Divina Commedia.

Molto atteso a Sorrento l’intervento di Timothy Jung, l’esperto di fama internazionale di XR e VR. “Le tecnologie trasformeranno in modo significativo l’industria cinematografica”, avverte lo studioso, tra i maggiori esperti a livello mondiale, celebre per il suo lavoro di ricerca nei campi della realtà aumentata e realtà virtuale per il turismo, i beni culturali, l’istruzione, la formazione e l’assistenza sanitaria.

Fondatore e direttore di Creative AR & VR Hub e capo del gruppo di ricerca MMU AR & VR dell’Università metropolitana di Manchester, Regno Unito. Dal 2017, presiede l’International AR & VR Conference. I suoi interessi nell’ambito della ricerca comprendono AI, IoT, Big Data e l’innovazione tecnologica immersiva 5G orientata al benessere e alla qualità della vita. Inoltre, ha collaborato alla stesura di “Augmented Reality and Virtual Reality” il libro più scaricato in Business and Management nel 2018.

Al Prof. Jung il Comune di Sorrento consegnerà il premio speciale per cinema ed innovazione. Premiati anche Adele Magnelli, ideatrice e responsabile del progetto audiovisivo dantesco in realtà virtuale, e Carlo Rodomonti, responsabile del marketing strategico e digital di Rai Cinema. A rappresentare a Sorrento ETT, che ha già vinto in passato i Best Paper Awards, saranno anche Federico Basso e Alessandro Cavallaro, rispettivamente regista e storyteller dello short film in VR, che dopo il talk verrà visionato dal pubblico e dagli studenti aderenti alla sezione Lab del Premio “Penisola Sorrentina”.

Di gusto originale il confronto con le tecniche e i risultati tradizionali nel cortometraggio e nella cinematografia. Un riconoscimento speciale sarà, infatti, assegnato al regista sorrentino Antonino Giammarino per l’opera prima: “Anna Mendoza”.

L’evento continuerà il giorno successivo con la Press Junket, curata da Pier Paolo Mocci (direttore di Fortune Entertainment) in dialogo con Anna Pavignano, coautrice con Mario Martone del documentario in produzione: “Laggiù qualcuno mi ama” dedicato a Massimo Troisi.

A chiudere la due giorni al Teatro Tasso un grande spettacolo di musica e cinema con ospiti internazionali.

 

Timothy Jung, Manchester University

Cellulari: ecco dove e come gli italiani lo rompono

Trentino, Puglia e Sicilia dove gli italiani hanno rotto il telefono durante l’estate 2022:schermo e memoria le parti più riparate

Roma, 14 ottobre 2022 – La rottura di un cellulare comporta spesso delle noie più o meno gravi, e per questo sarebbe bene capire che un attimo di distrazione ci può costare veramente caro. Anche quest’anno il WeFix Lab, il Dipartimento Statistico iFix-iPhone.com, il booking che seleziona i migliori centri assistenza smartphone, si è occupato di stilare la classifica delle regioni e nazioni in cui gli italiani hanno rotto più di frequente il proprio smartphone nelle vacanze estive 2022*, che a differenza degli anni precedenti hanno visto partenze più equamente distribuite già da fine maggio, fino a metà settembre.

Il 94% degli italiani è andato in vacanza, e proprio l’Italia si è dimostrata essere di gran lunga la destinazione di viaggio preferita dai connazionali per le vacanze estive (74%), mentre chi ha scelto l’estero (26%), ha scelto quasi esclusivamente i Paesi europei**.

Tra le mete più “disgraziate”, dove gli italiani hanno rotto di più lo smartphone in ordine troviamo: Toscana con la città di Firenze in testa, Trentino Alto Adige, Puglia e Sicilia per quanto riguarda le località nostrane, mentre all’estero c’è stata una forte concentrazione su Francia, Grecia, seguite da Albania e Croazia. 

I luoghi più pericolosi rimangono quelli “bagnati” (34.9%) come mare, piscine, laghi, e gli stadi balzano al secondo posto (24,5%), grazie probabilmente alla riapertura della musica dal vivo con la conseguente crescita di richiesta tra le ore 21 e le ore 24. Seguono poi piazze/strade (15,6%), e montagna (13%) mentre i giovanissimi e gli over 65 sono stati i più attenti ai loro dispositivi, con la fascia intermedia tra i più disattenti.

Gli uomini si sono rivelati gli utenti più distratti con il 57,8% contro il 42,2% di donne che hanno rotto il proprio dispositivo. 

Altri dati emersi dalle statistiche della WeFix Lab la marca in assoluto più riparata è la Apple al 72% con in testa iPhone X, che batte Samsung con una richiesta del 17% con il Galaxy S9. La causa è da ricercarsi probabilmente nel costo medio del ricambio e della manodopera che risultano essere più alti in questo caso. 

Il giorno più nero in assoluto per i nostri smartphone è il mercoledì con il 17,73% delle richieste, in barba al lunedì che storicamente è il giorno peggiore tra tutti ma che invece durante le vacanze si classifica solo (si fa per dire) al terzo posto (16.43%). Il week end è il momento con meno rotture: il sabato e la domenica infatti si posizionano agli ultimi posti con rispettivamente il 9,91% e l’8.32% di rotture (in tutti i sensi…). 

Le riparazioni più richieste? La sostituzione schermo (38,54%), ed una nuova entrata per la memoria piena che balza direttamente al terzo posto (12,9%), forse a colpa dei social che intasano il telefono con foto e video inviati da amici.

Quali sono state invece le richieste più assurde? 

L’assistenza clienti iFix-iPhone.com ha confermato una crescita di domanda sul controllo della privacy, sopratutto di utenti che chiedono di poter verificare se sul loro smartphone è stato installata un’ App di tracciamento da parte di coniugi, amanti o addirittura datori di lavoro invadenti. 

Un altro elemento interessante riguarda la categoria di clienti “nomofobici”, ovvero che soffrono il distacco dallo smartphone: i lombardi risultano in questo caso  essere i più ansiosi, mentre i toscani e i siciliani i più “rilassati”. 

Quanto hanno inciso invece i rincari scatenati dall’inflazione sulla richiesta di riparazione? 

Abbastanza. Infatti la richiesta di riparazione è cresciuta del 14%, una buona notizia non solo se si pensa in termini di risparmio visto che riparare uno smartphone costa meno rispetto all’acquisto di un nuovo. Ma c’è anche il lato “green”  con il  bisogno di una maggiore sensibilità ambientale supportata da gruppi di attivisti, che stanno inducendo le aziende a schiudersi al mondo della riparazione, che insieme ad altri settori favorisce la sostenibilità.

*Lo studio è stato redatto dal WeFix Lab il Dipartimento Statistico di iFix-iPhone.com. I numeri fanno riferimento alle statistiche relative alla navigazione del sito, le richieste ricevute dal supporto della piattaforma ed alle prenotazioni ricevute dalle singole province e regioni italiane oltre alle richieste di supporto provenienti da residenti/domiciliati in Italia dall’ estero per l’Italia; nel periodo 20 Maggio – 15 Settembre 2022.

 

 

 

**Fonte Osservatorio Vacanze TCI 2022 

  • Materiale grafico disponibile su 

https://bit.ly/CS_WeFixLab_Estate22

  • Al seguente link è riportato lo studio relativo al 2021 e precedenti 

https://ifix-iphone.com/classifica-estate-2021/

 

 

Arriva Taxi Advisor, l’App che migliorerà i nostri viaggi

Si chiama Taxi Advisor l’App che promette di migliorare la nostra mobilità

Roma, 7 ottobre 2022 – Uscirà a dicembre Taxi Advisorl’App di recensione di tassisti e NCC che ci aiuterà a scegliere il taxi migliore per il nostro viaggio.

Taxi Advisor è nata da una idea del suo creatore, Gianluca Poggi, mentre prendeva il taxi. Gianluca infatti aveva notato che i tassisti facevano giri strani o si inventavano di non avere il POS per non pagare le commissioni. Gli era anche capitato di prendere NCC che non rispettavano minimamente gli standard di sicurezza e di servizio richiesti per quel lavoro.

E allora si è chiesto come mai non esistesse un’applicazione che consenta di segnalare questi comportamenti.

Ed ecco il momento in cui Taxi Advisor ha incominciato a prendere vita. In effetti, prima di Taxi Advisor non esistevano app o piattaforme che consentissero di raccogliere i feedback degli utenti che utilizzano taxi e NCC.

Taxi Advisor ha quindi l’obiettivo, proprio come il famoso portale TripAdvisor per ristoranti e hotel, di raccogliere i feedback dei viaggiatori che usufruiscono di un servizio taxi, offrendo loro la possibilità di segnalare i professionisti affidabili ed eventuali disagi o taxi abusivi.

Così, tutti gli utenti di Taxi Advisor possono viaggiare con tranquillità e senza sorprese.

Come funziona Taxi Advisor

Il funzionamento di Taxi Advisor di Gianluca Poggi è molto semplice. L’utente scarica l’applicazione sul proprio sistema IOS di iPhone o su Android di Google. Fatto questo, apre l’applicazione, si registra e a quel punto può inserire un riferimento per cercare un Taxi o un NCC, come una targa o un numero di licenza.

Entra quindi nella scheda associata a quella singola unità, tassista, autista o anche le società di noleggio pullman. L’utente può rilasciare la propria recensione, consultando anche quelle degli altri. All’interno di ogni profilo trova una bacheca, dove il tassista o il noleggiatore può inserire informazioni aggiuntive, per farsi anche lui pubblicità, così come chi noleggia i pullman.

E’ chiaro che Taxi Advisor non sarà un’applicazione in grado di fare concorrenza ai tassisti o a Uber, in quanto non si tratta di un sistema per prenotare una corsa, ma solo di una applicazione per recensire e segnalare i taxi e gli NCC.

Il lancio di Taxi Advisor

Il lancio di Taxi Advisor è previsto per dicembre e si diffonderà presumibilmente, almeno all’inizio, a Roma e Milano, dove è stata fatta un’importante campagna pubblicitaria. L’applicazione, tuttavia, potrà essere utilizzata non soltanto in Italia, ma anche all’estero, poiché sarà progettata sia in italiano, che in inglese.

I vantaggi dell’App di recensione Taxi Advisor

Taxi Advisor migliorerà la mobilità nelle città, in un momento storico in cui la riduzione dei veicoli privati circolanti potrebbe aiutare a ridurre i livelli di smog. Tuttavia, l’app funzionerà anche a vantaggio degli stessi tassisti, in quanto consentirà anche a loro, oltre che ai noleggiatori, di segnalare chi lavora senza regolare licenza. Semplicemente, quando il tassista fermo al parcheggio nota qualcuno che scarica delle persone, ed è chiaramente un tassista abusivo, perché magari è già noto e non è la prima volta che lo fa, con l’applicazione può fare foto, scrivere la targa e segnalarla agli amministratori di Taxi Advisor.

In questo caso gli amministratori eseguono dei controlli e, se confermano la segnalazione, a tutti gli Utenti sarà visibile, quando cercheranno la targa, che quella è una vettura non autorizzata a svolgere il servizio taxi o NCC.

Tutte le segnalazioni sono raccolte e controllate dagli amministratori di Taxi Advisor per evitare che gli Utenti possano utilizzare impropriamente le funzioni dell’app. Questa possibilità è vantaggiosa non solo per i tassisti, ma anche per i turisti che, ignari, potrebbero rivolgersi ad operatori senza regolare licenza. Grazie all’applicazione, potranno così verificare infatti se si stanno affidando a un professionista serio e con licenza.

Taxi Advisor e G-Network Italia

Taxi Advisor viene pubblicizzata nelle grandi città italiane e online e sta per essere lanciata. Gli ideatori stanno cercando di promuoverla al massimo, rendendola al contempo compatibile per il maggior numero di dispositivi. Si tratta della prima applicazione relativa alla mobilità lanciata da G-Network Italia, di cui Gianluca Poggi è dirigente e proprietario, oltre che ideatore.

G-Network Italia lavora su molteplici progetti, tutte idee innovative e all’avanguardia, per migliorare, in molti modi, la vita delle persone.

La determinazione di Gianluca Poggi e la preparazione del suo team di esperti programmatori, operatori per l’assistenza clienti, addetti stampa, copywriter e collaboratori fanno di G-Network Italia una realtà utile per tutti, innovativa e di indispensabile supporto per le aziende.

La vision e la mission di G-Network Italia consistono nel semplificare la vita delle persone. La Società punta a creare tecnologie che consentano alle persone di vivere in maniera più semplice e di soddisfare ogni loro bisogno in modo efficiente ed efficace. E, come Taxi Advisor, molte altre applicazioni sono in fase di sviluppo da parte della Società. Ci sarà un’applicazione in particolare che consentirà di migliorare la vita delle persone che hanno bisogno di pareri, di persone che possono guidarle verso le scelte della propria vita. La Società si è ispirata a un servizio di questo tipo già presente in un altro Stato, non in Italia, e vuole riproporlo al mercato italiano. G-Network ha già effettuato un primo test al riguardo, ed è andato molto bene”.

Non ci resta allora che attendere il lancio di Taxi Advisor per vivere meglio le nostre città grazie ad una mobilità più sicura ed affidabile, ed i nuovi lanci di Gianluca Poggi per migliorare ancora la qualità della nostra vita a 360°.

La mente dietro Taxi Advisor

Gianluca Poggi è un imprenditore romano che, nel 2022, ha fondato G-Network Italia, una società promettente e all’avanguardia in grado, con le sue soluzioni, di migliorare la vita delle persone.

Presto farà il suo debutto nelle principali città italiane l’applicazione ideata da Gianluca Poggi, Taxi Advisor, un’idea che, a detta del suo ideatore, promette di migliorare i servizi di mobilità.

Scopriamo dunque di più su Taxi AdvisorTM e Gianluca Poggi.

Chi è Gianluca Poggi

Partiamo innanzitutto con qualche informazione sull’ideatore di Taxi Advisor. Gianluca Poggi, di cui ha già parlato la stampa, è un ragazzo molto giovane e intraprendente, romano, classe 1997, con una spiccata passione per l’informatica.

Gianluca, non avendo avuto un’infanzia molto felice, si è dedicato fin da piccolo al mondo della tecnologia di cui era appassionato, ed ha approfondito sempre più le tematiche relative alla sicurezza informatica.

Gianluca crescendo non ha mai perso di vista i suoi obiettivi: ha cominciato a lavorare con la programmazione, per poi passare al ruolo di project manager di proprietà immobiliari.

Fin da giovanissimo ha deciso di dedicarsi totalmente alla passione per l’informatica, che è sempre stata il suo settore prediletto, perché ha sempre ritenuto che le persone debbano fare innanzitutto il lavoro che hanno piacere di fare, non il lavoro che capita, perché poi ne risente la qualità della vita. G-Network Italia è nata proprio da questa passione di Gianluca Poggi per l’informatica, Gianluca l’ha fondata come socio unico, dove G indica proprio il suo nome”.

Tra i numerosi progetti sviluppati per G-Network Italia, emerge soprattutto Taxi Advisor.

Gianluca Poggi, imprenditore digital, creatore della G-Network

Approda al cinema il Raggio di Luce che ha attraversato l’Europa

Il viaggio del raggio di luce, il film della pace e della speranza, presentato in anteprima oggi al Salone del Camper di Parma

Parma, 12 settembre 2022 – Si chiama “Il viaggio del raggio di luce” il nuovo docufilm di Paolo Goglio, che ha portato un Raggio di Luce, simbolo di pace speranza, in giro per l’Europa, da Capo Passero, punto più a sud d’Italia, a Capo Nord, estrema sommità settentrionale del continente Europeo, oltre il circolo polare artico.

Ispirato alla Spada di Luce di S.Michele Arcangelo, il regista oggionese ha documentato l’impresa, iniziata nel giorno di Capodanno 2022 e conclusa dopo 6 mesi di viaggio. Con un potente proiettore alimentato dall’impianto di un camper attrezzato e modificato con moderne tecnologie al LIFEPO4 ha proiettato nei cieli di tutta Europa il Raggio di Luce, simbolo di pace e di speranza per l’umanità.

L’EQUIPAGGIO

Una cascata ininterrotta di emozioni e immagini realizzate dalla Sicilia alla Norvegia: protagonisti del film Gianna, camperina adolescente, Leone cane coccolone e Paolo Goglio, regista e autore in solitaria dell’opera realizzata in modalità Selfiefilm, ossia un’intera produzione cinematografica realizzata interamente da solo, curando sia la parte organizzativa e operativa, sia quella produttiva, con 2 droni e 5 telecamere, di cui una a 360°.

IL VIAGGIO

Da Porto Palo di Capo Passero, dove ha ricevuto un attestato dal Sindaco e dalla giunta comunale, il regista ha raggiunto i crateri dell’Etna a 3.000 metri, Taormina, la Scala dei Turchi, l’incredibile strada sopraelevata che conduce al Cristo di Maratea, i faraglioni del Gargano e i nevai del Gran Sasso, portando al cielo il Raggio di Luce proiettato attraverso il tetto del camper. Ha fatto tappa anche ad Amatrice, rendendo un tributo di speranza alle zone ferite dal sisma e alla cascata delle Marmore per giungere via via alla spettacolare Atlantic Road, in Norvegia, dove ha attraversato numerose regioni, gli arcipelaghi delle Isole Lofoten e Vesteralen e le sconfinate distese di ghiaccio delle terre artiche.

LO STILE DI VITA

Nello spettacolare amalgama tra paesaggi mozzafiato, emerge la vanlife: gli aspetti di uno stile di vita che sta richiamando l’attenzione di moltissimi appassionati. Non solo la guida su strade e autostrade, ci sono anche momenti di vita quotidiana, mansioni domestiche e soprattutto difficoltà da affrontare. Paolo Goglio, nel corso del lungo viaggio, è rimasto bloccato più di due settimane sul Golfo di Botnia, con temperature ostili tra i ghiacci del Mar Baltico, sfidando temperature polari, strade ghiacciate nel Nordland e tempeste di neve.

ANTEPRIMA ASSOLUTA

Il Viaggio del Raggio di Luce sarà presentato in anteprima  mondiale oggi al Salone del Camper di Parma Fiere, un’occasione per condividere l’evento con gli amici camperisti che hanno seguito l’impresa via social.

Sul suo canale Youtube, dove ha creato una playlist del diario di viaggio, Paolo Goglio ha ricevuto più di 1.000.000 di visualizzazioni e  feedback molto positivi.

“Ho ricevuto moltissime gratificazioni da numerose persone che mi hanno scritto e contattato” racconta il regista che vive in un campeggio ad Oggiono.Molti mi sono venuti incontro con il loro camper e abbiamo condiviso momenti di grande e solidale  empatia. Oggi ho il piacere di portare al cinema e in televisione un messaggio di Luce e di Speranza affinché tutti possano rialzare lo sguardo e portarlo verso il cielo e verso le stelle”

 

###

Per informazioni ed interviste:

Paolo Goglio

Tel. +39 335.63.42.166

paolo@amoreconilmondo.com

www.paologoglio.com



La locandina del film “Il viaggio del Raggio di Luce”

Tulipania: ritorna la raccolta delle zucche

Ritorna Tulipania: raccogliere le zucche insieme, una divertente attività per grandi e piccini

Milano, 7 settembre 2022 – Ritorna la raccolta delle zucche a Tulipania. È a qualche anno ormai che abbiamo imparato a vivere Tulipania come un’esperienza per tutte le stagioni dell’anno, con i suoi colori, la voglia di stare all’aria aperta e di respirare il contatto con la natura.
Con l’arrivo dell’autunno, il grande campo da vivere, di una superficie di 25mila metri quadrati sito in Terno d’Isola (BG), e
facilmente raggiungibile dalle province di Milano, Monza Brianza e Lecco, si
animerà per ospitarci in una cornice, il cui tema principale sarà la festa di Halloween, e la tradizione della raccolta delle zucche direttamente nel campo come nel classico “Pumpkin patch” statunitense.

Infatti, a partire dal 17
settembre e fino al 31 ottobre, tutti i fine settimana sarà possibile visitare il
campo di Tulipania e raccogliere di persona la nostra zucca preferita, ornamentale o mangereccia, circondati da spaventapasseri e pipistrelli, ma anche da tanti sorrisi, e con la supervisione esperta dei responsabili del campo, che ci sapranno accompagnare e guidare durante questa emozionante
esperienza.

Le attività e le novità 2022

Raccogliere le zucche a Tulipania è un classico ma c’è anche molto di più. Tulipania propone infatti tante attività e occasioni per trascorrere un piacevole momento in compagnia. Tanto per
cominciare, una novità di quest’anno sarà la possibilità di fare colazione al
campo, con il nostro cappuccino o caffè e tutto il necessario che ci verrà fornito
per iniziare bene la giornata. In alternativa per chi opterà per una visita pomeridiana, potrà scegliere la merenda consumando prodotti sani e naturali, come il miele prodotto proprio nel campo di Tulipania.

Inoltre, come nel periodo primaverile, sarà possibile fare un pic-nic al campo, anche in questo caso con il cestino che ci verrà fornito da Tulipania, o un aperitivo in compagnia per chi dopo aver visitato il campo, vuole fermarsi qualche minuto in più a godersi il fascino di questo luogo.

Altra novità di quest’anno è il percorso nel granturco, dove i bambini, e perché
no, anche chi è più grandicello, potranno divertirsi a scoprire sentieri e pertugi
nascosti tra piante e pannocchie di mais e farsi due risate insieme.

Una proposta in più per i piccoli, insieme a quelle che già Tulipania propone da anni, come il tris con le zucche o i giochi della tradizione contadina. Oppure i piccoli potranno divertirsi a decorare la loro zucca già nel campo, prendendo spunto dai vari Jack o’lantern che addobbano il campo o lasciandosi ispirare
dall’atmosfera spettrale, ma sempre col sorriso sulle labbra, che il periodo di Halloween porta con sé.

Tulipania, inoltre, anche in autunno, è un bellissimo set fotografico, per chi
vuole semplicemente portare a casa un bel ricordo insieme alla famiglia, stupire i propri amici o anche per chi ha bisogno di uno scenario originale per le foto per il proprio sito internet o per i social. Per chi vorrà si potrà anche prenotare un servizio fotografico con professionista di Tulipania al seguito.

Raccogliere le zucche a Tulipania e al contempo portarsi a casa ricordi indelebili, diventa grazie a questo insieme di attività un‘esperienza assolutamente da provare.

Date e orari dell’evento per raccogliere le zucche a Tulipania, decorarle e partecipare a tutte le attività

Tulipania sarà aperto dal 17 settembre al 31 di ottobre tutti i venerdì dalle 15.30 alle 18.00 e il sabato e la
domenica dalle 9.00 alle 18.30 con prenotazione obbligatoria dal loro sito internet www.tulipania.world, scegliendo il pacchetto preferito tra i tanti messi a disposizione

All’ingresso a Tulipania, a tutti i visitatori di altezza superiore ai novanta centimetri, verrà richiesto di munirsi di un Tulidoblone del costo di 3€, il cui valore verrà investito per l’acquisto della zucca che si sarà scelto di portare a casa.

Come raggiungere Tulipania

Raggiungere Tulipania è semplice, si trova nella zona Ovest di Bergamo, a due
passi da Milano, e comodamente raggiungibile dall’uscita di Capriate della A4.
Inoltre il campo è dotato di ampio parcheggio interno e, all’occorrenza, si può usufruire anche del parcheggio comunale che si trova proprio di fronte all’ingresso.

E visitando Tulipania possiamo anche trovare la scusa per una gita in famiglia, con proposte, naturali, di svago e culturali, nei dintorni che non mancano: a pochi minuti da Terno d’Isola è possibile visitare Bergamo Alta, il suggestivo centro storico medievale della città lombarda, o la casa natale di Papà Giovanni XXIII a Sotto il Monte, o cercare un momento di relax sulle montagne adiacenti, come il Pertus. Ma è anche possibile visitare il parco astronomico “La torre del Sole“.

L’indirizzo del campo presso cui recarsi per la raccolta è Via Marco Biagi 95 Terno D’isola Bergamo

Per info e prenotazioni: www.tulipania.world

Pagina Facebook: @tulipania

Pagina Instagram: @tulipania.world

 

Tra le attività più apprezzate, la decorazione della propria zucca muniti di tempere e penelli (acquistabili al campo)

Allestimenti originali per foto uniche e da mille social like

Tra le decine di varietà presenti sul campo non mancano quelle edibili per realizzare gustose ricette

L’ambiente country chic ti permetterà di fare scatti memorabili

Raccogliere le zucche a Tulipania cercando quelle con le faccine più simpatiche è il divertimento più bello

Raccogliere le zucche a Tulipania, una divertente attività per grandi e piccini

Un cocktail a bordo campo all’interno di una cornice allegra e colorata

Pietrasanta e la Versilia in un click, viste da chi le vive

Pietrasanta e la Versilia in un click: il territorio visto da chi lo vive

Versilia, 22 agosto 2022 – La bellezza della piccola Atene e della Versilia, gli angoli nascosti e il suo mare incorniciati dall’arte e dalla cultura sono i protagonisti indiscussi che tornano in scena sul prestigioso palco dell’Agorà di Tonfano al Festival della Versiliana di Marina di Pietrasanta, lunedì 22 Agosto, ore 21.00 per la conduzione di Claudio Sottili e la cura di Kata Corfini di GoVersilia, organizzatore della serata. 

Dopo le migliaia di adesioni ed il grande successo della scorsa edizione non potevano mancare le premiazioni dei concorsi fotografici e letterari organizzati da GoVersilia in collaborazione con il Comune di Pietrasanta. Concorsi che ci hanno accompagnato nelle giornate più fredde dell’anno.

Migliaia le immagini scattate dagli amatori per promuovere il territorio di Pietrasanta e della Versilia. In questa edizione si è voluto dare rilievo non solo alla bellezza ed al fascino del mare in inverno, ma anche agli angoli meno conosciuti, puntando l’obbiettivo verso la vita ordinaria di questo angolo di paradiso.

Si è cercato così di mostrare l’incredibile vivacità del suo straordinario patrimonio culturale, artistico e naturalistico. In tal modo si è riusciti a dar enfasi a questo centro internazionale della scultura contemporanea oltre che della lavorazione artistica del marmo, del bronzo e del mosaico. Perché Pietrasanta, cuore della Versilia, è una città da vivere 365 giorni l’anno.

Quest’anno l’edizione si è arricchita di molte novità tra cui la sezione “Per mare per terram” ideata dal gruppo e dedicata a tutto il territorio versiliese. Nell’ambito di questo concorso fotografico e letterario rivolto a tutti coloro che amano il mare e la terra in cui vivono durante l’inverno, GoVersilia ha installato la sua prima Cassetta Poetica alla Rocca di Pietrasanta con vista panoramica su tutto il territorio della Versilia.

Alla domanda perché proprio Pietrasanta:

“perché Pietrasanta è l’anima artistica della Versilia. E’ una città dove si respira arte e cultura un po’ ovunque, anche se nulla manca agli altri comuni della Versilia”,  ha risposto Katia Corfini, presidente di GoVersilia.

L’idea di una Cassetta postale “poetica” nasce dall’abitudine di alcune persone, che non usano social, di scrivere i loro pensieri su carta. Questa volta abbiamo deciso di parlare dell’amore per la propria terra e di poterlo scrivere su un foglio di carta, così come lo hanno fatto, anche i grandi poeti del passato.

Si ringraziano i membri del gruppo ed in particolare Adamo Pierotti per il suo contributo artistico nella realizzazione della Cassetta Poetica, scrigno dei vostri pensieri, e il consigliere Giacomo Vannucci per il supporto tecnico.

Questi concorsi ci hanno accompagnato nelle grigie giornate invernali regalandoci sorrisi con foto che narrano del mare d’inverno, di auto d’epoca e dell’amore in ogni sua forma, compreso quello per il territorio versiliese.

La serata conclusiva premierà gli scatti più belli e le migliori poesie sia nella categoria composizione che interpretazione, saranno consegnati gli attestati di partecipazione e svelati i vincitori delle iniziative fotografiche e letterarie selezionati da apposite giurie di esperti di eccellenza. Ecco alcuni dei membri: Katia Balducci AD gruppo Overmarine Effebi, Presidente di Navigo; il Capitano di Fregata Alessandro Russo, Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio; Katia Corfini, Presidente GoVersilia, Nautilus advisor; il Cav. Alberto Frugoli, Presidente della Consulta dello Sport di Pietrasanta, Presidente dell’Associazione 116 e fondatore del Nimbus Surfing Club; Mario Biondi, fotografo paesaggista, ritrattista ed esperto in arte digitale; Matteo Bertetto, fotografo professionista e docente di tecnica fotografica, tra i fondatori di uno dei gruppi più importanti d’Italia “Fotografia Moderna A&M”; Bertetto sarà il capo commissione e commenterà le immagini vincitrici fornendo le spiegazioni tecniche in diretta sul palco.

Una serata ricca di bellezza, arte e cultura nella quale non mancheranno momenti di intrattenimento grazie ad alcuni membri del gruppo che ci hanno preparato delle belle sorprese.
Le immagini e poesie dei concorsi fotografici e letterari sono visibili sul gruppo FB GoVersilia, www.facebook.com/groups/goversilia.

 

 

GoVersilia il mare d’inverno in Versilia

Agora palco del Festival della Versiliana a Tonfano Marina di Pietrasanta

 

 

Cassetta postale poetica alla Rocca di Pietrasanta e e vista sulla Versilia

Cassetta postale poetica alla Rocca di Pietrasanta, deposito poesia

 

 

Il mare d’inverno in Versilia

Versilia: le donne ed il mare tornano all’Agorà della Versiliana

Uno sguardo al futuro della nautica fra storicità ed innovazione

Marina di Pietrasanta, 26 luglio 2022 – Dopo il successo dell’edizione 2021 GoVersilia, in collaborazione con la Versiliana, si terrà aperto a tutti gratuitamente un incontro sul mondo della nautica dal titolo “Le donne ed il mare – uno sguardo al futuro della nautica fra storicità ed innovazione”. L’incontro si terrà presso lo Spazio incontri Agorà, martedì 26 luglio dalle 21:15 alle 22:30, in Piazza 24 Maggio angolo Via Versilia a Tonfano (Marina di Pietrasanta) condotto da Claudio Sottili coadiuvato da Serena Martinelli che introdurrà gli argomenti con una poesia dedicata al mare, e testi selezionati da Gabriele Tizzani.

Parteciperanno a questa serata professioniste del settore di lunga esperienza quali: Katia Balducci, Katia Corfini e Michela Fucile. Un’interessante incontro scandito tra la storia della nautica e la sua evoluzione fino ai tempi odierni. Si parlerà della costruzione delle barche e del loro design e di come sia cambiata la portualità nel tempo. In ultimo, e non per questo meno importante, un accenno alla tecnologia con particolare attenzione all’ambiente e ai progetti ecosostenibili.

Nell’edizione 2022 gli ospiti non mancheranno di dare rilievo alle attività ambientali e all’importanza della formazione. In particolare, ospite d’eccezione, il Capitano di Fregata (CP) Alessandro Russo, Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio ci parlerà del Porto di Viareggio fra ieri ed oggi e delle attività sostenibili ad esso connesso.

Sicuramente un appuntamento da non perdere per gli appassionati del mare che si svolgerà presso lo Spazio incontri Agorà, martedì 26 luglio dalle 21:15 alle 22:30, in Piazza 24 Maggio angolo Via Versilia a Tonfano, Marina di Pietrasanta

 


Le donne e il mare edizione 2022

 

Il porto di Viareggio banchina Yacht Broker

 

L’Agorà della Versiliana a Marina di Pietrasanta

 

Exit mobile version