Horeca: digitale e nuove idee i segreti per il successo

marco ilardi digital food

Nuove idee e digitale sono gli ingredienti per migliorare le perfomance dei locali che operano nell’Horeca, ovvero hotellerie, restaurant e caffè

Roma, 29 novembre 2022 – La pandemia oltre ai problemi di salute nazionale, che hanno comportato il lockdown ed il blocco dell’economia su scala mondiale, ha comportato notevoli disagi per gli imprenditori, soprattutto quelli che lavorano nel mondo del food and beverage.

In quel periodo gli imprenditori insieme ai loro consulenti IT hanno cercato di studiare nuove strategie per superare le limitazioni del lockdown con l’ausilio della tecnologia.

Uno di questi, Marco Ilardi, imprenditore napoletano, titolare di Micropedia, direttore del food magazine “Cinque gusti” e sviluppatore web e mobile, si è adoperato con alcuni tra i suoi migliori clienti per superare queste barriere, soprattutto per quando riguarda il servizio al pubblico e la gestione degli ordini al fornitore.

Con il campione del mondo di pasticceria Matteo Cutolo, presidente della federazione italiana pasticcieri gelatieri e cioccolatieri e Don Alfonso 1890, ristorante stellato considerato il miglior ristorante italiano nel mondo, Ilardi ha studiato così le migliori soluzioni per aiutare i locali a superare i problemi del lockdown.

È da questa esperienza unica che è nata l’idea di scrivere un libro, con la prefazione di Don Alfonso Iaccarino, uno dei migliori chef italiani di sempre, premiato lo scorso anno ad Amsterdam col Best Chef Awards 2021.

Il libro si chiama Digital Food, si trova nelle migliori librerie come Amazon.it, Mondadori, e Feltrinelli, ed ha raccolto in poco tempo decine di commenti soddisfatti.

”Con questo libro, l’autore riesce a trasmettere quanta passione mette nel suo lavoro, portando innovazione in un settore poco propenso all’adozione tecnologica perché molto legato alle proprie tradizioni e alle proprie culture.
Per questo motivo ne consiglio la lettura a tutti coloro che hanno un’attività nel settore Horeca, si può vedere come la tecnologia, utilizzata in modo corretto, può portare un vantaggio per la propria attività”, si legge in una delle tante recensioni entusiaste..

Digita Food si presenta per questo come una occasione unica per gli imprenditori che operano nell’ Horeca, per ottenere nuove idee tecnologiche che possono sicuramente migliorare la produttività e portare al successo la propria attività.

 

 

Marco Ilardi, autore del libro di Digital Food

SurvHackathon: arriva la challenge di sopravvivenza targata ‘Università di Foggia’

Roma, 25 novembre 2022 – È in arrivo presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia un nuovo evento Hackathon organizzato dal centro di ricerca Learning Science Hub. Un’iniziativa giunta ormai alla sua quarta edizione e che avrà come tema “la sopravvivenza alla vita universitaria”.

Durante le ventiquattro ore tra il 30 marzo e il 31 marzo 2023, i partecipanti a SurvHackathon potranno scatenare la creatività e inventare tool per aiutare gli studenti Unifg a navigare le difficoltà universitarie.

Si raccolgono intanto i frutti degli scorsi appuntamenti: Sportability, l’app innovativa progettata dagli studenti Unifg durante la scorsa edizione di Hackathon, è in fase di sviluppo definitivo e sarà presto disponibile sul mercato.

All’Università di Foggia, l’innovazione tecnologica parte dagli studenti. Questo lo spirito dell’evento Hackathon del Dipartimento di Studi Umanistici (DISTUM) di Foggia, nato sotto il nome di “DigiEduHack” nel 2019 da un’idea del Professor Pierpaolo Limone, Rettore e Professore Ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, e ormai giunto alla sua terza edizione, tenutasi lo scorso ottobre 2022, sotto il nome di Bootcamp Unifg.

Che cos’è un Hackathon?

Si tratta di un’iniziativa che vede gli studenti protagonisti attivi di un processo creativo, volto alla progettazione di soluzioni tecnologiche innovative: i partecipanti, divisi in squadre, sono chiamati a ideare un prodotto digitale in un’unica sessione cooperativa di ventiquattr’ore, sotto la guida di esperti del settore e coach motivatori.

Dopo il difficile biennio di pandemia, che ha visto una sospensione globale delle attività didattiche in presenza, il Learning Science Hub diretto dal Prof. Limone ha dato vita a “Wellbeethon: la Maratona del Benessere”, un Hackathon in presenza che si è svolto tra 12 e 13 maggio 2022, vincitore del concorso nazionale “University 4 EU. Il tuo futuro, la nostra Europa” promosso dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

A vincere la competizione, che ha visto il coinvolgimento di centinaia di studenti Unifg, è stata l’idea di Sportability, una app dedicata ai servizi per le persone con disabilità.

Nel corso del “Wellbeethon”, sono state individuate le sei aree del benessere sulle quali i partecipanti hanno incentrato i propri progetti innovativi: benessere ambientale, benessere socio-relazionale, benessere culturale, benessere organizzativo, benessere fisico-alimentare e benessere psicologico. A ispirare gli studenti su questi temi, un ampio ventaglio di speaker, tra cui medici, artisti, psicologi, imprenditori e attivisti.

Oggi la versione beta di Sportability vede la luce, grazie alla collaborazione con un’azienda specializzata del settore; a breve, partirà una serie di sperimentazioni dell’app con gli studenti Unifg e sarà organizzata una conferenza stampa per il lancio definitivo del software. Risultati e processi del Wellbeethon saranno raccontati invece in un volume di prossima uscita, per i tipi dell’editore milanese FrancoAngeli, mentre una prima divulgazione degli stessi è avvenuta in occasione del Convegno nazionale DidaMatica 2022, organizzata dall’Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico.

E’ possibile iscriversi gratuitamente SurvHackathon al qui https://learningsciences.unifg.it/events/survhackathon/

Segui la challenge su Instagram @SurvHackathon

Email contatti: wellbeethon@unifg.it

 

 

 

 

Crescere senza pubblicità: come acquisire nuovi clienti nel B2B con la SEO Strategica

Il libro di riferimento per la domanda consapevole.

Milano, 23 novembre 2022 – Ogni giorno ci sono tante aziende nel B2B che cercano nuovi fornitori. Il primo passo per trovarli, il modo più semplice e veloce per avere una panoramica di quello che offre il mercato anche per le imprese è…Google. Ebbene si, anche il famoso motore di ricerca risulta utile per la ricerca di fornitori affidabili per la propria impresa. È infatti digitando su Google la propria ricerca che si ottieni una lista di risposte, ordinate in base ai criteri dello stesso motore di ricerca. E nell’ambito della ricerca le persone difficilmente vanno oltre la prima pagina. Da qui si evince che essere presente in prima pagina permette di essere visto e scelto dai potenziali clienti.

È da queste premesse che nasce il libro “Crescere senza pubblicità“, di Pietro Marilli, che si pone l’obiettivo di aiutare a capire le imprese come acquisire nuove clienti tramite il posizionamento sui motori di ricerca.

Un libro rivolto a chi è un po’ spaventato dal mondo digitale, e non sa come barcamenarsi, anche se sa bene che ormai oggi siamo in un’epoca in cui è indispensabile essere presenti online.

In questo scenario la domanda consapevole è per questo preziosa, perché racchiude tutti i potenziali clienti che attivamente cercano qualcosa: sono persone consapevoli di avere un problema, un’esigenza, e si mettono a cercarla.

Questo fa tutta la differenza rispetto alla pubblicità, che va a cercare persone passive, che non stanno assolutamente cercando nulla (anche se magari ne avrebbero bisogno).

Nel libro “Crescere senza pubblicità” l’autore spiega perciò come acquisire nuovi potenziali clienti senza alcuna pubblicità, grazie alla nuova SEO strategica, che non si limita a posizionarti su Google, a farti trovare, ma studia come farsi scegliere dagli utenti, per  trasformarli in nuovi clienti.

“Crescere senza pubblicità”, è disponibile oltre che nelle migliori librerie anche online, a partire dalla libreria online di Amazon all’indirizzo www.amazon.it/Crescere-Senza-Pubblicità-Acquisisci-Strategica/dp/B0BM3MFK5T.

 

Arriva Natale: come creare l’atmosfera natalizia con l’App di Realtà Aumentata

Ad aiutarci a creare l’atmosfera giusta l’App con la realtà aumentata di Casahomewear

Roma, 22 novembre 2022 – Sembra che più del 90% degli italiani ami trascorrere il Natale in casa. E se anche il Grinch si lascia conquistare dal fascino delle magiche atmosfere natalizie, sicuramente la maggior parte di noi si perderà tra addobbi e candele. Sì candele, perché forse quest’anno le tradizionali luminarie risentiranno della crisi energetica ma a vivacizzare l’atmosfera ci saranno le belle tovaglie imbandite. E se il riscaldamento dovrà essere contenuto, ci scalderemo riposando tra morbide lenzuola di flanella, calde trapunte invernali, sacchi copripiumino imbottiti o accoccolandoci sul divano avvolti in soffici plaid e cuscini arredo.

Quale sarà il mood per la casa delle feste: ad aiutarci nella scelta la realtà aumentata

Ma quale sarà lo stile predominante? “Quest’anno i nostri clienti avranno davvero l’imbarazzo della scelta”, afferma il direttore creativo di Cotonificio Zambaiti, produttore del tessile casa proposto da Casahomewear.

“Creare atmosfera natalizia con la biancheria per la casa è facile, dallo stile nordico, al tradizione, dal montano al romantico e l’alternativo, magico fiabesco. Per tutti i gusti quindi, ma solo per quanto concerne lo stile, perché ogni articolo sarà rigorosamente nella qualità artigianale italiana che contraddistingue le nostre collezioni da oltre mezzo secolo.

E ad aiutare nella scelta del mood c’è l’innovativa App Casahomewear, gratuitamente scaricabile da AppleStore o GooglePlay, che consente di vedere sul proprio letto di casa quale disegno si abbina meglio, prima di procedere all’acquisto”, conclude Lara Zambaiti.

Scegli il tuo stile natalizio

Stile Nordico per chi apprezza uno stile moderno, minimal dai colori chiari ma caldi, quelle atmosfere ovattate dei paesaggi con la coltre di neve, tutto relax e quiete. Non poteva che essere White Snow, con la delicata stampa abbinata al grigio perla per completo letto, copripiumino e trapunta in cotone naturale ma anche nella versione in calda flanella. E naturalmente pack Plastic free! Ogni trapunta è contenuta in un sacco portabiancheria con la medesima stampa e ogni completo letto e copripiumino, in una fodera cuscino arredo.

Stile Tradizionale, con l’intramontabile tartan scozzese, ideale per chi vuole una soluzione poco impegnativa, da sfruttare non solo durante le feste, ma anche lungo tutto il corso dell’anno. Il motivo rosso e verde, con un piccolo dettaglio ocra dorato viene proposto sia per il letto, con trapunta, completo letto e set copripiumino che sulla tavola, con tovaglie in cotone antimacchia di diverse misure, tovagliette americane e set cucina completo di grembiule, guanto e presina. Perfetto anche come idea regalo.

 

Stile Giocoso per gli amanti delle favole di Natale, l’indimenticabile Schiaccianoci, con soldatini e ballerine, in un tripudio di alberi e stelle. Il completo letto e la parure copripiumino sono proposte anche in caldo cotone di flanella e contenute in un cuscino arredo che arricchirà il tuo letto o la tua zona living. E per vivacizzare la tua tavole delle feste, ecco la tovaglia con l’irrinunciabile trattamento antimacchia, il set cucina e le tovagliette per la colazione.

 

Schiaccianoci Parure copripiumino in cotone stampato

Stile Romantico con i fiocchi di neve e le stampe effetto pizzo di Let it snow. Il disegno viene proposto sia per le referenze letto che tavola. Per il letto trovi sia il completo letto che il sacco copripiumino in cui infilare il nostro caldo piumino in cotone con imbottitura ecologica da PET riciclato (invernale 300gr m2 o il 4 stagioni con 2 piumini separabili). E non solo a Natale, potrai sfoggiare una bella tovaglia senza temere incidenti, grazie al pratico trattamento antimacchia, ma anche runner centrotavola e set cucina completo coordinati.

Stile Classico tra cervi stilizzati e fiocchi di neve mixati a geometria scozzese. In questa linea avrai la possibilità di accontentare anche il tuo amico a 4 zampe, coordinando il tuo plaid-cuscino o il tuo letto al suo, con la morbida cuccia in spesso cotone imbottito.

Stile Tirolese con i tradizionali motivi romantici di cuori e fiori nei caldi colori rosso e blu. Basterà posarlo sul letto per avere subito una calda atmosfera di natale in montagna.

Stile Montano, se è proprio lo stile chalet di montagna che cerchi, ecco Marmot, un’elegante stampa ornamentale nei colori della roccia e del legno, con simpatiche marmotte e linee di monti. La linea si completa di lenzuola e set spugna ricamata, completo letto e parure copripiumino sia in cotone trama tela che in calda flanella, trapunta, plaid cuscino e cuccia per il tuo amico a 4 zampe.

 

 

Lenzuola, tovaglie, plaid, cuscini arredo e anche cucce in stile romantico, tradizionale, nordico o giocoso

 

 

###

Per interviste ed informazioni:

 

Press@cotonificiozambaiti.it

tel.035-718161 – 3888225712

shop online: www.casahomewear.com

https://apps.apple.com/it/app/casahomewear/id1489194876

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.casahomewear.chw

 

Dagli studenti della Unifg nasce Sportability, l’App per i disabili

Dall’università, al gaming alla ricerca applicata: arriva Sportability, la nuova app per i servizi ai disabili

Foggia, 18 novembre 2022 – All’Università di Foggia, l’innovazione tecnologica parte dagli studenti. Questo lo spirito dell’evento Hackathon del Dipartimento di Studi Umanistici (DISTUM) di Foggia, nato sotto il nome di “DigiEduHack” nel 2019 da un’idea del Professor Pierpaolo Limone, Rettore e Professore Ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, e ormai giunto alla sua terza edizione, lo scorso ottobre 2022 (Bootcamp Unifg).

Sportability, l’App dei  servizi ai disabili

A vincere la competizione, che ha visto il coinvolgimento di centinaia di studenti Unifg, è stata l’idea di Sportability, una app dedicata ai servizi per le persone con disabilità.                        Nel corso del “Wellbeethon”, sono state individuate le sei aree del benessere sulle quali i partecipanti hanno incentrato i propri progetti innovativi: benessere ambientale, benessere socio-relazionale, benessere culturale, benessere organizzativo, benessere fisico-alimentare e benessere psicologico. A ispirare gli studenti su questi temi, un ampio ventaglio di speaker, tra cui medici, artisti, psicologi, imprenditori e attivisti.

Oggi la versione beta di Sportability vede la luce, grazie alla collaborazione con un’azienda specializzata del settore; a breve, partirà una serie di sperimentazioni dell’app con gli studenti Unifg.

L’Hackaton, fonte di innovazione e soluzioni creative

Che cos’è un Hackathon?  Si tratta di un evento che vede gli studenti protagonisti attivi di un processo creativo, volto alla progettazione di soluzioni tecnologiche innovative: i partecipanti, divisi in squadre, sono chiamati a ideare un prodotto digitale in un’unica sessione creativa di ventiquattr’ore, sotto la guida di esperti del settore e coach motivatori.

Dopo il difficile biennio di pandemia, che ha visto una sospensione globale delle attività didattiche in presenza, il Learning Science Hub diretto dal Prof. Limone ha dato vita a “Wellbeethon: la Maratona del Benessere”, un Hackathon in presenza tenutosi tra 12 e 13 maggio 2022, vincitore del concorso nazionale “University 4 EU. Il tuo futuro, la nostra Europa” promosso dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

Risultati e processi del Wellbeethon saranno raccontati in un volume di prossima uscita, per i tipi dell’editore milanese FrancoAngeli, mentre una prima divulgazione degli stessi è avvenuta in occasione del Convegno nazionale DidaMatica 2022, organizzata dall’Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico.

La prossima edizione dell’Hackathon si terrà in primavera, a marzo 2023, e avrà come obiettivo quello di promuovere soluzioni tecnologiche creative per affrontare al meglio il percorso di studi universitari.

 

Da oggi nuove App disponibili nell’innovaphone App Store

Roma, 17 novembre 2022 – Innovaphone, l’azienda tedesca specializzata in UC, offre alle imprese la piattaforma di collaborazione innovaphone myApps. Il concetto di base di innovaphone myApps è ciò che la rende speciale: è una piattaforma aperta, invita la community degli sviluppatori a sviluppare applicazioni e fornisce un framework professionale per consentirlo. L’innovaphone App Store, in rapida crescita, con la sua moltitudine di nuove applicazioni e un portafoglio di app già ampio, conferma un concetto di successo.

Gli sviluppatori innovaphone hanno gradualmente integrato nella piattaforma myApps un’ampia gamma di applicazioni, gratuite e a pagamento, in continua crescita. Si tratta di applicazioni che semplificano i processi lavorativi come la Contacts App o la Reports App, di applicazioni per la comunicazione come la Chat App o la Conference App e di applicazioni per l’amministrazione come la Devices App e la Provisioning App.

L’elemento che accomuna tutte le applicazioni è la capacità di semplificare i processi aziendali e facilitare il lavoro quotidiano degli utenti che le utilizzano. Tutte le applicazioni sono organizzate in un’unica interfaccia utente intuitiva, disponibile da qualsiasi dispositivo e con un solo clic.

Ogni utente può personalizzare la propria interfaccia in base alle proprie preferenze ed esigenze. Infine, con l’innovaphone SDK (Software Development Kit) è possibile sviluppare facilmente applicazioni speciali per settori o aree specifiche. Il software è disponibile anche come App.

Nel nostro innovaphone App Store è possibile trovare molti esempi di nuovi e creativi sviluppi di app da parte dei nostri partner tecnologici: dalla Pinboard App, che sostituisce la tradizionale bacheca aziendale, alla ToDoList App, che sostituisce la classica to-do list cartacea, fino alla Wake me up!, che gestisce il servizio di sveglia nelle camere d’albergo, solo per citare alcuni esempi. Sono tutte applicazioni che rispondono a esigenze specifiche che le aziende si trovano ad affrontare nella loro attività quotidiana.

Siamo lieti che il nostro innovaphone App Store sia in costante crescita e che la nostra App Plattform diventi di conseguenza ancora più completa e versatile“, afferma Johannes Nowak, Head of Business Development International di innovaphone.

 

E-commerce: le 10 regole d’oro per guadagnare con un negozio online

Milano, 11 novembre 2022 – Al giorno d’oggi, avere un sito ecommerce sta diventando sempre più importante per chi offre un prodotto o un servizio. Questo accade per la maggior parte dei settori merceologici.

Il mercato delle vendite infatti, è in continua evoluzione. Soprattutto dalla pandemia di Covid-19 in poi, molti brand hanno dovuto comprendere l’importanza del sapersi muovere online e gli e-commerce hanno registrato delle crescite impressionanti. 

L’attività di vendita online quindi è diventata sempre meno marginale e la web economy ha un valore sempre maggiore.  

Molto spesso, coloro che aprono un sito e-commerce commettono l’errore di pensare che sia facile vendere e ottenere molti profitti. In realtà non è così. Ecco perché abbiamo stilato per te una lista di consigli utili per guadagnare con un e-commerce.

 

Perché è difficile avere un e-commerce?

 

Secondo un recente studio della Camera di Commercio, il 90% degli e-commerce che nascono in Italia, vengono chiusi entro il loro prima anno di vita

Ma perché avviene? È importante considerare le principali motivazioni che portano al fallimento precoce di un e-commerce. 

Comprenderle infatti, aiuta a mettere in atto le prime strategie di successo efficaci. Queste motivazioni sono la mancanza di:

Brand. Sul web ci sono competitor affermati e molto famosi, come Amazon o Ebay.
Molto spesso i piccoli e-commerce sono costretti a fissare prezzi più alti di questi giganti, per poter guadagnare qualcosa. 

Quindi come fare? Si tratta principalmente di creare un brand unico e totalmente identificabile. Distinguersi dalla massa è fondamentale e lo puoi fare mettendo in pratica tante piccole strategie. 

L’obiettivo è quello di vendere prodotti e servizi unici o risultare unici

Se vendi qualcosa di molto commerciale, ad esempio, devi riuscire a trovare una caratteristica su cui puntare come tua unique selling proposition

Ovvero quell’aspetto che ti differenzia dai tuoi competitor

Mancanza di un business plan studiato. Il piano di business, che comprende campagne pubblicitarie, azioni di marketing o strategie finalizzate a far conoscere il brand o vendere, è necessario se si vuole generare un profitto.

Ecco perché è importante scegliere una Web Agency che si occupi di generare un business plan mirato, oltre a costruire la tua vetrina di prodotti.  

Saper comprendere e analizzare i dati che gli strumenti di business ci forniscono è fondamentale. 

Se non sai da dove iniziare, puoi richiedere una consulenza ad una Web Agency, con degli esperti del settore che potranno indirizzarti sulla strada migliore, dando al tuo brand un’identità forte e riconoscibile.

 

Come guadagnare dal tuo e-commerce? 10 consigli utili

 

Ora che abbiamo visto insieme cosa sia un e-commerce, l’importanza di avere un brand identificabile e un business plan studiato, entriamo nel concreto. 

Cosa puoi fare per guadagnare con il tuo e-commerce? Ne abbiamo parlato con gli esperti di digital marketing di Prodice SRL, web agency a Milano: ecco dieci strategie utili.

 

1.Adotta strategie di Up-sell e Cross-sell

 

Si tratta di due strategie che ti permettono di aumentare il margine medio delle transazioni, aiutandoti a guadagnare senza dover trovare nuovi clienti. Vediamo insieme in cosa consistono.

Adottare una strategia di Up-sell significa proporre ai tuoi clienti una versione premium che includa più offerte o la versione completa di un determinato prodotto o servizio che offri nella versione base.

Il cross-sell è invece una tecnica che serve a vendere prodotti o servizi complementari a quelli che il tuo cliente sta per comprare. 

Entrambe le strategie sono molto semplici ma molto efficaci e possono aiutarti ad aumentare le tue entrate.

 

  1. Effettua retargeting e remarketing

 

Il retargeting ti offre la possibilità di continuare a mostrare i tuoi prodotti ai clienti che hanno già visualizzato i tuoi contenuti, ad esempio apparendo come inserzioni sui social, su youtube o su articoli. 

Ciò è utile perché non tutti i clienti che arrivano sulla pagina di un prodotto acquistano al primo tentativo. Le campagne di retargeting possono aiutarti a recuperare alcuni clienti che altrimenti avresti perso.

Nonostante sia spesso scambiato con il retargeting, diverso è il remarketing. Si tratta di un’altra strategia per aumentare le vendite

Se il retargeting si rivolge a quei clienti che non hanno mai effettivamente acquistato ma hanno espresso interesse visualizzando i tuoi prodotti, il remarketing guarda invece ai clienti che hanno già acquistato sul tuo e-commerce.

Eseguito spesso tramite messaggistica ed e-mail, con il remarketing puoi dare informazioni ai tuoi clienti precedenti rispetto a nuovi articoli in vendita o ai valori del tuo brand, a sconti o promozioni, in modo da fidelizzarli e tenerli legati al tuo brand. 

 

  1. Fai email Marketing

 

Strettamente collegata al remarketing, un’altra strategia da approfondire per aumentare i guadagni del tuo e-commerce è l’email Marketing.  

Le email sono fondamentali, infatti permettono, ad esempio di:

    • Creare una relazione diretta coi tuoi clienti 
    • Offrire ai tuoi vecchi clienti delle promozioni che lo invoglino a riacquistare dal tuo e-commerce
    • Ricordare di completare l’acquisto ai quei clienti che hanno aggiunto un prodotto al proprio carrello
  • Inviare Newsletter 

 

Anche gli SMS, seppur sottovalutati, sono utili allo scopo. Inoltre, le campagne SMS sono piuttosto economiche.

La strategia migliore con gli SMS è quella di inviare promemoria a chi ha aggiunto prodotti al proprio carrello, ricordargli la disponibilità del prodotto o sollecitare l’acquisto. 

La scelta di SMS o Email deve essere ovviamente studiata, ad esempio in base al target o ai prodotti che offri. Oppure si possono usare entrambi, in sequenza

 

  1. Utilizza i Social Media

 

Altro passaggio importante è quello di rendersi visibili sui social network, con una comunicazione chiara e comprensibile per il tuo pubblico, che venga pianificata tramite un piano editoriale mirato.

Anche un Social Media Management ben fatto aiuta a differenziarsi dagli altri e rendersi unici, ad esempio tramite la proposta di contenuti informativi, di cui parleremo più tardi. 

Sui canali Social, come Facebook, Instagram o Tik Tok, si gestisce anche il marketing.

Molti di questi social network hanno ormai integrato delle piattaforme dedicate alla sfera del marketing, con cui mettere al corrente in tempo reale tutti i clienti che seguono i tuoi canali sulle novità, in “luoghi” ormai più frequentati delle email.

 

  1. Dropshipping

 

Questa soluzione è importante per chi è alle prime armi o non possiede un negozio fisico. Si tratta di porti come un vero e proprio intermediario tra compratore e fornitore. 

Adottando il dropshipping, infatti, ricevi gli ordini dai clienti e li giri al tuo fornitore, che imballa e spedisce il prodotto. 

In questo modo, riesci a guadagnare senza spese quali magazzino, affitto, elettricità e così via. Eliminando le perdite anche sulle mancate vendite.  

Sebbene sembri la soluzione più semplice, è necessario ricordare che questo metodo richiede sicuramente ottime capacità di gestione.

 

  1. Attua le Ads: pubblicità a pagamento

 

Un altro consiglio che possiamo darti è quello di effettuare campagne di Advertising mirate. 

Generalmente, le più utilizzate sono Facebook Ads e Google Ads, con cui puoi raggiungere in poco tempo un gran numero di potenziali clienti.

I due strumenti che abbiamo citato sono ottimi per fare pubblicità. Ovviamente la campagna pubblicitaria funziona meglio, tanto più e mirata: in base al target, al budget, al tempo e al posizionamento dell’inserzione, ad esempio. 

Questi strumenti permettono anche di analizzare i dati e calibrare di conseguenza le proprie campagne nel corso del tempo. 

 

  1. Ottimizza il tuo sito Web

 

Altro step importante per guadagnare con un e-commerce è quello di ottimizzare il proprio sito, rendendolo intuitivo e comprensibile per i clienti. 

È molto importante che il tuo sito risulti veloce e rapido, per mantenere l’attenzione degli utenti, e facile da navigare

Le immagini dei tuoi prodotti, ad esempio, devono essere di alta qualità, così come le descrizioni. Inserire testimonianze e recensioni aiuta a dare un’immagine positiva del brand e convince ad acquistare. 

Semplifica il form destinato agli ordini, rendilo facile e veloce chiedendo ad esempio solo i dati necessari all’acquisto. Mostra i tuoi badge di sicurezza per il pagamento online per rassicurare i tuoi nuovi clienti.

 

  1. Investi nella SEO

 

La SEO è l’ottimizzazione per i motori di ricerca che comprende diversi elementi più o meno tecnici. Sfruttarla permette di aumentare la visibilità delle tue pagine Web. 

Tramite la ricerca delle parole chiave o degli intenti di ricerca degli utenti, puoi posizionarti più in alto sul Web e renderti più visibile ai tuoi clienti potenziali. 

Tutti i contenuti del sito dovrebbero essere SEO-friendly, che si tratti delle descrizioni dei prodotti o del tuo blog.

Creare un blog, in generale, aiuta a generare traffico sul tuo e-commerce. Tramite gli articoli SEO-oriented che scrivi puoi indirizzare il percorso di ricerca dell’utente.

Rispondendo ad una domanda ovviamente in linea col tuo settore, puoi poi consigliare i tuoi prodotti o servizi come possibili soluzioni. 

 

  1. Scegli i giusti strumenti

 

Esistono innumerevoli strumenti per avere un e-commerce di successo: la chiave è quella di scegliere quelli giusti, in base agli obiettivi che vuoi raggiungere. 

Piattaforme, sistemi di organizzazione dei dati, costruttori di siti web o strumenti per la gestione delle scorte sono solo alcuni di questi. 

Se non sai quale scegliere, affidati ad un’Agenzia di Web Marketing, che saprà consigliarti la soluzione migliore in base alle tue esigenze e alle tue idee. 

 

  1. Posiziona i tuoi prodotti su più canali

 

Non solo il tuo e-commerce è importante. Posizionare alcuni dei propri prodotti sui competitor importanti del settore, come Amazon, Ebay o Walmart, può aiutarti molto in una fase iniziale.

Per farsi conoscere in senso positivo è necessario avere marchi registrati, garanzie di prodotto e accordi di distribuzioni chiari. 

Ecco le dieci regole d’oro per iniziare a guadagnare con il tuo e-commerce. 

Oltre a questi, ci sono ovviamente moltissime altre soluzioni che permettono di guadagnare con un negozio online. 

Infine un altro consiglio prezioso.

Chi ha bisogno di migliorare le prestazioni del proprio e-commerce o crearne uno da zero, può contattare gli esperti del settore del team di Prodice, Web Agency di Milano e richiedere loro i migliori consigli e assistenza per il proprio ecommerce.

 

 

Telefonia: nasce Ehiweb Mobile

Ehiweb, provider di telecomunicazioni che opera in Italia con le sue connessioni in FIBRA, lancia il nuovo servizio Ehiweb Mobile: SIM per privati, aziende e IoT con tariffe chiare, assistenza dedicata e senza vincoli temporali.

Roma, 10 novembre 2022 – Da oggi sono disponibili le nuove SIM per privati, aziende e IoT del nuovo operatore Ehiweb Mobile. Ehiweb lavora nel mercato italiano delle telecomunicazioni da 20 anni con le proposte di connessioni internet in FIBRA/ADSL e altri servizi di telefonia come il VoIP, i centralini virtuali e la piattaforma BeSMS per l’invio massivo di messaggi.

Oggi, dopo aver consolidato la sua posizione di provider alternativo ai brand più noti, Ehiweb è pronto a scrivere una nuova pagina della sua storia con l’ingresso nella telefonia mobile.

Un evento tanto atteso, che consegna al pubblico un’offerta completa: lo storico provider bolognese si propone infatti sul territorio nazionale come fornitore unico per la telefonia e la connettività fissa e mobile, per i privati e per le aziende.

Questa operazione aggiunge all’offerta commerciale di Ehiweb un servizio molto richiesto, con la promessa di confermare la cifra stilistica di sempre del provider bolognese: assistenza dedicata, servizi di alta qualità e prezzi accessibili.

Ehiweb diventa così anche operatore mobile ATR con licenza nazionale, ed eroga il servizio tramite l’infrastruttura Vodafone, la rete mobile più capillare d’Italia. La velocità massima di navigazione sarà di 60 Mbps in download e 30 Mbps in upload.

Le tariffe per il pubblico sono semplici e variegate:

  • tre piani tariffari per privati
  • tre per il mondo business, con tariffe mensili complete di minuti, SMS e traffico dati
  • tre piani IoT/Backup Mobile con SIM solo dati e IP statico, per la domotica e lo smart working

Si parte dai 2,95€ per la SIM IoT di base e si arriva a un massimo di 19,95€ al mese per la SIM con IP statico e pubblico.

In particolare si è lavorato per facilitare la costituzione di flotte di SIM aziendali, semplici da attivare e con il vantaggio di aumentare o ridurre le SIM circolanti in azienda, senza preoccuparsi di vincoli temporali e soprattutto senza penali.

Ehiweb Mobile si rivolge ai nuovi clienti e a chi ha già servizi attivi con Ehiweb, aumentando per questi ultimi i vantaggi previsti dal fornitore unico, a cominciare dalla fattura mensile che può raggruppare tutti i servizi: dal dominio alle SIM.

Per i clienti FIBRA Ehiweb è prevista anche una formula VIP sulla tariffa top di gamma: attivazione gratuita e traffico dati raddoppiato.

I nuovi clienti possono ordinare online le SIM al costo di 10 euro, con attivazione e portabilità del vecchio numero inclusi nel prezzo.

Dopo mesi di lavoro e sperimentazioni, finalmente siamo pronti per il lancio di Ehiweb Mobile. È previsto ancora molto sviluppo tecnico ma siamo pronti per questa nuova sfida. Ehiweb è sempre stato simbolo di qualità e ci aspettiamo una buona risposta dal mercato: Ehiweb Mobile nasce soprattutto per i nostri clienti che da tempo ci chiedevano di integrare un’offerta SIM mobile alle nostre connessioni e alla telefonia VoIP”, ha detto il direttore commerciale di Ehiweb, Gilberto Di Maccio,

Con queste parole Ehiweb entra in un mercato competitivo come quello della telefonia mobile, senza temere confronti e con l’intenzione di confermarsi come l’alternativaMade in Italy” ai grandi operatori più noti.

Lo scopo da raggiungere in questa nuova missione è nel segno della continuità: proseguire il percorso di crescita dell’azienda con servizi di qualità e assistenza clienti dedicata, per semplificare la vita e il lavoro delle persone.

Per maggiori informazioni sono disponibili i siti internet www.ehiweb.it/sim-mobile e www.adslfibra.ehiweb.it/mobile.

 

 

###

 

Per interviste ed informazioni:

Alfonso Casciaro
press@ehiweb.it

 

 

 

 

 

Brand e influencer: la popolarità dei calciatori su Google e Instagram non va di pari passo

Cambia la popolarità dei calciatori su Google e Instagram, in base ad una ricerca dell’agenzia Seeders

Roma, 24 ottobre 2022 – La Coppa del Mondo Qatar 2022 – l’evento trasmesso in tutto il pianeta e che ogni anno batte i record di spettatori –  è alle porte. Quest’anno il campionato mondiale si terrà per la prima volta durante il periodo invernale, caratterizzato da un importante flusso di denaro dovuto alle tante festività ed ai conseguenti regali.

Proprio per questo, quest’anno più che mai, l’evento sportivo si trasforma in una grande vetrina commerciale per i brand desiderosi di promuovere i propri articoli attraverso le sponsorizzazioni dei calciatori sui due principali canali odierni: Google e Instagram.

L’agenzia di marketing digitale Seeders ha colto l’occasione per realizzare uno studio sulla popolarità dei giocatori e delle nazionali su Instagram e su Internet molto interessante.

Come si presentano il podio e il fondo della classifica di popolarità di squadre e giocatori a poche settimane dall’inizio della Coppa del Mondo?

Da Crisitano Ronaldo a Degenek: tutti i numeri

Ad oggi, tra quelli che parteciperanno al prossimo mondiale in Qatar, Cristiano Ronaldo è il calciatore più popolare su Instagram con ben 477 milioni di follower. Alle sue spalle l’asso del PSG Lionel Messi con 356 milioni; chiude il podio il brasiliano Neymar con 178 milioni di seguaci. Tutta un’altra storia sul fondo di questa speciale classifica, chiusa dall’Australiano Degenek che si ferma ad ‘appena’ 155.000 follower.

Tra le nazionali, la Francia fa da padrona, seguita da Brasile e Portogallo. Fuori dal podio la nazionale inglese dei Tre Leoni e l’Argentina.

Passando alla popolarità su Google, misurata con lo strumento Google Trends, la situazione rimane immutata nelle prime posizioni. Discorso diverso se ci si sposta fuori dalla Top 10, dove il bomber polacco Robert Lewandowski accumula ben 19 punti di vantaggio sul collega tedesco del Real Madrid Toni Kroos, che su Instagram vanta ben 6 milioni di followers in più.

Discorso analogo tra i meno seguiti di Instagram: qui il dato interessante riguarda il portiere del Camerun Onana, molto più popolare su Google rispetto a molti altri calciatori con un numero maggiore di follower su Instagram. Allo stesso modo le due classifiche mostrano diverse discrepanze quando si parla di squadre nazionali.

Ma quale sarà la nazionale più cercata su Google?

Popolarità di squadre e giocatori: Instagram e Google a confronto

La ricerca aiuta a individuare particolari e dati interessanti, che mostrano come l’importanza di un determinato giocatore o di una determinata squadra non è la stessa su Instagram e Google, ed aiuta a sottolineare dettagli sulla nazionalità e sui campionati di provenienza dei differenti giocatori.

Lo studio sulla popolarità dei giocatori del prossimo Mondiale 2022, elaborato dall’agenzia di marketing digitale Seeders, misura la popolarità dei giocatori e delle principali squadre.

Con il supporto di grafici e statistiche, si analizzano i punteggi più alti su Google Trends e la portata dei profili Instagram. Vengono persino scandagliate le posizioni più basse per estrarre particolarità e differenze. Come cambieranno queste speciali classifiche dopo le prestazioni in campo ed extra calcistiche della prossima Coppa del Mondo?

Per tutti i dettagli sullo studio dei calciatori e squadre più popolari rimandiamo al sito internet www.seeders.agency/it/mondiale-qatar-2022-calciatori-piu-seguiti-su-instagram-e-google.

 

 

A Sorrento il cinema incontra la realtà virtuale

All’esperto internazionale di realtà virtuale e aumentata docente a Manchester, Timothy Jung, il Premio Penisola Sorrentina

Sorrento-Napoli, 21 ottobre 2022 – La tecnologia è ormai in grado di influenzare il nostro modo di vivere tramite un impatto diretto sulle percezioni, in particolare vista e udito, accrescendole in termini di sensibilità ed esperienza.

Di cinema tra estetica, tradizione ed innovazione si parlerà a Sorrento il 28 ottobre, in occasione dell’inaugurazione del Premio Penisola Sorrentina, prestigioso evento promosso dal Comune di Sorrento con la direzione artistica di Mario Esposito e il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Direzione generale cinema ed audiovisivo del Ministero italiano della Cultura e della Film Commission Regione Campania. A moderare i lavori saranno il patron della kermesse, Mario Esposito e la giornalista Raffaella Salamina, direttrice de Il Giornale Off.

Produrre nuova cultura, nel solco della tradizione, ma anche della modernità, dello sviluppo e del rilancio: è questa la mission del “Premio Penisola Sorrentina”, annuncia il Sindaco di Sorrento Massimo Coppola.

La realtà virtuale e la cinematografia sono un connubio che va avanti da più di vent’anni: sono decine i film che hanno preso spunto da un mondo parallelo fatto di connessioni e relazioni tridimensionali. Best experience dell’incontro sarà quella del progetto audiovisivo: “La Divina Commedia in VR: l’Inferno, un viaggio immersivo”, prodotto da ETT Spa – azienda del Gruppo SCAI esperta in creatività e innovazione digitale – unica realtà italiana ammessa, ad aprile scorso, all’evento clou internazionale delle tecnologie immersive, ovvero la XR International Conference di Lisbona .

“La Divina Commedia VR: l’Inferno, un viaggio immersivocortometraggio, della durata di circa sette minuti, accompagnato dalla voce dell’attore Francesco Pannofino, permette allo spettatore di vestire i panni del Sommo Poeta e di varcare le soglie dell’Inferno per intraprendere il suo viaggio. Integrazione di computergrafica e riprese cinematografiche in Realtà Virtuale, grazie alle quali è possibile vivere un’esperienza coinvolgente ed immersiva. In particolare, ETT si è occupata interamente della produzione in CGI Animation, con un lungo lavoro di ideazione, progettazione e realizzazione di modelli animati in 3D, partendo da uno storyboard profondamente legato ai versi e alle allegorie della Divina Commedia.

Molto atteso a Sorrento l’intervento di Timothy Jung, l’esperto di fama internazionale di XR e VR. “Le tecnologie trasformeranno in modo significativo l’industria cinematografica”, avverte lo studioso, tra i maggiori esperti a livello mondiale, celebre per il suo lavoro di ricerca nei campi della realtà aumentata e realtà virtuale per il turismo, i beni culturali, l’istruzione, la formazione e l’assistenza sanitaria.

Fondatore e direttore di Creative AR & VR Hub e capo del gruppo di ricerca MMU AR & VR dell’Università metropolitana di Manchester, Regno Unito. Dal 2017, presiede l’International AR & VR Conference. I suoi interessi nell’ambito della ricerca comprendono AI, IoT, Big Data e l’innovazione tecnologica immersiva 5G orientata al benessere e alla qualità della vita. Inoltre, ha collaborato alla stesura di “Augmented Reality and Virtual Reality” il libro più scaricato in Business and Management nel 2018.

Al Prof. Jung il Comune di Sorrento consegnerà il premio speciale per cinema ed innovazione. Premiati anche Adele Magnelli, ideatrice e responsabile del progetto audiovisivo dantesco in realtà virtuale, e Carlo Rodomonti, responsabile del marketing strategico e digital di Rai Cinema. A rappresentare a Sorrento ETT, che ha già vinto in passato i Best Paper Awards, saranno anche Federico Basso e Alessandro Cavallaro, rispettivamente regista e storyteller dello short film in VR, che dopo il talk verrà visionato dal pubblico e dagli studenti aderenti alla sezione Lab del Premio “Penisola Sorrentina”.

Di gusto originale il confronto con le tecniche e i risultati tradizionali nel cortometraggio e nella cinematografia. Un riconoscimento speciale sarà, infatti, assegnato al regista sorrentino Antonino Giammarino per l’opera prima: “Anna Mendoza”.

L’evento continuerà il giorno successivo con la Press Junket, curata da Pier Paolo Mocci (direttore di Fortune Entertainment) in dialogo con Anna Pavignano, coautrice con Mario Martone del documentario in produzione: “Laggiù qualcuno mi ama” dedicato a Massimo Troisi.

A chiudere la due giorni al Teatro Tasso un grande spettacolo di musica e cinema con ospiti internazionali.

 

Timothy Jung, Manchester University
Exit mobile version