La facile manutenzione dei pavimenti in calcestruzzo stampato

comunicati-stampa-notizie-edilizia-architettura

I pavimenti in calcestruzzo stampato, con le loro caratteristiche vantaggiose per il mantenimento nel corso degli anni, sono diventati una delle principali soluzioni per la realizzazione dei pavimenti industriali.
La sua facilità di stesura, i costi contenuti e la semplice manutenibilità, ne hanno decretato il successo.
Grazie all’ideazione di stampi che riproducono qualsiasi tipo di pietra, di legno e di decorazione, i pavimenti in calcestruzzo stampato sono la soluzione perfetta per donare eleganza e comodità ai vostri ambienti.
La loro manutenzione è assolutamente semplice ed economica. Il processo che permette di mantenere l’integrità del pavimento nel tempo è data dalla densificazione che viene effettuata dopo la stesura del calcestruzzo. Con l’inserimento dei silicati si crea una reazione che non agisce in superficie, bensì all’interno del pavimento. Si creano infatti dei cristalli nel calcestruzzo che grazie alla loro composizione resistente e impermeabile danno origine a un ottimo agente di protezione contro abrasioni e infiltrazioni liquide, erbacee e di muffa.
Questa funzione sigillante non si limita solo al momento della realizzazione, ma prosegue nel corso degli anni perpentuandone le capacità isolanti.

A prezzi contenuti avrete quindi un pavimento duraturo e di design, grazie al calcestruzzo stampato!

Dalla decorazione di serrande alla decorazione di Roma

La lotta al degrado urbano oggi si combatte a colpi di pennello. Questo è quanto Urban Decorations promuove grazie al progetto Sant’Emerenziana, con il quale la società, nota per essere stata la prima a realizzare serrande decorate, ha tramutato il grigiore della piazza in un’opera d’arte.

Il progetto prevedeva la riqualificazione di Piazza Sant’Emerenziana nel II Municipio a Roma, affindandone il restyling a opere di street-art. Il compito è stato affidato a Urban Decorations, società che opera da anni nel campo.

Dopo qualche giorno di lavoro il risultato è un angolo di paradiso nel cuore di Roma, con il vecchio manto verde ormai rovinato sostituito da siepi, ed una scena bucolica dipinta lungo il muro che si affaccia su viale Libia.

Urban Decorations durante la decorazione a piazza Sant’Emerenziana a Roma

Nata a Roma come società di decorazione serrande, oggi Urban Decorations è sempre più attiva nel campo della riqualificazione urbana, grazie a una squadra di artisti qualificati e creativi.

Piazza Sant’Emerenziana dopo i lavori di Urban Decorations

“Minimal e innovativo” La Di Cosola presenta il nuovo sito web

L’azienda Di Cosola innova ancora proponendo una nuova veste digitale dall’usabilità migliorata e dai contenuti tecnici arricchiti. Il sito presenta una galleria fotografica completa con dettagli e work in progress di nuove installazioni e di ristrutturazioni del prospetto di antiche costruzioni.

Gli infissi e i serramenti Di Cosola, infatti, forti della trentennale esperienza, si prestano molto bene a richieste di profondo estro creativo e a progetti di conservazione costruttiva.

Layout nuovo sito

All’interno del nuovo sito internet è stata anche inserita una vetrina progettuale dedicata ad alcuni dei progettisti, architetti e designers che hanno optato gli infissi e i serramenti Di Cosola, per la realizzazione delle proprie idee.

Tra le innovazioni e i perfezionamenti, merita particolare menzione lo studio tecnico delle facciate continue a cui la Di Cosola ha dedicato gli ultimi anni di ricerca, sperimentando innovazioni tecnologiche e materiali altamente performanti.

Le facciate continue infatti regolano la trasmissione dei flussi energetici tra interno ed esterno, influenzando profondamente il comfort abitativo. Oggi vengono largamente usate, perchè rappresentano terreno fertile per sperimentazioni costruttive e tecniche innovative con effetto “tutto vetro”.

 

L’azienda ripone ancora una volta grande attenzione ai temi dell’ecosostenibilità, ai quali viene dedicata un’intera area del sito.

La nuova veste grafica è leggera, minimalista ed essenziale fatta di immagini pulite che facilitano la navigazione. I testi sono stati arricchiti con schede tecniche e informazioni dettagliate che permettono al navigatore di comprendere, già nel mondo virtuale, l’attenzione e la cura che l’azienda ripone nell’ascolto delle esigenze del cliente.

Acquistare un terreno in provincia di Pordenone

Pordenone è una delle città che possiede tantissimi terreni disponibili per l’acquisto: molte persone vorrebbero dunque poter compiere tale azione, ma potrebbe capitare di trovarsi in difficoltà nel momento in cui bisogna appunto procedere all’acquisto.
Per effettuare tale azione sono disponibili tantissime opzioni, ognuna delle quali valida: le opzioni di diverso tipo riguardano per la maggior parte il metodo per trovare un terreno disponibile all’acquisto.
La ricerca dunque può essere effettuata in diversi modi: tra di essi spiccano ovviamente quelli classici, ovvero la lettura dei vari giornali che hanno come argomento la compravendita, ed in una sezione di essa riguarda sicuramente i terreni in provincia di Pordenone.
Grazie ai giornali dunque si può facilmente trovare un terreno da acquistare, sia che si tratti di un terreno agricolo, sia che il terreno sia edificabile.
Questo metodo non è comunque l’unico: ad esso seguono i comunicati rilasciati dal comune e dalla provincia, nei quali appunto si parla della vendita dei terreni in provincia di Pordenone.
Per conoscere tali informazioni vi sono diverse opzioni: quella di recarsi presso le sedi del Comune oppure della Provincia, oppure controllare i loro siti internet, dove spesso vengono pubblicati proprio questi comunicati importanti.
Da sottolineare inoltre come anche nei giornali degli annunci spesso tali annunci vengano inseriti.
Se si preferiscono i metodi tecnologici, invece per scoprire se vi sono terreni in provincia di Pordenone disponibili per l’acquisto, occorre semplicemente navigare sui vari siti web contenenti gli annunci: con questo metodo si dovrebbe avere una maggiore semplicità per quanto riguarda la ricerca, dato che coi vari criteri e le parole chiave, sarà possibile riuscire a trovare solo ed esclusivamente quella tipologia di annunci, eliminando tutti quelli con argomentazioni differenti.
Inoltre vi è anche il metodo delle agenzie immobiliari, da non sottovalutare: recandosi in una sede, oppure sui siti web, si potrà trovare facilmente l’annuncio che riguarda l’acquisto di un terreno in provincia di Pordenone.
In tutti i casi comunque, la prima operazione, che riguarda la ricerca dovrebbe dare i frutti sperati, ovvero si dovrebbe essere in grado di poter trovare un terreno da acquistare.
Per poterlo acquistare occorrono poi compiere diverse operazioni: prima di tutto bisogna mettersi d’accordo col proprietario del terreno o con l’addetto dell’agenzia immobiliare e stabilire un appuntamento, in maniera tale che si possa osservare il terreno ed avere maggiori informazioni su di esso.
Dopo aver raggiunto l’accordo per l’appuntamento, ed il terreno vorrebbe essere acquistato, bisogna semplicemente contrattare col proprietario del terreno il prezzo finale dell’acquisto: quando si giunge ad un accordo finale, è bene cercare di coinvolgere una terza figura, come un notaio o un assicuratore, che garantiscano al compratore una sicurezza maggiore nel momento in cui si deve effettuare l’acquisto del terreno a Pordenone.
Diversi sono i metodi per trovare un terreno, mentre è molto semplice il metodo per poterlo acquistare.

www.casepordenone.com

AL VIA “Plastic Technologies Award 2015” LA DESIGN COMPETITION DI POLI.design e PLAST 2015

Industria e Università insieme per un concorso che unisce tecnologia e creatività per abbattere l’impatto di dismissione e promuovere il riciclo dei prodotti in plastica

 

Chiusura iscrizioni: 3 novembre 2014

Deadline consegna progetti: 27 novembre 2014

Totale premi: € 8.000

Bando e modalità di adesione su: www.polidesign.net/PlasticAward2015

 

Milano, giugno 2014Concept innovativi e originali di prodotti a rapido consumo/temporanei/usa-e-getta, che sfruttino le potenzialità di specifiche tecnologie di produzione e trasformazione delle materie plastiche: questi i cardini della seconda edizione di Plastic Technologies Award, il Concorso Internazionale lanciato da PROMAPLAST, società organizzatrice di PLAST 2015 (5-9 maggio) in collaborazione con POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano.

 

L’edizione 2015 del concorso si focalizza sulla dismissione e il riciclo dei prodotti, dei componenti e degli imballi con rapida obsolescenza e connotazione d’uso temporanea o addirittura usa-e-getta, come ad esempio utensili per la casa, accessori moda, oggetti di cosmetica e per la cura della persona, confezioni per prodotti a rapido consumo.

 

Il concorso affronta una tematica di grande attualità, riflettendo sugli effetti della crescita inarrestabile del settore del consumo rapido nella quotidianità della cultura occidentale. Molti dei prodotti, degli imballi e dei componenti usa-e-getta o dalla connotazione temporanea che caratterizzano i nuovi stili di consumo, infatti, vengono concepiti trascurando le problematiche legate alla loro dismissione, anch’essa inevitabilmente rapida, trattandosi di materiali, connessioni e composizioni a volte non separabili, non riciclabili né tantomeno correttamente dismettibili.

 

La nuova sfida lanciata ai designer di tutto il mondo da Plastic Technologies Award 2015 – ha dichiarato Mario Maggiani, Amministratore Delegato di PROMAPLAST, società organizzatrice di PLAST 2015 –è quella di ideare progetti che possano abbassare l’impatto di dismissione, sfruttando le potenzialità delle tecniche, delle tecnologie di produzione e dei materiali, introducendo caratteristiche smart nell’oggetto stesso che risultino in linea con le esigenze dei potenziali consumatori. Progetti, quindi, che possano rinnovare in chiave sostenibile l’intero settore degli oggetti a rapida obsolescenza e di quelli temporanei.

 

La competition si rivolge a progettisti e creativi, italiani e stranieri (singoli o in gruppo), liberi professionisti o non professionisti, dipendenti di aziende e studenti.

 

Come si partecipa? Ogni progettista dovrà iscriversi al concorso entro il 3 novembre 2014, scegliere una categoria tecnologica in cui cimentarsi (stampaggio a iniezione, soffiaggio, stampaggio rotazionale, termoformatura o biopolimeri) e progettare un prodotto innovativo, rispettando il tema proposto dal bando oltre ai vincoli e ai limiti della tecnologia di produzione selezionata.

I progetti, da presentare entro il 27 Novembre 2014 all’indirizzo mail competitions@polidesign.net nelle modalità indicate nel regolamento, dovranno essere originali, inediti e sviluppati espressamente per il concorso.

Il bando dettagliato del concorso è disponibile al www.polidesign.net/PlasticAward2015

 

A giudicare e selezionare i progetti vincitori sarà una giuria formata da noti esperti del settore provenienti dal Dipartimento del Design del Politecnico di Milano, da ADI, Associazione per il Disegno Industriale e dal mondo della professione.

In una prima fase la giuria valuterà sia il contenuto innovativo del progetto, sia il grado di rispondenza alle possibilità e ai vincoli legati alla tecnologia; verranno così individuati i finalisti e, nello specifico, una rosa di tre candidati vincitori del concorso e di due candidati vincitori per ogni categoria di Special prize manufacturing. Seguirà una seconda fase nella quale i progettisti selezionati avranno la possibilità di sviluppare il proprio concept sulla base delle indicazioni ricevute. La giuria, a questo punto, selezionerà i vincitori finali che si divideranno come segue il montepremi complessivo di 8.000 euro:

 

Vincitore del concorso

  • Primo premio: 3.000 €                                                             

 

Premi ‘Special Prize Manufacturing’

  • Premio stampaggio a iniezione: 1.000 €
  • Premio soffiaggio: 1.000 €
  • Premio stampaggio rotazionale: 1.000 €
  • Premio termoformatura: 1.000 €
  • Premio biopolimeri: 1.000 €

 

PROMAPLAST società organizzatrice di PLAST 2015 si riserva la possibilità, inoltre, di prototipare i progetti vincitori per esporli nell’ambito della prossima edizione della fiera triennale che avrà luogo dal 5 al 9 maggio 2015, una fra le più importanti fiere al mondo per l’industria delle materie plastiche e della gomma.

 

Per maggiori dettagli sulle modalità di partecipazione e per presentare la propria domanda di partecipazione, progettisti e creativi, italiani o stranieri, possono consultare il bando disponibile al sito www.polidesign.net/PlasticAward2015 

Al via la seconda edizione del concorso di progettazione internazionale dedicato all’evoluzione dei locali pizzeria

Il concorso è organizzato dalla linea di farine specializzate “Le 5 Stagioni”  in collaborazione con POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano 

E’ stata presentata nel corso della Milano Design Week 2014 la seconda edizione del “Premio Le 5 Stagioni – Progettare il futuro dei locali pizzeria. Nuove aperture, spazi e concept innovativi” nell’ambito dell’incontro organizzato da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, venerdì 11 aprile presso il nuovo spazio Mix Lounge dell’UNA Hotel Cusani.

L’evento è stato l’occasione per illustrare a progettisti e giornalisti le novità del Premio Le 5 Stagioni, il suo orientamento internazionale, ancora più rilevante in questa seconda edizione, e l’attenzione a mercati dinamici in grado di esprimere proposte innovative per il settore.

 

Un dialogo tra progettisti, imprese, tradizione italiana e mercati internazionali

Il Premio Le 5 Stagioni è il primo concorso di design che apre un dialogo tra progettisti e imprenditori del settore, tra design, trend in evoluzione, tradizione ed eccellenza italiana e mercati internazionali.

Attraverso nuovi materiali informativi e il sito in sei lingue www.premiole5stagioni.it, il concorso promuove l’innovazione progettuale e l’espressione dei più attuali trend internazionali in questo settore molto connotato dalla tradizione in tutti i suoi aspetti.

 

Un premio per nuovi format, locali realizzati e concept innovativi

Il Concorso prevede due sezioni: “Opening”, riservata ai locali realizzati, e “Concept”, dedicata a proposte progettuali e concept di locali pizzeria. Il montepremi complessivo è di € 15.000.  

“Il Concorso – afferma Giorgio Agugiaro, presidente di Agugiaro & Figna Molini SpA, che produce la linea di farine specializzate per pizzerie “Le 5 Stagioni”- premia nuovi format di locali che, in sintonia con l’evoluzione dei locali pubblici nel mondo, possano suggerire anche nuove proposte di servizio e nuove modalità di consumo, a partire dalla qualità del prodotto, dal valore delle materie prime, degli ingredienti, della preparazione tradizionale fino al design degli spazi, all’arredamento, al valore emozionale dell’esperienza di consumo.”

 

Premiazione a Milano in maggio 2015 in concomitanza con Expo 2015

Il “Premio Le 5 Stagioni“ si conclude il 1° febbraio 2015, e la premiazione dei progetti vincitori si svolgerà a Milano nel mese di maggio, in concomitanza con Expo 2015.
Scarica la Cartolina del Concorso.

Scarica il Bando Completo.

 

Il concorso, organizzato in collaborazione con POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, ha il patrocinio di: Le Università per EXPO 2015Federalimentare Giovani ImprenditoriADI (Associazione per il Disegno Industriale),AIPi (Associazione Italiana Progettisti d’interni) e AIAP (Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva).

 

Tutte le informazioni e il regolamento completo su www.premiole5stagioni.it

Master in Lighting Design and LED Technology – 11a Edizione

Continuano le selezioni per il Master Universitario del Politecnico di Milano istituito dalla Scuola del Design e gestito da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano

 

Più di 200 studenti in 10 anni provenienti da tutto il mondo. Oltre l’80% di essi si occupa attualmente di lighting design in aziende leader nel settore

 

La Scuola del Design del Politecnico di Milano e POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano  propongono l’undicesima edizione del Master Universitario in Lighting Design & LED Technology , corso che permette l’acquisizione di 60 crediti formativi.

 

L’obiettivo è formare figure professionali in grado di seguire l’iter progettuale e produttivo dell’illuminazione negli interni, negli esterni urbani, nello spettacolo, per i beni culturali, nell’allestimento museale e temporaneo, volgendo l’attenzione all’analisi dei processi metodologici di organizzazione e realizzazione del progetto di illuminazione, in relazione con il mondo produttivo e le innovazioni tecnologiche di settore come i LED.

Il risultato del master è una figura professionale innovativa con competenze utili nelle principali attività di progettazione dell’illuminazione. Questa figura professionale può inserirsi sia nelle aziende del settore illuminotecnico sia negli studi professionali e nell’ambito degli uffici tecnici della pubblica amministrazione.

 

Dalla sua prima edizione il master ha formato oltre 200 studenti che hanno trovato lavoro nel settore della progettazione dell’illuminazione e del prodotto per l’illuminazione. Il placement si aggira attorno all’80% dei partecipanti ed ha consentito l’inserimento presso studi di progettazione e aziende leader di settore.

 

Riccardo Bombarda, ex studente, parla della sua esperienza: “Lavoro da 3 anni a Recanati presso iGuzzini Illuminazione, azienda leader nel settore illuminotecnica; il mio percorso in azienda è iniziato dallo stage durante il II semestre del master; ho continuato per circa un anno arrivando ad un contratto a tempo indeterminato e oggi lavoro in un team di giovani guidato da figure di grande esperienza occupandomi di ricerca e sviluppo concept”.

 

Tutte le testimoniante e le interviste degli ex studenti del master sono disponibili alla pagina: www.polidesign.net/lighting/testimonianze

 

Il Master è patrocinato da: AIDI, APIL, ASSIL, ASSISTAL e ASSODEL ed è inoltre realizzato in collaborazione con Artemide, Disano,  Flos, Gewiss, iGuzzini e Lucitalia.

Hanno inoltre aderito le seguenti aziende e studi: Album, Aldabra, Arredoluce, Balestrieri, Calzoni, Cannata&Partners, Castagna & Ravelli, Castiglioni, Cavazzoni, Chiara Dynys, Cini&Nils, Consuline, D’Alesio & Santoro, Danese, Davide Groppi, Design Urbaine, Elettroservice, Elinca, Ferrara Palladino e Associati, G.C. Illumination, GMS Studio Associato, GruppoLampe, Hella SpA, Ilaria Marelli, ILTI Luce, Lucitalia, Luxiona, Martini Group, Meci Luce – Brand Nahoor, Metis, New Light, OSRAM, Oxytech, Performance in Lighting, Pollice Illuminazione, Relco Group, Sarco snc, SBP, Siteco, Solo, Studio Angeli, Studio FRAU18•08 partners, Studio Quintiliani, StudioNit Lighting Design, Sylvania, Viabizzuno, Voltaire Design.

 

Bandi su Borse e Contributi allo studio disponibili qui: http://www.luce.polimi.it/Docs/Master/Borse_Regionali-Internazionali_v3.pdf

Basta pietra e legno, oggi i pavimenti si possono riprodurre con il cemento stampato

comunicati-stampa-notizie-edilizia-architettura

Avete bisogno di cambiare la vostra vecchia pavimentazione esterna ormai rovinata dal tempo oppure state ristrutturando casa e avete bisogno di una soluzione economica ma d’effetto per un pavimento nuovo? Oggi con lo sviluppo delle nuove tecnologie e materiali è possibile creare un pavimento bello ed economico grazie al cemento stampato.

Il cemento stampato è in grado di riprodurre l’aspetto del legno, del porfido, delle ceramiche e della pietra ma, rispetto a questi materiali, necessita meno manutenzione. Infatti, il pavimento in cemento stampato è molto semplice da pulire e non risente di contaminazioni erbacee e cedimenti.

L’aspetto più interessante dei pavimenti in cemento stampato è quello di poter riprodurre qualsiasi design e architettura, adattandosi quindi allo stile di qualsiasi abitazione, persino nella colorazione.

L’installazione di questa tipologia di pavimento è molto veloce. Prima si delimita l’area su cui si intende agire, successivamente si getta il cemento, infine con un apposito stampo in poliuretano viene data la forma che grazie ai pigmenti e le polveri di quarzo viene colorata, donandogli cosi l’aspetto desiderato. Il giorno dopo, il pavimento in cemento viene ricoperto da una resina protettiva trasparente che ne manterrà il colore e le caratteristiche nel tempo.

Il cemento stampato rappresenta quindi un ottimo investimento, di realizzazione rapida ed economica, che consente di avere un pavimento di qualità che dura nel tempo.

Color Prix 2014: arriva il nuovo catalogo Color Expert realizzato ancora una volta da Max Marketing

Arriva il nuovo catalogo COLOR PRIX 2014 di COLOR EXPERT, la più grande realtà italiana per la vendita di pitture, vernici ed attrezzature professionali per edilizia e industria ha scelto per il quinto anno consecutivo Max Marketing per la realizzazione della nuova campagna di fidelizzazione.

Il nuovo catalogo comprende ancora una volta tanti premi selezionati appositamente per il target professionale dell’azienda(decoratori, pittori – imbianchini e cartongessisti) quali prodotti tecnologici, complementi di design, articoli per la casa e la cucina, abbigliamento e accessori moda, prodotti per bambini, fitness e sport di prestigiosi marchi e “cofanetti weekend”. Catalogo che sarà consultabile anche dal sito web dedicato www.colorprix.it, anch’esso realizzato dall’agenzia bresciana, in cui gli utenti registrati potranno trovare il loro saldo sempre aggiornato, vedere tutti i premi e richiederli direttamente con un semplice click. 

Dopo il successo riscosso dai cataloghi degli anni scorsi, il team di Max Marketing ha lavorato a questo nuovo grande progetto per consentire a Color Expert di fidelizzare, e stupire, la propria clientela professionale.

Ricerca e selezioni dei premi, creatività, realizzazione del catalogo cartaceo e di tutti i materiali per i punti vendita, gestione della logistica e della spedizione degli ordini e la creazione del sito dedicato, www.colorprix.it: questi i tanti servizi messi in campo per la realizzazione di questo nuovo ampio progetto, tutti gestiti in modo professionale da Max Marketing per assicurare a Color Expert un catalogo premi funzionale per gli obiettivi dell’azienda e che incontri l’interesse dei consumatori.

A dimostrare la duratura partnership anche la dichiarazione di Danilo Musto, Marketing Manager Brands & Distribution di Color Expert: “Cinque anni di consolidato rapporto lavorativo hanno reso le nostre campagne Color Prix vincenti e accattivanti. Grazie a tutto lo staff per la preziosa e professionale collaborazione con cui hanno seguito tutti i nostri progetti loyalty.” Un cliente soddisfatto è un cliente fidelizzato!

INDUSTRIAL DESIGN ENGINEERING AND INNOVATION CONTINUANO LE SELEZIONI PER LA VIII EDIZIONE DEL MASTER DEL POLITECNICO DI MILANO IN PRODUCT DESIGN

Strumenti metodologici e competenze progettuali per tradurre idee innovative e creative in prodotti funzionali, efficaci e ben congegnati

 

Le lezioni inizieranno a novembre 2014

25 posti disponibili

Web Site: www.polidesign.net/it/industrialdesign

 

Milano, luglio 2014 – Partirà a novembre la VIII edizione del Master in Industrial Design Engineering and Innovation, il master di primo livello in product design del Politecnico di Milano gestito dal Consorzio POLI.design.

 

Un master nato nel 2004 sotto la direzione del professor Francesco Trabucco e che ha formato negli anni product designer esperti, professionisti da tutto il mondocapaci di tradurre idee innovative e creative, tipiche del design italiano, in prodotti industriali di grande e piccola serie. Un percorso formativo in grado di trasferire agli studenti la capacità di affrontare l’iter progettuale e produttivo ponendo specifica attenzione agli aspetti tecnologici, produttivi e di costo, senza trascurare gli aspetti legati alla qualità espressiva.

 

I moduli didattici sono strutturati per rispondere alla necessità di un panorama internazionale di crescente competitività, nel quale il designer deve essere in grado di accrescere il valore del prodotto generando innovazioni che si avvalgono delle possibilità offerte dalle tecnologie disponibili. A completare il percorso formativo workshop svolti durante l’anno e uno stage finale che  permettono allo studente di mettere in pratica quanto appreso all’interno di realtà selezionate.

 

Ariete, De’Longhi Appliance, Design Group Italia, Ditron, Espressocap, LG Electronics, Momo Design, Whirlpool Europe, Polti e Toys Toys. Sono solo alcune delle aziende con cui gli studenti delle passate edizioni si sono potuti confrontare e per le quali hanno svolto attività di generazione di concept e sviluppo prodotti. Ed è proprio l’interazione con il mondo aziendale e la realtà lavorativa che rende questo master particolarmente apprezzato dagli ex studenti. Una esperienza spesso messa in risalto nelle loro testimonianze (disponibili sul canale YOUTUBE di POLI.design http://www.youtube.com/watch?v=ilAT3PEnvf0). Fabio, ex partecipante, attualmente attivo come designer libero professionista, sottolinea infatti come il master gli abbia effettivamente dato “una marcia in più sul mondo del lavoro”, fornendogli gli strumenti per rispondere in modo adeguato alle aspettative  delle realtà produttive  in cui è stato coinvolto.

 

Non a caso, i possibili sbocchi professionali per i partecipanti al master sono molto concreti: dall’inserimento in studi professionali che collaborano alle diverse fasi dello sviluppo del prodotto, dal concept all’ingegnerizzazione, o nelle aziende manifatturiere tipiche del tessuto produttivo italiano, dedite alla produzione di elettrodomestici e apparecchi professionali, all’illuminazione, all’arredo o ai giocattoli e prodotti per l’infanzia. Non meno interessante, l’attività di libera professione con potenziate capacità di interazione con il mondo dell’impresa.

 

Il master è rivolto agli studenti con Laurea Nuovo Ordinamento, diploma universitario Vecchio Ordinamento o Laurea Vecchio Ordinamento o Laurea specialistica Nuovo Ordinamento appartenenti a discipline politecniche (ingegneria, architettura, disegno industriale).

Alla fine del master verrà rilasciato il titolo di Master Universitario di I livello del Politecnico di Milano;  verranno inoltre rilasciati i certificati che attestano la partecipazione degli studenti ai corsi di Rhinoceros e CREO, riconosciuti dalle rispettive case madri dei software (McNeel e PTC).

 

L’inizio delle lezioni è previsto per Novembre 2014.

I posti disponibili sono 25. I crediti formativi assegnati sono 60

La frequenza è intensiva.

Per informazioni si prega di contattare l’Ufficio Coordinamento Formazione di POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano – Via Durando 38/a- 20158 Milano: formazione@polidesign.net, +39 02 2399 7208.

Exit mobile version