“Le foreste non sono scontate”: arriva il Black Friday Green

foreste di mano in mano

Per il cliente 20 giorni con il 20% di sconto su centinaia di articoli di arte e antiquariato online: alle foreste il 20% del ricavato della vendita, al mondo 20 mila metri quadrati di foresta in più

Milano, 8 novembre 2022 – Chi è in cerca di una risposta green all’ormai tradizionale Black Friday, Di Mano in Mano rilancia la seconda edizione di un evento per niente scontato, anzi scontato sì ma non per tutto.

Le foreste non sono scontate” è infatti l’iniziativa che troverete sul sito dimanoinmano.it a partire dal 25 novembre e fino al 14 dicembre, che mette sul piatto 200 pezzi di antiquariato, 200 di arte, 200 di modernariato scontati del 20%. Di Mano in Mano donerà il 20% del ricavato della vendita ad un progetto di riforestazione ambizioso e pieno di speranza.

Ce lo spiega meglio Padre Paolo che già nel 2019 aveva chiesto aiuto a DMM:

“Per noi in Peru, in questo caso per noi a Piscobamba, fare la forestazione non è solo una questione ecologica. Si tratta di dare la possibilità alle persone più giovani che gravitano intorno alla nostra parrocchia di poter stare insieme in un ambiente buono e lavorare per guadagnarsi qualcosina, per loro e per la loro famiglia. Tre anni fa, con l’aiuto che ci era arrivato dalla Di Mano in Mano, avevamo potuto dare lavoro ad un numero consistente di giovani della nostra parrocchia”.

Non solo green dunque, e “Le foreste non sono scontate” anche quest’anno persegue l’obiettivo di dare a Padre Paolo la possibilità di offrire un’alternativa attraverso l’atto nobile del lavoro, rispondendo alla mission della Di Mano in Mano di prendersi cura della comunità e dell’ambiente in cui viviamo, delle persone e della terra.

Ma anche green ovviamente: il progetto, che sarà attivato a partire dal Gennaio 2023, interesserà un’area di 20.000mq e coinvolgerà la comunità locale La riforestazione verrà fatta con la piantumazione di 5.000 giovani Eucalipti e la semina di altri 5.000.

Per contribuire attivamente a questo progetto, è possibile acquistare uno degli oltre 600 prodotti in promozione speciale green dal 25 novembre al 14 dicembre. Gli alberi verranno mantenuti per la durata minima di 20 anni e successivamente utilizzati per sostenere gli abitanti della zona con progetti specifici di lavoro.

Spiega Massimiliano Besana, Socio della Cooperativa:

“Abbiamo scelto l’Eucalipto per la rapidità della crescita, la resistenza, la possibilità di impiego anche dopo il taglio e soprattutto perché sono tra gli alberi con la più grande capacità di assorbire CO2. Dato che siamo convinti della bontà del progetto, abbiamo deciso di coinvolgere in questa iniziativa anche i nostri clienti, perché ovviamente più acquisteranno con questa promozione e più aumenterà la cifra che noi devolveremo nel progetto”.

Tutti i dettagli e aggiornamenti dell’evento sono disponibili sul sito www.dimanoinmano.it.

Riguardo Di mano in mano

Di mano in mano (www.dimanoinmano.it) è una Società Cooperativa di lavoro nata nel 1999 in corpo all’esperienza delle comunità di vita di Villapizzone e Castellazzo, entrambe parti dell’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia.

Prendersi cura dell’ambiente in una visione olistica, del suo territorio e della comunità che lo abita, della sua storia, dell’arte e della cultura, dei suoi bisogni di opportunità lavorative e formative e delle sue fragilità sociali. Valori imprescindibili e fondamenta solide che hanno contribuito a costruire negli anni un modello d’impresa prima locale e poi sempre più internazionale. Una lunga esperienza nel recupero, valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato, modernariato e second-hand, dalla fascia premium a quella mainstream, che ha alimentato nel tempo un circuito interminabile di proposte, oggi disponibili sia online sia offline.

Con una sede a Milano in Viale Espinasse e un distaccamento logistico e operativo di oltre 4000 metri quadrati a Cambiago, la Di Mano in Mano conta oggi circa 90 dipendenti, di cui 60 soci, decine di inserimenti lavorativi all’anno, diverse persone svantaggiate inserite in organico e un totale di quasi 700 borse lavoro erogate in circa 20 anni di attività. Collabora attivamente e costantemente con i Servizi Sociali di Milano, il Ministero di Grazia e Giustizia, le ASL, la Caritas Ambrosiana, e con varie associazioni e comuni del territorio milanese e provincia.

Attraverso il sito principale e una serie di siti satellite, svolge un’intensa attività di e-commerce con consegna in tutto il mondo.

###

Ufficio stampa Di Mano in Mano

Maria Rosa Cirimbelli | ufficiostampa@geodecom.it | + 39 392 9694434

Per le immagini in alta definizione: https://drive.google.com/drive/folders/1OPfUDtQ6-E-Nx0ataC6JaSU07HTbgt3c

Email: info@dimanoinmano.it

A Montechiaro d’Asti la 34^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco

 In arrivo il 6 novembre 2022 la nuova edizione della fiera: special guest di quest’anno Cristiano Malgioglio e Max Pisu da Zelig

Asti, 31 ottobre 2022 – Domenica 6 novembre 2022, a Montechiaro d’Asti, dall’alba al tramonto, si svolgerà la 34^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco con mostra mercato del Tartufo Bianco e prodotti tipici.

Tanti profumi, musica, arte, enogastronomia in programma, oltre all’ospite d’onore della manifestazione il cantautore Cristiano Malgioglio, che visiterà la mostra mercato alle ore 11:30, incontrerà il pubblico e parteciperà alla premiazione dei migliori esemplari di tartufo bianco.

Nel pomeriggio inoltre si terrà uno spettacolo comico con Max Pisu, direttamente da Zelig e Colorado Show, ingresso gratuito.

I ristoranti locali proporranno per l’occasione menù a prezzi convenzionati con piatti tipici al tartufo.

La Fiera si svolgerà nel “PalaTarfufo”, che garantisce l’evento anche in caso di maltempo, e sono previsti inoltre anche bus navetta dai parcheggi all’area mercatale.

Per informazioni e programma completo della manifestazione, si può consultare il sito internet www.comune.montechiarodasti.at.it oppure si può chiamare il numero 0141-999136.

 

Comunicato a cura del Comune di Montechiaro D’Asti

Il Sindaco Luzi Paolo

 

Il veleno nascosto nel piatto: italiani vittime inconsapevoli dell’inganno alimentare

La guida gratuita della Dott.ssa Elena Polo per imparare a conoscere i rischi nascosti sulla nostra tavola

Torino, 13 ottobre 2022 – Lo scorso sabato la sala del Centro congressi Gallia, a Pianezza (To) si è riempita all’inverosimile, con oltre 230 persone per scoprire la verità su uno dei pericoli più scottanti, e sottovalutati, che minacciano la nostra salute: l’inganno alimentare.

L’incontro è organizzato dalla Dottoressa Elena Polo, una professionista della nutrizione che combatte ormai da diverso tempo una battaglia contro gli inganni e i pericoli nascosti dietro ai prodotti più famosi (e pubblicizzati), che troviamo sugli scaffali dei supermercati.

Prodotti che contengono sostanze che possono rivelarsi pericolose e dannose per la nostra salute.

Secondo una ricerca dell’American institute for cancer research (istituto americano per la ricerca ai tumori) pubblicata sul sito italiano dell’AIRC (fondazione per la ricerca sul cancro), si stima che circa tre tumori su 10 siano causati proprio dalle cattive abitudini alimentari, e dalle sostanze contenute nei cibi che abitualmente consumiamo (fonte: https://www.airc.it/cancro/prevenzione-tumore/alimentazione/alimentazione-e-tumori-domande). La maggior parte dei quali provengono proprio dagli scaffali dei nostri supermercati.

Sono infatti diversi – e spesso molto ben congegnati – i metodi e le trovate pubblicitarie adottate dalla grande distribuzione per celare agli occhi del consumatore le sostanze (e le scomode verità…) che vengono abitualmente utilizzate per rendere questi cibi più saporiti, più invitanti, più duraturi, più belli e colorati, ma soprattutto più buoni di quello che naturalmente sono.

Fin dall’inizio della presentazione, si assiste ad un pericolosissimo viaggio dell’orrore: cibi che da sempre pensavamo essere innocui, prodotti che la pubblicità ci ha venduto come “sani”, si rivelano contenere dosi massicce di conservanti e coloranti, di zuccheri raffinati e altre sostanze che, spesso, non hanno nemmeno un nome, ma solo una sigla incomprensibile e vaga.

Sostanze artificiali, chimicamente sintetizzate che permettono di creare dei prodotti sempre più “buoni”, che si conservano sempre più a lungo, e che permettono di abbattere i costi (e aumentare i guadagni).

Ma la lista dell’orrore non finisce qui.

Le sostanze additivate sono solo una parte del problema – forse la più preoccupante. L’altra parte riguarda i danni creati dai metodi di preparazione e conservazione: processi che distruggono le vitamine e i nutrienti dei cibi, eliminando completamente il loro potere di fornire un reale nutrimento benefico al nostro corpo.

Ci troviamo così a consumare dei cibi che crediamo farci bene, ma che in realtà contengono sostanze che per il nostro corpo sono estranee e, appunto, potenzialmente dannose.

A questo punto, però, una domanda sorge spontanea:

esiste un modo per difendersi da questo inganno alimentare che rischia di minare la nostra salute e la salute dei nostri cari?

La dottoressa Polo risponde che sì, una soluzione esiste. E da oggi la condividerà con quante più persone possibili.

Questa soluzione prende la forma di una Guida alla corretta alimentazione grazie alla quale il lettore impara a difendersi in modo efficace – e a riconoscere – tutti quei cibi spacciati per salutari ma che, a conti fatti, di salutare hanno solo l’apparenza.

Ma è anche un guida che offre al lettore degli strumenti, semplici ed efficaci, per individuare quei cibi che sono invece realmente buoni, salutari e preparati con materie prime di qualità. Quei cibi che aiutano a stare meglio e in salute.

La guida è gratuita ed è possibile trovarla nel gruppo Facebook della dott.ssa Polo all’indirizzo www.facebook.com/groups/210546266680007.

Una lettura piacevole e utile, con l’obiettivo di riportare tutti  sulla strada della salute.

Crisi energetica: la soluzione è produrre energia a costo Zhero

Reggio Emilia, 11 ottobre 2022 – La soluzione alla crisi energetica è produrre energia a costi Zhero®. Se ne è parlato lo scorso 8 ottobre a Correggio, dove si è festeggiato il decimo anniversario della UNE S.r.l., azienda nata nel 2012 con una volontà ben precisa: creare un’indipendenza energetica delle persone, in modo universale naturale,  come previsto nel logo aziendale.
Dopo avere studiato i componenti elettronici si è giunti alla realizzazione di una soluzione che avrebbe dovuto essere un simbolo di UNE, capace di utilizzare l’energia naturale presente nell’universo senza impattare negativamente ma semplicemente utilizzandola al meglio.
Per il progetto sono stati presi in considerazione 5 punti cardine:
Rispetto dell’ambiente, Sicurezza, Semplicità, Sostenibilità a lungo termine e Autonomia.

Oltre a questo vi era la  necessità di una sua semplice integrazione con le tecnologie disponibili e utilizzate da tutti. Il lavoro ha richiesto anni di studio e di sperimentazione da parte del reparto Ricerca e Sviluppo dell’azienda, che è quindi giunto a produrre il primo rivoluzionario Accumulatore al sale.

È nato così l’Accumulatore ZHERO® Engineered by UNE, che è come una super batteria ricaricabile e può essere utilizzata per far funzionare tutta la casa o anche un’intera azienda.

Durante il giorno ZHERO® accumula energia e la conserva per l’utilizzo successivo, questo garantisce un flusso costante di energia del tutto autonomo che non necessita di un collegamento alla rete esterna, arrivando anche all’eliminazione del collegamento alla rete e ad un totale abbattimento dei costi.

L’intento era quello di cercare di non impattare sull’ambiente e di creare indipendenza anche a livello economico e, in questo, UNE S.r.l ha anticipato decisamente i tempi nel campo: basti vedere cosa sta succedendo in questo 2022 con i prezzi dell’energia schizzati alle stelle.
La spinta di partenza è stata l’amara constatazione che l’uomo ha sempre mantenuto con l’ambiente un rapporto di sottomissione di quest’ultimo alle sue esigenze, un rapporto unidirezionale – da una parte il diritto allo sfruttamento ma non il dovere della cura dall’altra – e la consapevolezza che la visione utilitaristica, produttiva e di profitto ha di fatto causato il depauperamento del pianeta la triste condizione con cui dobbiamo confrontarci. Da qui l’idea di un’azienda che potesse produrre soluzioni in sintonia con l’uomo e con l’ambiente e tra uomo e ambiente.
Di fronte a una platea di più di 100 persone, si sono succeduti Giuliano Scaltriti, fondatore dell’azienda, Alessandro Crotti, responsabile commerciale di UNE S.r.l., Gianluca Piroli di Acmesign, responsabile della comunicazione di UNE S.r.l., Giovanni Franceschelli di Rizoma Architetture, lo studio che ha dato vita al complesso aziendale e Luigi Migliorini di Enphos.
Gli interventi hanno avuto come minimo comune denominatore la consapevolezza del fatto che la civiltà, come la conosciamo, potrebbe mutare e che un cambio di direzione si rende assolutamente necessario. Ma si è anche evidenziato come l’energia delle persone, tra le persone e tra l’uomo e l’ambiente rimarrà per sempre.
L’umanità si trova a un bivio per quanto riguarda l’eredità che desideriamo lasciare alle generazioni future.
Per usare un’immagine evocativa – “Prometeo è stato liberato” – la fiducia verso i prodigi della tecnica non è mai stata così alta. Ma allo stesso tempo, l’uomo ha dimostrato enormi limiti nella sua capacità di armonizzarsi con la Terra e con la Natura, ridotte a sua enclave.
Si è sottolineato, pertanto, come ci si trovi oggi di fronte a un bivio fondamentale: si può andarci contro o, viceversa, armonizzare con l’energia universale della natura. Alla UNE S.r.l non hanno alcun dubbio su quale sia la strada da seguire e sono certi che a trarne beneficio sarà anche la salute umana.
Ospite d’onore della giornata la neodeputata Ilenia Malavasi, ex sindaco di Correggio, che ha rilevato come la cittadina vanti un sistema economico di grande qualità, formato da un tessuto produttivo diversificato e caratterizzato perlopiù da imprese medio-piccole come UNE S.r.l, che hanno prodotto negli anni ricchezza diffusa e benessere, e ha lodato gli imprenditori che, come Giuliano Scaltriti, costituiscono il cardine di questa terra industriosa, davvero fondata sul lavoro.

Leggi tutto “Crisi energetica: la soluzione è produrre energia a costo Zhero”

Ortofrutta: sbarca in Europa Akron technology, per conservare la frutta fresca in modo naturale

Akorn Technology lancia sul mercato europeo il suo coating commestibile per prodotti freschi da adottare su pere e frutti a nocciolo, come pesche e nettarine

Roma, 5 ottobre 2022 – Akorn Technology è lieta di poter annunciare il lancio commerciale del suo coating commestibile per pere, pesche e nettarine fresche. Le aziende di imballaggio infatti ora possono adottare i coatings naturali e commestibili Akorn, ottenuti da derivati vegetali. Numerose aziende di imballaggio di pere e frutti a nocciolo hanno effettuato con successo diversi test con frutta da esportazione con l’obiettivo di incrementare i mercati in Europa e conquistare altri mercati d’esportazione.

Akorn è una soluzione a base di acqua e proteine unica nel prolungamento di freschezza, qualità e sicurezza della frutta fresca; diversamente da altri trattamenti lipidi (grassi) non in grado di modulare il tasso di maturazione di pere, pesche e nettarine o altri frutti con maturazione post raccolta.

Pere, pesche e nettarine sono i tre tipi di frutta maggiormente prodotta in Europa per un totale di sei milioni di tonnellate annue secondo i dati rilevati dalla FAO. Senza il trattamento con i coating Akorn lo spreco post raccolto di pere e frutti a nòcciolo può raggiungere il 40% dalla fase del imballaggio fino alle tavole dei consumatori.

I test hanno dimostrato che tutti i coating naturali Akorn superano tutte le cere tradizionali a base di petrolio e cariche di sostanze chimiche. Sia durante i lunghi periodi di stoccaggio a fresco che durante simulazioni di ambienti di vendita e domestici, i coating Akorn danno risultati di prolungamento di freschezza, di qualità e di sicurezza di lungo superiori rispetto alle altre sostanze testate. Queste offrivano soltanto modeste protezioni durante il stoccaggio e la fase dell trasporto.

Uno studio dell’Università della Florida ha accertato che i coating Akorn sono superiori anche all imballaggio ad atmosfera modificata che ha costi elevati e usa materiali plastici derivati da petrolio. La soluzione Akorn aiuta ad eliminare la plastica durante il percorso di filiera.

Akorn riduce in modo significativo il marciume e le lesioni da stoccaggio.

I trattamenti facili, multifunzionali e commestibile Akorn raddoppiano la durata di freschezza della maggior parte della frutta e verdura riducendo la perdita da filiera del 30% o più e fornendo prodotti freschi con miglior sapore, struttura e presenza.

Test indipendenti hanno dimostrato che i coatings Akorn riducono marciume e muffe di più del 50% e sono molto effettivi conto batteri pategoni che si possono riscontrare sui prodotti freschi.

I coating commestibili per prodotti freschi Akorn sono fatti su misura per imballatori in cerca di soluzioni sostenibili, derivati da piante e a prezzi ragionevoli, Plug-and-play sulle loro attrezzature e che permettano loro non solo di ridurre i loro sprechi da filiera ma mettendoli in grado di offrire prodotti migliori e a prezzi più alti

“Noi di Akorn Technology ci siamo dedicati allo sviluppo di una produzione sostenibile con il fine di aumentare la sicurezza del cibo e migliorare l’alimentazione usando trattamenti alimentari capaci non solo di prolungare la freschezza ma anche riducendo lato scarto di filiera e offrendo prodotti di maggior qualità. È questa la soluzione che le aziende di imballaggio vogliono adottare. Il lancio commerciale globale dei nostri coatings è fatto per portare ad un cambio di paradigma nel metodo di imballaggio di prodotti freschi” dice Anthony Zografos Ph.D., fondatore e CEO di Akorn Technology.

“I coatings Akorn offrono più vantaggi del semplice controllo di perdita d’acqua nei frutti. I nostri clienti imballatori hanno accertato che Akorn funziona meglio delle cere convenzionali, sia per quanto riguarda la durata di freschezza che in tutti i punti chiave della qualità quali maturazione, consistenza e soprattutto sapore. I nostri imballatori oro sono in grado di fornire frutta migliore ai loro clienti, allargare la loro estensione geografica per raggiungere nuovi mercati e incrementare gli introiti grazie alla riduzione dello scarto”, dice Dimitris Tsakiris, Direttore Business Development Europa di Akorn.

Alcuni dati su Akorn Technology, Inc.

Fondata nel 2019, Akorn è una startup che utilizza derivati di grano, non modificato geneticamente per produrre coatings commestibili completamente naturali, geneticamente non modificati a base di proteine vegetali per prodotti freschi interi o tagliati a fresco.

Con i coatings Akorn la durata di freschezza dei prodotti viene triplicata ottenendo prodotti sani e duraturi.

L’obiettivo è quello di promuovere una alimentazione più buona e sana e di ridurre lo spreco durante la filiera permettendo così ai produttori e rivenditori di offrire frutta e verdura più fresca, più saporita e più duratura.

I coatings Akorn si possono adattare on demand e on site per le varie specie con una vasta gamma di funzionalità additive (antimicrobiche, fungicide, caratteristiche di superficie etc.)

Akorn ha ricevuto un prestigioso riconoscimento della NSF (National Science Foundation) per SBIR (Small Business Innovation Research).

Per ulteriori informazioni basta visitare il sito internet www.akorn.tech oppure scrivere  a info@akorn.tec

 

 

AKORN (Logo)

Lotta agli incendi: la soluzione è negli aerei ed elicotteri già esistenti

Le soluzioni per migliorare la nostra difesa dagli incendi grazie agli aerei ed elicotteri disponibili

Roma, 5 ottobre 2022 – Gli ultimi anni non sono stati semplici: dall’emergenza Covid alla guerra in Ucraina, sino alla crisi economica. Oltre a tutto questo, non possiamo sottovalutare l’emergenza ambientale. L’aumento delle temperature e il caldo estremo della scorsa estate hanno fatto registrare un aumento esponenziale degli incendi e, con esso, un incremento della lotta antincendio per fermare l’emergenza. Gli incendi stanno diventando più forti e più comuni e stanno portando le nostre risorse al limite.

Solo dal 15 giugno al 21 luglio i vigili del fuoco italiani sono stati chiamati a intervenire per quasi 33.000 incendi boschivi o arbustivi. Sono stati segnalati incendi dalla Puglia al Trentino-Alto Adige, dall’Abruzzo alla Sicilia. Un pericolo sempre più comune e potente, ma che può essere affrontato e gestito. La parola cardine dietro tutto questo è preparazione.

Abbiamo intervistato il Presidente di MAFFS Corporation, Bradford Beck, il quale sta studiando da vicino la questione italiana per apportare un valido contributo e aiutare il nostro paese con sistemi innovativi, efficienti e che riducano sprechi economici.

Signor Beck, c’è un sistema innovativo capace di aiutare in modo efficace l’Italia nella lotta agli incendi?

Il modo più efficiente per aumentare la nostra preparazione alla lotta antincendio aerea è utilizzare gli elicotteri e gli aerei esistenti con tecnologie che consentano loro di operare come aerei antincendio“, afferma Beck.

Un’opzione molto efficace sarebbe sfruttare i nostri velivoli C130 esistenti e dotarli di un sistema roll on/roll chiamato Modular Aerial Fire Fighting System MAFFS, che è stato utilizzato dal servizio forestale statunitense per decenni. Un sistema roll on/roll off ci permetterebbe di utilizzare i C-130 senza modificarli strutturalmente, ma di poterli avere nel giro di pochissimo tempo a disposizione per far fronte in modo efficace all’emergenza incendi. Il MAFFS può essere infatti caricato sull’aereo nel giro di poche ore e rimosso altrettanto rapidamente.”

Quali sono le possibilità di realizzazione in Italia e l’impegno ambientale di MAFFS Corporation al riguardo?

L’Italia è un paese straordinario ricco di tesori, che ha una storia leggendaria quando si tratta di design e innovazione. La crescente frequenza e gravità degli incendi qui e in tutta Europa dovrebbe riguardare tutti noi. Riteniamo che il C-27J sia particolarmente adatto alla missione di combattimento aereo e siamo incredibilmente entusiasti di esplorare un sistema MAFFS in collaborazione con i nostri amici di Leonardo che creerebbe la possibilità di attivare gli aerei esistenti per avere un impatto immediato e significativo sull’aereo interventi antincendio in tutta la regione”, ha concluso Bradford Beck, da anni vicino ai bisogni del nostro Paese visto che è residente a Milano e sposato con una donna italiana, nonostante la sua azienda operi in tutto il mondo.

A cura di Rossella Di Pierro

Energia: come ridurre dell’80% la bolletta, e azzerarla con il fai da te

Roma, 19 settembre 2022 – Ridurre la bolletta della luce del 80% è possibile, basta cambiare le abitudini di tutti i giorni, che ci fanno sprecare più energia elettrica del dovuto. Si può arrivare perfino ad azzerare la bolletta della luce in casa e nelle aziende, con macchinari semplici di autoproduzione dell’energia elettrica.

Ecco qui alcune soluzioni proposte dall’associazione cristiana e disponibili sul sito dell’Abituscontact

  •  In fai da te si può ridurre immediatamente la bolletta elettrica dell’80%, senza cambiare operatore modificando l’uso degli oggetti elettrici di tutti i giorni
  • In casa è possibile rimpiazzare la rete Enel con un macchinario che produce elettricità in autonomia al 100% in continuo, con un costo bassissimo di costruzione.
  • Comuni e aziende possono sfruttare l’eolica industriale, installata in un capannone che produce in modo autonomo elettricità con la solo forza di un compressore d’acqua. Acqua raccolta in una piccola piscina esterna sotto l’elica e che forma un circuito chiuso e rende l’impianto autonomo al 100%. L’impianto può alimentare perfino cittadine o aziende con una imponente richiesta di elettricità
  • Infine tanti consigli su come preparare pranzi al più basso costo possibile

Anche sul fronte del lavoro l’associazione Abituscontact è molto attiva, consigli su come ottenere tanti colloqui di lavoro per chi è in cerca di occupazione, o trovare le offerte di telelavoro.

L’associazione è una no profit religiosa cristiana, il cui scopo è dare un aiuto concreto alle persone e alle famiglie italiane.

Per questi e molti altri consigli si rimanda al sito internet www.abituscontact.com.

 

 

A settembre torna “La Scienza di Eccellenza”: appuntamenti dedicati a cambiamenti climatici e politica

Milano, 15 settembre 2022 – Doppio appuntamento questo mese di settembre con “La Scienza di Eccellenza”. Si parlerà  di due temi all’ordine del giorno per tutti gli italiani, e lo si farà come sempre con alcuni dei massimi esperti nazionali in materia.

Si comincia venerdì 16 settembre con “Il tempo che fa? Quello che gli pare! La crisi climatica ed il suo impatto psico-sociale  ed ambientale in tempo di Pandemia e di crisi”.

Ospiti illustri della psicologa Doriana Galderisi sono il prof. Vincenzo Levizzani, docente di metereologia delle nubi all’Università di Bologna e dirigente di ricerca al CNR, e la dott.ssa Elisa Tedaldi, dello staff scientifico del professor Rubaltelli (Judgment and Decision Making Lab) all’Università di Padova. Completano il panel di esperti Paola Solfitti, Responsabile Museo di Scienze Naturali di Brescia, e Stefano Armiraglio Conservatore della Sezione di Botanica del Museo di Scienze Naturali di Brescia.

Il secondo appuntamento si terrà il 23 settembre, con il titolo “Alla politica tra politici, politichesi e politiganti, non toccherà mica di  far appello ai santi? La Politica in tempo di emergenza e di crisi spiegata dalle Scienze Psicologiche e non solo”. Dialogheranno con la psicologa Doriana Galderisi, Patrizia Catellani, docente di Psicologia politica, Psicologia sociale e Psicologia dell’alimentazione e degli stili di vita presso l’Università Cattolica di Milano, e Roberto Cammarata, professore associato di Filosofia Politica all’Università di Milano, presidente del Consiglio Comunale di Brescia.

Tutti gli appuntamenti saranno in diretta live alle ore  12 sui canali Facebook www.facebook.com/psicologadorianagalderisi e YouTube www.youtube.com/channel/UCy0hBwKJ4DuXXmCl_uivkjA della psicologa Doriana Galderisi.

La “Scienza di Eccellenza” è un percorso scientifico nato dalla mente creativa della psicologa Doriana Galderisi. Un percorso che mette in dialogo le scienze psicologiche con quelle sociali e con le istituzioni, al fine di offrire uno strumento utile per capire, analizzare, accogliere i cambiamenti che hanno travolto le nostre vite dalla pandemia ad oggi.

In origine, tra l’ottobre e il dicembre 2020, la “Scienza di Eccellenza” ha avuto esclusivamente la forma dei dibattiti in diretta streaming, forma ad oggi mantenuta per la terza edizione in corso, ma che si è arricchita anche con due volumi cartacei pubblicati da Gam edizioni di Rudiano in cui sono raccolte le conversazioni del primo e del secondo ciclo.

I libri, così come le registrazioni ritrovabili sul sito www.scienzadieccellenza.it e sui canali social della dottoressa Doriana Galderisi, offrono la possibilità di confrontarsi con celebri professionisti su alcune tematiche fondamentali dell’era pandemica e post pandemica: scuola e didattica a distanza, vecchie e nuove ansie, fobie, ossessioni, amore e sessualità, criminalità, scienze psicologiche e istituzioni in dialogo, abitare in pandemia, guerra… sono solo alcuni dei focus di questi approfondimenti.

“Gli ospiti degli incontri e tutti i professionisti della categoria lavorativa alla quale appartengo –  precisa la psicologa Doriana Galderisi nell’introduzione al testo – con i propri studi, le proprie ricerche, i propri insegnamenti, il proprio costante lavoro dentro e fuori università, esplorano e descrivono il funzionamento della mente umana e dei comportamenti individuali e sociali, al fine di capirne le complessità, le dinamiche e prevenire disagi e rischi. Il nostro è un impegno scientifico e professionale volto a migliorare la qualità delle vite delle persone: cerchiamo di interpretare al meglio il nostro ruolo di scienziati sociali e di rendere la scienza realmente fruibile e condivisibile, riconoscendole quello che è un suo requisito fondamentale, ovvero il valore e la funzione ergonomica, intesa come utilità concreta e migliorativa della vita personale e collettiva. Speriamo che questo percorso di riflessione pagine possa offrire conforto e strumenti conoscitivi che vogliono ribadire che la vita è ora, la bellezza del vivere sta nel saper restare ancorati al momento presente, dando a ciò valore e rispetto”.

OSPITI DELLA SCIENZA DI ECCELLENZA

VOLUME 1

  • Donatella Albini
  • Cesare Cornoldi
  • Davide Dettore
  • Daniel Giunti
  • Davide Liccione
  • Marco Monzani
  • Fabrizio Quattrini

PREFAZIONE: Gaetano Cinque

TOT. 8

 

VOLUME 2

  • Donatella Albini
  • Laura Artusio
  • Emilio Becheri
  • Valentina Belotti
  • Fabio Benzoni
  • Fabio Capra
  • Alberto Caputo
  • Laura Castelletti
  • Rossella d’Alessio
  • Maurizio Dallocchio
  • Emilio Del Bono
  • Davide Dettore (incontri: 1 vol. 1, 1 vol. 2)
  • Sara Finesso
  • Andrea Ghiselli
  • Daniel Giunti (incontri: 1 vol. 1, 1 vol. 2)
  • Francesco Greco
  • Sereno Innocenti
  • Ivana Jelinic
  • Davide Liccione (incontri: 1 vol. 1, 1 vol. 2)
  • Annamaria Manzoni
  • Enrico Mattinzoli
  • Marco Monzani (incontri: 1 vol. 1, 1 vol. 2)
  • Roberta Orio
  • Gaetano Penocchio
  • Lorenzo Puca
  • Paolo Rizzetti
  • Barbara Rossi
  • Camillo Rossi
  • Angelo Ruggeri
  • Giuseppe Sartori
  • Michela Tiboni
  • Giuseppe Varrasi
  • Giusy Versace

PREFAZIONE: Ennio Ferraglio

TOT. 34

 

VOLUME 3

  • Donatella Albini (incontri: 1 vol. 1, 1 vol. 2 e 2 vol. 3)
  • Stefano Armiraglio (Presente all’incontro del 16 settembre)
  • Giorgio Azzoni
  • Pia Donata Berlucchi
  • Camilla Bianchi
  • Alessandra dalla Bona
  • Roberta Cammarata (Presente all’incontro del 23 settembre) (incontri: 2 vol. 3)
  • Alberto Caputo (incontri: 1 vol. 2 e 1 vol. 3)
  • Fabio Capra (incontri: 1 vol. 2 e 1 vol. 3)
  • Patrizia Castellani (Presente all’incontro del 23 settembre)
  • Laura Castelletti (incontri: 1 vol. 2 e 1 vol. 3)
  • Claudio Castelli
  • Silvia Dianti
  • Marco Fenaroli (incontri: 2 vol. 3)
  • Guendalina Graffigna
  • Paola Gregorio
  • Giuseppe Lavenia
  • Vincenzo Levizzani (Presente all’incontro del 16 settembre)
  • Mauro Lucchetta
  • Antonella Malvicini
  • Roberto Memme
  • Silvia Mombelli
  • Roberta Morelli (incontri: 2 vol. 3)
  • Pietro Orizio
  • Maria Chiara Passolunghi
  • Francesca Pazzaglia
  • Sonia Prandini
  • Enrico Rubaltelli (incontri: 2 vol. 3)
  • Paola Solfitti (Presente all’incontro del 16 settembre)
  • Roberto Spannò
  • Giacomo Stella
  • Ines Testoni
  • Elisa Tedaldi (Presente all’incontro del 16 settembre)
  • Michela Tiboni (incontri: 1 vol. 2, 1 vol. 3)
  • Luciano Tonidandel
  • Don Flavio dalla Vecchia

TOT. 38

TOTALE PERSONE: 67 ospiti + 2 per la prefazione – 69

 

“Bisogna sempre avere la mente aperta, ma non così aperta che il cervello caschi per terra” (Frase attribuita a Piero Angela). 

 

Canapa Contadina arriva a “Sana” 2022, con pane, pasta, birra e cosmetici a base di canapa

Cibi e cosmetici a base di canapa, che fanno bene alla salute, a Sana 2022

Bologna, 30 agosto 2022 – La Canapa Contadina sarà la novità dell’anno di Sana, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che si terrà presso il quartiere fieristico di Bologna, dall’ 8 all’11 settembre prossimi.

Sono 4 sono i settori in cui è suddivisa la manifestazione: Sana Organic Food, Sana Care & Beauty, Sana Green Lifestyle e Sanatech.

La Canapa Contadina sarà presente a Sana Store, un’area espositiva nella quale gli espositori del settore Organic Food e Care & Beauty possono vendere direttamente al pubblico i propri prodotti.

In particolare Canapa Contadina proporrà a tutte le persone presenti la sua vasta gamma di prodotti alimentari alla canapa completi per il loro contenuto di amminoacidi e benefici per il loro apporto di vitamine e di minerali, tra cui la pasta, la farina, i grissini, i biscotti, le barrette energetiche, la birra. Per non parlare degli ultimissimi prodotti da forno e il suo esclusivo Canapane, nella versione morbida o tostata: un prodotto con Farina 00, Lievito di Birra, Acqua, Zucchero, Tuorlo d’Uovo, Burro, Farina di Canapa, Olio Extravergine di Oliva, che è un’ottima fonte di energia e proteine ed è ideale come accompagnamento per cibi dolci o salati.

Ricordiamo che la farina di canapa contiene tutti gli 8 amminoacidi essenziali, inclusi metionina e cisteina che normalmente sono scarsamente rappresentati in altre proteine di origine vegetale. Il 65% delle proteine della canapa è rappresentato dalla edestina, una proteina che si digerisce facilmente, mentre sono completamente assenti la gliadina e la glutenina, ovvero il glutine.

Per questo motivo la farina di canapa è adatta alle persone affette da celiachia e inoltre è utile per rinforzare il sistema immunitario, quello nervoso e il sistema ormonale.

Le fibre sono molto abbondanti e la rendono un alimento ideale per la lotta o la prevenzione alla stitichezza. I sali minerali presenti in modo significativo sono: potassio, magnesio, ferro e zinco, mentre per quanto riguarda le vitamine sono presenti prevalentemente i tocoferoli (vitamina E).

La farina di semi di canapa è un alimento ricco di omega 3 e omega 6, acidi grassi importanti per il nostro organismo per le loro proprietà antiossidanti, utile inoltre per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari.

Organic Food è lo spazio ideale per esporre i migliori prodotti bio e naturali, il punto d’incontro strategico per produttori, distributori, istituzioni e organismi di controllo. Non solo biologico ma tutto il mondo della sana alimentazione: vegano, vegetariano, prodotti free from, naturali, salutari e sostenibili, a filiera controllata, DOP, DOC, IGP: un universo ricco che abbraccia la tradizione più pura e accoglie l’innovazione, nel segno della qualità e dell’eccellenza, abbraccia la tradizione più pura e accoglie l’innovazione, nel segno della qualità e dell’eccellenza.

Ampio spazio sarà, poi, dedicato da Canapa Contadina ai prodotti cosmetici alla canapa, ricchi di sostanze nutritive naturali, privi di sostanze ritenute dannose per la pelle nonché di pesticidi e di fertilizzanti, tra cui la crema anti-age giorno e notte, la crema mani anti-age, la crema corpo anti-age, il balsamo per le labbra, la saponetta alla canapa (con o senza portasapone), la crema anticellulite, la crema gambe rilassante, il contorno occhi e molti, molti altri.

Sana Care & Beauty è infatti il punto di riferimento e sede autorevole per il mondo imprenditoriale della cosmesi certificata e naturale, della cura del corpo, degli integratori, delle erbe botaniche e di tutti quei prodotti dedicati al benessere e al mondo delle erboristerie, parafarmacie, farmacie, SPA e resort.

Per approfondimenti rimandiamo al sito internet  www.canapacontadina.it.

 

 

Nata nel 1988, SANA è la prima fiera in Europa ad aprire le porte al mondo del biologico e del naturale, con l’intento di dare voce ai prodotti di nicchia e ad alto contenuto innovativo, guardando al futuro dei consumi e caratterizzandosi per l’attenzione all’eccellenza, all’innovazione dell’alimentazione biologica certificata, della cosmesi naturale e del green lifestyle.

Grazie all’impegno profuso per fornire ai protagonisti di questi settori gli strumenti migliori per distinguersi, SANA si è consolidata anno dopo anno come l’appuntamento imprescindibile per presentare e scoprire le novità di settore, sviluppare nuove relazioni commerciali, analizzare i trend di mercato e tracciare le linee future del mondo del biologico, del naturale e del sostenibile.

Il Salone internazionale del biologico e del naturale è organizzato da BolognaFiere in collaborazione con AssoBio, FederBio e Cosmetica Italia, con il supporto di ICE (l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e il patrocinio del Ministero della transizione ecologica e della Regione Emilia-Romagna.

Riuso: con All You Can Wear a Milano riempi la borsa e dai nuova vita agli abiti

Circa l’80% degli abiti inutilizzati finisce bruciato o in montagne di rifiuti che si accumulano sulla Terra: con All You Can wear a Milano si dà loro nuova vita…

Milano, 25 agosto 2022 – Che la Terra sia in pericolo non è più certo conoscenza di pochi. Non siamo nemmeno in pochi a credere che a volte, piccolissime azioni da parte di molti si sommano per prendere forma in quello che i più ottimisti chiamerebbero un gran bel cambiamento.

Siamo forse un po’ di meno a sapere che gran parte dei vestiti di cui ci disfiamo, quelli che buttiamo ma, attenzione, anche quelli che portiamo in beneficenza con la speranza di lavarci la coscienza, finiscono bruciati, oppure si accumulano sulla terra creando letteralmente montagne di tessuti in parti del mondo lontane dai nostri occhi.

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore? No. Per questo i responsabili di Di Mano in Mano hanno scelto di rispondere a questo problema con un evento che prende spunto dal fortunato “All You Can Read” ma declinato negli abiti.

Si tratta di “All You Can Wear” l’evento che il 3 e 4 settembre animerà il negozio Di Mano in Mano di Viale Espinasse 99 a Milano. Sarà una due giorni per cogliere l’occasione di dare nuova vita ad abiti e accessori vintage, second-hand e nuovi da stock, aiutando così il pianeta con il riuso.

Le shopper disponibili durante l’evento, realizzate a mano dal progetto “tredici cm” di Stefania Cifarelli e Gabriella Mondelli, rispettano infatti il concetto del riuso tanto caro alla Cooperativa milanese: ogni borsa viene infatti creata con stoffe di fine stock provenienti da grandi brand o da case sgomberate, con una predilezione per le fibre riciclate ed ecosostenibili, ed è perciò unica e diversa dalle altre.

Le shopper saranno solo 1000 e potranno essere riempite con gli abiti e accessori presenti in negozio, non oltre il bordo, per dare a tutti la possibilità di poter accedere all’acquisto.

Le regole sono sempre le stesse:

  1. prendi la borsa al prezzo di 18 euro;
  2. riempila fino al bordo di abiti e accessori;
  3. il contenuto è completamente regalato!

I dettagli e aggiornamenti dell’evento sono disponibili sul sito www.dimanoinmano.it o alla mail info@dimanoinmano.it.

ORARI DI APERTURA MILANO

Dalle ore 10.00 alle 19.00 orario continuato.

Gli eventi saranno accessibili nel rispetto delle procedure e della normativa anti Covid vigente. Gli organizzatori si riserveranno il diritto di contingentare gli ingressi.

 

Chi è Di Mano in Mano

Di mano in mano – www.dimanoinmano.it è una Società Cooperativa di lavoro nata nel 1999 in corpo all’esperienza delle comunità di vita di Villapizzone e Castellazzo, entrambe parti dell’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia.

Prendersi cura dell’ambiente in una visione olistica, del suo territorio e della comunità che lo abita, della sua storia, dell’arte e della cultura, dei suoi bisogni di opportunità lavorative e formative e delle sue fragilità sociali. Valori imprescindibili e fondamenta solide che hanno contribuito a costruire negli anni un modello d’impresa prima locale e poi sempre più internazionale. Una lunga esperienza nel recupero, valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato, modernariato e second-hand, dalla fascia premium a quella mainstream, che ha alimentato nel tempo un circuito interminabile di proposte, oggi disponibili sia online sia offline.

Con una sede a Milano in Viale Espinasse e un distaccamento logistico e operativo di oltre 4000 metri quadrati a Cambiago, la Di Mano in Mano conta oggi circa 90 dipendenti, di cui 60 soci, decine di inserimenti lavorativi all’anno, diverse persone svantaggiate inserite in organico e un totale di quasi 700 borse lavoro erogate in circa 20 anni di attività. Collabora attivamente e costantemente con i Servizi Sociali di Milano, il Ministero di Grazia e Giustizia, le ASL, la Caritas Ambrosiana, e con varie associazioni e comuni del territorio milanese e provincia.

Attraverso il sito principale e una serie di siti satellite, svolge un’intensa attività di e-commerce con consegna in tutto il mondo.

 

###

 

Ufficio stampa Di Mano in Mano

Maria Rosa Cirimbelli | ufficiostampa@geodecom.it | + 39 392 9694434

 

 

 

 

 

 

Exit mobile version