Criptovalute, sbarca in Italia Bit2me, la startup spagnola del trading di criptovalute

Bitcoin, la nuova moneta virtuale sempre più diffusa

Comprare e vendere Bitcoin: arriva anche in Italia Bit2me.com, dopo aver ricevuto i premi di ‘Miglior startup spagnola 2015’ con Caixa Bank, il Primo Premio Fintech America 2015 e il Premio al Miglior Modello Finanziari di Deloitte

Milano, 3 gennaio 2019 – È sbarcata in Italia Bit2me.com, la piattaforma principale di trading di criptovalute della Spagna con l’obiettivo di rendere questo tipo di operazioni, facili, rapide e sicure anche in Italia, con un servizio clienti ed un supporto tecnico in italiano 365 giorni all’anno.

Bit2me.com, fondata da Leif Ferreira (Ceo) e Andrei Manuel (Presidente), dopo aver ricevuto numerosi riconoscimenti in Spagna e in Europa sbarca nel nostro paese offrendo agli utenti italiani una ‘Guida Bitcoinin italiano, destinata a risolvere tutti i dubbi sulla gestione di questa criptomoneta.

Grazie alle sue guide online già migliaia di utenti hanno imparato cosa sono i Bitcoin e la blockchain, come memorizzare e trasferire Bitcoin e come eseguire tutte le operazioni connesse a questa criptomoneta.

Disponibili nel centro di supporto anche un elenco completo di articoli di aiuto, creati per risolvere qualsiasi dubbio su come utilizzare il servizio, comprese le informazioni necessarie per iscriversi e realizzare operazioni di compravendita in tre semplici passi, in modo completamente sicuro.

Gli utenti italiani della piattaforma Bit2me oltre che acquistare Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Dash e Litecoin potranno anche venderli facilmente, cambiandoli in euro, ricevendo il ricavato direttamente nel proprio conto bancario. Gli acquisti e le vendite si possono realizzare istantaneamente con carta di credito o a mezzo bonifico bancario, con accredito in sole 24 ore, con operazioni sicure e veloci.

Sin dalla sua fondazione, nel 2015, il progetto Bit2me ha ricevuto vari riconoscimenti nel settore finanziario tra cui il titolo di ‘Miglior startup spagnola 2015’ con Caixa Bank ed il Primo Premio Fintech America 2015 del concorso internazionale patrocinato da Visa.

La startup spagnola ha ottenuto inoltre il Premio al Miglior Modello Finanziario conferito da Deloitte ed è stata invitata dalla Commissione Europea a partecipare alla discussione sulla tecnologia blockchain e Bitcoin.

Infine durante la UK Fintech Mission Bit2me è stata selezionata, dal Governo del Regno Unito, per lo sviluppo del suo progetto a Londra.

“Il nostro obiettivo è condividere le nostre conoscenze per rendere la comunità blockchain più forte, aumentandone il valore come abbiamo già fatto in Spagna, Francia, Portogallo ed ora in Italia, come parte del piano di Internazionalizzazione aziendale in Europa” ha spiegato Leif Ferreira, fondatore e CEO di Bit2me.com (www.bit2me.com).

“Amiamo le sfide, ci motivano per continuare a crescere e per questo puntiamo ora su un paese promettente come l’Italia, dove abbiamo riscontrato un gran numero di persone interessate ad investire in criptovalute che hanno bisogno di una piattaforma sicura e di fiducia con cui oltre a realizzare transazioni, possano accedere ad informazioni attuali e specializzate” ha raccontato ancora il fondatore di Bit2me.com.

Sin dal principio, nel 2015, Bit2me si è presentata come una compagnia pioniera ed innovatrice, nel mercato Fintech e Blockchain in Europa crescendo in modo esponenziale.

Solo nell’anno 2017-2018 il volume di denaro che ha gestito attraverso la piattaforma si è praticamente raddoppiato passando da 11 a 20 milioni di euro.

 

###

Per informazioni e interviste:

Federica Ronzetti
federica@bit2me.com
Teléfono: (+34) 665 393 649

Emma Albaladejo
emma@acemtoconm.com
Teléfono: (+34) 685 939 441

 

 

Bitcoin, la nuova moneta virtuale è sempre più diffusa

 

Social, comprare followers conviene ancora?

Una buona strategia per l’utilizzo dei social media richiede molto tempo ed energia.

I post e i contenuti si pianificano già settimane in anticipo e le cooperazioni con gli influencer vanno curate assiduamente. Ad ogni modo se non disponete già né di fan né di follower, questi canali, per quanto curati professionalmente e analizzati regolarmente, risultano inutili.

Anche se pubblicare il primo post può sembrare cosa da poco, accedere a queste piattaforme è spesso più difficile di quanto si pensi. È molto improbabile che i follower vengano da sé, ed è ugualmente difficile che vogliano essere trattenuti a lungo.

Alcuni contemplano quindi l’idea di comprare i follower, così da prendere una scorciatoia per un’entrata di successo sui social media. Anche l’acquisto di “mi piace” sembra essere un’opzione interessante. Ma ha veramente senso?

Fare affari con follower e “mi piace”

Dove si possono realmente comprare follower? In Internet ci sono innumerevoli fornitori, che si sono specializzati nella vendita di follower. Basta una breve ricerca su Google e si ha già una lista chilometrica con siti web che offrono l’acquisto di follower, ciascuno alle proprie condizioni. Noi abbiamo dato un’occhiata alle condizioni proposte da due di questi.

Su Marketing-seo.it ad esempio. è possibile scegliere tra diversi “prodotti”: dai follower su Instagram e i like su Facebookfino ai click su YouTube e i download su Soundcloud.

Ad esempio attualmente 200 follower su Instagram vengono offerti a circa 5 euro, e 1000 follower costano meno di 17 euro.

I fan su Facebook sono leggermente più costosi a parità di numeri, e se volete esclusivamente fan italiani allora il prezzo aumenta considerabilmente. I prezzi variano in base al servizio e alla piattaforma desiderati.

I tempi di consegna sono molto brevi e vanno da qualche ora a pochi giorni dal momento dell’acquisto. Ma non finisce qua esistono anche siti dedicati a Youtube come Youtubevisualizzazioni.com oppure a Instagram, come il sito maggiormente usato dai Vip ed attivo dal 2007, magicviral.com.

Insomma la risposta per chi ama non lasciare una domanda aperta, é si. Comprare vanity metrics oggi conviene ancora.

Video Marketing, ecco come creare video efficaci per promuoversi

Roma, 23 novembre 2018 – Il marketing oggi, grazie a internet e alle nuove tecnologie, vede nascere nuovi strumenti e nuove discipline, che se sfruttati bene possono dare risultati soddisfacenti in termini di fatturati e utili.

Tra i tanti il video marketing è tra gli strumenti più promettenti, uno strumento molto potente che sta entrando nella nostra quotidianità, con una certa irruenza.

Se prima fare video era solo ad appannaggio di pochi, oggi è alla portata di tutti grazie all’avvento degli smartphone, macchine fotografiche digitali e altri dispositivi digitali.

Basta prendere in mano un telefono per poterci cimentare nella ripresa di un video, senza spendere cifre proibitive. Ma questo non è abbastanza in quanto servono conoscenze specifiche, che non tutti possiedono.
Manca infatti una formazione adeguata per coloro che lavorano in questo campo.

Mentre ci viene insegnato fin da piccoli come scrivere in modo corretto, senza commettere errori grammaticali nessuno ci ha spiegato come fare un video.

Al giorno d’oggi non possiamo permetterci di non saper realizzare video in quanto si tratta di una forma di comunicazione molto potente.

Le immagini, i suoni e le atmosfere che si possono creare nei video possono trasmettere il messaggio in modo molto forte e impattante, molto più di quanto siano in grado di fare i media tradizionali.

Ci ritroviamo così ad avere a che fare con professionisti incompleti.

Da una parte abbiamo videomaker in grado di realizzare ottimi video dal punto di vista della produzione ma privi di una strategia, dall’altra specialisti che conoscono perfettamente i canali social ma che sono privi di conoscenze tecniche.

Da qui nasce l’esigenza di combinare due aspetti così distanti, la produzione video e la strategia, per dar vita a un progetto video ben strutturato che possa portare dei risultati concreti.

“Che tu sia un un avvocato, un architetto, un ristoratore o un imprenditore o professionista, di un qualsiasi settore, avrai comunque bisogno di farti vedere e il modo migliore per farlo è per mezzo di un video. Da qui l’esigenza di imparare a creare video efficaci per promuoversi”, afferma Antonio Deraglia, autore del libroVideo Marketing strategico”, rivolto a tutti, non solo ai professionisti del settore ma anche a chi vuole migliorare la propria presenza online.

L’ intento è quello di farci capire come realizzare video di qualità, sotto ogni punto di vista, e come valutarli per comprendere se stiamo facendo tutto nel modo corretto oppure no.

Un libro che nasce dalla penna di Deraglia, digital video strategist con un’esperienza trentennale nella produzione video, cin esperienza anche in importanti network come Mediaset e Rai, per poi specializzarsi nella progettazione web e nelle strategie di digital marketing.

Oggi, oltre a fornire consulenze per le aziende, Deraglia è a capo di due importanti aziende, Stravideo e Altavista, ed è sicuramente una delle personalità più di spicco del suo settore.

È possibile incontrare l’autore alle presentazioni ufficiali del libro che avranno luogo Antonio Deragliama presto anche a Rimini, Firenze, Verona e Lecce.

Un appuntamento da non perdere per conoscere ed approfondire il mondo tanto vasto, quanto poco conosciuto, del video marketing strategico.

 

Auto: nasce Gripdetective.it, il primo servizio recensioni sui pneumatici

Roma, 14 novembre 2018 – Internet sta cambiando la mobilità, l’approccio all’informazione, il modo di acquistare ed i modelli di riferimento del consumatore, che è sempre più alla ricerca di informazioni ed opinioni online, indipendenti, chiare e complete.

Quando qualcuno oggi vuole informarsi via internet sulle gomme per la propria auto può trovare centinaia di modelli con prezzi che vanno da poche decine e qualche centinaio di euro, senza opinioni specifiche degli utenti sulle loro performance e senza gli strumenti giusti per capire il pneumatico migliore per il proprio mezzo.

Con un’offerta così ampia e complessa l’utente ha l’imbarazzo della scelta e non sa come scegliere la gomma più adatta alle sue esigenze, tenendo presente sì il prezzo, ma soprattutto la sicurezza e la qualità.

Nasce da questa necessità e richiesta del mercato nasce il portale GripDetective.it, il primo sito indipendente di recensioni sui pneumatici, che informa il consumatore e lo guida consapevolmente all’acquisto delle gomme più adatte alle sue esigenze.

La nuova piattaforma online è stata creata grazie all’esperienza quasi cinquantennale nel settore di Profil Verlag, gruppo editoriale europeo indipendente da case costruttrici, associazioni ed enti.

Navigando su GripDetective.it il consumatore trova test, recensioni e informazioni sui diversi modelli di pneumatici per moto e vettura, che siano estivi, invernali o all-season, di tutti i principali brand del mercato, per una scelta informata e sicura.

Il sistema sofisticato di incrocio dei dati tra caratteristiche dei prodotti, recensioni, test ed esigenze d’acquisto, è stato creato ad hoc per permettere di trovare il pneumatico più adatto.

La piattaforma è intuitiva e di facile utilizzo, adatta a tutte le esigenze e a tutti i target. La ricerca è mirata grazie ai filtri relativi a caratteristiche tecniche, prestazioni, fasce di prezzo e qualità. Sia partendo dal modello di auto/moto, sia dalle misure, sia dal prodotto, attraverso GripDetective.it è facile trovare il modello su misura per il proprio mezzo, compreso un dealer locator per trovare il rivenditore più vicino.

“Il pneumatico è l’unico punto di contatto tra la vettura e la strada, scegliere quello più adatto è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza per sé e per tutta la famiglia” dichiara Klaus Haddenbrock, Amministratore Delegato del Gruppo Profil Verlag.

“Abbiamo creato uno strumento imparziale, completo e chiaro, che rende trasparente un mercato particolarmente complesso. Un progetto in continua evoluzione, che vuole diventare un punto di riferimento per tutto quello che riguarda il mondo dei pneumatici. Le prossime fasi saranno l’internazionalizzazione e il coinvolgimento anche dei rivenditori e del settore delle ruote”.

Ora non resta che provare GripDetective.it per lasciare la recensione delle proprie gomme, aiutando gli utenti a trovare il pneumatico più adatto per la propria auto..

Gruppo Profil Verlag

Il gruppo editoriale europeo Profil Verlag, con sedi e riviste in Germania, Regno Unito e Italia, pubblica complessivamente circa 50 articoli al giorno, in tedesco, inglese e italiano. La forza del gruppo risiede nella sua assoluta indipendenza da case costruttrici, associazioni o enti e nella forte sinergia fra i team di giornalisti attivi nei tre Paesi.

Con 2 riviste cartacee, in inglese e tedesco, l’editore raggiunge mensilmente 13.700 lettori in 160 Paesi, mentre con i 3 siti internet raggiunge circa 150.000 lettori al mese e con le 3 newsletter arriva nella casella di posta elettronica di più di 30.000 professionisti del settore.

 

GripDetective.it – Opinioni e recensioni gomme per auto e moto

 

 

GripDetective.it – recensioni e opinioni pneumatici per auto e moto

 

 

###

 

Contatti stampa:

PneusNews srl – Gruppo Profil Verlag

Via degli Agricoltori 11

32100 Belluno

Telefono +39 0437 931099

Mobile +39 350 594 4542

info@gripdetective.it

 

Daniele Montagner, continua la ricerca musicale con gli Ensemble Voayagers

Milano, 5 novembre 2018 – La musica si presenta sotto diverse forme e gli artisti più vari quotidianamente si impegnano a realizzare opere diverse, legate ai generi più vari e più complessi. Il mercato musicale è però spesso ricolmo di operatori molto simili, che procedono tutti nella stessa direzione, limitandosi a ciò che il bacino di utenza più promettente può richiedere.

Esistono però alcuni artisti, definibili quasi come ricercatori d’avanguardia, che studiano la musica sviscerandola fino ai suoi elementi più complessi e reconditi.

La musica infatti esiste come un continuum, vivendo come frutto delle produzioni musicali più antiche fino a quelle più moderne, un unicum armonico in grado di fornire risultati ancora più innovativi.

Gli Ensemble Voyagers e lo studio di antiche tradizioni artistiche

Tra gli esperti del settore che operano continuamente in questo settore vi sono sicuramente i membri di Ensemble Voyagers, un collettivo aperto di musicisti di livello creato da Daniele Montagner, da anni impegnato nella ricerca musicale di brani antichi e di tradizioni particolari.

Un esempio della produzione musicale di Ensemble Voyagers è certamente quella di Two songs from Okinawa, realizzata con la collaborazione di Shinobu Kikuchi Manu Saladino.

Le Okinawa songs interpretate dall’Ensemble non derivano dalle opere di sakamoto, a cui vengono spesso erroneamente attribuite. Si tratta di brani in grado di aprire i sensi ed espandere la riflessione personale, studiando tradizioni extra-europee e unendole alla tecnica di strumenti diversi.

L’ultimo progetto di Ensemble Voyager di più recente pubblicazione è però Chanson Balladeé, un passo in più rispetto allo studio della musica medievale verso la musica del Rinascimento.

Prendendo confidenza con la reinassance musicale più celebre, l’Ensemble ha studiato questo brano antico già sfruttato come sigla dell’Almanacco del Giorno Dopo su TV RAI ed è stato scritto in questa versione da Antonino Riccardo Luciani come omaggio musicale. Non si tratta invece di una revisione dell’opera del noto compositore dell’Ars Nova francese Guillaume de Machaut.

In Chanson Balladée le abilità nel flauto di Daniele Montagner si uniscono alla ritmica perfetta di Manu Saladino e al trombone barocco di Floriano Rosini.

Si tratta di una catarsi acustica di gran pregio, un elemento prezioso per tutti gli amanti della musica più ricercata e rara. Questo prodotto musicale è un risultato eccellente di uno studio su larga scala di più tradizioni.

Chanson Balladée il più recente frutto degli Ensemble Voyagers.

Oltre alla Chanson, la musica dell’Ensemble Voyagers è certamente nota anche per i brani Due Sonetti di Dante, che sono stati presentati lo scorso 14 ottobre al teatro Filodrammatici a Milano. Si tratta di due brani ispirati a due sonetti di Dante elaborati grazie alla maestria del compositore Paolo Coggiola.

L’ispirazione di queste opere è puramente neo-classica e si apre al pubblico grazie all’armonia delle tecniche strumentali di Daniele Montagner e Manu Saladino con l’aggiunta del liuto di Ugo Nastrucci e dell’armonium di Tiziano Nizzia.

Si tratterà di un evento ideale per gli amanti della musica medievale, che metterà in luce l’abilità dell’Ensemble Voyagers nonché il prezioso frutto di un lavoro intellettuale e tecnico di pregio richiedente un estremo impegno.

 

In nomination per l’Hollywood Music In Media Awards il videoclip di Tiger Dek “Noi andiamo in Cina”

Hollywood, 24 ottobre 2018 – “Noi andiamo in Cina“, il videoclip di esordio dello youtuber e cantante dal nome d’arte Tiger Dek, è tra i pochissimi video italiani in nomination per gli HMMA, ovvero gli “Hollywood Music In Media Awards“.

L’ Hollywood Music In Media Awards, che si svolgerà all’Avalon Theatre di Hollywood il 14 novembre prossimo, rende onore alla musica dei film, video, videogiochi o pubblicità e determina, a seguito di un comitato consultivo composto da giornalisti, dirigenti musicali, cantautori e compositori chi deve ogni anno aggiudicarsi l’ambito premio.

Quest’anno ad onorare l’Italia troviamo appunto il videoclip di Tiger Dek, misterioso cantante della nostra penisola.

Il video pubblicato su molte piattaforme digitali tra cui su Youtube ha raggiunto 160.000 views in pochissimo tempo dalla pubblicazione piazzandosi tra le hit piu ascoltate del momento ed è passato agli onori di cronaca sul giornale Eva Tremila con il titolo “Un super eroe contro ipocrisia e i falsi profeti”.

Un vero e proprio super eroe, Tiger Dek, che con il video visibile al link www.youtube.com/watch?v=bhgejQWWL1I mette in risalto i timori nei confronti dell’immigrazione, tema sempre piu attuale e discusso, senza esprimere giudizi o fornire facili soluzioni, ma fotografando la realtà, seppur in maniera paradossale, per invitarci a sdrammatizzare e a guardare avanti con ottimismo.

Gli artisti sono stati selezionati da una giuria che comprende giornalisti, dirigenti musicali, cantautori, compositori e altri professionisti dell’intrattenimento e l’evento di premiazione dei video prevede esibizioni di musica dal vivo, apparizioni di celebrità in un ricevimento VIP esclusivo, con streaming online in diretta.

I vincitori saranno determinati dall’organo elettorale dell’HMMA, composto da professionisti dell’industria musicale, membri selezionati della Society of Composers and Lyricists (SCL), The Television Academy, AMPAS Music Branch, NARAS, organizzazioni per i diritti degli artisti, giornalisti di musica da film, dirigenti musicali e membri della HMMA Voting Academy. 

Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito internet www.hmmawards.com o sul sito www.tigerdek.it.

 

 

 

Gli Aristos alla ribalta internazionale: il tour intercontinentale toccherà USA e Inghilterra

New York, 1 ottobre 2018 – Esordio a New York per gli Aristos, la band italiana in tour negli USA, ove fa ritorno a meno di un anno di distanza, con impegni in concerti, apparizioni televisive e interviste radiofoniche. Sarà un lungo viaggio che attraverserà due continenti e diversi stati, prima della chiusura a Londra, in Inghilterra.

Gli Aristos, già Premio della Critica a ‘Una voce per Sanremo‘, e Official Tribute Band dei Pooh, formazione con cui hanno inciso a Milano il singolo ‘Anni senza fiato’, contenuto all’interno del progetto Pooh Tribute Band Project prodotto da Red Canzian dei Pooh, sono supporters e session-men di noti artisti nazionali e internazionali.

La band ha all’attivo prestigiose collaborazioni, tra cui i Pooh, i Matia Bazar, Riccardo Fogli, Ronnie Jones, Red Canzian, Dodi Battaglia, Claudio Golinelli, Pamela Prati, i Ricchi & Poveri, Christian, Viola Valentino, Barbara Cola, Gianfranco D’Angelo, Stefano Masciarelli, e tour all’estero in Svizzera, Slovacchia, Russia, Repubblica di Malta, America,

Gli Aristos saranno di scena con l’Intercontinental Live Tour che attraverserà gli Stati Uniti d’America con debutto a New York a bordo del leggendario transatlantico Queen Mary 2, della prestigiosa compagnia britannica Cunard, che andrà avanti in teatri, sale concerto, dancing rooms, clubs e discoteche, fino a fine ottobre, per concludersi a novembre in Inghilterra, a Londra.

In questo tour la band apparirà in reti televisive statunitensi e saranno ospiti di network radiofonici, consolidando la loro carriera artistica ultra trentennale che assurge a palcoscenici internazionali.

Nei concerti d’oltreoceano, e inglesi, la storica band eseguirà una scaletta internazionale, spaziando tra pop, rock, dance, jazz, blues e funk.

Gli Aristos si esibiranno in tour con una line-up multinazionale:

Salvo San Giovanni @ drums, percussion, synth, lead vocals, backing vocals, programming,
arrangement;
Giovanni San Giovanni @ keyboards, synth, piano, violin, fisa, lead vocals, backing vocals,
arrangement;
Vincent Hudson @ electric guitar, acoustic guitar, lead vocals, backing vocals;
Brandon Miller @ bass, lead vocals, backing vocals;
Steven Assanti @ sax, backing vocals;
Grace Schmidt @ vocalist

 

Aristos, la band italiana in tour negli USA e Inghilterra

 

 

 

Finanziata da Kickstarter la startup italiana Best-Umbrella.it

Roma, 28 luglio 2018 – Kickstarter, la famosa piattaforma di finanziamento collettivo per progetti creativi e startup da qualche settimana ha iniziato la promozione del progetto italiano di Best Umbrella.

Kickstarter usa il crowdfunding per promuovere progetti imprenditoriali grazie ad un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. Una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse, per finanziare film indipendenti, videogiochi, spettacoli teatrali, musica, fumetti, giornalismo e idee e imprese di ogni tipo.

In questo caso il progetto di Best-Umbrella.it consiste nella recensione e prenotazione degli ombrelloni presso gli stabilimenti balneari italiani.

Cercare un lido o uno stabilimento balneare può risultare infatti un’impresa molto ardua e difficile ma grazie invece al progetto di Best Umbrella raggiungibile da questo link, ed al suo “esercito di First Mover & Beta Tester” che stanno testando per primi il servizio, sarà possibile filtrare e selezionare qualsiasi stabilimento in base alle categorie di interesse, per poi prenotare il lido migliore per le proprie esigenze, così come avviene per gli Hotel su Booking.

Best-Umbrella.it è già disponibile in versione Beta, viene utilizzata dai primi ‘First Mover’ in tutta Italia con l’importante compito di suggerire i miglioramenti e le funzioni aggiuntive da implementare sulla piattaforma sia dal lato del cliente che dal lato del gestore, in modo da poter partecipare in maniera proattiva e costruttiva a tutti i test tecnico-pratici in corso direttamente sul campo.

Kickstarter è famosa per lanciare progetti innovativi e in questo caso lo fa finanziando un vero e proprio motore di ricerca in grado di raccogliere, selezionare e catalogare tutti i migliori lidi e i migliori stabilimenti balneari in Italia e all’estero, offrendo ai vacanzieri informazioni dettagliate e fotografie degli spazi e degli ambienti, in modo da conoscere in anteprima tutte le caratteristiche principali di ogni singola struttura, e di come si posiziona rispetto al punteggio ed alle recensioni delle altre strutture della zona.

Un servizio innovativo, che permette alle strutture balneari di farsi  pubblicità gratuitamente: basta chiedere di diventare un “First Mover & Beta Tester” del servizio all’indirizzo www.best-umbrellas.it.

 

 

 

 

 

Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Sasso Marconi (Bologna), 16 luglio 2018 – Torna anche quest’anno dal 19 al 22 luglio a Sasso Marconi (Bologna) ‘Atuttabirra – Sassofest’ (http://www.sassofest.it), il festival della birra più seguito di tutta la provincia di Bologna.
Anche quest’anno per la 24^ edizione, seguendo la tradizione saranno 4 i giorni del ‘Festival della Birra’.

Serate diverse, sotto le stelle, con musica e birra fresca, faranno da cornice al magnifico parco Marconi affacciato sulla vallata del fiume Reno, situato nella zona centrale del paese. Il Sassofest offrirà l’opportunità di degustare una varietà di birre selezionate, anche artigianali, e prelibatezze culinarie, accompagnate da buona musica, divertimento e spettacoli.

‘Atuttabirra – Sassofest’ proporrà la degustazione di birre che vanno dalle classiche Lager, alle Pils, birre a bassa fermentazione, di color oro pallido e in genere molto luppolate, che conferiscono un tocco amarognolo in più. Disponibili anche le Weizen (Weisse), birre di frumento tedesche, leggermente asprigne e dorate con una abbondantissima schiuma, le Stout (la famosa birra nazionale irlandese, scurissima, con una schiuma abbondante e cremosa prodotte con orzo torreffatto e caramello), le Ipa, oltre alle Pale Ale e le birre artigianali.

Alcune delle birre disponibili al festival sono prodotte dal Birrificio Italiano, come l’Asteroid 56013, fino alle più ricercate artigianali realizzate da micro birriffici e birrifici artigianali, tra cui il Birrificio I Due Mastri, il Birrificio Della Futa, StataleNove, Il Gaggiolino e Petroniano.

Ad intrattenere le serate durante la cena vi saranno anche molti spettacoli e band come il 19 luglio Joe Dibrutto, uno delle cover band più longeve; a seguire il 20 luglio sarà presente Lovesick Duo e Polazzi Team, rock’n’roll, blues e country in un mix esplosivo.

Il 21 luglio sarà la volta di King Lion & The Braves con buona musica rock’n roll e swing e la band Club J-27 che propone pop e classici del rock anni ’90. Per finire, il 22 luglio si terrà uno spettacolo pre-serata del Gruppo Campanari Padre Stanislao Mattei e i Gem Boy con le loro cover parodistiche.

Altra particolarità della festa è che alla SassoFest la festa va ben oltre il solo divertimento. Infatti la manifestazione, con il passare del tempo ha preso sempre più piede, ottenendo sempre più grandi successi, e diventando un modo per offrire, sì, un sano divertimento, ma anche uno strumento di aggregazione tra i giovani, associazioni ed enti locali, realizzando azioni volte al bene sociale, con la donazione degli incassi in beneficenza.

Inoltre l’obbiettivo che si è prefissata la festa, ormai da anni, è stato quello di sensibilizzare i giovani alle problematiche dovute al consumo eccessivo di bevande alcoliche e all’educazione stradale per contribuire alla prevenzione degli incidenti.

Per informazioni è possibile contattare il telefono 333 884 5018 dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, oppure visitare il sito www.sassofest.it.

 

Exit mobile version