AGS: una “mobile App” per Aldo Coppola

AGS S.p.A. (www.ags-it.com), realtà italiana specializzata nei servizi IT, ha recentemente sviluppato una App Mobile per il celeberrimo marchio italiano Aldo Coppola chiamata Apply Aldo Coppola.

L’azienda per la quale abbiamo realizzato questa soluzione per il mondo “mobile” è nata dal talento creativo e artistico di Aldo Coppola. “La sua attenzione e cura per i dettagli e per la perfezione formale – ha illustrato Oscar Padrin, Amministratore Unico di AGS S.p.A. – ha permesso al suo proprietario di posizionarsi tra i big del fashion da molti anni. Attento al mondo della qualità e della comunicazione, l’hair stylist tra i più famosi a livello internazionale, non poteva esimersi dall’essere presente anche nel mondo delle App per smartphone. Ed è stato un vero piacere supportarlo nella realizzazione del progetto”.

L’App che ha sviluppato AGS per Aldo Coppola, con il supporto di Stone Mobile, si chiama Apply Aldo Coppola ed è presente sia sull’AppStore di Apple sia su Google Play. È anche prevista a breve una seconda fase del rilascio che girerà su Windows Phone.

Per il marchio Aldo Coppola – oggi che l’azienda si sviluppa attraverso vari servizi e brand, come go coppola e shatush, divulgando lo sviluppo anche in campo internazionale – era fondamentale essere presenti sugli smartphone dei propri clienti. L’App realizzata da AGS permette di accrescere la brand awareness, offrire ulteriori informazioni ai clienti sui prodotti e permettere agli utenti di sfruttare una soluzione innovativa che garantisce un migliore posizionamento rispetto alla concorrenza.

Dalla pagina iniziale che appare sullo smarphone, Apply Aldo Coppola permette di scegliere come prima opzione le informazioni sulla storia di Aldo Coppola. Sono qui previste sotto-aree dedicate ai temi Beauty, Hair e Wellness, con apposite sezioni di approfondimento sui partner e la descrizione dei loro prodotti/servizi con agganci verso l’eCommerce.

Molto interessante è anche la seconda macro-area denominata Discover. Si tratta di una opzione che fa leva sulle tecniche di Augmented Reality in grado di fornire informazioni addizionali sui prodotti, ingaggiando i clienti attraverso immagini interattive, video e contenuti testuali.

La terza macro-area dell’App è dedicata alle News: in questa sezione vengono notificate via push le notizie più recenti e le headline principali, con connessioni verso link esterni e verso i social network di Aldo Coppola, quali Facebook, Instagram, Twitter, YouTube, Pinterest e Google+. Gli stessi partner di Aldo Coppola possono sfruttare questo canale informativo per aggiornare gli utenti.

Una sezione ulteriore funge da Store Locator, offrendo ai clienti anche una gallery di immagini. Qui sono presenti tutti i saloni di Aldo Coppola sia in Italia sia all’estero e per ognuno di essi è facile visualizzare e ottenere contatti e connessioni dirette verso le singole pagine Facebook.

La soluzione che abbiamo proposto ad Aldo Coppola ha proseguito Padrin – non solo permette di raggiungere i tre obiettivi già illustrati più sopra, ma è stata anche sviluppata per ottenere ulteriori informazioni sulla clientela, in modo da migliorare le attività di CRM dell’azienda”.

Il sistema proposto da AGS permette inoltre all’utente di trovare servizi e prodotti che più si avvicinano alle sue aspettative attraverso l’inserimento di semplici domande.

Tra le opportunità offerte al cliente tramite Apply Aldo Coppola c’è la possibilità di esprimere il proprio parere qualitativo sul livello di servizio ricevuto nel salone nel quale si è recato. Ciò avviene attraverso una decina di domande che prevedono risposte che possono variare dal semplice sì/no, oppure un valore numerico, un contenuto testuale, o una risposta a scelta multipla. Per Aldo Coppola, ottenere questi feedback significa poter migliorare sempre più la qualità dei servizi offerti a livello world-wide. Anche per questa ragione la prima versione dell’App è stata già resa disponibile nelle lingue italiano, inglese e russo.

L’approccio Qintesi alla gestione del Pillar3 di Solvency II

Gestire l’impatto del terzo pilastro della direttiva Solvency II sui processi e sistemi dell’impresa assicurativa

QINTESI S.p.A. (www.qintesi.it), realtà italiana specializzata nello sviluppo e nella gestione di approcci progettuali innovativi a supporto delle aree del CFO, del CRO e del CIO, propone una gestione dell’impatto del terzo pilastro della direttiva Solvency II sui processi e sistemi dell’impresa assicurativa.

“L’obiettivo della Direttiva Solvency II – riferisce Umberto Borrelli, Competence Center Manager dell’Advisory – è quello di estendere i principi della normativa Basilea II, pensata per il mercato bancario, al settore assicurativo. Le compagnie assicurative dopo essersi dedicate ai primi due pilastri, cioè il calcolo dei requisiti di solvibilità secondo modelli standard o interni e l’attivazione di un framework di Risk Management coerente con i principi normativi, nell’ultimo anno hanno concentrato i propri sforzi sulla predisposizione di sistemi atti a garantire l’informativa richiesta.”

Qintesi garantisce supporto sull’intero processo di elaborazione dei dati partendo dalla GAP Analysis rispetto alle informazioni richieste, fino alla strutturazione di un Business Content in grado di garantire processi Data Collection and Management qualitativamente ineccepibili e controllabili in ogni fase ed in ogni momento.

“Il fattore critico di successo – ha continuato Borrelli – in progetti estremamente complessi per la natura e la novità delle informazioni richieste, è la conoscenza: dei requirement della normativa, dei processi operativi del settore, degli strumenti informatici adottati per la gestione del reporting e dei processi alimentanti. È difficile trovare tutte queste competenze in un unico soggetto, il successo di Qintesi in questo ambito è un chiaro riconoscimento delle nostre capacità. Attualmente, infatti, sono in atto diversi progetti presso vecchi e nuovi clienti consolidati: il nostro approccio si sta dimostrando molto valido e apprezzato”.

L’efficacia dell’approccio proposto e la velocità di approntamento delle soluzioni è garantita dall’utilizzo di risorse che hanno una chiara visione d’insieme dell’intero processo, già in fase di GAP Analisys le risorse hanno già linee guida chiare di come dovrà essere strutturato il Business Content del DATA MART.

“In funzione della nostra prima fase d’approccio – ha proseguito Borrelli – interveniamo anche per identificare il sistema migliore per l’elaborazione di determinate fasi del progetto, considerando nella valutazione la linearità e univocità del processo di produzione dei dati. Inoltre è fondamentale la definizione della corretta granularità tra quella minima richiesta per i controlli EIOPA e quella massima presente sui sistemi alimentanti. E’ fondamentale anche l’utilizzo del principio di efficienza e riduzione dell’impatto secondo il quale se la stessa informazione è richiesta da diversi QRT la stessa dovrà essere fornita una sola volta su in una forma polivalente.”

L’aspetto qualitativo dell’informazione raccolta è un MUST non più dettato solo da esigenze di buona gestione ma normativo: Qintesi garantisce un elevato livello di data Quality in ogni fase: si parte dal disegno del landscape e dall’analisi dei flussi e delle elaborazioni fino al controllo in ogni fase di trasferimento ed elaborazione del dato elementare.

Particolare attenzione assumono le procedure di raccolta dei dati opportunamente monitorate (scheduling dei flussi e pubblicazione dell’esito dei caricamenti), l’implementazione di procedure ETL di omogeneizzazione e normalizzazione dati corredate da funzionalità di verifica del dato originario (drill to origin) e della delle modalità di trasformazione, nonché l’implementazione di controlli di esistenza e congruità delle dimensioni richieste dal Business Content.

“Una volta raccolti i dati – continua Borrelli – è fondamentale garantire delle funzionalità di Data Adjustment user friendly e auditabili (eliminazioni automatiche, consolidamento ricalcoli, elisioni) garantendo la storicizzazione e la ripetibilità delle operazioni, senza tralasciare di articolare il processo in maniera da garantire fluidità, controlli autorizzativi, rilasci ed un corretto accesso ai dati secondo i proncipi SOD. Last but not least vengono garantite funzionalità di articolazione flessibile del reporting sia quantitativo che qualitativo (il cosiddetto ultimo miglio) tramite strumenti di Disclosure Management che garantiscono facilities quali il versioning, il restoring la declinazione di modelli standard e l’editing XBRL”.

L’approccio integrato di Qintesi Consulting al Pillar 3 di Solvency II è supportato da importanti referenze presso un numero rilevante di player del mercato assicurativo nazionale. Al momento sono in corso 5 progetti.

“Siamo certi – ha concluso Borrelli – che l’adeguamento a Solvency II sarà in grado di produrre significativi effetti nella gestione e misurazione dei rischi cui sono esposte le imprese assicurative, con positive ripercussioni sui risultati aziendali che garantiranno una copertura, a breve, dell’investimento sostenuto”.

SSD: Contatti qualificati col Social Caring

SSD, nella sua strategia di Digital Marketing, accosta al CRM collaborativo anche la soluzione per il Social CRM

SSD (Software Solutions Designs – www.be-ssd.com), l’azienda che ha recentemente presentato al mercato l’innovativa soluzione per la gestione delle commesse CrossTime (http://www.crosstime.it), ha ampliato ulteriormente il proprio portafoglio di soluzioni introducendo una proposta completa per il Social CRM in partnership con Decisyon.

“Oggigiorno – ha illustrato Angelo Aloia, Managing Director di SSD – milioni di consumatori utilizzano i social network per valutare e mettere a confronto le offerte commerciali delle aziende, scambiare opinioni ed esperienze e chiedere aiuto e supporto. La velocità della diffusione delle notizie sul canale social impone un’analoga velocità nel recepimento delle opinioni ed esigenze di clienti e prospect, poiché la mancanza di attenzione su questo canale così importante può causare grossi danni sia di immagine che economici”.

Recenti ricerche di mercato dimostrano che l’84% dei consumatori si basa sui social networks per quanto riguarda le decisioni di acquisto ed è quindi fondamentale saper monitorare cosa viene detto della propria azienda e della concorrenza.

“SSD – ha proseguito Aloia – propone una soluzione per il Social CRM, powered by Decisyon, in grado di gestire le interazioni con i propri utenti e migliorare i tempi di risposta a richieste e reclami. Integrare tutti questi dati significa creare una Social Intelligence in grado di migliorare la qualità del rapporto con i propri clienti. Con la soluzione Decisyon/Engage si integrano le informazioni dei social customer con i dati del CRM per ottenere una «vista» multicanale del cliente, agendo velocemente e/o migliorando il proprio customer care”.

SSD, in questo contesto, si pone come integratore di sistemi utilizzando soluzioni che permettono il Social Monitoring e Caring attraverso una soluzione di tipo “Cloud Based”, che integrano il dato Social con i CRM aziendali e sfruttano una piattaforma unificata per social collaboration, analytics e social CRM.

In definitiva quanto sopra mette in evidenza come il Social CRM deve essere visto come una strategia di Business che coinvolge il ridisegno di regole e processi di business in modo da poter analizzare i comportamenti sociali dei clienti e coinvolgerli in una conversazione collaborativa di mutuo beneficio. Questo richiede una valida piattaforma tecnologica per l’analisi dei comportamenti dei social consumers e la sua integrazione all’interno dei sistemi e dei processi del cliente.

“SSD e Decisyon – ha concluso Aloia – possono aiutare le aziende clienti nella definizione e implementazione della loro strategia di Social CRM, intervenendo sulla Social Technology Platform, sulla parte progettuale di Social Intelligence e sul Process Change Management. La nostra forza risiede nel proporre una gestione integrata e multicanale delle Customer Operations, un’integrazione del dato Social col CRM aziendale in un’unica vista, creando ‘Collaborazione’ tra i diversi dipartimenti partendo dal dato social”.

___________________________________________________________________________

Software Solutions Designs (SSD) SSD sviluppa e commercializza soluzioni software innovative in particolare nei settori dell’ottimizzazione dei processi di business digitale (es. Collaborative CRM, Social CRM, Online Communication) e delle applicazioni per dispositivi mobili (es. Augmented Reality). L’offerta di SSD si fonda sulla professionalità e sulle forti competenze personali del proprio team sviluppate grazie ad un’esperienza pluridecennale nella realizzazione e commercializzazione di soluzioni informatiche per grandi aziende e gruppi industriali soprattutto nei settori delle Banche e delle Telecomunicazioni. L’ingegnerizzazione di diverse esperienze effettuate presso questi clienti ha portato alla realizzazione della soluzione CrossTime per la Gestione delle Commesse, e per l’Activity Performance Management.

Per maggiori info: www.be-ssd.com

______________________________________________________________________________

Strumenti gestionali da testare sul campo per gli studenti della LIUC – Università Cattaneo Nuove attività esperienziali nel percorso Business Services, in collaborazione con SAP e AUSED

Novità nella Laurea in Ingegneria Gestionale

La LIUC – Università Cattaneo conferma un’impostazione didattica che coniuga teoria e pratica, anche nel nuovo percorso Business Services della Laurea in Ingegneria Gestionale. E lo fa attraverso due partnership di eccellenza, ovvero SAP (leader mondiale nel campo dell’enterprise software) e AUSED (Associazione Utilizzatori Sistemi e Tecnologie dell’Informazione).

Collaborazioni che permetteranno agli studenti di Ingegneria iscritti a questo percorso di seguire alcuni insegnamenti (ovvero Digital Business management, Mobile technologies for business e Business services design and measurement) che prevedono un 50% di lezioni frontali e un restante 50% di attività esperienziali/laboratoriali.

“Grazie alla collaborazione con SAP – spiega il prof. Aurelio Ravarini, coordinatore del percorso Business Services – gli studenti LIUC potranno simulare le attività di gestione aziendale così come avvengono normalmente nelle imprese oggi, attraverso un sistema ERP. Potranno così imparare a fare i manager con gli strumenti dei manager, alle prese con una case history, che quest’anno sarà un’azienda di biciclette”.

Un’iniziativa, questa, che parte da una collaborazione di SAP con l’Università Tecnica di Monaco.

“Il progetto con l’Università LIUC è un esempio di come sia possibile promuovere l’incontro fra studenti e mondo del lavoro e offrire loro strumenti avanzati per prepararli al meglio al loro futuro – spiega Luisa Arienti, Amministratore Delegato di SAP Italia Sostenere la formazione dei giovani attraverso la tecnologia SAP è da sempre una delle nostre priorità perché ci permette di contribuire allo sviluppo di competenze tecnologiche, indispensabili per sostenere la crescita e la competitività del nostro Paese”.

Fondamentale anche il coinvolgimento di AUSED, la più longeva ed autorevole associazione che riunisce i CIO delle aziende in Italia, che ha partecipato attivamente sia alla ideazione di questa operazione sia finanziandola e patrocinandola. I CIO di AUSED saranno coinvolti in aula per garantire la testimonianza in presa diretta, con l’obiettivo di offrire anche un concreto ponte tra aziende e università.

Questo accordo di collaborazione  – ha illustrato Andrea Provini, Presidente di Aused e Global CIO di Bracco – rientra coerentemente con i valori associativi e di supporto alle nuove generazioni di responsabili IT. Inoltre permette alle aziende nostre associate di consolidare un rapporto di stretta collaborazione con il mondo accademico”. Al Gruppo di lavoro AUSED che ha concretamente reso possibile la collaborazione tra AUSED, LIUC e SAP hanno attivamente partecipato, oltre ad Andrea Provini anche altri importanti soci: Giuseppe Ingletti, ICT Director Corporate Systems and International Special Projects di Fiera Milano e Mario Pagani, Direzione Business Support Solutions – Resp. area tecnica operativa di A2A.

LIUC – Università Cattaneo

La LIUC è nata a Castellanza (VA) nel 1991 per iniziativa dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese: una partnership stretta con il mondo delle imprese, a partire dall’offerta di corsi che nascono proprio a partire dalle esigenze del sistema produttivo. 3 i corsi di laurea proposti, ovvero Economia, Giurisprudenza e Ingegneria, tutti connotati in un’ottica internazionale con la possibilità di frequentare interi percorsi in lingua inglese. Alla LIUC il sapere accademico si intreccia con lo spirito del fare, attraverso laboratori esperienziali, già orientati al mondo del lavoro.

L’Università e’ inoltre ai primi posti nelle classifiche sull’internazionalizzazione, con 1 studente su 3 che fa un’esperienza all’estero. Altro punto di forza è il placement: i laureati si inseriscono infatti nel mondo del lavoro dopo un’attesa media di soli 3 mesi. Numerose sono poi le opportunità per un sostegno economico: l’iniziativa “Premiamo il merito” garantisce la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità. La LIUC si avvale anche di una Residenza da 440 posti inserita nel Campus

 

AUSED

L’AUSED, è una Associazione tra Utenti di Sistemi e Tecnologie dell’Informazione, indipendente e senza scopi di lucro, nata nel 1976; raccoglie circa duecento aziende operanti nei settori: industriale, manifatturiero, dei servizi, nonché alcuni enti pubblici. Dal 1996 accetta tra i propri Associati anche persone fisiche che, per formazione o per esperienza aziendale, siano interessate agli scopi ed alle attività dell’ Associazione. Dal 2000 l’AUSED accetta tra i proprio Associati anche aziende che operano nel settore dell’I.C.T., qualificandole dal 2005 come Soci Sostenitori. L’AUSED non ha condizionamenti di tipo politico, non ha sponsorizzazioni di fornitori e “vive” della sola quota associativa. L’attività dell’AUSED si concretizza con l’organizzazione di incontri, seminari, corsi, gruppi di studio, indagini ecc., che sono caratterizzati, oltre che da elevata professionalità, da estrema concretezza in quanto costantemente tesi alla risoluzione dei problemi di scelta, sviluppo e gestione dei Sistemi Informativi delle aziende. Tali attività sono rese possibili grazie all’ impegno professionale e personale dei Consiglieri e degli altri Organi direttivi che svolgono la loro opera a titolo gratuito. Per ulteriori info: www.aused.org

 

SAP

In qualità di leader mondiale nelle soluzioni software per il business, SAP (NYSE: SAP) fornisce applicazioni e servizi per supportare aziende di qualsiasi dimensione operanti in qualunque settore di mercato. Dal back office alla direzione, dal magazzino al punto vendita, dai computer ai dispositivi mobili – SAP consente alle persone e alle organizzazioni di lavorare insieme in modo più efficiente e di utilizzare le informazioni di business in modo più efficace per competere con successo. Le applicazioni e i servizi SAP permettono a oltre 258.000 aziende clienti di operare profittevolmente, di adattarsi costantemente al mercato e di crescere in modo sostenibile.
Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo
www.sap.com/italy.

SAP Forum: Qintesi con una Case History su Group Closing & Reporting con SAP HANA

Il prossimo 30 ottobre il nutrito programma del SAP Forum 2014 prevede nello stream del CFO la presenza di QINTESI con un concreto caso di studio sull’analisi dell’andamento del business “powered by HANA”

QINTESI S.p.A. (www.qintesi.it), realtà italiana specializzata nel miglioramento dei processi e dei sistemi aziendali nelle aree del CFO e del CIO, sarà presente attivamente al prossimo SAP FORUM 2014 previsto il 30 ottobre 2014 presso Fiera Milano City (ex Portello) con ingresso dalla Gate 2, a circa 700 metri da MM1 Amendola Fiera.

Qintesi interverrà esponendo una Case History di successo sui benefici ottenuti nell’analisi dell’andamento del business grazie all’utilizzo di SAP NetWeaver BW “powered by HANA”.

Titolo dello speech, che sarà tenuto da Daniele Gozzo, Partner di Qintesi Spa sarà “Ottimizza i tuoi processi di Group Closing & Reporting con SAP HANA – La case History di un Cliente”.

“Per noi di Qintesi – ha affermato Daniele Gozzo – è un vero piacere partecipare al SAP Forum 2014 perché siamo convinti, come lo è SAP, che la semplificazione dell’ambiente IT sia un imperativo per le aziende che vogliono accelerare il proprio ciclo di innovazione. Il nostro intervento si focalizzerà proprio su questo concetto, mettendo in luce come l’analisi dell’andamento del business, tramite l’Innovation Technology, richieda la disponibilità di informazioni sempre più puntuali, accurate ed in tempi ristretti. Noi di Qintesi, con l’utilizzo di SAP NetWeaver BW powered by HANA, abbiamo permesso a uno dei nostri Clienti del settore Engineering & Construction di ottimizzare al meglio i processi di Group Closing, riducendo in maniera significativa i tempi di elaborazione del reporting”.

Quest’anno la manifestazione SAP Forum è stata organizzata con una nuova architettura, dando più valore a partner, clienti e visitatori, con una maggior integrazione tra spazi espositivi e presentazioni per vivere un’esperienza articolata in un’unica grande area.

“Qintesi – ha concluso Gozzo – ha colto al volo questa innovativa impostazione di SAP, attivandosi tra i primi iscritti come Platinum Partner e, nello stream del CFO dell’edizione di quest’anno, ha deciso di condividere l’esperienza acquisita attraverso la spiegazione e disamina di una delle proprie esperienze. Ovviamente, oltre allo speech, saremo disponibili per tutta la giornata del SAP Forum anche presso il nostro apposito Punto di presenza, dove sarà possibile condividere con gli interessati ulteriori dettagli e approfondimenti sui nostri servizi”.

L’appuntamento con la case History di Qintesi in ambito Group Closing & Reporting con SAP HANA è per il prossimo 30 ottobre alle ore 14,30, all’interno del SAP Forum.

________________

Bio Daniele Gozzo: Partner Qintesi, laureato in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, possiede una pluriennale esperienza sulle tematiche di Amministrazione e Controllo di gestione, Consolidato e Reporting di Gruppo. Grazie alle notevoli competenze tecniche e funzionali ha guidato importanti progetti di consulenza direzionale e complessi progetti di analisi, definizione ed implementazione di sistemi informativi presso prestigiose aziende clienti.

Evento AUSED “Connected Life”

Avrà luogo a Torino, presso l’auditorium TILab di Telecom Italia il prossimo evento AUSED, nato dalla segnalazione dalla Survey Soci per il calendario 2014

Il prossimo 16 ottobre, dalle ore 14,00, si svolgerà a Torino, presso l’auditorium TILab di Telecom Italia di via Arrigo Olivetti 6, l’evento AUSED dal titolo “Connected Life – La vita connessa nell’impresa, nel sociale e nel privato.”

Si tratta di un evento segnalato dalla Survey Soci AUSED per il calendario 2014, particolarmente interessante per tutti coloro che vogliono approfondire l’evoluzione tecnologica in atto nella “communication”.

Nel corso degli ultimi vent’anni abbiamo avuto modo di assistere a un passaggio epocale, da una società spesso basata sull’uso della carta, ad una società digitalizzata e interconnessa, nel privato come nel pubblico e nel sociale.

Ciò che sembrava fantascienza è oggi una realtà in continua evoluzione, che ci sorprenderà ulteriormente con le prossime accelerazioni evolutive nelle tecnologie e nelle comunicazioni.

E’ passato il tempo delle relazioni one-to-one tecnologiche o fisiche che fossero, sia in campo lavorativo che in quello privato, il tempo dei meeting, delle mail e delle connessioni dirette ed anche delle code agli sportelli si sta esaurendo.

Oggi le possibilità tecnologiche che la rete (il web) e le comunicazioni ci forniscono hanno scombussolato ogni assetto sociale e produttivo preesistente, la vita è sempre più connessa ed interattivamente integrata a tutte le funzionalità quotidiane, lavorative e non. Un nuovo modello sociale che mette il mondo dell’imprenditoria nelle condizioni di doversi necessariamente adeguare a questo trend, fornendo ai propri clienti e/o consumatori servizi sempre più digitalmente integrati, fruibili e scalabili per le nuove e future esigenze.

Relazionarsi oggi con i propri amici, la sanità, i comuni, l’azienda, come anche con i propri elettrodomestici è diventato sempre più semplice ed immediato, indistintamente dall’ubicazione ed il numero degli stessi.

Una vita connessa, proviamo oggi a dare uno sguardo a questo mondo dal punto di vista dell’impresa, del sociale e del privato.

Di seguito l’agenda dell’evento del 16 ottobre:

 

14:00 – 14:30         Registrazione Partecipanti

14:30 – 14:40         Apertura dei lavori: Benvenuto AUSED e CDI -Introduzione: Luigi Pignatelli, Consigliere AUSED – Membro dell’Osservatorio Tecnologie di Aused.

14:40 – 15:40         Visita ai laboratori Telecom Italia Future Labs

15:40 – 16:00         Coffee break ed inizio lavori

16:00 – 16:25         Connected Life: abbiamo appena cominciato – Roberto Saracco, EIT ICT LABS Italy

16:25 – 16:50         IoT and the industrial ecosystem: a game changer – Roberto Minerva, Telecom Italia e IEE IoT Inititative Chairman

16:50 – 17:15         Tutti smart nella città – Marco Mezzalama. Vice Rettore Politecnico di Torino

17:15 – 17:40         Internet of Things per la Smart Home, nuove logiche di canale – Davide Zanzi, Business developer manager building system Gruppo Legrand – Bticino

17:40 – 18:30         Q &A e Chiusura lavori

18:30                        Aperitivo

 

L’evento è stato organizzato da Luigi Pignatelli di Carl Zeiss Vision, Consigliere AUSED, e Claudio Saluta di Consoft Sistemi, Consigliere e Socio Sostenitore. Con il patrocinio di: CDI Torino.

Per ulteriori informazioni: Segreteria Aused tel. 02-5464747

Per maggiori informazioni e adesioni: Segreteria Aused, tel. 02-5464747 – e-mail: aused@aused.org.

È possibile aderire tramite questo link: http://bit.ly/JFCVPl

Qintesi raggiunge quota 100 dipendenti!

Il Gruppo Qintesi riflette sul proprio sviluppo e nel frattempo continua a crescere: a luglio 2014 ha raggiunto la quota 100 dipendenti!

QINTESI S.p.A. (www.qintesi.it), società di consulenza italiana specializzata nel miglioramento dei processi e dei sistemi informativi aziendali nelle aree del CFO e del CIO, ha questa estate presentato a tutta la propria struttura i risultati raggiunti e tratteggiato le linee guida dei prossimi mesi. Questo incontro è avvenuto durante il Meeting Qintesi svolto presso l’Hotel Caesius Thermae & SPA Resort di Bardolino (VR).

Durante il workshop sono stati affrontati i temi dell’organizzazione interna e dello sviluppo commerciale, il tutto in un’ottica di accrescimento culturale competente e strutturato. “Come lo scorso anno ha illustrato Angelo Amaglio, Presidente di Qintesi S.p.A. – ci tenevamo anche quest’anno a riunirci con tutta l’azienda per offrire una panoramica sui risultati raggiunti, ma soprattutto per ragionare assieme sulle prospettive future”.

La parola d’ordine dell’incontro è stata “Sviluppo competente” e nelle due giornate di lavoro che hanno coinvolto tutte le strutture aziendali di Qintesi, anche attraverso gruppi di lavoro dedicati, si è definito un rinnovato approccio al business development e si è anche lavorato sul processo di generazione di idee e proposte attraverso l’utilizzo di una piattaforma intranet “collaborativa” in grado di accorciare le linee di comunicazione e accelerare il knowledge sharing.

“Il nostro gruppo è cresciuto parecchio nel corso dello scorso anno fiscale – ha aggiunto Amaglio – e attualmente abbiamo superato un organico di 100 unità, suddivise per il 65% negli uffici di Milano, il 25% in quelli di Mestre e l’10% in quelli di Bergamo. La loro suddivisione per Competence Center è ben strutturata e copre tutte le nostre aree d’offerta.”

Da un punto di vista del fatturato nel 2013 l’azienda ha superato i 7,5 milioni di Euro; l’obiettivo di budget per il 2014 è quello di proseguire il trend di crescita di circa il 10-12%.

“Il nostro primario obiettivo – ha concluso Amaglio – resta quello di affrontare le sfide del mercato continuando a creare valore per tutti i Clienti grazie alle solide competenze di un gruppo professionale affidabile e coeso. Tutto questo è possibile soltanto mantenendo elevato lo sviluppo delle nostre practice, accrescendo le competenze, ma anche condividendo con tutto il gruppo le esperienze professionali e le idee innovative di ognuno di noi”.

La software house SSD sigla nuovi accordi di partnership a supporto di CrossTime

SSD (Software Solutions Designs), l’azienda che ha recentemente presentato al mercato l’innovativa soluzione per la gestione delle commesse CrossTime (http://www.crosstime.it), ha siglato nuovi accordi strategici per migliorare ulteriormente gli aspetti legati alla Business Intelligence e al Business Process Management del proprio prodotto.

Dopo il recente accordo di partnership con la società italo-svizzera Garl che permette di utilizzare con CrossTime la soluzione di secure authentication SecurePass in modo da garantire la massima sicurezza anche in ambienti Cloud, SSD ha siglato due nuove partnership strategiche con aziende italiane.

“Per rendere CrossTime ancora più competitivo – ha illustrato Angelo Aloia, recentemente nominato Managing Director di SSD – abbiamo intrapreso due nuove partnership con aziende basate in italia, per una maggiore vicinanza logistica e culturale, ma con presenza e visione internazionale.

Il primo accordo è stato siglato con Decisyon, azienda fondata in Italia dove è ancora presente con il suo Centro di Ricerca e Sviluppo, ma ora appartenente ad un fondo americano. Decysion è specializzata nelle soluzioni di collaborative BI, performance management and planning. “Grazie ad un accordo di tipo OEM – ha evidenziato Angelo Aloia – l’integrazione con le funzionalità di Decisyon ci permette di mettere a disposizione in tempi rapidi un modulo specializzato di CrossTime per le attività di business analytics. Con questa nuova partnership siamo in grado quindi di migliorare la reportistica evoluta nonché l’analisi delle informazioni, il tutto accompagnato da una migliore navigabilità e resa grafica”.

La seconda partnership riguarda WebRatio, una piattaforma model-driven per la realizzazione di applicazioni multicanali in grado di gestire processi, logiche e dati all’interno di un’unica interfaccia utente.

WebRatio è un’azienda informatica italiana, con uffici in USA e Sudamerica. Costituita nel 2001 come spin-off del Politecnico di Milano, WebRatio ha ideato IFML (Interaction Flow Modeling Language), un linguaggio di modellazione dedicato alla definizione di tutte le dinamiche di interazione tra un’applicazione e l’utente, che da Marzo 2013 è diventato uno standard internazionale approvato e gestito dall’OMG (Object Management Group).

“La scelta di WebRatio ha aggiunto Aloia – ci permette una maggiore flessibilità nello sviluppo di CrossTime, in modo da aumentarne la rapidità di sviluppo e proposizione.”

“Oggi, grazie a queste nuove partnership, – ha concluso Aloia – abbiamo reso CrossTime ancora più potente e performante, migliorando anche il time-to-market della nostra offerta. Ed era esattamente quello che ci occorreva.”

 

 

Cos’è CrossTime

CrossTime è la soluzione ideale per la Gestione delle Commesse. Permette infatti di controllare lo stato di avanzamento di ogni tipo di attività lavorativa e tracciare tutti i costi sostenuti e i ricavi maturati su ogni singola commessa. In questo modo è quindi possibile verificare in tempo reale l’avanzamento tecnico ed economico effettivo delle commesse e agire tempestivamente, in qualunque momento e da qualunque luogo, grazie ad un’intuitiva interfaccia accessibile via web o da dispositivo mobile.

Per maggiori informazioni sulla soluzione CrossTime consultare il sito http://www.crosstime.it

Save-the-date: evento “unCONVENTIONal Aused 2014”

L’IT tra ottimizzazione dei costi e rivoluzione digitale del business: idee e strumenti per essere protagonisti.

Il prossimo 26 settembre, dalle ore 10.30, si svolgerà presso il Misano World Circuit – Marco Simoncelli – di MISANO ADRIATICO (Via Daijiro Kato, Misano Adriatico – RN), il convegno Aused Centro-Sud, che celebrerà contemporaneamente il proprio 38° anniversario.

“unCONVENTIONal AUSED” è l’evento del 38° anniversario dell’associazione AUSED che riunisce i CIO delle aziende italiane e anche un evento per l’area Centro-Sud aperto alle Aziende Associate della zona e a tutte le Aziende potenziali Socie interessate ad Aused.

L’evento verterà sul tema “L’IT tra ottimizzazione dei costi e rivoluzione digitale del business: idee e strumenti per essere protagonisti”.

Si cercherà di comprendere, tra interventi di valore e tavole rotonde, la nuova sfida per l’ICT, ovvero come ri-orientare la dinamica della spesa verso il massimo valore aggiunto possibile, abilitando il processo di innovazione e assumendone la leadership.

Aused sarà lieta di offrire ai presenti il Lunch conviviale presso il Ristorante dell’Autodromo.

Al termine dell’evento, per gli interessati, in base ai posti disponibili e alle indicazioni della Direzione dell’Autodromo, si potrà vivere un’esperienza di Kart e di velocità su auto sportive.

Auspicando una nutrita partecipazione, per motivi organizzativi preghiamo di comunicare l’adesione preferibilmente entro il 15 Settembre 2014.

Saranno emesse conferme di partecipazione.

L’Evento è stato organizzato con la collaborazione e sponsorizzazione dei Soci Sostenitori di AUSED.

Per maggiori informazioni e adesioni: Segreteria Aused, tel. 02-5464747 – e-mail: aused@aused.org.

Qintesi: progetti concreti in ambito logistico

Qintesi consolida la propria esperienza grazie a un importante progetto nell’ambito delle soluzioni che si occupano di integrare la logistica con i processi amministrativi

QINTESI S.p.A. (www.qintesi.it), realtà italiana specializzata nel miglioramento dei processi e dei sistemi aziendali nelle aree del CFO e del CIO, ha realizzato per una multinazionale leader nel settore dell’Engineering & Construction presente in decine di Paesi un progetto in ambito logistico mirato alla valorizzazione dei magazzini e al calcolo del costo di prodotto multi-valuta.

“Com’è noto ha illustrato Gianmario Belotti, Practice Leader dell’area Logistica di Qintesi S.p.A. – la puntuale gestione contabile del magazzino è molto importante per consentire agli auditor di certificare la correttezza dei dati in bilancio. Da tempo la nostra azienda sta investendo in ricerca e sviluppo di prodotti innovativi per portare ai propri clienti il meglio delle soluzioni sulla logistica. Il team che coordino è in continua crescita per coprire tutti i diversi ambiti di questo mercato”.

Recentemente, Qintesi ha sviluppato un progetto sulla revisione della procedura di contabilizzazione degli acquisti di prodotti a magazzino e sulla modalità di calcolo delle rimanenze. Lo ha realizzato per una delle aziende leader mondiali del settore Engineering & Construction.

“Per questo lavoro ha sottolineato Belotti– abbiamo utilizzato il modulo SAP Material Ledger, mentre la metodologia standard di riferimento per la realizzazione che abbiamo adottato è stata ASAP (Accelerated SAP), con una durata media del singolo progetto di roll-out di ogni società/country, dalla fase di analisi al post go-live support, di circa due mesi. Grazie a SAP Material Ledger è possibile calcolare in modo integrato e coerente i valori contabili delle movimentazioni e delle chiusure mensili e assicurare la correttezza dei valori contabili verso gli Auditor esterni, documentando il valore del costo del prodotto, del magazzino e dei prelievi”.

L’introduzione del progetto sviluppato in Qintesi dal team di Belotti, ha permesso al proprio cliente di raggiungere molteplici benefici. Tra questi figurano l’automatica quadratura tra magazzino gestionale e magazzino contabile (e in generale la nuova modalità di calcolo del Prezzo Medio Ponderato), la gestione di più valute parallele, la corretta assegnazione dei costi accessori e la revisione delle procedure di contabilizzazione dell’entrata merci. Tutto ciò, nel suo insieme, ha migliorato significativamente la qualità e la correttezza dei dati di bilancio per la valorizzazione dei magazzini e dei prelievi.

Inoltre si è raggiunto un maggior allineamento tra le aree Procurement, Magazzini e Amministrazione & Controllo, a valle dell’adozione della nuova procedura che prevede un processo controllato tramite differenti step “bloccanti”, che garantisce completezza dei valori contabili e facilita le attività di verifica da parte degli auditor.

“In questo articolato progetto, ha commentato Belotti– Qintesi ha dimostrato le proprie poliedriche capacità relative alla gestione di società con valute parallele, alla quadratura tra magazzino gestionale e contabile, al calcolo del PMP a livello di singolo magazzino e alla semplificazione stessa dei flussi di acquisto, oltre a una maggior responsabilizzazione dell’area Procurement”.

Va detto che il termine “Material Ledger” è riduttivo in quanto non è “solo” un sistema contabile, ma una soluzione integrata e completa, in grado di gestire l’intero processo di valorizzazione dei magazzini, dalla raccolta dati alla contabilizzazione, fino alla produzione della reportistica. Qintesi ha un’esperienza consolidata nell’ambito di progetti di grandi dimensioni, durante i quali ha sviluppato significative competenze nel calcolo del costo del prodotto e nella valorizzazione dei magazzini.

Da un punto di vista della proposizione completa sul tema della logistica, Qintesi vanta nel proprio portafoglio d’offerta una serie di soluzioni relative agli acquisti, in particolare per quanto riguarda le aree gestione fornitori (selezione, albo, ecc. attraverso processi “collaborativi”), processi di “sourcing” (gare, aste, ecc.) e processi di acquisto “tradizionali” (RdO, offerta, RdA, contratto, ordine, EM, registrazione fattura passiva). Queste ultime voci rientrano nella denominazione di “Procure to Pay” e coprono i seguenti ambiti: acquisti a magazzino, acquisti per produzione e acquisti per investimento, sia per materiali sia per servizi.

“Il nostro team sulla logistica è tuttora in forte sviluppo ha concluso Belotti– ed è in grado di progettare tutte queste soluzioni con una robusta integrazione verso i processi amministrativi”.

Qintesi, difatti, mette al servizio dei propri clienti l’integrazione fra le competenze funzionali e la conoscenza delle tecnologie informatiche, e in questo contesto specifico fa leva sulla partnership con SAP, che rappresenta una garanzia importante, supportata da una relazione consolidata e costantemente alimentata dalla volontà comune delle due società di offrire servizi e prodotti sempre più in linea con i fabbisogni delle aziende.

Exit mobile version