World Speech Day 2018, a Roma il “Toastmasters Open House Roma”

Roma, 26 febbraio 2018 – Per la prima volta in Italia verrà celebrata la “Giornata mondiale del discorso” (World Speech Day, WSD), il 15 marzo prossimo, che avrà il tema “Pensieri per un mondo migliore”.

La “Giornata mondiale del discorso” è stata lanciata all’ ”Athens Democracy Forum” nel  2015. Il 14 marzo 2016 il Senato degli Stati Uniti designa il 15 marzo “National World Speech Day” e la prima “Giornata Mondiale del Discorso” è stata celebrata il 15 marzo 2016.

Grazie a Simon Gibson promotore della speciale giornata e fondatore del movimento ‘World Speech Day’, è stata adottata rapidamente in tutto il mondo con celebrazioni in oltre 80 nazioni.

Protagonista delle giornate la “Toastmasters International“, organizzazione di formazione internazionale noprofit, con percorsi formativi di Comunicazione e di Leadership grazie ai “Club Toastmasters, che sono l’espressione del metodo e dei valori di Toastmasters International: rispetto, integrità, servizio ed eccellenza.

Percorsi e non corsi, questa è a chiave del metodo Toastmasters che prima di ogni spiegazione va sperimentato in una delle riunioni dei club o in eventi come quello del 15 marzo.

I Club Toastmasters presenti nell’area di Roma celebreranno la terza “Giornata Mondiale del discorso” organizzando un evento gratuito aperto a tutti, “World Speech Day 2018 Toastmasters Open house Roma”

L’evento avrà luogo giovedì 15 marzo, alle 19:00, presso il ‘Grand Hotel Giannicolo’ in via delle Mura Gianicolensi, 107.

La partecipazione è gratuita previa registrazione, di ogni singolo partecipante, attraverso il modulo online.

Per informazioni e iscrizioni consultare i siti internet www.toastmasters.org e www.worldspeechday.com oppure scrivere alla mail TMofRome.WSD2018@gmail.com .

 

###

 

Contatti stampa:

World Speech Day 2018

Toastmasters Open House Roma

TMofRome.WSD2018@gmail.com

 

 

Le statue di Roma diventano parlanti con Toastmasters, il club che aiuta a parlare in pubblico

Un gruppo internazionale di appassionati coltiva l’arte di parlare in pubblico facendo parlare Pasquino ed altre famose statue romane in un evento che si terrà domenica 19 giugno a Roma

Roma, 16 giugno 2016 – La mattina di domenica 19 giugno uno strano gruppo si aggirerà per le strade del centro di Roma: saranno i 30 soci di Toastmasters, un’organizzazione internazionale noprofit di appassionati dell’arte oratoria che insegna a vincere la paura di parlare in pubblico. Per questa occasione si sono dati appuntamento a Roma per un weekend di studio e divertimento i soci che provengono da Stati Uniti, Inghilterra, Portogallo, Francia, Lussemburgo, Germania, Grecia ed Italia. HiFuL2016 è il nome del loro incontro, come riportato sulla loro home page www.toastmasters.it.

Domenica 19 giugno i partecipanti all’incontro di Toastmaster, si vedranno alle 10:00 al Campidoglio e daranno voce nell’ordine a Marforio, Madama Lucrezia, Abate Luigi, Pasquino e Il Facchino: per ognuna di queste statue uno dei soci terrà un breve discorso, dando fiato ai pensieri che la statua vorrà di volta in volta esprimere.

Alle 12:15 si ritroveranno a Piazza della Minerva dove all’ombra dell’Elefantino si sfideranno in un esercizio che loro chiamano “Table Topic”. “Si tratta di improvvisare un discorso di 2 minuti su un tema che viene proposto lì per lì” – spiega Bill Monsour – americano che vive ad Amsterdam e che coordinerà questa sessione – “Questo esercizio ci insegna ad essere sempre pronti a parlare anche senza avere il tempo di prepararci – tramite l’esercizio che facciamo ogni settimana anche chi ha più paura di parlare in pubblico può diventare un grande oratore”.

Parlare in pubblico vi fa paura? Molti associati a Toastmasters condividevano questa paura e hanno deciso di superarla vedendosi una volta a settimana per fare esercizio di dialettica di fronte ai loro pari, organizzandosi in club cittadini che raccolgono 30/40 soci. “In tutto il mondo ci sono oltre 332.000 soci, organizzati in più di 15.400 club sparsi in 135 nazioni” spiega Francesco Fedele, coordinatore dell’organizzazione per l’Italia. “In Italia esistono 500 soci e 17 club, come Toastmasters Roma, il club della capitale, dove ogni martedì 40 persone fanno esercizio – per noi è come andare in palestra, solo che invece di allenare il corpo alleniamo la nostra capacità di parlare in pubblico”.

“I club sono organizzazioni no-profit, dove ognuno è contemporaneamente studente e docente, e questo permette a tutti di crescere insieme con un costo irrisorio, meno di 5 euro ad incontro!” – aggiunge Flavio Iodice, Presidente di Toastmasters Roma.

Per rendere il loro esercizio più divertente i soci Toastmasters si sfidano regolarmente in gare internazionali di oratoria: sabato 18 giugno ci sarà una gara di “Tall Tales”, ovvero storie esagerate, una serata a “chi la spara più grossa”.

 

Negli Stati Uniti l’organizzazione è nata nel 1924, mentre in Italia è diffusa da circa 5 anni. “Già dopo aver partecipato alle prime riunioni si ottengono dei grossi benefici in termini di controllo del naturale nervosismo che si prova di fronte a una platea grande o piccola che sia” – dice Patricia Mansencal, futura Presidente del club Toastmasters “SPQRs” nato all’interno di un grande ente. “In una organizzazione internazionale come la nostra saper comunicare è una capacità essenziale”.

“Siete tutti invitati ad unirvi a noi nel nostro giro per Roma e a venirci a trovare e partecipare gratuitamente ad uno dei nostri incontri, a Roma così come in ogni altra città del mondo e vedrete anche voi come il parlare in pubblico si trasformerà da paura in opportunità e divertimento” – conclude Nelson Emilio, responsabile PR per l’Europa. “Scoprirete che avete anche voi la stoffa del grande oratore, che può contribuire a cambiare il mondo anche solo con le parole”.

 

Informazioni su Toastmasters

Toastmasters Roma, è uno delle migliaia di club che fanno parte di Toastmasters International, una organizzazione no-profit internazionale. Per più di 92 anni, Toastmasters è stata riconosciuta come la principale organizzazione dedicata allo sviluppo delle competenze di comunicazione e leadership. Attraverso la sua rete mondiale di club, ogni settimana Toastmasters aiuta più di 332.000 persone di ogni razza, educazione e professione nello sviluppare le loro competenze nella comunicazione in modo tale da acquisire la fiducia necessaria a guidare altri.

Dando regolarmente speech, ricevendo feedback, guidando team ed altre persone a raggiungere i loro obiettivi in una atmosfera di supporto reciproco i soci coltivano grazie al programma Toastmasters anche le attitudini alla leadership. L’organizzazione risponde alla richiesta di una nuova generazione: dove posso andare per diventare un comunicatore migliore, e, in ultima analisi, un leader migliore?

Toastmasters continua a sviluppare la sua tradizione fornendo delle fondamenta per il futuro. Il suo sperimentato programma formativo si sviluppa continuamente per venire incontro alle esigenze di oggi e di domani. I soci Toastmasters imparano a raccontare storie. Imparano ad ascoltare e a rispondere. Pianificano e guidano. Danno feedback e lo ricevono. Attraverso la nostra comunità Toastmasters i soci, trovano la loro via verso la leadership e la comunicazione eccellente.

Il metodo educativo Toastmasters non prevede docenti, ma piuttosto dei programmi autoformativi costituiti da una serie di “progetti”, ciascuno dei quali sviluppa delle particolari competenze.

E’ possibile partecipare gratuitamente come ospite ad un incontro per capire dal vivo come funziona questa organizzazione e su www.toastmasters.it è possibile trovare tutte le informazioni di contatto sui diversi club italiani.

 

###

Ufficio stampa:

Francesco Fedele

Division G (Italy) Director

Cell.: +39 392 472 53 17

eMail: ff@toastmastersroma.it

 

 

 

 

Toastmasters in Italia

 

 

Exit mobile version