Depressione, la ricerca scopre si può curare naturalmente con lo zafferano

Resi noti degli studi scientifici che dimostrano come trattamenti naturali a base di zafferano possono curare la depressione esattamente come gli psicofarmaci

Roma, 27 settembre 2017 – “La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore” diceva Voltaire. Una condizione estremamente serena e piacevole verso la vita permette una più efficace capacità di socializzazione, in casa, al lavoro e con gli amici, migliorando indiscutibilmente la qualità della vita stessa.

Il problema di oggi però è che sempre più spesso con una vita fatta di impegni, corse contro il tempo, stress lavorativo e familiare il coraggio e la buona volontà potrebbero non bastare.

Ciononostante il buonumore rappresenta uno dei principali obiettivi delle nostre vite.

Ed è proprio qui che la natura ci corre in aiuto.

La novità è che recenti studi hanno dimostrato che lo zafferano, sicuramente più conosciuto per il suo utilizzo in cucina che non in farmacia, possiede una potente azione regolatrice del tono dell’umore.

Secondo la letteratura scientifica alcuni dei suoi principi funzionali, quali la picrocrocina, il safranale, la crocina e la crocetina, possono partecipare attivamente alla regolazione del tono dell’umore pur non avendo gli effetti collaterali di un farmaco.

Questi studi tendono proprio a comparare l’efficacia dello zafferano con alcuni degli  psicofarmaci più utilizzati nel trattamento dei disturbi depressivi e dell’ansia quali Citalopram e FLuoxetina ( Pharmacopsychiatry. 2016 Oct 4. Crocus sativus L. versus Citalopram in the Treatment of Major Depressive Disorder with Anxious Distress: A Double-Blind, Controlled Clinical Trial, condotto da Ghajar A, Neishabouri SM, Velayati N, Jahangard L, Matinnia N, Haghighi M, Ghaleiha A, Afarideh M, Salimi S4, Meysamie A, Akhondzadeh S e Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2007 Mar 30. Comparison of petal of Crocus sativus L. and fluoxetine in the treatment of depressed outpatients: a pilot double-blind randomized trial).

Quello che di più stupefacente emerge è che gli studi confermano che in individui con disturbi depressivi e ansia, i due trattamenti zafferano-antidepressivi  agiscono senza differenze significative evidenziando come (particolarmente nel secondo studio) entrambi i trattamenti migliorano segni e sintomi della depressione in maniera sovrapponibile.

A quanto pare quindi la compressa del buonumore esiste, ma questa volta non è uno psicofarmaco ma una sostanza naturale, senza controindicazioni particolari e non solo.

I risultati degli studi clinici presi in considerazione evidenziano che lo zafferano non solo migliora i sintomi e gli effetti della depressione ma di tutto cio’ che ad essa è correlata, della sindrome premestruale, delle disfunzioni sessuali e infertilità e dei comportamenti alimentari eccessivi (J Integr Med. 2015 “A systematic review of randomized controlled trials examining the effectiveness of saffron (Crocus sativus L.) on psychological and behavioral outcomes”, condotto da Hausenblas HA1Heekin K2Mutchie HL2Anton S2).

In farmacia sono già presenti prodotti naturali che approfittano di questo principio e che possono quindi essere utilizzati per contrastare le alterazioni del tono dell’umore ed i disturbi del ciclo mestruale.

Saffron System, della società farmaceutica italiana Sanifarma, è uno di questi, e lo fa unendo ai principi dello zafferano l’azione positiva del magnesio, che contribuisce alla normale funzione psicologia e al normale funzionamento del sistema nervoso, della taurina e della vitamina B6.

Insomma, un alleato per il nostro buonumore adesso c’è, ed è tutto naturale.

 

Depressione, oggi si cura finalmente senza psicofarmaci ma con prodotti naturali a base di zafferano

 

 

Zafferano: gli studi scientifici rivelano che può curare la depressione

 

Il Saffron System, l’integratore naturale a base di zafferano e magnesio che cura la depressione

 

 

Al via i live al Nuovo Teatro Orione di Roma

Roma, 24 aprile 2017 – Una collaborazione inedita ma ben promettente quella a cui sarà possibile assistere giovedì 27 aprile al Nuovo Teatro Orione di Via Tortona. A partire dalle ore 19.40 live di apertura della notevole scuderia di Spaghetti Unplugged. Si alterneranno sul palco Marianne Leoni, giovane e promettente artista romana, Le Note Dissonanti, un duo vocale tutto al femminile impegnato nella rivisitazione di brani pop e nella realizzazione di brani inediti e Livata, all’anagrafe Matteo Cantagalli, un giovane polistrumentista classe ’95 nato artisticamente nell’autunno del 2016 che quest’anno vedrà l’uscita del suo primo album.

Alle ore 22.00, per il live show di Molto Rumore Per Nulla suonerà Andrea Di Donna, cantante e chitarrista romano oggi solista dell’orchestra “Come mamma m’ha fatto” del dj romano Max Scoppetta.

Dopo aver partecipato a vari contest e nel 2009 alla terza edizione del talent X Factor, inizia nello stesso anno una breve collaborazione con Mara Maionchi artefice della pubblicazione del singolo “Tomorrow to shine”. Dopo numerose partecipazioni a progetti artistici teatrali, nel 2016 il suo singolo “Half of you” viene incluso tra le colonne sonore della fiction Rai “Tutto può succedere”.

Anche per il 27 Aprile si conferma la presenza degli stand di food e beverage Nabi Happiness Factory e Pandalì e il supporto del gruppo Maciste – professional folding bar & workstation – che assieme all’occhio artistico della creativa Noemi Intino Costume Design saranno parte integrante dell’allestimento.

Verranno inoltre ospitate per questa occasione le mostre fotografiche di Elisa Martini, giovane fotografa romana che proporrà per questo allestimento il tema della street art e di 180Gradi, nota agenzia fotografica romana che presenterà il suo ultimo lavoro di scatti realizzati a Cuba.

Molto Rumore per Nulla è un concept d’eccezione per un ambiente come quello teatrale, la commedia, la prosa, la tragedia lasciano in questo caso spazio a declinazioni artistiche inconsuete. In occasione del suo IV atto vanterà la collaborazione di Spaghetti Unplugged, realtà ben nota alle serate capitoline che nasce come spettacolo musicale di improvvisazione “open mic”, ma che sviluppandosi ha saputo unire su un unico palco la musica di artisti emergenti con quella di nomi noti nella scena nazionale e internazionale proponendo così eventi unici nel loro genere.

 

###

 

Ufficio stampa eventi@teatrorione.itwww.teatroorione.it – tel. 348 0905404 Via Tortona, 7 – 00183 Roma

eventi a roma

 

Per la Festa del Papà checkup gratuito della prostata a Roma

Roma, 16 marzo 2017 – Domenica 19 marzo, in occasione della Festa del Papà, tutti i papà di Roma riceveranno gratuitamente uno screening preventivo del tumore alla prostata.

Il checkup è offerto dallo storico centro diagnostico romano Altamedica Artemisia che dedica il giorno di festa alla prevenzione del cancro alla prostata, eseguendo un’analisi del PSA (Antigene Prostatico Specifico) totale e libero, con calcolo del rapporto fPSA/tPSA.

Questi indici sono di importanza fondamentale per una diagnosi precoce, l’esame dunque è consigliabile a tutti gli uomini a partire dai 40 anni di età.

Proprio quest’ultima è uno dei principali fattori di rischio: le possibilità di contrarre il tumore sono scarse prima dei 40 anni, ma aumentano sensibilmente dopo i 50, arrivando al loro apice oltre i 65.

Quello che molti non sanno è che questa patologia è spesso asintomatica, ed in alcuni casi  risulta difficile accorgersene, basti pensare che recenti studi hanno dimostrato che circa il 70% degli uomini oltre gli 80 anni ne è colpito.

Il tumore della prostata quindi, anche se raramente ha esiti nefasti, è molto diffuso nella popolazione maschile, rappresentando circa il 15% di tutti i tumori diagnosticati nell’uomo.

Le stime relative all’anno 2015, parlano di 35.000 nuovi casi l’anno in Italia: i dati dimostrano che 1 uomo su 8, nel corso della propria vita, ha la probabilità di ammalarsi di questo tumore (fonte dati www.airc.it).

Proprio per questi motivi, e per il fatto che sono gli uomini spesso i meno attenti alla prevenzione, Altamedica Artemisia sceglie di sensibilizzare proprio questa categoria facendogli un regalo importante in un giorno speciale, ricordando loro che rimanere in salute è un dovere nei confronti di sé stessi e dei propri figli.

I prelievi verranno effettuati presso la sede di Viale Liegi, 45 00198 Roma dalle ore 8:15 alle ore 12:00 senza necessità di prenotazione.

Per ulteriori informazioni sul checkup gratuito scrivere alla mail info@artemisia.it o chiamare lo 06 8505.

 

###

 

Checkup gratuito della prostata a Roma grazie ad Altamedica
Checkup gratuito della prostata per tutti i papà a Roma

Brussels International Ballet Gala: per la prima volta le audizioni a Roma

Roma, 2 marzo 2017 – Sarà presieduta da Anderson Santana, direttore e professore del Brussels International Ballet, la nuova lezione per l’aula di classico avanzato, nell’ambito dello stage predisposto da Forballet.it, che avrà luogo in data 11 marzo 2017 presso il centro danza Balletto di Roma (Via Aurelia, 477).

Lo stage sarà un’ occasione unica e inedita di stage formativo durante la quale il maestro Anderson  Santana presiederà le audizioni per la selezione dei danzatori che prenderanno parte al Brussels International Ballet Gala organizzato presso il Nuovo Teatro Orione di Roma (Via Tortona, 7), e previsto in data 31 marzo 2017: un premio esclusivo per i candidati, che andrà a sostituire quello precedentemente indetto.

La possibilità di accedere al Brussels International Ballet Gala sarà offerta anche nella giornata del 12 marzo presso il Teatro stesso, durante il  Roma Dance Contest.  

La giuria che prenderà parte all’evento vanterà nomi illustri della danza internazionale e valuterà durante la giornata i danzatori nei due spettacoli categorizzati in classic edition (classico, moderno, contemporaneo) e urban edition (hip hop e street dance).

 

###

 

 

Contatti stampa:

Eco Comunicazione e Marketing

email: a.pescetelli@ecopubblicita.it

 

 

Audizioni danza Roma: Brussels International Ballet Gala, per la prima volta le audizioni a Roma

 

Audizioni danza Roma: per la prima volta le audizioni danza a Roma per il Brussels International Ballet Gala

 

 

Parte a Roma l’Alternanza Scuola Lavoro: Convenzione tra Istituto d’Istruzione Superiore Luigi Einaudi e Artemisia Spa

Roma, 20 febbraio 2017 – L’Istituto d’Istruzione Superiore Luigi Einaudi di Roma ha stipulato una convenzione con la Altamedica Artemisia Spa per il Progetto Alternanza Scuola Lavoro.

L’Istituto d’Istruzione Superiore Luigi Einaudi, nato nel 1962 e ubicato nel cuore del quartiere San Pietro, è un istituto professionale per i servizi commerciali, indirizzo grafico, Socio Sanitario e Turistico. L’impegno della comunità scolastica è avvicinare la scuola al mondo del lavoro istituendo un armonioso circolo virtuoso tra scuola, imprese e territorio.

La Altamedica Artemisia Spa, Centro di Diagnosi Prenatale e Medicina Materno Fetale di Viale Liegi 45, a Roma, svolge da anni attività di diagnosi e counseling prenatale e di medicina fetale nonché attività di diagnostica laboratoristica ad elevato livello tecnologico.

La convenzione stipulata (in data 09/02/2017) tra queste due realtà si base sull’attuazione del Progetto Alternanza Scuola Lavoro previsto dal sistema educativo italiano (D. Lgs n. 77/2005).

L’accordo ha le seguenti finalità:

1) attuare modalità di apprendimento flessibili ed equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo, rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica;

2) arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo” e spendibili anche nel mercato del lavoro;

3) favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali.

Attraverso l’alternanza scuola lavoro si concretizza il concetto di complementarità dei diversi approcci nell’apprendimento. Il mondo della scuola e quello dell’impresa/struttura ospitante non sono più considerati come realtà separate bensì integrate tra loro

Dal 20 al 31 marzo 2017, Altamedica Artemisia Spa, in qualità di “soggetto ospitante” accoglierà quattro studenti per un periodo di due settimane consecutive per un totale di 60 ore/alunno (30 ore a settimana).

Le attività didattiche si svolgeranno nelle seguenti aree aziendali:

– Comunicazione/Marketing/Customer Care

– Amministrazione e contabilità

– Accoglienza/Centralino

– Progettazione e applicazione del Modello di Controllo e Gestione Anticrimine di cui al D. Lgs. 231/2001

– Organizzazione, gestione e comunicazione di eventi formativi e convegni

L’attività di formazione ed orientamento del percorso in alternanza scuola lavoro è congiuntamente progettata e verificata da un docente tutor interno, designato dall’istituzione scolastica, e da un tutor formativo della struttura ospitante, denominato tutor formativo esterno. I due tutor elaborano un percorso formativo personalizzato e assistono gli studenti, verificandone il corretto svolgimento.

Al termine del periodo di alternanza scuola lavoro, Artemisia spa, dovrà elaborare una scheda di valutazione per ogni singolo studente verificando le competenze acquisite.

 

###

 

 

L’alternanza scuola e lavoro è finalmente realtà

Roma, 14 febbraio 2017 – L’alternanza scuola-lavoro, una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 è finalmente attiva a pieno regime.

Per molto tempo il tema sulla continuità tra scuola e lavoro è stato al centro del dibattito politico e sociale, senza mai veramente trovare elementi efficaci di politica strutturale a favore di crescita e formazione di competenze nuove, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mondo del lavoro.

Abbiamo visto crescere generazioni di ragazzi anche molto preparati ma con difficoltà ad inserirsi nell’ambiente lavorativo perché privi di qualunque esperienza pratica, di capacità di tradurre idee in azione e di operatività attiva.

E’ proprio questo che il progetto alternanza scuola-lavoro vuole evitare, inserendo l’esperienza lavorativa nel contesto didattico, dotandola di obbligatorietà e sistematicità, e rendendola parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

I numeri del progetto sono sempre in crescita e le aziende che decidono di aderire sono sempre di più.

Ma come funziona in termini pratici l’integrazione scuola lavoro?

Prendiamo a modello l’ultima azienda in ordine di tempo a mettere a disposizione le sue competenze. Si tratta di Altamedica di Artemisia spa, centro di diagnosi prenatale e Medicina Materno Fetale d’Eccellenza a Roma. Altamedica svolge da anni attività di counseling prenatale e di medicina fetale nonché attività di diagnostica laboratoristica ad elevato livello tecnologico.

Questa, in qualità di “soggetto ospitante” accoglierà quattro studenti dellIstituto Superiore Luigi Einaudi, istituto professionale romano per i servizi commerciali, indirizzo grafico, socio sanitario e turistico nel cuore del quartiere San Pietro.

Per due settimane e per un totale di sessanta ore, gli alunni svolgeranno attività didattiche nelle aree aziendali di comunicazione, marketing e customer care, amministrazione e contabilità, accoglienza e centralino, progettazione e applicazione del Modello di Controllo e Gestione Anticrimine e organizzazione e gestione di eventi formativi e convegni.

L’attività di formazione e orientamento del percorso sarà progettata e verificata da un docente tutor interno, designato dall’istituzione scolastica, e da un tutor formativo di Altamedica. Insieme elaboreranno un percorso formativo personalizzato e assisteranno gli studenti verificandone il corretto svolgimento.

Al termine di questo periodo di formazione, Altamedica elaborerà una scheda di valutazione degli studenti verificando le competenze acquisite.

Gli studenti e le aziende ospitanti finora si dicono soddisfatte del progetto, tanto che nomi illustri dell’impresa italiana mettono a disposizione le loro strutture ed i loro staff impegnandosi a promuovere la qualità del lavoro, la competitività complessiva, assumendo uno specifico ruolo formativo e adottando una forma nuova di responsabilità sociale d’impresa.

I valori e le finalità del progetto sono più che nobili ed ambiscono ad attuare modalità di apprendimento flessibili che colleghino la formazione in aula e l’esperienza pratica, ad arricchire  la formazione acquisita nei percorsi scolastici con competenze maturate sul campo e spendibili nel mercato del lavoro, favorire l’orientamento dei giovani  per valorizzare vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali.

Attraverso l’alternanza scuola lavoro si concretizza così il concetto di complementarietà dei diversi approcci nell’apprendimento, dove il mondo della scuola e quello dell’impresa/struttura ospitante non sono più considerate come realtà separate bensì integrate tra loro.

Infine questo provvedimento solleciterà finalmente l’interazione tra le scuole ed il mondo del lavoro per una maggiore corresponsabilità educativa e sociale orientata alla valorizzazione delle aspirazioni degli studenti, nell’ottica di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

 

###

 

Patto scuola lavoro, una bella realtà…

Donne in gravidanza: accordo tra Ospedale Bambino Gesù e Altamedica

Roma, 23 gennaio 2017 – L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Altamedica hanno chiuso un accordo a favore delle donne in gravidanza.

Insieme, queste due prestigiose realtà romane, hanno sottoscritto un accordo per creare virtuose sinergie nell’ambito della formazione, della clinica e della ricerca al fine di strutturare percorsi specifici mirati ad ottenere e rafforzare la continuità assistenziale feto-neonatale per le gestanti che si rivolgono alle strutture.

L’accordo stipulato ha la duplice finalità di garantire il massimo livello di assistenza completa a 360 gradi alle donne in gravidanza, e di intraprendere percorsi di ricerca interdisciplinari.

L’accordo prevederà infatti nello specifico:

– Un percorso mirato per le pazienti provenienti dall’OPBG che devono eseguire la diagnosi prenatale invasiva (villocentesi, amniocentesi) a tariffa agevolata presso Altamedica;

– Un percorso preferenziale e rapido di accesso alla Risonanze Magnetiche Fetali per le pazienti di Altamedica presso l’OPBG;

– Un servizio di Consulenza Genetica Clinica prenatale da parte degli specialisti di OPBG alle gestanti di Altamedica;

– La creazione di equipe multidisciplinari con il possibile coinvolgimento di competenze di tipo ortopedico, neurologico, neurochirurgico, maxillo-facciale, urologico, ostetrico per assistere le pazienti a 360°;

– Incontri tra specialisti con finalità didattiche e divulgative su temi di attualità e di particolare interesse clinico/assistenziale e scientifico;

– Istituzione di progetti di ricerca di reciproco interesse.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (OPBG) svolge da anni un’attività di diagnosi e counseling prenatale in collaborazione con strutture ostetriche e perinatali di eccellenza del territorio nazionale.

Altamedica di Artemisia spa, Centro di Eccellenza in Diagnosi Prenatale, svolge da anni attività di diagnosi e counseling prenatale e di medicina fetale, nonché attività di diagnostica laboratoristica ad elevato livello tecnologico.

###

Contatti:

Altamedica, Viale Liegi 45 00198 Roma

info@artemisia.it

Tel. 068505

Contatti stampa:

Eco Comunicazione e Marketing

Tel.  06 94546475

Nuovo Teatro Orione: Galeffi apre la stagione di “Molto rumore per nulla”

Roma, 11 gennaio 2017 – Nuovo anno, primo album. E’ così che il giovane cantautore romano Galeffi, riapre la stagione dei suoi live acustici partendo dal Nuovo Teatro Orione di Roma che apre la sua stagione di aperitivi live proprio con il giovane artista a partire dalle 19.40 di lunedì 16 Gennaio 2017.

Il teatro è stato recentemente ristrutturato e riportato in auge da una nuova giovanissima gestione e direzione artistica che sta programmando per la struttura un ricco programma di eventi e live.

Appassionato d’arte, in tutte le sue sfaccettature, Galeffi si fa spazio nella scena musicale indipendente lasciandosi conoscere grazie ad una realtà semplice e diretta che racconta nelle sue canzoni.

Cresciuto con il mito dell’Inghilterra, nei suoi brani si respira un’atmosfera anni ’60 arricchita da sonorità delicate ed accuratamente selezionate. Dal 2015, grazie all’incontro con la produzione artistica For Art’s Sake di Alessandro Forte e Iacopo Sinigaglia, Galeffi inizia concretamente a ideare e realizzare un percorso artistico ben definito che trova la sua maturazione nella realizzazione del suo primo album.

Coinvolto in numerosi progetti musicali emergenti, tra tutti All Together Now, serata open mic a San Lorenzo dedicata agli artisti più o meno noti della scena indipendente romana ed attratto da ogni espressione artistica, musicale, cinematografica e letteraria, non è un caso che l’artista in vista dell’uscita del suo album inedito, abbia scelto tra le prime date del suo tour di esibirsi in uno dei più importanti teatri di Roma, il Nuovo Teatro Orione (via Tortona 7, zona San Giovanni).

Tante anche le altre realtà artistiche ospitate che hanno scelto di collaborare con la struttura per la riuscita di un concept inedito come quello di “Molto Rumore per Nulla.

Sei le date previste fino a maggio per un programma di live a cadenza mensile, di lunedì, che si preannuncia essere in tutto e per tutto al passo con l’idea di dare risposta all’attuale e gettonata richiesta di mobilitazione artistica originale.

 

 

###

Contatti stampa:

a.pescetelli@ecopubblicita.it

 

 

 

Al Nuovo Teatro Orione “Molto rumore per nulla”, programma di aperitivi ed eventi live a Roma

Roma, 5 gennaio 2017 – Riparte con il botto il nuovo anno deI Nuovo Teatro Orione (www.teatroorione.it) che inizia il 2017 con una stagione di eventi live a Roma, con spettacoli, mostre ed aperitivi accompagnati da musica dal vivo.

Il primo dei 6 appuntamenti è fissato per lunedì 16 gennaio e prevede il live del cantautore romano Galeffi, seguito dal dj set del Freak&C, una realtà ben nota tra le serate più rilevanti della scena capitolina.

Il Nuovo Teatro Orione aprirà i suoi spazi eccezionalmente di lunedì, una novità significativa in questo ambito. Gli appuntamenti avranno luogo una volta al mese, con ingresso libero ed accesso gratuito al parcheggio del teatro.

“Molto rumore per nulla” è un concept d’eccezione per eventi live a Roma, ideati per un ambiente come quello teatrale. Ed è esattamente questo il messaggio che il Nuovo Teatro Orione intende far passare: la commedia, la prosa, la tragedia lasciano spazio almeno una volta al mese a declinazioni artistiche inconsuete.

Durante ogni aperitivo, a partire dalle 19:40, ci si immergerà in un ambiente curato nel dettaglio grazie ad allestimenti ad opera della creativa Noemi Intino, dal supporto del gruppo Maciste – professional folding bar & workstation – o esposizioni pittoriche e fotografiche studiate per l’occorrenza.

Si avrà modo di gustare dell’eccellente street food proposto da Mordi e Vai, di provare cocktail, vini e birre selezionati per l’occasione da Nabi Happiness Factory e di assistere a eventi live a Roma di giovani gruppi o cantautori della musica indipendente italiana.

 

###

 

Nuovo Teatro Orione

Via Tortona, 7 – 00183 Roma

tel. 06 77 206 960

 

Organizzazione e uff. stampa

Desirèe Rossi 366 5455655 – Marta Falzone 338 3048679

eventi@teatrorione.it

www.teatroorione.it

 

Eventi live a Roma, “Molto rumore per nulla” al Nuovo Teatro Orione di Roma

 

Eventi live a Roma, “Molto rumore per nulla” al Nuovo Teatro Orione di Roma

 

Alberone, la rinascita del quartiere romano in mano ai giovani con cultura, food, e beverage

Roma, 18 novembre 2016 – Il quartiere Alberone di Roma si rinnova e lascia tutti a bocca aperta. Cambia volto, si trasforma, e come ogni come cambiamento che si rispetti, porta con sé lo zampino dei giovani.

Sono proprio loro, i ragazzi, i fautori della rinascita. Sono loro che ancora hanno la capacità di guardare oltre la crisi, le difficoltà economiche, la sfiducia in un paese che spesso ostacola, più che favorire.

Quelli che Padoa Schioppa definiva”bamboccioni” oggi riqualificano e rivoluzionano lo storico quartiere dell’Appio Latino, mixando ciò che c’è di più bello nel nostro paese: cultura, food and beverage.

Un vero e proprio fenomeno questo che investe Roma da qualche anno a questa parte. Quartieri perlopiù poveri e periferici vengono rivalutati e bonificati, trasformando il loro volto da agglomerato di abitazioni e quotidianità a luoghi “vivi” di incontro, arte, aggregazione, divertimento e riflessione.

Gli storici quartieri di San Lorenzo, Pietralata, il Pigneto, sono solo il massimo esempio di questa tendenza, e con i loro localetti, i nuovi ristoranti, le associazioni culturali e l’atmosfera antica e moderna allo stesso tempo, divengono nuovi punti di riferimento dei romani.

Questa volta, è il turno dell’Alberone. Numerose le nuove attività che dettano la riscoperta di questo quartiere dormiente, che sempre di più attrae giovani da tutta la città.

Tra queste l’Hopificio è sicuramente quella che ha contributo notevolmente al percorso di cambiamento. Si tratta di un luogo di incontro, frequentatissimo ogni giorno dell’anno, dove poter gustare deliziosi piatti e bere birre di qualità, in un ambiente semplice e familiare.

Sotto il profilo culturale invece, lo storico Teatro Orione cambia gestione con una direzione tutta under 30.

Il Nuovo Teatro Orione ha inaugurato così la sua prima stagione con Catilina, spettacolo totalmente autoprodotto dai due giovani e appassionati direttori,  meritando successo ed elogi da parte del pubblico e della critica. In programma spettacoli sì, ma anche concerti ed eventi di ogni genere.

Infine, il NaBi Happiness Factory è l’ultima stella nata sotto il cielo di questo splendido quartiere. Un piccolo cocktail bar, unico nel suo genere, sito proprio sulla storica piazza dell’Alberone, grazie a loro ormai colorata da tavolini, fiori e movida. Qui, l’amore per il design e per il buon bere prendono forma in uno stile del tutto industrial. Far “drinkare” e “spizzicare”, che si tratti di aperitivo o dopocena, è la specialità dei giovani proprietari.

La vera potenza dei movimenti giovanili è credere, sperare in valori comuni e lottare uniti per realizzarli, senza cedere alle rivalità.

In questo caso la voglia di fare gruppo, di aggregare, di agire a favore della propria comunità, diviene obiettivo comune tra i giovani gestori, pronti a collaborare insieme ad iniziative comuni.

 

###

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Exit mobile version