Arbor Networks estende le funzioni di Peakflow X 3.7

0

L’integrazione della piattaforma con l’Active Threat Level Analysis System (ATLAS) fornisceun monitoraggio globale delle minacce, riducendo i tempi di raccolta ed analsi dei dati
Lexington, Mass., 2 Aprile 2007 – Arbor Networks, fornitore leader di sicurezza di rete “core-to-core” e performance operativa per le reti mondiali, ha annunciato oggi una nuova versione della propria soluzione professionale, Arbor Peakflow X 3.7, che include nuove funzionalità progettate per ridurre il tempo che il personale aziendale dedica alla risoluzione dei problemi operativi di rete, sicurezza. 

Peakflow X 3.7 include l’integrazione con i dati raccolti dall‘Active Threat Level Analysis System (ATLAS) di Arbor, la prima rete globale di analisi delle minacce, riducendo clamorosamente la raccolta e analisi manuale di nuove vulnerabilità, exploits, botnets e malware. Peakflow X 3.7 include inoltre un ampio registro delle revisioni ai fini dei report di conformità, un accresciuto supporto ai Flow con IPFIX, un Application Programming Interface (API) di web services che permettono agli utenti di interrogare il sistema e integrare i dati di Peakflow X con sistemi interni esistenti o portali per i clienti, e infine, miglioramenti all’interfaccia utente per un un workflow più intuitivo ed efficiente.
“Il personale di networking e sicurezza delle aziende è sommerso dalla moltitudine di minacce, requisiti di conformità e problemi operativi insiti nella gestione di una rete aziendale,” ha dichiarato Paul Morville, Vice President di Arbor per il Product Management.  ‘Con Peakflow X 3.7, puntiamo a risolvere tutto cio’ attraverso l’integrazione coi dati di ATLAS, le API e i miglioramenti all’interfaccia utente, che rendono possibile automatizzare processi e ridurre il tempo di risoluzione dei problemi.”
Peakflow X viene utilizzato per tre scopi principali: sicurezza della rete interna, visibilità complessiva del traffico di rete e conformità alle politiche aziendali.  Peakflow X costruisce una veduta complessiva dell’intera rete, apprendendo automaticamente il comportamento delle postazioni di rete per determinare chi parla con chi, e come.  In tempo reale, Arbor Peakflow X confronta il traffico con queste „baseline“ per eseguire l’analisi comportamentale della rete (network behavior analysis, NBA), una tecnica di gestione innovativa usata per identificare minacce emergenti alla sicurezza per le quali non sono ancora disponibili signatures – e quindi possono facilmente sfuggire ad altri apparati come gli intrusion prevention systems e i firewalls – tra cui i virulenti attacchi “zero day”.
 

“Peakflow X è un prodotto che ci permette di sfruttare i passati investimenti in apparati di infrastruttura di rete, analisi e sicurezza. Usiamo Peakflow X per due scopi principali, per individuare minacce sconosciute che non sono riconosciute dai nostri prodotti di sicurezza basati su signature come Anti-Virus, IPS e HIPS e inoltre lo usiamo per profilatura e segmentazione di rete,” ha dichiarato David Arbo, direttore della sicurezza di rete della American President Lines.  “In Peakflow X 3.7 usiamo la nuova integrazione del rilevamento globale di minacce di ATLAS con le policy Active Threat Feed (ATF) per aiutarci a riconoscere ed assegnare le corrette priorita’ ai nostri sforzi nella mitigazione delle minacce interne.”
 

Integrazione con ATLAS
Con l’aiuto della comunità dei service provider, Arbor Networks ha sviluppato ATLAS, una rete distribuita globalmente di sensori darknet per fornire informazioni dettagliate sulle attività di host e port scanning, sugli exploit zero-day e la propagazione dei worm, su eventi di sicurezza e annunci di vulnerabilità, come sulle infrastrutture dinamiche di botnet e phishing.  L’integrazione dei dati di ATLAS in Peakflow X 3.7 riduce il carico di lavoro sul già stressato personale di rete e sicurezza eliminando la raccolta e analisi manuale dei dati su particolari minacce in favore delle informazioni specifiche per il cliente generate automaticamente da  ATLAS.  Altre funzioni e vantaggi dell’integrazione con ATLAS comprendono:
 

Assegnazione intelligente delle risorse, resa possible dalla riduzione della raccolta e analisi manuale di nuove vulnerabilità, exploits e malware.
L’analisi migliorata riduce la quantità di risorse occupate nel condurre l’analisi iniziale per accertare le prospettive di evoluzione delle minacce.
Le informazioni sulle tendense di propagazione delle minacce aiutano ad assegnare le priorità ai processi di software patching, di distribuzione delle signature anti-virus e di messa a punto della sicurezza delle infrastrutture.
 

Altri miglioramenti di Peakflow X 3.7 comprendono:
Un esteso registro delle revisioni migliora la conformità con le politiche aziendali permettendo agli utenti di visualizzare e seguire storicamente tutte le modifiche, e fornisce una pagina di riassunto con le dieci modifiche più recenti per un rapido esame.
Il supporto all’IP Flow Information eXport (IPFIX), uno standard di esportazione di informazioni relative ai flow IP, incrementa il supporto globale di router e switch.
Le API permettono la completa personalizzazione e integrazione di Peakflow X nell’ambiente di gestione e sicurezza della rete del cliente.
I miglioramenti alla User Interface garantiscono un workflow più intuitivo ed efficiente, riducendo il tempo necessario a risolvere i problemi.
 

Disponibilità
Arbor Peakflow X 3.7 e’ disponibile oggi.  Per ulteriori informazioni, contattare Arbor Networks al +1 866.212.7267.
 

Arbor Networks
 

Arbor Networks(R) fornisce servizi per la sicurezza di rete core-to-core e le prestazioni operative per le reti aziendali globali. Le soluzioni NBA (Network Behavioral Analysis) di Arbor sono costruite sulla piattaforma Arbor Peakflow(R), per garantire visualizzazioni in tempo reale delle attività di rete che consentono alle organizzazioni di proteggersi immediatamente da worm, attacchi DDoS, abuso interno, instabilità di traffico e routing, nonché di suddividere in segmenti e rafforzare le reti in vista di future minacce.
 

Oggi, i clienti di Arbor Networks comprendono una vasta gamma di provider di servizi e clienti aziendali, appartenenti a diversi settori in tutto il mondo, a dimostrazione della profondità e dell’ampiezza dell’esperienza di Arbor Networks in fatto di sicurezza.
La tecnologia si serve della piattaforma Arbor Peakflow per impedire costosi tempi di inattività, consentire la pulizia della rete e aumentare la fiducia dei clienti.
 

Per ulteriori informazioni su Arbor Networks, visitare http://www.arbornetworks.com.
 

Per ulteriori informazioni su ASERT(Arbor Security Engineering & Response Team), il ramo della società che si occupa di ricerche nel campo della sicurezza, visitare il blog di ASERT all’indirizzo http://asert.arbornetworks.com.
 

Nota per i redattori: Arbor Networks e Peakflow sono marchi registrati, mentre il logo Arbor Networks e ArbOS sono marchi di Arbor Networks, Inc. negli Stati Uniti e in altri paesi. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.

Share.

About Author

Comments are closed.