A Casalnuovo parte “Pensare è Giocare”, il nuovo Accordo Territoriale di Genere.

Casalnuovo di Napoli, 31 marzo 2018 – A Casalnuovo parte l’Accordo Territoriale di Genere, la misura messa in campo dalla Regione Campania per agevolare l’accesso al lavoro delle donne.

Il progetto “Pensare è Giocare” sarà presentato ufficialmente il prossimo 6 aprile alle ore 11.00, presso l’Auditorium Aldo Moro di Via Pigna a Casalnuovo, con la presenza di Chiara Marciani, assessore regionale alla formazione e alle pari opportunità.

L’obiettivo del progetto è quello di facilitare l’occupazione femminile contribuendo anche al miglioramento delle condizioni di vita di donne e nuclei familiari attraverso la promozione di strumenti che, con un approccio integrato e articolato sul territorio, siano in grado di dare risposte concrete alla gestione dei tempi di lavoro, di cura familiare e del tempo libero.

Tramite un “concilia point” verrà proposta l’erogazione di informazioni sulle misure, previste dalle recenti disposizioni normative a livello europeo e nazionale, in materia di “conciliazione” tra tempi di vita familiare e vita lavorativa e professionale.

Un particolare riguardo sarà dato a tutte le forme di organizzazione di lavoro flessibile – family friendly, e sugli strumenti normativi di attuazione delle pari opportunità nel mondo del lavoro, oltre che informazioni sugli incentivi per l’occupazione e le opportunità di autoimpiego (come Resto al Sud e Imprenditoria Femminile).

Il progetto “Pensare è Giocare” è promosso dalla cooperativa sociale Victory, rappresentata da Giovanni Nappi.

Victory è ente capofila di una rete molto competitiva, che coinvolge – come partner – l’Ambito Territoriale N21 del Comune di Casalnuovo di Napoli, l’Istituto Comprensivo Aldo Moro di Casalnuovo e l’Ente Bilaterale Ebinterc”, sottolinea Nappi.

Oltre al Concilia Point, sarà attivato un centro estivo diurno con vitto.
Sono finanziati buoni per usufruire di servizi di cura socio educativi per bambini da tre a dodici anni.

Ben 50 famiglie beneficeranno di un campo estivo con vitto per i loro figli, interamente finanziato dalla Regione Campania; le 50 famiglie saranno selezionate con avviso pubblico predisposto dall’Ambito Territoriale del Comune”, chiarisce Nappi.

Il centro estivo con vitto si svolgerà dal 21 giugno al 7 agosto 2018, presso il Centro Polifunzionale “Labor – Inti” di Casalnuovo di Napoli – fraz. Casarea, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Pelliccia, che ha accettato di entrare nella rete dell’accordo territoriale.

Concilia Point, Campo Estivo, ma anche formazione: “Saranno proposti diversi percorsi di formazione. In linea con il Piano Strategico Pari Opportunità della Regione Campania, saranno attivati percorsi formativi nel settore ICT (Information and Communication Technologies) rivolti, principalmente, a donne lavoratrici che intendono sperimentare strategie innovative di informatica e smart working”, conclude Nappi.

Per approfondimenti visitare il sito internet www.pensaregiocare.it.

 

 

 

 

Ritorna alla musica il chitarrista Carlo Zannetti e vola a Londra e negli U.S.A

Londra, 30 marzo 2018 – Una nuova avvincente scommessa per il musicista ferrarese Carlo Zannetti che grazie ad un nuovo progetto di respiro internazionale è ritornato dopo alcuni anni di assenza, passati dietro le quinte della scena musicale professionale, nelle vesti di guitarist session player per alcune importanti produzioni in U.S.A con la R. Liberty Records, qualificata etichetta discografica americana, e a Londra nei famosi studi della Premises.

Un glorioso passato trascorso per trentacinque anni come chitarrista turnista a fianco di alcuni dei più importanti artisti della scena musicale italiana, e un’amicizia durata quasi un decennio con il famosissimo batterista e cantante Levon Helm purtroppo scomparso nel 2012.

Carlo Zannetti in questi ultimi anni si é dedicato alla scrittura, ha firmato tre libri pubblicati a livello nazionale e si appresta a consegnare alle stampe un nuovo romanzo in uscita entro la fine del 2018.

Noto al pubblico di internet anche per i suoi particolari racconti dedicati all’amore ha cominciato parte della sua attività in ambito culturale a Padova nei primi anni ’90 per poi trasferirsi a Milano per seguire la sua passione principale, la musica rock.

Per saperne di più sull’artista rimandiamo al sito internet www.carlozannetti.it.

 

 

Università americane: dal 9 al 12 aprile in Italia 3 prestigiose università statunitensi

A Milano, Torino, Bologna e Udine la presentazione di 3 prestigiose università statunitensi:  la Southern Utah University (Utah), il Menlo College (California) e la Truman State University (Missouri)…

Roma, 30 marzo 2018 – La scelta degli studi universitari è il momento più delicato per i liceali italiani. L’85% dei maturandi dichiara di non avere una chiara idea del proprio futuro prima del diploma, mentre il 70% degli studenti valuta l’offerta formativa al di fuori dei nostri confini prima di prendere una decisione.

Le università americane, da sempre in vetta alle classifiche a livello internazionale, rappresentano la massima aspirazione per gli studenti italiani, che spesso non conoscono l’organizzazione del sistema educativo americano, né sono a conoscenza della possibilità di ottenere delle borse di studio per finanziare una parte consistente dei propri studi.

Sono pertanto imperdibili i quattro eventi organizzati ad aprile da Mondo Insieme, organizzazione italiana riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri e specializzata in scambi culturali all’estero e in programmi di studio e lavoro negli Stati Uniti, nell’ambito del programma Campus USA.

Dal 9 al 12 aprile prossimi, per la prima volta in Italia, 3 prestigiose università americane, la Southern Utah University (Utah), il Menlo College (California) e la Truman State University (Missouri) presenteranno a Milano, Torino, Bologna e Udine, il sistema universitario americano e le loro vantaggiose borse di studio, riservate agli studenti iscritti tramite Mondo Insieme, che arrivano ad abbattere fino al 70% i costi annuali di vitto, alloggio e studi, per un anno o fino al conseguimento della laurea.

“Gli studenti scelgono il nostro Programma per vivere l’eccezionale esperienza in un campus americano a costi accessibili, orientarsi sul corso di laurea di loro interesse e migliorare il proprio inglese”, spiega Valeria Sessini, Responsabile del Programma Campus USA di Mondo Insieme, “Anche se molti si iscrivono per un solo anno, la maggior parte decide poi di continuare gli studi per tutti e quattro gli anni, sempre con borsa di studio garantita”.

Il sistema americano risulta vincente rispetto a quello italiano per svariati fattori, che verranno evidenziati durante gli incontri: personalizzazione del titolo, possibilità di orientarsi per i primi due anni all’interno della vasta offerta formativa, stretta connessione con il mondo del lavoro, pragmatismo, vita in campus, sviluppo dei talenti artistici e sportivi, programmi di scambi internazionali, ecc.

Gli incontri sono gratuiti e senza alcun vincolo e rappresentano il momento migliore per orientarsi su un futuro vincente.

Per partecipare è sufficiente registrarsi sul sito di Mondo Insieme, www.mondoinsieme.it.

 

                       

Universiadi 2019, con Giuseppe Leone un legame tra arte e sport

Un progetto artistico da guiness concepito per la trentesima edizione delle Universiadi 2019, che si volgeranno a Napoli.  Il produttore di eventi Mario Esposito dichiara: “sono fiero ed orgoglioso di detenere la rappresentanza esclusiva dell’artista Giuseppe Leone. Già il 2 aprile prossimo grazie a Leone la street art sarà protagonista nel Sannio con la presenza dell’ artista di fama internazionale Jorith Agoch”.

Napoli, 30 marzo 2018 – Promuovere il territorio in un’ottica di miglioramento collettivo ed individuale. Con questo obiettivo l’artista Giuseppe Leone ha ideato un progetto speciale per le Universiadi 2019.

L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare corrispondente ai Giochi olimpici (sia invernali sia estivi); il suo svolgimento è biennale; vi partecipano studenti iscritti a tutte le università del mondo.

Leone attraverso l’arte intende valorizzare il Sannio e le aree interne nell’ambito del sistema- Campania, proiettato verso una dimensione internazionale.

“Il mio contributo alle Universiadi 2019 spiega l’artista originario di Buonalbergo già docente di tecniche pittoriche all’Accademia di Belle Arti di Napoli- sarà quello di realizzare una grande tela di altezza m. 1 e di lunghezza m. 556, numero pari ai comuni della regione Campania. L’opera verrà realizzata da una moltitudine di persone della nostra regione sul tema dello sport nelle varie espressioni pittoriche,creando così un’arte veramente democratica dove ogni uno lasci una propria traccia: street artist, ma anche giovani e scuole. Ad opera compiuta, la tela sarà divisa in 556 tele di 1mx1m, intelate ed autenticate con il timbro ed attestato del guinness dei primati e timbro delle Universiadi. Ogni segmento del telero, lungo più di mezzo chilometro, diventerà così frammento- testimonianza del grande evento e verrà donato ai comuni Campani”.

Un vero e proprio guiness dunque. L’iniziativa ha già incassato i patrocini di Provincia di Benevento e Comune di Buonalbergo: si attende ora, nei prossimi giorni, la convocazione di un tavolo tecnico per passare alla fase operativa. L’idea progettuale sarebbe già arrivata anche negli ambienti vicini al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

“Iniziative come questa del maestro Leone sono fondamentali per creare momenti di promozione e conoscenza dei territori”, ha dichiarato Luigi Barone, che è il consigliere del Governatore campano con delega alle Universiadi 2019.

L’utilizzo dell’arte per promuovere il territorio è uno strumento che Giuseppe Leone ha da sempre voluto utilizzare, anche nell’ambito di altri incarichi istituzionali ricevuti. Un appuntamento vicinissimo è quello che, a partire dal giorno 2 aprile prossimo, a Buonalbergo vedrà impegnato lo street artist di fama internazionale Jorit Agoch per la realizzazione di un wall painting raffigurante, su un muro del centro storico, due personaggi della storia buonalberghese: Alberada e Boemondo.

“Mens sana in corpore sano”, recita l’antico e famoso adagio latino. E se allo sport unissimo l’arte di Leone? Noteremmo che anche quest’ultima è una liberazione spirituale, un’esaltazione dell’identità individuale nello spirito di gruppo.

Cultura e sport, allora, attraverso questo progetto firmato dall’artista sannita – che verrà rappresentato in esclusiva dall’ente nazionale di cultura e promozione sociale “Il Simposio delle Muse” presieduto da Mario Esposito- si fonderanno in un binomio imprescindibile e, con quest’opera unica, costruiranno un bene culturale immateriale, in grado di parlare un linguaggio universale, prima di tutto tra i giovani.

 

Dance Music Awards, in finale Stardust, il “Cirque du Soleil” italiano

Francesco Facchinetti presenterà la premiazione finale il 16 aprile presso l’Alcatraz di Milano…

Milano, 30 marzo 2018 – Giunge alla fasi finali il concorso nazionale musica dance “Dance Music Awards”, un importante riconoscimento di prestigioso valore del settore.

Ad approdare alla nomination tra le 10 migliori agenzie d’Italia, è in lizza nella categoria “Miglior Animation Agency” l’agenzia Stardust di Torino, protagonista indiscussa di numerose serate nella nightlife italiana, sotto la direzione artistica di Marta Plozzer.

Stardust, il “Cirque du soleil” Italiano, vanta un’esperienza decennale nel settore dell’animazione con oltre 150 spettacoli annui, grazie allo sviluppo di concept e creazione di format esclusivi, con la ricerca minuziosa di make-up, costumi sartoriali di alto livello, cura e attenzioni dei dettagli, per portare in scena l’arte in ogni sua forma.

Sui grandi palchi del territorio nazionale e internazionale Stardust da vita a spettacoli in cui si alternano ballerini, acrobati e performer altamente qualificati, in un connubio perfetto da lasciare tutti con il fiato sospeso.

La cerimonia di premiazione avrà luogo il 16 aprile presso l’Alcatraz di Milano, sarà presentata da Francesco Facchinetti e Veronica Baglioli, e andrà in onda su Match Music Ch 248.

A tutti coloro che volessero sostenere Stardust in questo prestigioso concorso possono esprimere il loro voto inviando un Sms con scritto 448 al numero 340 63 58 503.

Per saperne di più visitare il sito internet www.show-stardust.com.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come scegliere un riscaldamento a pannelli infrarossi: le cose da sapere

Verona, 29 marzo 2018 – I pannelli infrarossi sono la soluzione di riscaldamento più efficiente ed economica che si possa usare. Uno dei principali fornitori italiani di soluzioni di riscaldamento a pannelli infrarossi, Solambiente Italia, ha rilasciato una guida per la scelta di pannelli di riscaldamento a infrarossi di alta qualità.

La società ha rilasciato la guida nel tentativo di impedire a consumatori poco informati di cadere preda di pannelli infrarossi a basso costo con risultati inefficienti, costosi nel consumo di energia elettrica e molto spesso senza certificati di qualità.

La check list di cinque punti di Solambiente Italia copre elementi cruciali che i consumatori dovrebbero considerare prima di investire in un pannello a infrarossi:

 

  1. Verifica la composizione del pannello a infrarossi

La composizione della superficie determina la qualità di un pannello a infrarossi. Materiali come vetro, acciaio inossidabile o ceramica hanno un elevato effetto radiante e sono quindi ideali per una radiazione efficiente ed efficace.

 

  1. Verifica l’efficienza del pannello a infrarossi

Verifica l’efficienza del pannello a infrarossi: cerca la percentuale di radiazioni di calore generate dal pannello a infrarossi che verrà emesso nella stanza riscaldata. I migliori pannelli a raggi infrarossi raggiungono un’efficienza tra il 50 e il 70%. Maggiore è la percentuale, migliore è il pannello.

 

  1. Non acquistare pannelli a raggi infrarossi privi di certificati

I pannelli a infrarossi efficienti e tecnicamente avanzati dispongono di certificati di qualità. Alcuni esempi sono certificati CE o TUV.

 

  1. Controllare il paese di produzione

I prodotti fabbricati in Austria o Germania sono garantiti da un prodotto di alta qualità. Prodotti provenienti dai paesi asiatici possono essere costruiti in economia senza standard nostri di qualità e senza certificati.

 

  1. Non acquistare pannelli economici a infrarossi

Quando si tratta di pannelli a infrarossi, il più economico non è il migliore. I pannelli a infrarossi economici sono generalmente realizzati con materiali di bassa qualità e non sono sottoposti a rigorosi test di garanzia della qualità dei marchi più costosi. Di conseguenza, non sono molto sicuri e la maggior parte delle volte non sono supportati da una garanzia. Inoltre consumano molta più energia.

 

  1. “La qualità di un pannello a infrarossi è molto più importante del suo costo”.

aggiunge all’ultimo punto l’amministratore delegato di Solambiente Italia, Attilio Brambilla, che specifica al riguardo:

“Questo perché la qualità di un pannello ha effetti a lungo termine sull’efficienza dei pannelli infrarossi, i costi del consumo di energia e la durata dei pannelli”.

Con sede a Verona, Solambiente Italia offre pannelli a infrarossi di alta qualità senza prezzi elevati, per migliorare l’efficienza del riscaldamento e per ridurre le bollette energetiche.

Per ulteriori dettagli, visitare il sito internet https://solambiente.tech, mentre per usufruire del codice sconto SOL18 basta chiamare allo 045 7860951.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MAC Bogotá: José Cosme espone il suo alfabeto per riflettere sulla nostra esistenza

Per la prima volta l’artista spagnolo è in mostra in Colombia con “El todo y la nada”. Una proposta concettuale che sarà esposta fino al 5 maggio nel Museo di Arte Contemporanea di Bogotá, per invitarci a riflettere sul significato della nostra vita

Bogotà, 29 marzo 2018 – L’arte può servire per interpretare il nostro passaggio attraverso questo mondo? José Cosme ci dimostra che sì, attraverso la sua esposizione “El todo y la nada”, presente fino al 5 maggio nelle sale 1 e 2 del Museo di Arte Contemporanea di Bogotá (MACBO), sponsorizzato da Arts Connection Foundation.

La nuova proposta di Cosme (www.josecosme.com/index.php/es) ci guida attraverso un itinerario di 6 installazioni che portano allo spettatore a una profonda riflessione sul significato della vita, sull’evoluzione degli esseri umani e sui loro legami con l’universo.

Cos’è la natura? Cos’è Dio? Cos’è l’uomo? Cos’è la trascendenza?

Queste sono alcune delle domande presentate dall’artista interdisciplinare di origine spagnolo.

Così, Jose Cosme “elabora una visione del mondo che problematizza la natura dell’essere come territorio per definire l’esistenza. Allo stesso tempo, elabora una riflessione sulle proprie pratiche artistiche nell’attualità”, ha affermato il curatore Gerardo Zavarce.

L’arte concettuale di José Cosme viene mostrato attraverso un alfabeto sensibile costruito con fotografie, dipinti di grande formato, video art, la purezza del colore bianco e numerosi oggetti, come sacchi di sabbia, barattoli di vernice, scarpe, riso. I visitatori passeggiano per un’esperienza sublime, invitandoli a cercare la verità sulla propria esistenza e la loro responsabilità nei confronti delle questioni sociali. Questa mostra rappresenta “il tutto e il nulla”, visto dalla figura dell’uomo come essere sociale.

“La mia opera è sempre una interrogazione personale, in cui sono coinvolto”, ha detto Jose Cosme e ha spiegato che “El todo y la nada” è il risultato di un lavoro di analisi degli ultimi 20 anni del suo percorso artistico, riuscendo a estrapolare una proposta “autobiografica, con contributo sociale e, soprattutto, che ci invita a riflettere sulle questioni esistenziali e teologiche dell’arte. Ma non solo affronto l’argomento spirituale, ma anche i temi sociali, come la responsabilità dell’uomo di fronte alla fame e gli alimenti transgenici”.

“El todo y la nada” è un gesto concepito come un “dialogo di conoscenze ed esperienze”, che, dopo tutto ci dimostra che “non siamo dei, siamo su un percorso che non deve essere visto come qualcosa di banale o effimero, e ci permette essere consapevoli di questa situazione imperfetta che può portarci alla pienezza”, ha culminato l’artista.

Info mostra.

“El todo y la nada” sarà aperto al pubblico fino al 5 maggio, dalle 17:00 alle 20:00, nelle sale 1 e 2 del Museo di Arte Contemporanea di Bogotá (MAC). Indirizzo: carretera 74, No. 82A-81 (Bogotá, Colombia). L’ingresso è gratuito. Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.mac.org.co

Info José Cosme.

È nato a Valencia (Spagna) nel 1968. È un artista interdisciplinare, ricercatore, teologo e dottore in Belle Arti. Direttore della Cattedra di Arte e Tecnologia dell’Università Cattolica di Valencia (UCV). È membro del consiglio di fondazione dell’ISEA, dell’Istituto superiore di studi artistici della Generalitat Valenciana. Già membro illustre del Collegio di Dottori di Belle Arti di Valencia, già accademico onorario dell’Accademia Internazionale delle Scienze, Tecnologia, Educazione e Scienze umane. Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.josecosme.com

Info Arts Connection.

La Fondazione, con sede a Miami, è una piattaforma multipla che stabilisce approcci alternativi per lo sviluppo umano culturale e sostenibile. Arts Connection lavora principalmente a sostegno dello sviluppo di nuove opere di artisti e ricercatori latinoamericani. Per saperne di più sulla fondazione visitare il sito internet http://www.artsconnectionfoundation.org/en/home.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A Cremona Winds 2018 i grandi solisti del flauto: Ferreira, Gérard, Loi e Trevisani

Annunciati i primi nomi dei protagonisti della sezione di Cremona Musica 2018 dedicata agli strumenti a fiato. Fra il 28 e il 30 settembre un programma ricco di concerti, masterclass e meeting: le novità e le anticipazioni…

Cremona, 29 marzo 2018 – Grandi flautisti saranno protagonisti del ricco programma di eventi dal vivo di Cremona Winds 2018, l’atteso appuntamento dedicato agli strumenti a fiato all’interno di Cremona Musica, che si terrà nella “Città del violino” fra il 28 e il 30 settembre.

Fra i grandi nomi che si troveranno a Cremona durante i giorni della fiera per tenere sia concerti che masterclass ci sono Adriana Ferreira, primo flauto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, Jean-Claude Gérard già primo flauto dell’Orchestra dei Concert Lamoureux e professore presso la Musikhochschule di Stoccarda, Francesco Loi primo flauto solista del Teatro dell’Opera di Genova “Carlo Felice”, e Raffaele Trevisani, flautista solista di fama internazionale allievo di Sir James Galway. Altre novità saranno annunciate nei prossimi mesi.

Il programma di eventi di Cremona Winds 2018 prevede anche la terza edizione del Meeting Nazionale delle Orchestre di Flauti, un appuntamento prezioso per questo mondo, durante il quale si terranno esibizioni dal vivo dei tanti ensemble coinvolti e seminari su come rafforzare la collaborazione all’interno del settore.

Fra le novità del 2018 ci sarà anche la prima Giornata Nazionale delle SMIM (Scuole Medie a Indirizzo Musicale), appuntamento dedicato a docenti e studenti, con seminari sull’insegnamento della musica.

Ricordiamo che gli eventi di Cremona Musica sono organizzati con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e che gli insegnanti presenti potranno richiedere un attestato di partecipazione per l’esonero dall’obbligo di servizio per i giorni di Manifestazione.

Cremona Winds, giunto nel 2018 alla terza edizione, è il punto di riferimento fieristico a livello europeo per il settore dei fiati, e porta ogni anno a Cremona migliaia di musicisti e buyer in cerca dello strumento perfetto, ma anche un gran numero di semplici appassionati, attratti dai tanti eventi dal vivo di alto livello. L’appuntamento è realizzato grazie alla collaborazione dell’Associazione Flautisti Italiani e dell’Accademia Italiana del Clarinetto.

Cremona Winds, insieme a Mondomusica, Piano Experience, Acoustic Guitar Village e al nuovo Accordion Show, è parte di Cremona Musica, la più importante fiera al mondo per gli strumenti musicali di alta gamma, che si terrà a Cremona fra il 28 e il 30 settembre 2018. Nell’edizione 2017 Cremona Musica ha ospitato più di 17.000 visitatori da 55 paesi e 302 espositori internazionali, con oltre 4000 prodotti esposti e 181 eventi dal vivo.

Per rimanere aggiornati sul programma visitate il sito internet www.cremonamusica.com.

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Francesco Cianfanelli

Press Office, Cremona Musica International Exhibitions and Festival

tel.:+39 328 7698779

cianfanelli.cremona@gmail.com

www.cremomamusica.com

CremonaFiere SPA – Piazza Zelioli Lanzini, 1 29100 Cremona – Italy

info@cremonamusica.com – tel: +39(0)372 598 011

L’arte del maestro Pahsi Lin in Italia dal 9 al 16 aprile

La mostra “Monologo di Doratura” del maestro cinese sarà ospitata a Milano all’interno della Galleria Scoglio di Quarto

Milano, 28 marzo 2018 – “Tutte le persone di solito pregano per avere longevità, ricchezza e fortuna; amano la salute, il cibo saporito, la bellezza, i colori e il piacere dei sensi”.

Queste parole esprimono totalmente l’estetica del maestro cinese Pahsi Lin che dal 9 al 16 di aprile presenta la mostra individuale “Monologo di Doratura” presso la Galleria Scoglio di Quarto a Milano, in  collaborazione con Big Eyes Vision International.

Pahsi Lin, con la sua arte, rovescia completamente l’immagine degli artisti tradizionali cinesi: ogni sua mostra d’arte non è solo originata dal concetto di bellezza, ma anche di ricchezza di animo e di spirito.

L’artista lascia infatti che i colori catturino gli occhi delle persone, nei suoi disegni, l’oro non è più un simbolo di proprietà, testimone e paese delle meraviglie per ciò che l’umano cerca. È solo “sé”, fama e lusso.

Sebbene sembri pretenzioso e mondano, è la capacità penetrativa dell’artista a tenere il passo con i tempi. Il pittore cinese elabora le sue opere come “reazioni” alla bellezza.

L’oro di Pahsi Lin

“Se assapori profondamente la serie di creazioni dorate”, dice Pahsi Lin, “scoprirai che l’oro mostra varietà”. La maestà convive con la dolcezza, ma l’immaginario scorre. Sebbene sia spesso una caratteristica, può ancora svolgere un ruolo di supporto.

 

Pahsi Lin usa l’oro, il minerale e l’inchiostro come base, e usa più abilmente il colore storico. Combina l’occidentale con la pennellata interna e dà alla pittura tradizionale cinese una nuova vita.

La mostra si terrà nella Galleria Scoglio di Quarto, uno spazio attivo posto idealmente tra l’antico Naviglio di Leonardo e il futuro della Nuova Arte, punto di incontro tra artisti, critici, collezionisti, persone che amano la cultura e l’arte, approdo per artisti già noti e punto di partenza per i più giovani.

 

Ulteriori informazioni sull’artista alla pagina https://baiyuart.org/about.

 

Inaugurazione: lunedì 9 aprile alle 18.00.

Orari: dal lunedì al venerdì ore 15.30-19.30 (su appuntamento).

Dove: Via Scoglio di Quarto, 4 – 20136 Milano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

###

 

Stampa:

Wu Zhao Xian

zhaoxiangwu@gmail.com

 

La top model Stella Maxwell indossa Carbon Jewelry

Milano, 28 marzo 2018 – La top model internazionale Stella Maxwell, in occasione della sua partecipazione come testimonial dell’evento Milucca a Tel Aviv, ha scelto di indossare due bracciali del brand Carbon Jewelry.

Un riconoscimento non da poco per questo nuovo ed esclusivo gioiello sempre più amato nel fashion system.

Carbon Jewelry è uno statement, la scelta di chi ama la qualità dei materiali associata ad innovative tecniche di lavorazione.

Un gioiello sportivo, estremamente prezioso, pensato per donne e uomini grintosi, intraprendenti e sicuri di se.

La scelta perfetta per chi ama un look minimal: una concezione di lusso discreto ed elegante.

Non solo la top Model Stella Maxwell ama i bracciali Carbon Jewelry; testimonial d’eccezione è anche lo sportivo, e volto di Striscia la notizia, Vittorio Brumotti.

Le creazioni sono apparse recentemente anche in numerosi e svariati editoriali moda internazionali: Elle, Officiel, Vogue, sono solo alcuni dei magazine che hanno utilizzato questo gioiello in prestigiosi shooting fotografici.

Semplicità, leggerezza ed estrema resistenza sono il valore aggiunto di questi gioielli, capai di dare un nuovo volto al settore dell’alta gioielleria.

Tutta la collezione oggi è visibile ed in vendita presso lo showroom “Filippo Gabriele* in Montenapoleone 21 a Milano.

E’ stato inoltre annunciato anche un esclusivo party di lancio vip, strettamente su invito, previsto per il 10 maggio.

Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.carbonjewelry.ch.

STELLA MAXWELL
STELLA MAXWELL
VITTORIO BRUMOTTI

 

Exit mobile version