Il “Premio Eccellenza Italiana” va all’ Art Basel di Miami

Emotions in Miami - Premio Eccellenza Italiana

Santo Versace, Giulio Terzi di Sant’Agata e Philippe Daverio saranno tra i protagonisti di “Emotions in Miami”, l’evento organizzato il 2 dicembre dal “Premio Eccellenza Italiana” in occasione dell’Art Basel di Miami. Un evento unico, che renderà protagonista l’Italia delle eccellenze e che lavora insieme…

Roma, 30 novembre 2015 – Il Premio Eccellenza Italiana va a Miami, in occasione della grande kermesse mondiale dell’arte contemporanea Art Basel e il 2 dicembre organizza un evento “Emotions in Miami”, una serata al Puntino Restaurant di Key Biscayne con la mostra “Donne” di Michelangelo Tuffetti, e aprire’ la stagione di nomination per imprese e professionisti eccellenti per l’edizione 2016.

Un programma intenso per l’evento ideato dal giornalista economico Massimo Lucidi che con due comitati, uno italiano e l’altro americano ha coinvolto personalita’ globali del calibro di Santo Versace, Giulio Terzi di Sant’Agata, Philippe Daverio, tra gli altri, per raccontare storie di Eccellenza, del Merito, che “meritano di essere conosciute e valorizzate”. E così dopo la Ceremony Award nel celebre Cafe Milano di Franco Nuschese, si torna a Miami e al Puntino Restaurant di Cristoforo Pignata altro imprenditore di successo e di riferimento non solo per la comunita’ italo americana, si organizza una serata di promozione culturale del nostro Paese.

La Mostra “Donne”, tempere e sanguigne di Michelangelo Tuffetti – autore peraltro della statuetta del Premio, una donna stilizzata marmorizzata, icona dell’Italia – diventa l’occasione per far conoscere e valorizzare i vincitori del Premio ma pure le migliori esperienze di finanza internazionale, a servizio della promozione artistica.

L’evento “Emotions in Miami” e’ sponsorizzato tra gli altri da Lunezia Fund Pcc Limited che sul modello di Masciarelli Heritage Fund rappresenta la più’ innovativa formula di sostegno finanziario al mondo dell’arte contemporanea. Non e’ un caso che se ne parlera’ nel corso degli incontri e delle mostre promosse dal Premio anche nella Galleria d’Arte di Giada Baselice a Brickell, occasione per emozionarsi in originali crossover: prevista infatti una provocazione below the line con le maglie di Andrea Fenzi indossate da manichini.

Ci sara’ anche la consegna delle menzioni speciali da parte dei vincitori dell’edizione 2015 ad altrettanti imprenditori e professionisti meritevoli. Hanno dato la propria adesione infatti Danilo Gigante vincitore sezione Cultura 2014, Doratex spa Moda 2015, Caffo Industria 2015, e il fiscalista internazionale Giuseppe Nucera per la start up 2015, Nuro Efis.

Particolare rilevanza assume la presenza a Miami della storica distilleria Caffo, quella dell’Amaro del Capo vincitrice della sezione Industria a Washington: il Premio sviluppa relazioni commerciali e net reputation, opportunità’ di crescita concreta. Infatti tra le iniziative imprenditoriali intraprese da Cristoforo Pignata in America, oltre la catena dei Puntino Restaurant, la piattaforma agroalimentare e’ particolarmente apprezzata dalle imprese italiane intercettate dal Premio.

 

###

Emotions in Miami – Premio Eccellenza Italiana

 

Il giornalista economico Massimo Lucidi, ideatore dell’evento

 

 

Per ulteriori informazioni:

Massimo M. dr. Lucidi +39 339 877 2770

Ance: Il 3 e 4 dicembre Missione a Bratislava per promuovere le imprese italiane in Slovacchia

L’Ance, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, il 3 e 4 dicembre promuove una missione a Bratislava. “La Repubblica Slovacca ha ottime opportunità per le imprese italiane del settore costruzioni” secondo Gerardo Biancofiore, Presidente di Ance Foggia e Presidente del Gruppo Pmi Internazionale dell’Ance

Roma, 30 novembre 2015 – “Italy & Slovakia – Building Together” è questo il titolo della missione in programma a Bratislava giovedì 3 e venerdì 4 dicembre. La missione rientra nel quadro delle iniziative organizzate dall’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) in collaborazione con Ministero degli Esteri, Ministero dello Sviluppo economico, Agenzia Ice e Oice. L’obiettivo è di sostenere lo sviluppo delle imprese di costruzione sui mercati esteri. A guidare la missione sarà il Presidente del Gruppo Pmi Internazionale dell’Ance, Gerardo Biancofiore (che è anche presidente di Ance Foggia).

“La Repubblica Slovacca – sottolinea Biancofiore – è tra i paesi di maggiore interesse per le imprese italiane del comparto edile. Basti pensare che, dei 15 miliardi di euro di fondi Ue assegnati al Paese per la programmazione finanziaria 2014-2020, ben 7 sono destinati al mondo delle costruzioni ed alle infrastrutture. Vi è un forte interesse del Governo slovacco a potenziare la rete viaria e ferroviaria, nonché a implementare infrastrutturazione e impiantistica su fronti come ambiente, energia e lo stesso turismo. Le nostre imprese hanno la qualificazione adeguata per proporsi come partner d’eccellenza in questo programma di sviluppo”.

Per il leader del Gruppo Pmi Internazionale dell’Ance, è importante la disponibilità concreta manifestata dalla Repubblica Slovacca verso chi realizza investimenti. “Oltre a forme di incentivazione, vi sono un regime di tassazione competitivo e un basso costo dei servizi finanziari. Un punto di forza è rappresentato anche dalle condizioni di stabilità politica ed economica”.

L’interscambio tra Italia e Repubblica Slovacca si aggira sui 5 miliardi di euro. L’Italia con più di 500 imprese tra cui tantissime pmi, è uno dei maggiori investitori esteri in Slovacchia, un paese con posizione baricentrica in Europa, con ritmi di crescita del pil di oltre il 3% annuo. La Repubblica Slovacca si appresta a detenere la prossima presidenza del Consiglio Ue.

Alla missione prenderanno parte una cinquantina di imprenditori italiani dei settori costruzioni e società di ingegneria. Per la Repubblica Slovacca sono previsti, tra gli altri, gli interventi del Ministro dell’Ambiente, del Segretario di Stato del Ministero della Sanità, del Segretario di Stato del Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo regionale, del Ceo dell’Agenzia degli Investimenti. Per il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano interverrà il Segretario Generale, Michele Valensise. Interverranno inoltre l’Ambasciatore d’Italia a Bratislava, Roberto Martini, il Presidente della Camera di Commercio Italo-slovacca, il Direttore dell’Ufficio Ice di Vienna.

Sono previsti numerosi incontri one to one tra imprenditori italiani e slovacchi.

 

###

 

Gerardo Biancofiore

 

Ufficio stampa:

Roberto Race 3339064533 – 3470885233

Spiare le campagne pubblicitarie della concorrenza? Da oggi è possibile grazie ai servizi di monitoraggio dell’Adv

Milano, 30 novembre 2015 – A chi non piacerebbe studiare e spiare i propri concorrenti e le loro relative campagne di advertising, allo scopo di surclassarli, far emergere il proprio business e conquistare una posizione di leadership? Da oggi è possibile grazie alla nascita dei servizi di monitoraggio delle campagne pubblicitarie.

Chi lavora abitualmente con il web conosce il valore di uno strumento in grado di testare l’efficacia delle proprie azioni i marketing anche mediante il semplice confronto con altri utenti e competitor. I social network hanno già ampiamente evidenziato l’enorme potenzialità del monitoraggio dei gusti e delle preferenze di larghi bacini di utenza ed un servizio di monitoraggio pubblicitario come quello di Sponsorshop, ad esempio, deve essere visto come un grande contenitore sempre aggiornato in tempo reale, contenente tutte le campagne di advertising on air.

Per ottenere maggiori risultati dal proprio business oggi, oltre a creatività ed entusiasmo, è necessaria l’implementazione di una campagna di advertising e lo studio dei vari segmenti di mercato e dei diversi competitor, che in qualche modo potrebbero minare il raggiungimento dei propri obbiettivi, risulta fondamentale.

Sponsorshop è un archivio con un servizio di monitoraggio in very real time in grado di aggiungere ogni settimana 1000 nuove campagne pubblicitarie, offrendo un database con oltre 116.412 spot tv, 570.263 campagne stampa, campagne web e digital e 59.546 radio comunicati.  Ad ogni nuova creatività vengono associate informazioni dettagliate, come il nome dell’azienda, il brand, il prodotto, la data di prima uscita, categoria, settore, etc. L’inserimento in tempo reale permette all’utente di avere sempre una situazione chiara, realistica ed aggiornata dei lanci pubblicitari in essere, grazie anche ad un servizio completo, professionale e sempre facilmente accessibile.

Il servizio è rivolto prevalentemente ad agenzie pubblicitarie, centri media, aziende e concessionarie che grazie al monitoraggio cross-mediale di Tv, Stampa, Radio, Outdoor, Web, Digital & Social, effettuato in tempo reale, possono avere sempre un focus attento su competitor e mercato dell’Advertising.

Il Database di Sponsorshop si avvale inoltre di due importanti partnership come ILFAC, una banca dati qualificata dedicata agli attori del Marketing e della Comunicazione, in grado di fornire a Sponsorshop dettagli strategici sulle aziende, e  ADVHUNTERS, che integra il Database Sponsorshop, permettendo il monitoraggio web su oltre 2.500 url riconducibili a 2.000 tra i maggiori domini italiani.  Riconosciuto da anni per la qualità dei propri algoritmi, Advhunters assicura completezza e varietà di informazioni per ogni formato, tipologia, e modalità di planning.

Fino al 15 Dicembre 2015 è disponibile una prova gratuita del servizio e per ricevere ulteriori dettagli basta andare su www.sponsorshop.it

###

 

Sponsorshop, your eye on advertising

 

Contatti:

Sponsorshop srl

Via Marco Antonio Bragadino 2

20144 Milano

tel. +39.02.48029467

www.linkedin.com/company/sponsorshop-srl

www.facebook.com/Sponsorshop

twitter.com/sponsorshopsrl

www.instagram.com/sponsorshop_advmonitoring/

Equitalia: “ll Governo ha beffato i contribuenti sull’aggio”

Roma, 27 novembre 2015 – “Non possiamo consentire che sull’aggio Equitalia i contribuenti siano beffati”. A dichiararlo il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, dopo che il Governo con un blitz ha cancellato la norma che prevedeva di abbassare di quattro punti il costo della riscossione.

Una cancellazione dettata da Equitalia che ancora una volta a dimostrato di avere un forte “ascendente” sulle politiche del Governo. La motivazione gravissima riguarderebbe il fatto che lo sconto ai contribuenti metterebbe in crisi la struttura aziendale del concessionario della riscossione.

“Noi – aggiunge Finocchiaro – come contribuenti non possiamo farci carico dei costi che sostiene la società di riscossione, fatta di migliaia di impiegati, auto blu, costi generali, e super stipendi per i manager. Per questo facciamo appello al Governo affinché faccia un passo indietro nella cancellazione della norma che prevedeva l’abbassamento di 4 punti del costo delle cartelle esattoriali” conclude il presidente di Confedercontribuenti.

###

Contatti:

Confedercontribuenti.it

Terrorismo: Per il Governo si deve ripartire dall’educazione. Se ne parla nella raccolta del pensiero pedagogico

Le recenti decisioni del governo rivalutano il ruolo decisivo dell’educazione. Una raccolta di nove perle del pensiero pedagogico  con 9 proposte che vanno dall’antichità, al Rinascimento, all’illuminismo fino ai giorni nostri, qualifica il dibattito in corso…

Milano, 27 novembre 2015 – L’educazione alla base della ripresa del paese. Questo quanto proposto dal governo a seguito dei fatti tragici di Parigi. La sicurezza del nostro paese e l’integrazione culturale non possono essere processi formali e burocratici, o peggio solo militari, ma occorre uno sforzo educativo da parte di tutti i coinvolti.

Ecco allora nascere l’idea di un elegante ed esclusivo cofanetto che racchiude nove perle del pensiero pedagogico, spaziando dall’antichità, passando dal Rinascimento, dall’illuminismo fino ai giorni nostri. Un’opera utile a tutti coloro che vedono nell’educazione una chiave di volta per migliorare la condizione umana e rendere la vita quotidiana un’autentica esperienza sociale.

L’educazione come reale esperienza democratica, come diritto di tutti, forma di partecipazione e di crescita comune.

Nove testi, proposti da Kkien Publishing International, nove pensieri sull’educazione, nove percorsi per continuare a nutrire un bisogno inarrestabile dell’uomo: conoscere per comprendere il presente e far sì che il futuro dei nostri figli possa avere caratteristiche e condizioni migliori.

Nel cofanetto sono compresi 9 testi che, dal periodo antico passando dall’Umanesimo e dall’Illuminismo arrivano ai tempi nostri.

Gli autori e i titoli presenti in questa raccolta in formato ebook sono:

S. Agostino, Il maestro
Tommaso D’Aquino, De Magistro
Leon Battista Alberti, I libri della famiglia
Erasmo da Rotterdam, Per una libera educazione
Immanuel Kant, La pedagogia
Rudolf Steiner, L’iniziazione
Rudolf Steiner, I gradi della conoscenza superiore
John Dewey, Il mio credo pedagogico
Ivan Illich, Descolarizzare la società

Tutte le informazioni sulla raccolta digitale sul sito www.kkienpublishing.it o scrivendo alla mail info@kkienpublishing.it.

Il cofanetto è disponibile su tutti gli store online, Amazon compreso.

###

Sharing Economy: Presentato stamane a Milano uno studio sui vantaggi e le opportunità per l’Italia, da Competere.eu

La sharing economy ha modelli di innovazione e governance strategici per il rilancio del Paese e Milano può rappresentare un laboratorio. Presentato questa mattina lo studio “Innovazione e governance ai tempi della sharing economy. Opportunità e proposte per Milano 2016”

Milano, 26 novembre 2015 –  In che modo la sharing economy, con la sua carica di innovazione e nuovi modelli di governance, può migliorare la qualità della vita dei cittadini e creare una nuova economia? Nasce da questi interrogativi il policy paper di Competere.eu (www.competere.eu) “Innovazione e governance ai tempi della sharing economy. Opportunità e proposte per Milano 2016” presentato oggi a Milano in un incontro a porte chiuse a cui hanno partecipato alcuni tra i rappresentanti dei principali player del mercato della sharing economy.

Il paper offre un’analisi sulle principali sfide legate allo sviluppo tecnologico e allo scambio sempre più diffuso di beni intangibili, e quindi alla così detta sharing economy o Economia della Condivisione. L’analisi discute gli attori e gli interessi in gioco e i conflitti che le istituzioni sono chiamate ad anticipare e gestire, proponendo alcuni principi a cui amministratori e politici possono ispirarsi.

La ricerca, messa a punto dal fellow di Competere.eu, Frederick Dooley, vuole dimostrare che la sharing economy potrebbe rappresentare una grande risorsa economica per l’Italia. Milano è la città che più di tutte in Italia e in Europa ha visto la nascita di imprese il cui modello di business è fondato attorno alla condivisione.

L’impatto economico della sharing economy infatti nei prossimi anni avrà significativi risvolti sia a livello occupazionale sia fiscale. Tuttavia, nel nostro paese, fatta eccezione per Milano, il mercato dei servizi legati alla Sharing Economy è molto limitato, anche a causa dei contrasti a livello normativo ed economico/fiscale, che negli ultimi mesi ha dato vita ad un acceso dibattito all’interno delle istituzioni nazionali senza, per il momento, giungere ad una risoluzione finale. Hanno generato scalpore ad esempio lo scontro tra Uber e i tassisti e tra Airbnb e Federalberghi.

“Il grande sviluppo della tecnologia e l’abbassamento dei suoi costi- sottolinea Frederick Dooley, fellow di Competere.eu e autore del paper – offriranno nei prossimi anni la prospettiva della creazione di molteplici applicazioni altamente innovative. Il settore che al momento sta vedendo una importante crescita è sicuramente la sharing economy.

La sharing economy tende a crescere in settori dove l’innovazione faceva fatica a trovare spazio come per esempio la mobilità, il turismo e l’accoglienza, anche a causa dell’esistenza di una regolamentazione molto stringente o a veri e propri monopoli legali. I vantaggi di prezzo per i consumatori e la possibilità di usare un proprio bene altrimenti inutilizzato sono dei grandi incentivi specialmente in un periodo di crisi economica.

Le istituzioni in questo campo giocano un ruolo fondamentale sia nel facilitare le imprese che fanno innovazione sia nell’anticipare e governare i conflitti tra i tanti interessi in gioco. Un esempio di come le istituzioni possano collaborare coi privati è il servizio di car sharing a Milano: Il Comune ha fatto un passo indietro dal punto di vista dal coinvolgimento diretto nella gestione del servizio, operando come semplice regolatore di sistema, lasciando che gli operatori privati investano e competano tra di loro creando dei servizi sempre più adatti alle esigenze del pubblico.”

“Milano – dichiara il Curiosity Officer e Presidente di Competere.eu Pietro Paganini – è sicuramente il modello italiano ed europeo. Imprese e imprenditori stanno dando vita ad uno straordinario sforzo creativo che ha urgente bisogno di un sistema di regole che tutelino sia l’utente ma che non limitino l’innovazione e quindi gli stessi vantaggi di cui il consumatore godrebbe. Regolare significa per noi creare le condizioni affinché questo riscoperto modello di sviluppo possa crescere più rapidamente, migliorando le condizioni di vita delle nostre città”.

“Milano – dichiara il segretario Generale di Competere.eu Roberto Race – rappresenta il luogo migliore del Paese dove sperimentare le opportunità nate grazie alle imprese della sharing economy e sarebbe interessante che i temi proposti nel paper entrassero anche nei programmi elettorali e nel dibattito pubblico.
E fondamentale che l’Italia sappia essere leader e non follower nel grande cambiamento che sta avvenendo in alcuni settori come il turismo e la mobilità.
Nelle prossime settimane presenteremo alcune proposte sul tema al Governo e ai rappresentanti delle Autorità regolatorie.”

È possibile scaricare il paper dello studio cliccando qui: http://www.competere.eu/public/Innovazione%20e%20governance%20ai%20tempi%20della%20sharing%20economy.%20Opportunità%20e%20proposte%20per%20Milano%202016.pdf

###

Per ulteriori informazioni e interviste:

Giacomo Bandini 347 436 7573

gbandini@competere.eu

 

 

Competere.eu

 

Il logo di Competere

 

Pietro Paganini

 

Roberto Race

Costituzione: Confedercontribuenti, “Bisogna inserire limiti ai costi della politica”

Roma, 26 novembre 2015 – “L’Italia ha inserito in Costituzione il pareggio di bilancio che sta provocando ulteriori problemi allo sviluppo del Paese. Noi chiediamo ricette forti che diano un segnale al paese in difficoltà. Vogliamo che si prevedano norme costituzionali che stabiliscano limiti precisi ai costi della politica. Perché non è possibile pensare a continui aumenti dell’imposizione fiscale, mentre continuano a crescere i costi delle nostre istituzioni”.

Lo chiede il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro che “ritiene scandaloso come l’autonomia finanziaria delle Camere consenta ai componenti stessi di autodeterminarsi indennità e benefit, che costituiscono un’offesa per gli italiani, per la loro entità milionaria. Questo vale per tutte le istituzioni e dunque anche per le autonomie locali. Non è possibile sostenere costi ingiustificabili di fronte alla crisi economica del Paese. Non possiamo fidarci di una classe politica che pensa a se stessa sia per il periodo in cui è in carica che per il post. Bisogna creare le condizioni per fermare questa situazione, siamo stanchi di annunci.E’ necessario ottenere segnali precisi e visto che la politica non riesce a darne si attui un vincolo costituzionale ai costi che Parlamentari e amministratori locali si auto-determino per governarci”conclude Finocchiaro.

###

Ufficio Stampa Nazionale Confedercontribuenti

0698356829 – 3288851847

www.confedercontribuenti.it

Adsl: In Piemonte Arriva il Black Friday della Connessione Web

Torino, 26 novembre 2015 – Arriva dagli Usa anche in Italia il «Black Friday», ovvero il«Venerdì nero», che non è una ricorrenza nefasta ma il giorno che segue il «Thanksgiving», il giorno del Ringraziamento, cioè una delle festività più sentite e celebrate da tutte le famiglie americane. Un giorno speciale e molto atteso quello del Black Friday visto che segna l’avvio della grande stagione dei saldi con le famose resse nei centri commerciali che ogni anno possiamo vedere in Tv o nei video amatoriali online.

Anche in Italia ormai sta prendendo sempre più piede la tradizione del Venerdi superscontato e sono già tanti gli operatori commerciali del nostro paese ad offrire offerte irripetibili nel resto dell’anno.

In Piemonte ad esempio quest’anno si festeggia il Black Friday dell’Adsl, grazie alla Isiline, lo storico internet provider di Saluzzo, specializzato nel servizio a privati ed aziende nelle province di Cuneo, Torino e Piemonte, che inaugura il «Black Friday» dell’Adsl con il lancio di nuove connessioni web super scontate.

Le cifre da ricordare per il «Black Friday» Isiline sono quattro: 16,99. Tutti i nuovi clienti, infatti, potranno sottoscrivere una linea Adsl da 20 Mb «superveloce» senza nessun costo di attivazione, in caso di migrazione da altro operatore, con un canone di soli 16,99 € al mese, per sempre.

Un’offerta Adsl «Black Friday» unica in Italia, tutta «Made in Piemonte», che permetterà ai fortunati aderenti di non dover più pensare ai costi della linea fissa, non dover più perdere tempo a cercare tra le tante offerte e non dover più smanettare sui diversi siti web per cercare di risparmiare sulla connessione. Sarà infatti veramente difficile, se non impossibile, trovare un’offerta più vantaggiosa, garantita per sempre, nel difficile mercato delle connessioni internet, tanto da rendere in effetti impossibile qualsiasi paragone con altri provider.

La super offerta Isiline può essere ordinata sul sito web www.ultralineadsl.it e potrà essere sottoscritta anche nei punti vendita della Isiline di Cuneo e Saluzzo, oltre che nella nuova sede nel cuore di Torino, in via Pietro Micca 12/c. Ai già clienti i tre punti vendita presenteranno inoltre diverse offerte personalizzate in base alle varie esigenze. Ulteriori informazioni sulle offerte potranno essere richieste anche al numero 011 067067.

CHI È ISILINE

«Isiline» (Italian services on Internet line) è stata fondata nel 1995 da un gruppo di industriali piemontesi, insieme a ricercatori del Politecnico di Torino. In quegli anni, con i suoi 11 nodi (Alba, Bagnolo, Bra, Busca, Ceva, Cuneo, Fossano, Mondovì, Racconigi, Saluzzo e Savigliano), porta la connessione alla rete Internet in tutto il territorio della provincia di Cuneo.

In due decenni di storia ha introdotto numerose novità e opportunità sul mercato del Cuneese e non solo. Nel 2003 presenta l’offerta Adsl/Hdsl in tutta la regione e diventa uno dei punti di riferimento della connettività business in banda larga.

Dal 2005 si specializza nell’abito della sicurezza dei sistemi dei propri clienti grazie al datacenter di proprietà a Torino e alle soluzioni personalizzate di firewalling. Due anni più tardi «Isiline» entra a far parte del gruppo «Y2K» che riunisce aziende specializzate nella progettazione e realizzazione di prodotti di comunicazione per tutti i media. Risale al 2010, infine, la realizzazione di «Hyperline», un’infrastruttura di proprietà per fornire connettività via ponti radio.

Nel 2012 inaugura la nuova sede di via Marconi 2 in centro a Saluzzo, un ennesimo segnale di crescita e di attaccamento al territorio.

Nell’autunno del 2015 apre al pubblico il nuovo negozio nel centro di Torino, in via Pietro Micca 12/c.

 

 

 

Il Tempo è Smart grazie al Nuovo Orologio Contapassi Trevi

Rimini, 26 novembre 2015 –  Gli amanti del running da oggi potranno avere finalmente a disposizione un comodo e utile strumento per misurare al meglio le loro performance grazie al nuovo arrivato in casa Trevi, l’orologio pedometro da polso SF 120. L’orologio “smart” è in grado di offrire una misurazione precisa dei passi percorsi e della distanza coperta durante tutta l’attività di running, con un quadrante retroilluminato che permette di controllare comodamente i dati anche nelle prime ore del crepuscolo.

Il nuovo orologio pedometro della Trevi, disponibile nelle tre varianti di colore, azzurro, grigio e rosa, è anche water resistant, per gli sportivi che decidono di affrontare qualsiasi condizione climatica e desidera uno strumento di misurazione sempre affidabile al proprio polso.

A differenza di un qualsiasi semplice contapassi questo orologio può essere essere indossato giornalmente, non solo durante le attività di fitness, ma anche nel corso dell’intera giornata, in modo da poter conteggiare le calorie bruciate in funzione dei dati fisiologici dell’individuo, cosa che ad un costo di soli 30 euro può essere considerato un ottimo compromesso per gli amanti del “running consapevole”.

Informazioni tecniche:
Sensore di accelerazione 3D per rilevare i passi con un conteggio più accurato.
Rileva e mostra direttamente i dati dei passi percorsi e della velocità media durante l’attività fisica.
Conteggio calorie bruciate e distanza percorsa in base ai dati personali.
Funzione orologio, timer, fuso orario, allarme.
Quadrante retroilluminato.
Resistente all’acqua 3ATM
Alimentazione: Batteria al lithio CR2032 3V
Dimensioni modulo 51 x 44 x 15 mm Peso gr.45

LINK AL PRODOTTO SU AMAZON

Criminalità: Confedercontribuenti, “Più’ potere alle forze di polizia, meno giustizia fai da te”

Roma, 25 novembre 2015 – “Non serve la giustizia fai da te, ma maggiore potere delle forze dell’ordine affinché abbiano mano libera, nel quadro ovviamente, delle norme costituzionali, per fermare il dilagante fenomeno criminale e mafioso”. Il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, interviene dopo l’uccisione, avvenuta questa notte, di un rapinatore a Milano.

“Gli imprenditori e i cittadini in generale devono essere salvaguardati dallo Stato, non possono correre il rischio di lasciarsi ammazzare nel tentativo di una legittima difesa che costringe all’autodifesa. Ecco perchè chiediamo una modifica delle norme che spesso rallentano le azioni di polizia nella prevenzione e nella lotta quotidiana, costretti ad attendere i tempi dell’autorità giudiziaria, spesso lenta, perchè oberata da troppe incombenze. Serve velocità nelle azioni repressive, e dunque bisogna lasciare massima autonomia alle forze dell’ordine anche in fase di indagine. L’eccessivo garantismo mortifica lo Stato di diritto, e i cittadini italiani pagano le imposte anche per vedersi garantire la propria sicurezza, senza dovere dubitare dell’efficienza dello Stato” conclude il Presidente di Confederecontribuenti.

###

Ufficio Stampa Nazionale

0698356829 – 3288851847

Exit mobile version