Alla scoperta degli sgabelli bar, elemento d’arredo adatto a tutti i tipi di attività

comunicato_stampa_cronaca_attualità

All’interno dei bar e delle altre attività commerciali, lo stile dell’arredamento del locale e gli elementi che lo compongono svolgono una funzione di primaria importanza sulle sensazioni dei clienti. Lo sgabello bar è uno di quei complementi di arredo su cui molti gestori di locali puntano per la sua versatilità e possibilità di utilizzo per molteplici scopi.
Per esempio nei cocktail bar e negli american bar, gli sgabelli da bar vengono utilizzati di fronte al bancone oppure in combinazione a dei tavolini alti, per offrire ai clienti un punto di appoggio dove sorseggiare un drink. Nelle caffetterie e nelle sale da the invece, un particolare tipo di sgabelli bar, e precisamente quelli bassi (i cosiddetti pouf) possono essere usati insieme ad altri divanetti da bar, poltroncine e tavolini bassi, per creare un ambiente famigliare in cui chiacchierare, mentre si degustano caffè, the e tisane. Pizzerie a taglio, tavole calde e gelaterie infine, possono decidere di posizionare degli sgabelli bar ai lati della sala, per permettere alla clientela di fermarsi per una pausa dal lavoro o con gli amici.
Il modo in cui gli sgabelli da bar saranno utilizzati va ovviamente ad incidere sulla scelta del modello da acquistare. Ad esempio se si prevede un impiego solo saltuario, come potrebbe avvenire se posizionati all’ingresso di un club o al bancone di un ristorante, dove al massimo ci si potrebbe accomodare per un caffè o un digestivo, si può optare per dei modelli dall’estetica curata, senza porre eccessiva attenzione sulla comodità; al contrario, l’ergonomia è un aspetto fondamentale in quei locali, come i lounge bar, in cui gli sgabelli bar vengono utilizzati per lunghe soste ed in maniera continuativa. Nei pub, e in più in generale in tutti quei locali in cui hanno luogo eventi dal vivo o proiezioni, sono molto utili gli sgabelli bar con schienale e dotati di meccanismo di rotazione completa, per potersi muovere a 360 gradi nel locale. Se invece nella sala trovano posto tavoli e tavolini bar di differenti altezze, potrebbe rivelarsi comodo acquistare degli sgabelli con sistema di regolazione dell’altezza, in modo da poterli posizionare liberamente a seconda delle esigenze.
Un ultimo consiglio riguarda il materiale: se gli sgabelli bar saranno utilizzati all’esterno oppure all’interno di locali molto affollati, è bene scegliere dei modelli dal design semplice e particolarmente resistenti (ad es. in acciaio), per poterli pulire ed impilare facilmente. Se invece si vuole aggiungere un tocco particolare ad ambienti ricercati, la scelta può ricadere anche su sgabelli bar rivestiti in pelle o stoffa e dotati di schienale e poggiapiedi, a patto che si faccia attenzione a sottoporli ad una manutenzione periodica per mantenerli puliti ed in perfetto funzionamento.
Online è possibile trovare una vasta scelta di sgabelli, pouf e sedute per bar su AllForFood, negozio leader nel settore dell’arredamento e delle attrezzature professionali per la ristorazione. Si può richiedere un preventivo gratuito, chiedendo consigli al personale esperto, oppure effettuare l’ordine direttamente sul web in pochi semplici click.

Al via il Top Dealer tour di Pavanello Serramenti (Roma – 7 ottobre)

In un periodo storico dominato da una forte congiuntura economica, Pavanello Serramenti sceglie di stare accanto ai propri partner commerciali attraverso il Top Dealer tour, un progetto realizzato da Pavanello Academy per permettere ai rivenditori di acquisire le competenze adeguate allo scopo di incrementare le vendite di serramenti in legno.

Dopo la giornata test di Torino, necessaria a mettere a fuoco alcune strategie formative, il progetto prende il via con la prima vera tappa intitolata Business Time, in programma a Roma, il 7 ottobre prossimo, alle ore 9, all’Appia Park Hotel Centro Congressi di via Appia Nuova 934. Durante il seminario gratuito, Marco Pavanello, direttore commerciale di Pavanello Serramenti, e Roberto Gasparetti, esperto di comunicazione consuasiva, illustreranno il progetto e i materiali a disposizione.

Al termine del seminario i partecipanti che sceglieranno di diventare Top Dealer e cominciare i 12 mesi di formazione potranno disporre immediatamente dei materiali e di un anno di assistenza relativo al Sistema Cattura Clienti e al Sistema Show Room Vincente, tecniche collaudate di formazione necessarie allo sviluppo commerciale.

“Il nostro obiettivo – dichiara Marco Pavanello, responsabile commerciale di Pavanello Serramenti – è quello di offrire un supporto di lungo periodo ai nostri rivenditori: solo così saranno in grado di aggiornarsi costantemente apprendendo gli strumenti necessari per far ripartire le vendite. Anche se abbiamo focalizzato l’attenzione sui serramenti in legno, non è detto che in futuro il progetto possa estendersi alla vendita di altre tipologie di materiali”.

“Diventare un Top Dealer ed entrare a far parte del nostro club dei Gold Partner – conclude Pavanello – significa aver la possibilità di partecipare al laboratorio di approfondimento che affronterà metodi e tecniche imprescindibili per aver performance da campioni. Ma soprattutto significa ricevere l’assistenza esclusiva della nostra struttura commerciale per un anno intero. Quella di Roma è soltanto una tappa, a breve seguiteremo a coprire l’intero territorio italiano”.

L’iscrizione al seminario e ulteriori informazioni sono disponibili al sito: http://pavanelloserramenti.it/dealer-roma/

Il settore del mobile si illumina con i bestseller LED di L&S

comunicato_stampa_cronaca_attualità

Il Gruppo L&S, multinazionale italiana specializzata nella produzione di sistemi d’illuminazione per interni dedicati ai settori del mobile e dell’allestimento di negozi e spazi espositivi, dopo la massiccia presenza delle sue lampade LED ad Eurocucina 2014 scelte dai migliori marchi italiani, conferma i prodotti “Detroit”, “Lugano” e “Moonlight” come suoi LED bestseller dedicati al settore del mobile.
I prodotti a marchio L&S, oltre ad offrire il massimo della funzionalità a fronte di un elevato risparmio energetico, si caratterizzano per essere disegnati e studiati ad hoc per adattarsi perfettamente alle diverse necessità della cucina e zona living. Nel laboratorio interno di “Ricerca & Sviluppo”, il Gruppo L&S studia e sviluppa costantemente nuove tecnologie e innovazioni da poter applicare ai diversi prodotti, in modo da renderli altamente funzionali e adeguati alle esigenti richieste dei produttori di mobili.
L&S con “Detroit”, “Lugano” e “Moonlight” parteciperà a SICAM 2014, Pad. 4 stand A2/B1, dove presenterà anche numerose novità.

Detroit
Nata per rispondere all’esigenza di illuminare le zone buie delle basi ad anta o cassettoni, Detroit è la barra luminosa LED ad alta efficienza, realizzata in alluminio, ideale per la cucina e la zona giorno. La peculiarità di Detroit è di disporre dello speciale sensore elettronico “Infrared” che permette l’accensione e lo spegnimento automatico della lampada alla chiusura delle ante o cassetto.
Dotata di un pratico sistema di fissaggio laterale, Detroit è disponibile in due versioni: “Detroit-S” ideale per le basi ad anta, disponibile nelle lunghezze 450mm, 600mm, 900mm e 1200mm; “Detroit-C” creata per le basi a cassettoni nelle misure 450mm, 500mm, 600mm, 800mm, 900mm e 1200mm. Per entrambe le versioni la temperatura colore è di 4.000°K.

Lugano
Lugano è l’elegante lampada LED sporgente ad alte prestazioni con profilo miniaturizzato, orientato per illuminare in modo ottimale il piano di lavoro.  Lugano è disponibile con o senza interruttore “Touch” che permette di accendere e spegnere la lampada con una leggera pressione.
Novità di Lugano è la versione “Emotion”, che dispone dell’omonimo sistema di connessione e alimentazione brevettato L&S e che permette di variare la temperatura colore progressivamente da luce calda a luce fredda in una scala tra 3.000 a 6.000 ° K. Questa, una volta selezionata, rimarrà in memoria anche dopo lo spegnimento.
Grande particolarità di Lugano è la sua disponibilità in misure personalizzate. Le lunghezze standard sono: 450mm, 600mm, 900mm, 1200mm.

Moonlight
Moonlight è il faretto da incasso a LED ad alte prestazioni ideale per la cucina e la zona giorno, posizionabile sui ripiani o all’interno di armadi e mensole.
In Moonlight la diffusione della luce è ampia ed omogenea, grazie all’esclusione dell’effetto puntiforme tipico del LED che L&S è in grado di creare in questo prodotto. Inoltre, grazie allo speciale sistema di schermatura L&S, questo faretto presenta da spento una superficie perfettamente bianca, elegante e neutra.
Moonlight è stato progettato per essere utilizzabile anche per incassi su pannelli da 16mm ed è disponibile in tre temperature colore, 3.000°K, 4.000°K e 6.000°K. Il suo diametro, in tutte le versioni, è di 58mm.

L&S – www.ls-light.com
Il Gruppo L&S, che fonda le sue radici nel 1977 a Maron di Brugnera (PN) e dove oggi ha sede la holding L&S Spa, è specializzato nella produzione di sistemi d’illuminazione per interni dedicati ai settori del mobile e dell’allestimento di negozi e spazi espositivi.
Oggi L&S Spa è leader mondiale nel settore dell’illuminazione LED per l’arredo e comprende quattro aziende nel Mondo – L&S ITALIA, L&S Germania, L&S Shangai (Cina) e L&S Lighting Corp. (USA) – che agiscono in maniera indipendente nei propri mercati di riferimento e contano assieme sulla collaborazione di oltre 600 addetti, operanti in più di 28.000 mq di stabilimenti all’avanguardia ed energeticamente sostenibili.
Grazie al profondo know-how acquisito ed alla continua attività dei propri laboratori di Ricerca&Sviluppo, il marchio L&S è riconosciuto come uno stimato trend-setter del settore luce, in particolar modo dell’illuminazione LED. Per produrre i suoi articoli L&S solo nel 2013 ha impiegato oltre 50 milioni di LED, dato che nel 2014 si stima potrà raggiungere quasi il 50% in più.

Per ulteriori info:
BLU WOM
www.bluwom.com | Udine – Milano Tel. 0432 886638
Resp.Ufficio stampa: Laura Elia laura.elia@bluwom.com

Il blog ufficiale di Cogefim: news, attività, opinioni, recensioni

Cogefim offre servizi di intermediazione per operazioni di compravendita societaria, supportando le aziende in ogni fase del processo e fornendo precise opinioni e recensioni valutative delle aziende interessate.

Il profilo aziendale di Cogefim

Cogefim è un’azienda che si è specializzata in intermediazione aziendale, lavorando in questo campo sin dalla sua fondazione, avvenuta verso la metà degli anni ottanta. In tutto questo tempo la società ha sviluppato una fitta rete di collaboratori specializzati in grado di coprire ed operare all’interno dell’intero panorama nazionale ed internazionale. I clienti che decidono di affidarsi a Cogefim possono fare affidamento sulla collaborazione con le più importanti testate giornalistiche nazionali come Il Sole 24 Ore, Repubblica Affari e Finanza, Il Giornale, Libero, Il giorno, con le principali riviste specializzate di settore come Ristoranti d’Italia, Pianeta Hotel, Bar Giornale, l’Ammonitore e i migliori siti web come repubblica.it, subito.it, secondamano.it, i quali presentano anche numerose recensioni ed opinioni dedicate.

I servizi di Cogefim

Il principale ambito operativo di Cogefim risiede nel settore delle piccole e medie aziende interessate ad operazioni per la vendita o l’acquisto di attività, per lo sviluppo di partnership, di joint venture e per passaggi di proprietà. Il servizio che viene fornito agli interessati inizia con una prima valutazione dell’azienda per definirne il valore di riferimento, seguita da una serie di opinioni e recensioni sulla stessa da consegnare al cliente, il quale ha la possibilità di ottenere un’idea più precisa e garantita da esperti del mercato della compravendita. Le trattative vengono condotte nel massimo della riservatezza per preservare i rapporti tra il cliente e i suoi interlocutori. Anche i potenziali clienti vengono sottoposti a un attento pre – esame per escludere dalle operazione eventuali perditempo o soggetti non in possesso dei requisiti minimi per continuare nel processo: anche in questo caso vengono fornite accurate recensioni e opinioni valutative. In questo modo viene fornita la possibilità di effettuare la migliore scelta possibile, sia dal punto di vista economico che fiscale.

Per maggiori informazioni e per mettersi in contatto con gli specialisti di Cogefim visita il blog ufficiale.

Tragicamente rosso a Sansepolcro (AR)

Continua la tournée di TRAGICAMENTE ROSSO, monologo contro la violenza sulle donne scritto da Michela Zanarella per l’attrice Chiara Pavoni con musiche originali alla chitarra del M° Mauro Restivo, regia di Giuseppe Lorin. Il 4 ottobre L’APS “Le Ragunanze” presenta lo spettacolo alle ore 20.30 a Sansepolcro (Arezzo) con i patrocini del Coordinamento Nazionale Politiche di genere di Italia dei Valori e Amnesty International Italia. L’ organizzazione culturale ed artistica è a cura di Maria Lo Moro. Leggi tutto “Tragicamente rosso a Sansepolcro (AR)”

Consigli per la gestione di un Hotel

Il settore turistico è sempre stato molto rigoglioso in Italia, anche in tempi di crisi. Il turismo è costantemente in evoluzione e le strutture alberghiere destinate ad ospitare i turisti ne beneficiano in modo considerevole.

Se siete in cerca di una professione, oppure disponete di un capitale da investire, il settore turistico potrebbe offrirvi dei grandi vantaggi. Il lavoro nell’ambiente turistico è molto impegnativo e richiede un’elevata professionalità. Se pensate di essere le persone adatte per lavorare in un albergo, seguite i nostri consigli su come gestirne uno.

Hotel: gestione e propaganda

Le strutture ricettive presenti oggi sul territorio italiano sono numerosissime e tutte cercano di distinguersi dalla concorrenza inventandosi formule innovative, come l’affitto di camere a ore a Milano, sempre più diffuso nell’ambiente.

La gestione di un albergo è sicuramente un’esperienza lavorativa completa, che richiede una particolare dedizione e fiuto per gli affari. Gli aspetti che compongono la gestione di un’attività alberghiera sono numerosi ed è quindi necessario essere dotati di buona memoria, passione e competenze organizzative.

Ricordate che lavorare come gestore è molto diverso dall’essere un dipendente: la gestione di un hotel comporta una serie di responsabilità che riguardano ogni aspetto della struttura, dall’arredamento delle stanze alla qualità del cibo, il tutto finalizzato alla soddisfazione del cliente.

A tale scopo, il primo passo da compiere per dirigere al meglio una struttura alberghiera è quello relativo ai servizi a disposizione della clientela. Fornire servizi originali è determinante per emergere ed accaparrarsi i clienti, ma non semplice come sembra. Le esigenze dei turisti cambiano costantemente e un buon albergatore deve stare al passo con i tempi e con le evoluzioni del mercato turistico, al fine di soddisfarle.

Cercate le innovazioni, ad esempio potreste includere il servizio di connessione wifi nel prezzo della camera; un’altra idea è quella di chiedere dei suggerimenti direttamente ai clienti, in modo da stabilire con loro un contatto informale, coinvolgendoli e magari ottenendo anche qualche consiglio utile.

Un altro fattore molto importante di cui si deve occupare il gestore è la formazione del personale, che deve essere assolutamente professionale e in grado di soddisfare le esigenze del cliente, ancora prima che gli venga richiesto. L’educazione è alla base di un buon rapporto di lavoro e un addetto alla reception garbato e sorridente è sicuramente un ottimo biglietto da visita.

Al di là dei fattori caratteriali, il personale di un albergo deve possedere anche dei requisiti in termini di competenze, necessari per lo svolgimento del lavoro, come saper parlare l’inglese e le conoscenze relative alla propria mansione specifica. Dedicate dunque molto tempo e attenzione nella scelta e nella selezione del personale e dei ruoli di ogni singolo dipendente.

In termini economici, la gestione di un albergo è sicuramente preferibile quando è autonoma, se si possiedono le capacità e l’esperienza nel campo finanziario. Se invece non si hanno le competenze economiche necessarie, basterà rivolgersi ad uno studio commerciale, che stilerà un piano di marketing, che verrà aggiornato con cadenza annuale e riporterà tutte le entrate e le uscite dell’attività.

A questo punto, dovete dedicarvi alla fase della propaganda, determinante per la visibilità e la popolarità dell’albergo. Il volantinaggio può essere un buon inizio, ma il metodo più efficace è la creazione di un sito internet dedicato alla struttura, per consentire la visibilità dell’hotel sul web e sui social network attualmente esistenti; la presenza di un sito web permetterebbe anche al cliente di effettuare le proprie prenotazioni online, comodamente da casa. Una volta avviata l’attività, anche il passaparola sarà una strategia molto efficace.

L’ultimo consiglio è di non scordare la stipulazione di una polizza assicurativa che tuteli voi e la vostra attività, in seguito ad eventuali danni a cose e persone.

William Riegler e il suo libro “ecstatic life” al 007 Book Bond, Teatro Quirino.

William J.Riegler

Tra gli ospiti stranieri al 007 Book Bond ci sarà William Riegler che presenterà il suo libro “My ecstatic life”. E’ il caso in cui la manifestazione letteraria internazionale promossa dal “The Italian Book Club” nella persona del suo presidente Federico Conforto e direzione artistica dello scrittore Alessio Follieri, presenta non solo una kermesse di presentazioni letterarie, cinematografiche e musicali, ma anche storie di vita, esperienze, è quando il libro diventa il paesaggio di una narrazione esistenziale che esce dalle pagine stesse dell’opera.

Riegler è nato nel Kentucky (Usa) nei primi anni 50, vive in Giappone da 36 anni ed è uno dei sopravvissuti al terribile tsunami del 2011. Ha insegnato ad amare la lingua inglese a più di 20.000 bambini giapponesi ed è stato produttore di concerti di beneficenza per gli aiuti in Ghana, India, Thailandia e Giappone nel post tsunami.

Al pubblico del Teatro Quirino William Riegler porterà la sua esperienza di vita dove “una ricerca diventa un risveglio” raccontando la sua trasformazione nel diventare un uomo pieno di gratitudine che trova gioia in sé donandola agli altri. Pone in esame una riflessione dei rapporti con i suoi genitori, i suoi figli, le nuove persone incontrate in quella che per lui è diventata una nuova patria, il Giappone e soprattutto ponendo in risalto l’approccio nell’esplorare e accettare le differenze culturali.

Riegler racconterà la sua esperienza di vita cercando di comunicare il percorso di raggiungere maggior chiarezza in se stessi affrontando profonde difficoltà che la vita presenta ad ogni persona durante il suo cammino.

TEATRO QUIRINO (Roma)

MARTEDI 14 OTTOBRE

ore 20:00

via delle vergini 7

Roma

Ingresso Libero

PAGINA UFFICIALE EVENTO: http://www.alessiofollieri.com/#!bookbond/c1tmm

PAGINA UFFICIALE FACEBOOK EVENTO: http://www.alessiofollieri.com/#!bookbond/c1tmm

 

La giornalista parlamentare Souad Sbai al 007 Book Bond

 

Sarà tra i protagonisti del 007 Book Bond Martedi 14 Ottobre ore 20:00 al Teatro Quirino, manifestazione realizzata dal presidente del “The Italian Book Club” Federico Conforto, con la direzione artistica di Alessio Follieri. La giornalista parlamentare Souad Sbai presenterà il suo libro “Le Ombre di Algeri” della Armando Curcio Editore. Il libro é una testimonianza della sofferenza algerina e delle contraddizioni dei regimi totalitari e corrotti. Essi hanno strumentalizzato la legittimità delle guerre d’indipendenza coloniali, per sfruttare il popolo e diffondere ideologie di odio e d’ingiustizia, invece di far progredire i paesi e di accettare l’autocritica, la laicità e la giustizia”. Così l’editorialista di “Le Figaro”, Alexandre del Valle, nella prefazione a “Le ombre di Algeri”, un inno alla libertà dell’Algeria, dell’Africa sub-sahariana e del mondo intero. L’esistenza degli algerini è a metà strada tra lo sviluppo post-coloniale di una democrazia “dovuta” e un fondamentalismo che ha tranciato ogni forma di libertà politica. La situazione non ha subito trasformazioni dall’avvento della Primavera araba, mentre il terrorismo armato e la classe dirigente hanno completato il lavoro di oppressione popolare. L’autrice riporta diverse storie vere di musulmani convertiti e perseguitati, e di donne algerine che hanno subito abusi da parte di padri e mariti. Tutto in nome di un fondamentalismo che poco ha di umano e, meno che mai, di religioso. E’ l’occasione nella manifestazione di incontrare temi di grande attualità sulla questione del Medio Oriente.

Souad Sbai volto noto della politica, è impegnata in prima linea in temi sociali contemporanei come i diritti alle donne, l’infibulazione, immigrazione e integrazione, argomenti di cui ha svolto attività di libera docenza Master e Seminari, già opinionista del quotidiano “Avvenire” è del quotidiano on line “L’occidentale” dal 2004 al 2005 collaboratrice del programma Tv “Un mondo a colori” di Rai Educational Rai 3. Presidente dell’ACMID-Donna Onlus – Associazione delle donne marocchine in Italia (Roma), di cui è presidente dal 1997, nel 2005 è stata chiamata a far parte della Consulta per l’islam italiano, istituita presso il Ministero dell’Interno. Nel 2007 è componente della Commissione “Salute e immigrazione”, istituita presso il Ministero della Salute. È promotrice del centro culturale “Averroè” (Roma) per la diffusione delle culture del Mediterraneo. Ora è opinionista di “Libero” e “Il Sussidiario”.

TEATRO QUIRINO (Roma)

MARTEDI 14 OTTOBRE

ore 20:00

via delle vergini 7

Roma

Ingresso Libero

PAGINA UFFICIALE EVENTO :http://www.alessiofollieri.com/#!bookbond/c1tmm

PAGINA FACEBOOK EVENTO: https://www.facebook.com/events/1484975125092633/

 

Palazzo Doria D’Angri a Napoli: capolavoro dell’architetto Vanvitelli e luogo simbolo dell’unità d’Italia

comunicato_stampa_cronaca_attualità

Lo storico Palazzo Doria D’Angri è situato nel cuore di Napoli in Piazza Sette Settembre, tra via Toledo e via Sant’Anna dei Lombardi. Questo capolavoro architettonico venne disegnato da Luigi Vanvitelli e realizzato da suo figlio Carlo, su commissione di Marcantonio Doria. L’edificio, completato nel 1787, contiene al suo interno incantevoli e preziosi affreschi. Questi capolavori, creati da importanti artisti già decoratori della Reggia di Caserta, sono racchiusi nel Piano Nobile dell’edificio e raccontano le memorabili vicende della Famiglia Doria. Tra gli artisti che hanno operato nello storico palazzo si ricordano Fedele e Alessandro Fischetti, Costantino Desiderio, Girolamo Starace e Giacinto Diano, importantissimi artisti che hanno arricchito l’edificio di sublimi affreschi. Altri importanti elementi decorativi sono opera degli artisti Gennaro di Fiore e Francesco Longhetti.

Magnifica è l’“Allegoria con Mercurio, la Sapienza e la Poesia”  di Fedele Fischetti, affresco luminoso che si trova nella volta del primo piano nobile del palazzo. L’antica Sala degli specchi e il Boudoir si sono preservati negli anni conservando ancora l’originaria decorazione. Alessandro Fischetti e Costantino Desiderio sono gli autori dell’affresco che si trova sulla volta del Boudoir raffigurante l’“Allegoria dell’Aurora”, inserito in ornati in stucco realizzati da Gennaro di Fiore.

Degni di nota sono i tre dipinti di Francesco Solimena e l’ovato di tela nella cappella attribuito a Giovanni Maria Griffon.

Palazzo Doria D’Angri divenne noto dopo l’episodio del 7 settembre 1860 nel quale Garibaldi, dal balcone principale, annunciò a tutti i cittadini l’annessione del Regno delle Due Sicilie al nascente Stato Italiano. Il regno dei Borboni stava così cessando di esistere dopo 126 anni di storia.

Garibaldi sbarcò con i suoi Mille a Marsala e fece il suo ingresso a Napoli, ex capitale del regno di Francesco II. Tra le mura vanvitelliane il grande condottiero vi sistemò il suo quartier generale.

Il dipinto che riprende la scena del suo ingresso in città, l’“Ingresso di Garibaldi a Napoli” eseguito da Wenzel Franz, è esposto presso il Museo Civico di Castel Nuovo di Napoli. Garibaldi incontrò Vittorio Emanuele II il 26 ottobre 1860, lungo la strada che portava a Teano e gli consegnò la sovranità sul Regno delle Due Sicilie, annesso poi al Regno d’Italia.

Le sale nobiliari di Palazzo Doria d’Angri sanno rievocare i fasti di un tempo rendendolo una storica dimora regale famosa in tutto il mondo.

Attualmente l’intento è quello di dare nuova vita al palazzo, valorizzandolo e trasformandolo nella sede di un museo, o di un’università, di un’ambasciata, una biblioteca, oppure un sito per realizzare mostre d’arte ed eventi culturali.

Per informazioni: celeste.licia@libero.it

Exit mobile version