Terremoto, troppe macerie sono ancora lì: “E se ogni Comune d’Italia se ne facesse carico?”

0

Napoli, 16 marzo 2017 – Sono ancora troppe le macerie nei paesi e città colpiti dal terremoto del centro italia. Ecco quindi balenare la soluzione: “e se ogni Comune d’Italia si facesse un carico di macerie delle zone del terremoto a suo spese?”.

A lanciare la proposta Giovanni Nappi, presidente del consiglio comunale di Casalnuovo di Napoli e ideatore del Premio Letterario “Una Città che Scrive”, che ha incontrato i ragazzi di Visso (Mc), qualche giorno fa, per presentare una sezione speciale del premio a loro dedicata.

“Sono stato a visitare Visso. Troppe macerie sono ancora lì, sotto gli occhi di tutti. Quelle macerie sono l’immagine e il ricordo di un dolore. Vanno tolte subito. Se davvero tutti vogliamo aiutare le zone colpite dal terremoto possiamo immaginare di farlo noi. Ogni Comune d’Italia potrebbe finanziare un carico di macerie” ha spiegato Nappi.

Idea straordinaria. Dopo il premio, dopo la cultura e la scrittura, come forma di riscatto rifugio e speranza, un atto ancora più tangibile.

Nappi continua “ho provato a chiedere ad un mio amico imprenditore che si occupa di smaltimento e mi ha detto che è tutto fattibile”.

Toccherà ora capire come procedere. E vedere quanti Comuni accoglieranno l’idea.

 

###

 

terremoto troppe macerie

Giovanni Nappi, terremoto troppe macerie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovanni Nappi, presidente del consiglio comunale di Casalnuovo di Napoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag: terremoto troppe macerie, macerie terremoto, terremoto centro italia troppe macerie

 

Share.

About Author

Associazione UNA CITTÀ CHE SCRIVE PREMIO LETTERARIO Città di Casalnuovo di Napoli Ufficio Presidenza del Consiglio Comunale

Comments are closed.